martedì 17 ott
  • Corteo contro l’ipermercato di viale Campania

    Oggi alle 16:00 si svolgerà partendo da piazza Vittorio Veneto il corteo indetto dal Comitato residenti contro la costruzione dell’ipermercato in viale Campania. Il corteo percorrerà via Brigata Verona e viale Campania, terminando al “giardino Costa” (accanto il verde Terrasi).

    Alla manifestazione hanno anche aderito alcune associazioni di categoria.

    Palermo
  • 65 commenti a “Corteo contro l’ipermercato di viale Campania”

    1. Sarà un grande momento di partecipazione attiva dei cittadini. Finalmente qualcuno a Palermo si interessa della propria città!!!

      Siamo vicini alla vittoria…dati alla mano la maggioranza dei consiglieri comunali (dopo i contatti di questi giorni) voteranno, in maniera trasversale, contro questo progetto!

      Avanti così, ci vediamo in piazza!

    2. …mah! ditelo a questi residenti che la costruzione di un ipermercato non è un’opera di devastazione ecologia e ambientale…mi sa che hanno scambiato un centro commerciale per la Tav!!

    3. @ Isola81 ora anche i cittadini che protestavano per la TAV dopo aver testato sono favorevoli a farla

    4. com’è che, chi gestisce la distibuzione eurospar, i vari ferdico, etc etc, non sono mai contestati?
      sono entrato per la prima volta al centro guadagna…. e ho avuto qualche dubbio, e sospetto…

      intanto sogno l’ikea in sicilia, che ci porti un po’ di mentalità scandinava…

      che faccia vivere tanti neosposi in una casa semplice e funzionale (senza credenze pseudo tascie luigi XVI, e lampadari burano made in shangaii)
      che faccia convivere tanti fidanzati con un cuore e una capanna

      che ci faccia smettere di ostentare quello che non abbiamo (cultura compresa)

    5. Per coerenza questi illustri concittadini della “Palermo Bene”Facciano un comitato contro il benzene che emanano le cinque pompe di benzina di viale campania visto che a loro piace vivere in un quartiere pulito!!!Mah…Grazie a queste persone si e bloccato lo sviluppo di questa città.

    6. Se vicono questi è una sconfitta della nostra città, ancora beceramente schiava di quattro benzinai e quattro commercianti che odiano la concorrenza e pretendono solo degrado. VIVA l’ipermercato in viale Campania, viva la gente che pensa con la propria testa.
      Abbasso i comitati!!!

    7. un comitato contro l’impermercato
      c’e’ i muariri
      ma poi corteo condotto da chi?
      da 4 pisci..aletti con la palla 8 nera tatuata sul braccio.

    8. Alla manifestazione hanno preso parte oltre 300 cittadini per i quali innanzitutto chiedo rispetto. Sfilare silenziosamente per le vie del quartiere per esprimere le proprie idee ed interrogare l’amministrazione su alcuni aspetti di questo progetto che destano non poche perplessità, non credo sia reato.
      Io ho avuto possibilità di osservare parte del progetto chiamato “pedonalizzazione del viale Campania” e sono rimasto sconcertato per alcune cose che sinteticamente mi sembra giusto comunicarvi:
      1)Il progetto prevede di chiudere al traffico viale Campania ma non si capisce che fine faccia il flusso di veicoli proveniente da via Piemonte e da viale Lazio. Quindi primo problema viabilità. Tutta quella parte di città sarà imprigionata nel traffico.
      2)Il parcheggio e la galleria commerciale sarà costruita tre piani sotto terra, nessuno studio ha però chiarito se un tale spostamento di terra sia sostenibile.
      3) Durante lo svolgimento dei lavori, circa 3 anni, l’inquinamento acustico e atmosferico raggiungerà limiti insopportabili.
      3)Non è prevista una fermata di metropolitana o altro mezzo di trasporto di massa, giocoforza tutti si recheranno al Centro con le automobili aggravando la situazione.
      Questi sono alcuni elementi sui quali è giusto confrontarsi, sono dei dati oggettivi non la fantasia della “palermo bene” come la definite. Ad insospettire i residenti della zona c’è anche la presenza dell’APCOA dietro a questa operazione da 50 milioni di Euro.
      Per chi non lo sapesse questa azienda grazie ad alcune scelte scellerate è diventata padrona di una porzione consistente della nostra città. È l’APCOA nella zona del tribunale che decide se un palermitano è libero di parcheggiare sotto casa o meno. È l’APCOA che prima ha obbligato i residenti della zona a comprare il box auto per poi raddoppiarne il prezzo da un giorno all’altro. Non credo che un soggetto di tale affidabilità possa avere regalata un’altra zona della città. È proprio questo il punto. Non si tratta di un’area privata per cui si è liberi di farne l’uso che si vuole, è un area di tutti che il Comune regalerebbe a dei privati per fare soldi senza che ci sia nessuna utilità pubblica (come richiesto invece nei progetti di finanza). Queste sono le motivazioni che hanno spinto i residenti ad unirsi in comitato per contrastare questa follia.

    9. @davide gentile: per quanto riguarda il punto 3 sono previste ben 2 fermate della metroferrovia nei paraggi, entrambe in viale Lazio. Una sarà all’incrocio con via Libertà e una con via delle Alpi. Sui punti riguardanti l’inquinamento e lo spostamento della terra mi sembra che si cerchi di accampare scuse. Sul punto APCOA non so, ma il parcheggio al tribunale è quasi finito e per di più ci stanno impiegando un tempo record per questa città. Poi sull’utilità dell’opera si può disquisire ma npn mi sembra che la situazione attuale del viale sia particolarmente decorosa con benzinai, fiorai apparentemente abusivi e ortolani e venditori di pane sicuramente abusivi. Ci saranno altri interessi dietro la protesta? Mah!

