sabato 21 ott
  • 114 commenti a “La Finocchiaro si candida alla presidenza della Regione”

    1. E anche questa volta il centro sinistra ha perso na buona occasione per vincere le elezioni regionali…

    2. chissà, non la conosco (scusate l’ignoranza) ma mi ispira fiducia…chissà che stavolta…

    3. bene così

    4. Ottima candidatura! Ora la attendiamo qua su Rosalio per un commento, no?

    5. OOOHHHH!!!! questa si che è una bella notizia 😀
      finalmente una persona seria!
      rischiavo di non andare a votare…

    6. Stimo molto Anna Finocchiaro e credo che sia sicuramente più capace e preparata di Miccichè.

    7. Complimenti al centro-sinistra..Avere in casa una