    10. Aggiungo. Per la pubblica utilità sarebbe sufficiente che il parcheggio consentisse di togliere di mezzo tutte le auto che sono parcheggiate nel viale. Resterebbe abbondante spazio per far passare gli auttuali flussi veicolari in maniera più ordinata. Dimenticavo che la futura stazione “Libertà” lo sarà anche della futura metropolitana leggera, semmai sarà costruita. Ironia della sorte anche per quest’ultima in passato si obiettava la questione del movimento terra; curioso no? Tutto il rispetto per i residenti che amano lo stato attuale del viale, però sarebbe l’ora che in città nascessero comitati per chiedere che questa città venga dotata di servizi che altrove sono presenti da tempo.

    11. Bravi,protestate a questa scellerata idea del comune!!!!
      Di certo un nuovo centro commerciale non conferira’ a palermo il titolo di citta’ “evoluta”…
      Quindi smettiamola di prenderci in giro, si ok sarebbe carino, ma a livello di funzionalita’ vera e propria sarebbe un disastro, specialmente per la viabilita’

    12. @Davide. Non avevo dubbi, ho contrastato sin dall’inizio questo progetto. Ho sempre scritto che in linea di principio sono favorevole al centro commerciale in V.le Campania se ragionevolmente inserito nel contesto socio-urbanistico del quartiere. Sempre in linea di principio, ben consapevole di “chi siamo e da dove veniamo” sono critico a priori nei confronti di qualunque iniziativa del nostro municipio, più volte ho constatato negli anni l’approssimazione e il pressapochismo con cui si opera in questa città e in Sicilia. Si sa che Pinocchio da addosso al grillo parlante, mi sconcerta l’insistenza dopo che sono state appalesate le carenze progettuali.

    13. Sono solidale con il comitato di citadini: non credo che qualsiasi cosa, purchè si faccia, sia sinonimo di progresso, soprattutto se a farsi in questa città sono solo cose che non essendo di utilità collettiva, portano solo soldi a poche tasche.
      Questa città ha sicuramente bisogno di sviluppo e crescita, ma anche di una dimensione più umana, non mi sembra che i centri commerciali portino tutto questo in una città!

    14. i civili cittadini di vial campania non vogliono l’ipermercato,però poi si comprano il pane nel furgoncino sotto casa,pane all’aroma di benzene.
      Spettacolo.

    15. a si vero perchè tutti gli altri cittadini invece,specialmente la domenica,invece il pane dove lo comprano???
      Meglio pane all’aroma di benzene che pane del supermarket…
      Pero’ stranamente il problema delle pompe di benzina a tutti gli altri cittadini gli sta sorgendo adesso…
      Ps. Io nemmeno abito nelle vicinanze tra l’altro

    16. @Daniele.Se ci sono “altri interessi” come li chiami tu dovresti riferirti a chi vuole costruire l’opera a tutti i costi non a chi protesta. Per quanto riguarda la pubblica utilità ti comunico che non sarà possibile far “passare i flussi veicolari” perchè il progetto è denominato “Pedonalizzazione del viale Campania”. Sarà consentito entrare nella zona soltanto ai residenti e agli utenti dell’ipermercato. inoltre la maggior parte dei posti auto sarà utilizzabile dai clienti dell’ipermercato e non da tutti, per questo continuo ad affermare che non è utile a nessuno questa opera. Sul fatto che l’attuale situazione di viale Campania non sia decorosa sono d’accordo con te ma le cose cominciano a migliorare visto che si sta dando il via alla bonifica del verde terrasi a prescindere dall’ipermercato.

    17. mcluso,il pane le pesone civili lo comprano al panificio
      a me risulta che la domenica mattina i panifici sono aperti.
      E poi scusa,cioè quello dell’ipermercato non è buono?
      e’ sicuramente meno inquinato battereologicamente di quello venduto per strada.
      In effetti pensandoci,meglio non farlo,viale campania è bella cosi ahahahahahh

    18. Non credo che la nostra città abbia bisogno di un altro finto centro commerciale come il Centro Guadagna…ma che è un centro commerciale quello?
      E’ soltanto un’accozzaglia male organizzata di negozietti che di attrattivo hanno solo le insegne, e forse nemmeno quelle!
      Per il resto, solo gente incompetente e sgarbata che bivacca lì con la pretesa di sentirsi parte di una realtà che, secondo il mio parere, è solo uno scimmiottare realtà ben più importanti presenti già a pochi km da noi (vedi Castelvetrano e zone limitrofe…senza contare Etnapolis!)
      Per il resto, credo che le proteste di questo tipo lascino il tempo che trovano!
      Hanno un riscontro nella misura in cui i “capi” intendano cavalcare l’onda di malcontento…
      Altrimenti…sappiamo come va a finire!

    19. Scusa diffidato,
      ma tra fare un parcheggio ed un iper-mercato e lasciare tutto così una via di mezzo ci sarà?
      Per quanto riguarda il problema della riqualificazione urbana non è solo degli abitanti della zona ma di tutti i Palermitani però: quanti cortei hai organizzato e sono riusciti per la riqualificazione urbana di una via o di una piazza al mondo? Per favore smettiamola di sognare isole che non ci sono.
      Aggiungo che le superfici da affidare alla G.D.O. sono specificamente preveiste da una serie di piani i quali tengono conto del tessuto sociale e commerciale della città: lo comunichi tu ai minimarket ed ai negozietti della zona che possono chiudere o facciamo dei proprietari e dei loro dipendenti carne da Lavoro Socialmente Utile?. Per questo solo l’utilità pubblica di un progetto giustifica deroghe (questo sono i PRUST). Dov’è l’utilità altrimenti non ottenibbile di un progetto del genere? Per chiudere le pompe di benzina non serve fare un ipermercato. Per riqualificare l’area si può operare senza cifre spaventose di pubblico danaro. Serve solo un po’ di buona volontà politica. In ultimo smettiamola di pensare che la privatizzazione della città e dei suoi assi viari sia la soluzione ai problemi di Palermo. APCOA Docet.

      Antonio

      P.S. Vuoi eliminare le auto? Fai un parcheggio e appaltane la realizzazione in Financial Project. Non serve regalare a chi può lucrare sui posti auto anche qualche decina di Migliaia di mq di spazi commerciali. Basta affiancare, ad esempio, alla realizzazione del parcheggio il permesso di costruire una galleria commerciale di superficie opzionabile in primis dai negozianti e da realizzare in centro strada. Le soluzioni ci sono, se poi si vuole rendere ricco qualcuno in particolare…. beh mi sa che gli interessi non stano tra chi protesta ma forse tra chi cementifica e vende.

    20. scusate…
      premetto (come ho gia’ detto nei commenti del precedente intervento a riguardo)che nella zona viale campania io ci abito e appartengo a quella parte di residenti che pensano che che questo progetto di zona comemrciale sia una buona idea (pompe di benzina in meno, piu’ verde e riqualificazione ad esempio del verde terrasi, piu’ possibilita’ di parcheggio( e non venitemi a dire che posteggiate benissimo perche’ non ci credero’ ne’ ora e ne’ mai soprattutto la domenica/mercoledi’ di partita) piu’ luce e piu’ VITA, minore bisogno di dover fare viaggi per fare acquisti con obbligo di prendere la macchina, ecc.)… comunque….
      nella zona ci sono vari problemi: la gia’ detta carenza di posti in periodo stadio, il buoi pesto nelle traverse limitrofe da piu’ di un anno per mancanza di illuminazione pubblica, il verde nelle aiuole quasi assente o mal curato(sono per lo piu’, scusando il termine, delle “cacatoie” per i cani)
      inoltre mi preme far notare ai miei “vicini di quartiere” (non sos e esiste un termine preciso per il concetto :-)) che nei prossimi giorni (si parla di inizio marzo) tutta la zona compresa tra viale lazio, via crocerossa, de gasperi, empedocle restivo diverra’ zona a traffico limitato obbligando i residenti a pagare per arrivare a casa munendosi di permesso, e i non residenti dovranno pagare credo 50 euro per poter entrare nella ZTL per venire a lavorare o anche per venire a farci visita( i residenti credo 10 euro)
      e’ strano che non se ne sia parlato o non si siano formati comitati per questo e per gli altri problemi di cui sopra…ma forse ai signori politici (o aspiranti tali) non conviene parlarne…
      solo questo…

      p.s. dimenticavo: c’e’ anche il possibile arrivo a breve delle zone blu anche per noi (gia’ sono in p.zza don bosco). che siamo contenti!

    21. Spiegati meglio plesiosauro. perchè “ai signori politici (o aspiranti tali)” non dovrebbe convenire parlare delle ztl?
      Poi non capisco il nesso tra la zona commerciale e riqualificazione del verde terrasi. Questo intervento è già in programmazione a prescindere dalla realizzazione o meno del Centro. Non possiamo pensare che per avere dei servizi o rivalutare un’area la si debba regalare ad un privato. Se arriveranno le zone blu sappiate che se dovesse essere approvato il progetto, queste sicuramente saranno gestite dall’APCOA con conseguenti disagi. esempio: chi abita in una zona gestita da Amat come la P10 ha la possibilità di avere 2 pass per famiglia per posteggiare gratuitamente in tutta la zona di appartenenza quindi da via G. Di Marzo fino in via G.Giusti. Chi abita invece in una zona gestita da APCOA ed ha tutte le carte in regola per ottenere il pass (bollino blu, residenza, etc.)non può posteggiare in tutta la zona ma solamente dove gli viene permesso dall’APCOA stessa. I residenti hanno perso circa il 30% degli stalli

    22. Per approfondire la vicenda APCOA vi consiglio di visitare il sito: http://rinnovapalermo.wordpress.com/

    23. x Riduciamolechiacchere
      ti riferivi al centro commerciale che ho messo su a Castelvetrano insieme a Messina Denaro???
      se vuoi sapere le ultime promozioni commerciali clicca sul mio nome 😉

    24. @Davide Gentile:
      nello stesso articolo scanenrizzato (credo dal GdS) nel vostro sito c’e’ scritto della riqualificazione del verde terrasi.
      inoltre ho detto “forse” non conviene parlarne; tu stesso converrai ocn me che tale problema dell ztl, che si presentera’ a breve, e’ molto piu’ pressante, non credi sia strano non se ne sia parlato?

    25. Questo all’atto ed in sitesi il Piano antismog del Comune così evitiamo leggende metropolitane:

      Palermo- Il nuovo piano del Comune
      Un piano antismog e per rendere più fluida la circolazione in città.
      È stato presentato, oggi pomeriggio, al termine del tavolo tecnico coordinato dal sindaco Diego Cammarata, che si è svolto a Villa Niscemi, e al quale hanno preso parte l’assessore all’Ambiente, Jimmy D’Azzò e l’assessore alle Attività produttive, Felice Bruscia, l’esperto del sindaco per il Traffico Lorenzo Ceraulo, il comandante della Polizia municipale Nunzio Purpura.

      Presenti i segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil, i rappresentanti di Confindustria, Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato, Cna, Confimpreitalia, Adoc, Adiconsum, dell’Amat, e del servizio Ambiente e del servizio Traffico del Comune. Il sindaco ha aperto il tavolo dando la notizia dell’avvio del cantiere per la realizzazione del passante ferroviario.

      All’interno del piano, da attivare entro il 2008, sono elencate una serie di misure da sviluppare a breve e medio termine per ridurre le emissioni inquinanti.

      Nel dettaglio è prevista l’attivazione delle Ztl A e B con limitazioni alla circolazione per euro 1, 2, 3, e 4 nella B e per 3 e 4 nella A oltre al pagamento di una tariffa annua che sarà leggermente differente per la ztl A e quella B. La tariffa sarà di 50 euro, comunque, per le auto di cilindrata superiore a 2000.

      Ai residenti della Ztl A con auto euro 0 ed euro 1 sarà consentito, comunque, di circolare per un periodo di tempo limitato, non superiore ad un anno e mezzo, in modo da dare una risposta ad un’esigenza immediata ma anche un segnale di attenzione per il rispetto del provvedimento deciso a tutela della salute dei cittadini.

      La Ztl e l’isola pedonale da via Ruggero Settimo ai Quattro Canti faranno parte di un unico provvedimento: nei 60 giorni che trascorreranno dalla firma dell’ordinanza all’attuazione definitiva, l’Amministrazione comunale e le associazioni di categoria avvieranno delle indagini sul campo per trovare le soluzioni più adeguate ad incentivare e rilanciare le attività produttive.

      L’asse che va da piazza Politeama a piazza Massimo e da piazza Massimo ai Quattro Canti, sarà, quindi, totalmente chiuso al traffico. Anche i varchi laterali verranno chiusi e la zona sarà allestita con opere di arredo urbano.

      Contestualmente, ci saranno una serie di divieti di sosta sugli assi paralleli e perpendicolari al centro città. Il carico e scarico delle merci sarà vietato dalle 8 alle 20. Ci sarà la possibilità di effettuare un abbonamento Amat di 20 euro, valido 30 giorni, per quattro linee urbane nelle fasce orarie che vanno dalle 7 alle 9.30, dalle 13 alle 15 e dalle 17.30 alle 20.30, e l’aumento delle corse dalle periferie alle Ztl.

      In particolare, è prevista la possibilità di lasciare la macchina al parcheggio Stadio, dove si potrà prendere la linea 101 fino alla Stazione centrale. Saranno aumentati gli autobus che percorrono la linea 118 che porta dal parcheggio di viale Francia verso piazza Indipendenza, quelli della linea 108, che va dal parcheggio di via Basile verso il centro città ed il polo ospedaliero e la linea 110 che porta da piazzale Giotto verso il centro e piazza Indipendenza.

      Sono previsti, inoltre, una nuova linea che colleghi Borgo Nuovo con piazza Giachery, l’immissione in esercizio di 53 bus ecologici in parte da utilizzare nella Ztl A, e la realizzazione di 18 chilometri di corsia preferenziale per gli autobus delimitata con i cordoli. In tema di trasporto pubblico, le linee extra urbane saranno spostate su viale dei Picciotti e su piazzale Giotto. Sono previste convenzioni con i taxi per le corse che portano all’interno delle due Ztl.

      Ci saranno più vigili per le strade, almeno 50 in più per il controllo del traffico, e saranno rivisti, in collaborazione con le associazioni che li rappresentano, i criteri di circolazione dei disabili.

      Saranno controllati e potenziati gli impianti d’illuminazione pubblica nel centro storico e verrà potenziato l’impianto comunale per l’erogazione del gas metano che si trova in via Roccazzo mentre ne verrà realizzato uno nuovo, sempre comunale, in viale Francia. In via Oreto, invece, ne sorgerà uno privato. Aumenteranno di circa 7 chilometri anche le piste ciclabili verso la zona dell’Acquasanta con diramazioni verso le vie Galilei e Pacinotti e via Ammiraglio
      Rizzo.

      Il piano prevede anche la realizzazione di 600 nuovi posti per le moto, l’erogazione di un contributo per la trasformazione dei veicoli a gpl e a metano. Il piano prevede inoltre interventi a lungo termine da realizzare entro maggio del 2009, come l’acquisto di altri 50 bus ecologici, l’apertura del parcheggio di piazza Vittorio Emanuele Orlando, l’incremento di due chilometri di corsie preferenziali per gli autobus, e l’attivazione di operazioni di controllo delle caldaie.

      Aumenteranno anche le corse dei bus dalla periferia alle Ztl con l’assunzione di nuovi autisti, l’incremento delle frequenze e la garanzia di collegamento tra le periferie e il centro della città con soli due cambi di bus.

      Si prevede che i vigili in strada, entro il 2009, aumentino di 400 unità. Durante il primo anno saranno, infine, predisposti monitoraggi costanti per verificare gli effetti dell’avvio del provvedimento sulla qualità dell’aria.

      Comune di Palermo 8 febbraio 2008

    26. Mi preme sottolineare che il costo dei Pass residenti nelle ZTL per i residenti e non sarà tra i 10 ed i 15 Euro e servirà per garantire e strutturare i sistemi di controllo e di emissione pass. Inoltre i veicoli più inquinanti non potrano proprio più circolare. Debbo dire che il piano nel suo complesso è interessante. Se si porteranno anche a termine i Project Financing già appaltati ed in fase d’appalto che riguardano il sistema dei parcheggi credo potremmo vedere una città in cui finalmente si prova a fare sistema sulla mobilità. In ultimo un suggerimento sulla circolazione ell’isola pedonale: lasciate una corsia protetta per i mezzi pubblici, i servizi di emergenza e il transito dei residenti che debbano lasciare persone invalide o con difficoltà di deambulazione oltre che, magari, pacchi pesanti altrimenti le vie alternative non reggeranno il traffico veicolare e di mezzi pubblici che deriverebbe da tale provvedimento.

      Antonio

    27. @diffidato le persone civili il pane lo comprano al panificio???
      le persone civili???
      io portavo l’esempio della domenica perchè i tizi che si mettono con l’apino a vendere il pane,vendono quello di paese e quasi mezza palermo la domenica compra quello!!!
      E non ci credo che tu compri tutto al supermercato o al panificio.
      Non hai mai comprato qualcosa da un ambulante???
      Poi di certo quando ci sara’ la congestione del traffico dovuta al centro commerciale,e lo smog salira’ alle stelle voglio vedere se preferivi l’apino e le pompe di benzina…
      E poi la frase”In effetti pensandoci,meglio non farlo,viale campania è bella cosi ahahahahahh” non la capisco proprio.
      Non è che stanno facendo un parco comunale o stanno mettendo una statua,metteranno cemento su cemento,se secondo te è bello…
      De gustibus…

    28. Convengo con Plesiosauro che le ztl sono un problema da affrontare. Non condivido invece che si tratti di un problema più pressante rispetto all’ipermercato per il semplice fatto che se si comincia a scavare non si può tornare più indietro…mentre una delibera sull’ambiente, se si dimostra inadeguata, può essere modificata 1000 volte e perfezionata.

    29. x Riduciamolechiacchere
      parlando di Castelvetrano ti riferivi a questo centro commerciale qui?
      se vuoi sapere le promozioni commerciali clicca sul mio nik 😉

    30. @Davide Gentile: guarda io del progetto non so nulla, e per questo mi sono limitato ad analizzare le tue motivazioni, molte delle quali ho trovato, per così dire deboli. Tutto qui. Come in qualsiasi vicenda umana ci saranno degli interessi contrapposti, ma non è questo il problema. Invece, le motivazioni che tu adduci – i “quattro punti”- non mi sembrano obiettive e consistenti. D’altro canto non hai neanche replicato alle mie osservazioni in merito. Questo non fa di me necessariamente un sostenitore del progetto, per cui se vorrai fornire dei dati oggettivi te ne sarò personalmente grato.

    31. Insieme al comitato stiamo stilando una relazione sul progetto preliminare avvalendoci di alcuni docenti universitari esperti in materia. Sarà mia premura farla conoscere a tutti per chiarire ulteriormente le cose. A presto!

    32. @Davide Gentile
      ma ti informi o le spari a muzzo tanto per aprire la bocca e far prendere aria alla lingua?
      Hai detto: 1)Il progetto prevede di chiudere al traffico viale Campania ma non si capisce che fine faccia il flusso di veicoli proveniente da via Piemonte e da viale Lazio. Quindi primo problema viabilità. Tutta quella parte di città sarà imprigionata nel traffico.
      ti rispondeo: 1) il sarà pedonalizzata solo la parte centrale

      Hati detto: 2)Il parcheggio e la galleria commerciale sarà costruita tre piani sotto terra, nessuno studio ha però chiarito se un tale spostamento di terra sia sostenibile.
      Ti rispondo: 2)ma sai cosa sono gli studi di fattibilita????

      hai detto: 3) Durante lo svolgimento dei lavori, circa 3 anni, l’inquinamento acustico e atmosferico raggiungerà limiti insopportabili.
      ti rispondo: O mio dio!!!…inquinamento acustico…ma vadano ad abitare in zone veramente caotiche e capiranno cos’è lìinquinamento acustico ed atmosferico

      Hai detto: 3)Non è prevista una fermata di metropolitana o altro mezzo di trasporto di massa, giocoforza tutti si recheranno al Centro con le automobili aggravando la situazione.
      ti rispondo 3)Fermata Lazio Libertà a 100 metri da questo centro!!!!!!!!!!!!!

      Cose da pazzi, poi si chiedono perchè li sbeffeggiano tutti questi comitati!

    33. MA quale ipermercato e quale GDO, conoscete l’italiano? Si parla di un centro commerciale, non di ipermercato, in pratica alcuni negozi, le dimensioni sono piccolissime, poco più di 10.000mq un ipermercato più centro commerciale è grande almeno 50.000mq. Il vero problema è che siete comandati a bacchetta da qualche politico che cavalca l’onda e da 4 negozianti che hanno paura di dover metter prezzi concorrenziali e non farla da padroni. Magari siete gli stessi che si lamentano perchè l’inflazione sale…

    34. paco
      non s’ha da fare!

    35. Alcuni negonzi? !100 negonzi! Paco ma chi fai a fava?

    36. Bene, grazie per avermi delucidato sulle promozioni del centro commerciale di Castelvetrano
      Cosa potrei fare per voi?
      Beh, vediamo…ah, ci sono!!!!!
      Mettetevi in fila che, quando deciderete di abbandonare le vostre abitazioni costruite con lo stesso criterio e lo stesso giro di denaro, passerò col furgoncino a distribuire coperte e latte caldo!
      Questo non vuol dire w la mafia, assolutamente no!
      Mi fa solo sorridere che si puntualizzi una cosa saputa e risaputa solo per prendere di mira una determinata cosa.
      Spariamo allora a zero su tutto…e salviamo invece chi, a prescindere dalle apparenze e dalle finte iscrizioni alle varie associazioni pro legalità, si fanno un mazzo enorme per tirare avanti la carretta!!!

    37. che significa?

    38. riduciamo
      casa tua invece è stata costruita da un costruttore onesto,o l’avete fatta voi abusivamente e poi condonandola?
      no cosi giusto per capire
      perchè fai intendere che tutti i palazzi di Palermo sono costruiti dalla mafia
      cosa che può essere vero
      ma generalizzare in questo modo cosi grottesco sem,bra ridicolo.

    39. e poi comprano il pane no furgoncino bianco,al sapore ri benzina verde,sputacchiate varie,dito bagnato con la saliva per prendere ilf oglio di carta e ammugghiari i filoni scarsi i ciminu ma belli chini i pruvulazzu atmosferico
      però non è il caso di viale campania,dove ilverde regna sovrano un ci su magghini,i benzinai hanno acqua cristallina nelle cisterne ,e un flacone i svelto custa 4 euro nei minimarket della zona
      però poi arriva palla da 8 e ci vannu tutti i rappriassu
      viva viale campania cosi bella e pultia per come si trova adesso
      sono ecologici,usano fertilizzanti naturali, i str…unzi ri cani che passiano in quel prato meraviglioso che decora la via.

    40. “…generalizzare in questo modo cosi grottesco sembra ridicolo.”
      Hai ragione, ma non credo di aver generalizzato io per primo!
      Del resto si dibatteva sull’utilità di un centro in una zona che sta a cuore a molti, a quanto pare.
      io comunque concordo con Paco, stop!

    41. Diffidato, Paco e Picaro:

      Dove siete tatuati e con cosa non me ne frega nulla. Se dite fesserie però credo sia anche un problema mio. Fate una cosa, se questi 4 gatti non contano nulla e li sbeffegiano tutti, fate un bel comitato pro-ipermercato (così è definito dal Direttore Generale dell’Urbanistica Federico Lazzaro sul GDS Paco, se poi chi deve controllare il progetto non sa cosa legge….) e mettete in piedi un corteo ed una petizione come quella firmata da qualche migliaio di cittadini che hanno organizzato anche i 4 gatti con la palla da 8. Altrimenti tra la palla da 8 e le palle che raccontate voi geni incompresi mi sa che preferisco le palle quadrate di chi sa combattere per le proprie idee come i ragazzi con o senza palle da 8 che danno voce ai cittadini di Palermo in questo ed altri comitati.

      Antonio

    42. Mi fanno ridere i punti 2 e 3 riportati dal Sig. Gentile, uno dei noti esponenti del comitato.
      Al punto 2 dice che ci sarà tantissimo inquinamento acustico e atmosderico.Ma allora a Palermo non si potrà costruire più nulla, perchè le pale meccaniche fanno tanto rumore???Ma che ragionamenti sono?
      Al punto 3 afferma che non ci sarà alcun collegamento di trasporto pubblico.
      Questa è un’autorevole bugia in quanto i lavori per la chiusura dell’anello ferroviario (tanto sventolati dal suo sindaco), sono stati già appaltati e partiranno a Aprile.E’ prevista la costruzione della fermata Lazio proprio a pochi passi da lì..E’ anche riportato sul sito del Comune!
      Ma prima di sparare, leggete???
      E meno male che vi avvalete di alcuni docenti universitari!
      Ma chi, quello che vende il pane nel furgoncino, la domenica in Viale Campania?Il pane lì lo comprano.
      Pertanto si informi bene prima di sparare castronerie.
      Poveri palermitani, come al solito comandati a bacchetta e manipolati per colpa della loro ignoranza!

    43. LA CITTA’ DEI COMITATI DEL NO.
      Poi ci si meraviglia sul perchè a Milano ed altre metropoli si fa questo, quello ed altro.
      E qui a Palermo ZERO.Anzi risuonerà la solita frase “ma ca un fannu mai niente”.

    44. Triolo
      io ho parecchi tatoo che rappresentano la mia amata città,non perdo tempo con palle da 8 nero stile morbido
      ma posso dirti con certezza che il comitato di cui tu fai parte di palle quadrate ha davvero poco
      quelle servono per altro non certo per dire NO al progresso di una zona che di residenziale ha solo i prezzi dei vari minimarket della zona.
      Viale Campania,tenetevela cosi,cacatoio per i vostri cani con strade senza senso,scarsamente illuminate,zero posti auto,visto che voi ricconi ne avete almeno 3, negozi con prezzi stellari, e pompe di benzina che 24 su 24 vi regalano inquinamento fin sotto le coperte
      i centri commerciali portano degrado,povertà,distruzione,tanto se volete farmi una passiata avete a pochi metri la favorita.
      viva le palle da 8 tatuate,finte.

    45. Sugnu sicuru ca i benefattori apcoa ci pensano iddi,
      nn’aggiustano i lampiuna, allarganu i strati stritti e strincinu chiddi larghicieddi ca macari putiemu caminari nni marcipieri, e macari i pulizziano ri cacati ri cani, accussì addivintamu tutti pirsoni ‘ducati. Mizzica un’avirici pinzatu prima!

    46. una cosa mi consola, che anche qui dentro c’è molta gente inteligente che pensa con la sua testa e detesta i comitati, almeno non mi sento solo

    47. @Paco non so tu, ma tutti quelli che “ragionano con la propria testa” almeno in questo thread, non vivono a Palermo. Da anni…
      @Triolo: stai dicendo un cumulo di fissarie. Difendete pochi interessi ed impedite, o vorreste picchi vulissi u signuri c’assintumati tutti, il normale cambiamento di una metropoli che ha esigenze diverse da 4 commerciantucoli ladri.
      Buoni comitati a tutti

    48. @Antony: 5 benzinai non 4 🙁

    49. Cavolo…..5 BENZINAI DI FILA IN VIALE CAMPANIA!!AZZZZZZZZZZZZZZZ
      L’IPOCRISIA E’ PROPRIO PANE CHE SI MANGIA.

    50. Picaro ha scritto il 19 Febbraio 2008 alle 16:57
      @Paco non so tu, ma tutti quelli che “ragionano con la propria testa” almeno in questo thread, non vivono a Palermo. Da anni…

      @Triolo: …..vulissi u signuri c’assintumati tutti…

      Picaro
      se tutti quelli che “ragionano con la propria testa” non vivono a Palermo da anni credo che su questioni locali e di vivibilità urbana dovrebbero cedere il passo e rispettare chi invece questa città continua a viverla ed a combatterci quotidianamente. In quanto all’augurio da te signorilmente espresso.. beh, allunga la vita. Mi sembra un po’ paramafioso e sintomo di una cultura che evidentemente non mi appartiene ma questo non mi preoccupa pur potendo preoccupare magari altri che in questo forum scrivono e moderano.

      Antonio

    51. cedere il passo a chi questa cittò continua a viverla?

      Va stati manciannu cotta e crura,o meglio fate in modo che i progresso non si sviluppi
      il comitato del no,ma cerchiamo di finirla,vorrei vedere chi ha aderito a questo comitato,molti sicuramente i commercianti che si cagano in mano per l’apertura di un nuovo centro commerciale.
      Sai che c’e’ conosco molti di quella zona,e ne hanno le balle pieno di questo comitato ridicolo,molti vorrebbero una miglioria per la zona,e qualche pompa di benzina in meno,vorrebero rovare parcheggio anche durante l’ipotetica finale di champions league Palermo-barcellona.
      ma vanno avanti i comitati,purtroppo non si è istitutito quello del si,non avreste avuto motivo di esistere.
      &00 cristiani che hanno il potere di decidere la sorte di un intera zona ” residenziale” (si fa per dire)

    52. @A.Triolo: va inteso come augurio ai comitati e non come persone a cui auguro tutta la salute possibile.
      Non si riesce a tornare per colpa vostra. O meglio, voi siete un segno palese di una cultura votata al piccolissimo orticello, ai piccolissimi interessi, alla negazione di un’idea amplia di cittadinanza, davvero libera e autonoma. Qualunque azione che non sia mettere 4 ciuri rintr’a na grasta e 4 lampiuna, vi pare una cosa allucinante. Tanto da decidere di “scendere in piazza”. V’avissi vistu mai in piazza per cose importanti! A riprova di quanto dico, basta leggere moltissimi commenti in questo thread che parlano di un centro commerciale con toni da Apocalisse. Converrai che e’, anche dal tuo punto di vista, un po’ esagerato…

    53. Picaro
      Confermo che alcune volte i toni sono esagerati ma nel merito sono ancora convinto delle mie idee.
      Grazie per la precisazione. Chiedo scusa per l’equivoco personale sull'”augurio”.
      Io però, visto che dici “V’avissi vistu mai in piazza per cose importanti!”, debbo dirti che in Piazza ci vado da quando avevo 13 anni ed oggi ne ho 35 (sigh). C’ero per i Funerali di Paolo Borsellino ed ogni anno, insieme ad alcuni dei ragazzi che scrivono contro l’ipermercato, ci vado per ricordarlo con una fiaccolata. C’ero alle marce per la vita che facciamo ogni anno. C’ero quando ci siamo dati la mano per Giovanni Falcone. C’ero quando esporre uno striscione con la faccia di Andreotti e la piovra finiva sul TG quasi fosse eversione. C’ero quando si gridava ai politici di Tangentopoli: “Arrendetevi, siete circondati!” (alcuni davanti il Parlamento, noi sotto il Palazzo della DC a Palermo). Ci vado in piazza ogni 10 Febbraio a ricordare i nostri connazionali infoibati e, se vai qualche tread indietro, ci sono stato metaforicamente raccogliendo le firme per le dimissioni di Totò Cuffaro e ci sono stato veramente raccogliendo firme contro le zone blu con il “Comitato Residenti e Commercianti- Palermo Centro ed anche grazie a questo abbiamo ottenuto importanti modifiche sia ai tempi di Orlando-Arcuri che a quelli di Serio-Tesoriere sino a Cammarata-Ceraolo (Ti basti pensare che il primo provvedimento non prevedeva le zone di sosta per i residenti e limitava i permessi, per via e non per zona, ad un’auto a famiglia…). Ci sono stato contro Galloni e Ruberti ai tempi della Pantera e ci torno ogni qual volta credo giusto andarci. Certo lo faccio spesso con una connotazione politica precisa di cui non mi vergogno e che credo importante ma ti assicuro che in molte delle occasioni di cui ti parlavo ci sono stato senza bandiere o simboli e senza che nulla fosse organizzato, solo per il gusto di fare ancora una cosa che ritengo giusta e bella. Non conosco tutti i ragazzi del comitato perchè per fortuna sono tanti, non 4 gatti, ma alcuni di quelli che conosco vengono dallo stesso percorso ideale e non hanno niente a che fare con gli interessi dei negozianti (che poi sarebbero pur sempre cittadini come gli altri che in questa città producono ed investono) o con interessi diversi (che normalmente stanno dalla parte di chi cementifica, quasi mai di chi il cemento prova a fermarlo). Anzi, ti assicuro, che vista la connotazione politica della Giunta sarebbe per me e per altri più comodo far finta di nulla e magari trattare un posto auto con l’Assessore di turno. Credo che invece la partecipazione, perchè questo sono i comitati, sia importante e seria. Anche quando tu non la condividi.

      Antonio

      P.S.
      @Diffidato: Sai perchè credo che non ci sia il comitato del si?
      Perchè i numeri non ci sono per farlo e questo non fa necessariamente di te o di chi la pensa come te un’elite culturale ma, al momento, una loquace minoranza. Non credo che il numero faccia necessariamente la ragione, anzi spesso è il contrario, ma dovrebbe comunque far riflettere.

    54. poi vanne a roma,mi cioè lo sai,sono stata al centro commerciale a roma,e c’erano i saldi,troppo bello,ma a palermo queste cose c’e’ le sogniamo.
      da leggere con tono viale campania/strasburghino.
      mamma dove hai messo la pelliccia di pelle di topo che non la trovo più.

    55. picaro o frati, mi hanno fatto una proposta di lavoro a Digione,ma non i vado ci sono troppi centri commerciali al centro,aiuole pulite senza cacate di cani,piene di fiori con cespugli curati,troppi parcheggi,liberi o a pagamento,e cosa più incrediile se vuoi fare benzina ti conviene farla appena vede una pompa,perchè mica sono avanti comenoi che in una sola via ne abbiamo 5 !!!

    56. @A.Triolo: sempre personalissime idee, ma non per questo avrei voluto vedervi in piazza. Ma andremmo davvero troppo fuori argomento.
      @Diffidato: naaaa, ma chi cià ghiri a fari a digione…http://www.dijon-developpement.com/…p.s. città paurosa..comunuqe non sono d’accordo quando dici che sta gente gira…io sono convinto che non hanno fatto mai un caz..zo di viaggio, se non forse per vacanza. Se fossero andati a lavorare, appunto, a Digione non direbbero certe cose…non sarebbe possibile. Ma a fari u torero un ci vai cchiù:-)

    57. Perchè non chiamate i vigili urbani per far smammare il venditore abusivo di pane della domenica, in viale Campania?Quelli del comitato hanno detto che ci tengono anche alla salute.
      Però il pane alle polveri sottili lo comprano!
      5 pompe di benzina tutte in fila le tollerano!
      Poi arriva pinco pallino, che deve candidarsi alle prossime elezioni.Ha bisogno di voti, e pertanto si mette a capo di un comitato per racimolare voti!
      Queste cose solo a Palermo accadono!

    58. io abito in questa città e la amo, altri, come questo comitato, mirano alla sua caduta

    59. OGNI QUALVOLTA SI VUOL FARE QUALCOSA DI COSTRUTTIVO PER QUESTA CITTA’, CI TROVIAMO DI FRONTE A QUALCUNO CHE DICE DI ESSERE CONTRO. LE STESSE PERSONE SI LAMENTANO PERO’ DELLE POCHE OPPORTUNITA’ DI LAVORO CHE OFFRE PALERMO. BEN VENGANO PERTANTO I VARI CENTRI COMMERCIALI OFFERTE DA QUESTA CITTA’. UN APPELO INOLTRE VA ALLA CLASSE POLITICA LOCALE, PERCHE’ NON SI PIEGHI A QUESTE INUTILI PROTESTE; SE AVVENISSE IL CONTRARIO PROPONGO VIALE CAMPANIA COME ISOLA PEDONALE. UN SALUTO.

    60. Il progetto per Viale Campania prevede già la pedonalizzazione.Chi si oppone a ciò, muove la protesta solo per i propri interessi.E guarda caso le elezioni sono alle porte….

    61. antony ha proprio ragione….il capo di questa rivolta è un tale La Mantia, candidato alla provincia per AN…signori siamo coerenti!!!Basta pigliate per il c…….Grazie!

    62. Ancora loro non hanno spiegato il vero motivo perchè questi comitati ed esponenti si oppongono al centro commerciale. Ma’.

    63. ciccio 73 ma da dove vieni dalla Finlandia! DV I POLITICI SI RIDUCONO GLI STIPENDI X NN GRAVARE SUL BILANCIO DELLO STATO! L’obbiettivo della POLITICA siciliana e’ proprio kuesto creare malumori e malcontenti tra gli strati sociali l’uno contro l’altro soltanto x i propri sporchi, interessi , creando cosi sacche di consensi prima da uno e poi dall’altro. i nostri politici fanno ridere persino kuelli cileni! ma noi (ciechi) o mossi da bisogni personali continuiamo a permettergli di amministrarci svegliati amigos!! a palerm xottenere kualcosa bisogna spazzare via kuesta classe politika d vermi succhia sangue, politici collusi, e uomini di malaffare kui esiste soltanto il (do ut des) solo kuando i piu’ toccheranno il fondo,scenderanno serrati ,in piazza cn i mitra! ricordati dei tuoi illustri avi che furono chiamati VESPRI……asta la vista!!!! e si puo’ sapere cm finito il ricorso al tar cntr la ztl a+b ? vedi x esempio …se nn pagavamo NESSUNO kuesto pizzo del signor cammarata… ke ci facevano ottocentomila multe ….. riflettete palermitani!!!!!!!! rispondete numerosi

    64. tanto casino per un centro commerciale! E tinitivi i putii, con i prezzi da strozzini le cacate dei cani pompe di benzina e abusivi vari. Con questa mentalita’ ottusa saremo sempre gli ultimi ma nn solo in italia. Gia’ anche nei confronti di Catania siamo 4° mondo, per nn dire nei confronti del nord dove i grandi gruppi investono e portano lavoro e benessere. Ikea, carfoor, e altri gruppi se continuiamo con sta testa mancu ci vennu i passaggio ca’ a Palermo, poi pero’ andiamo fuori e magari prima di andare al museo iamu o centro commerciale bello grande!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)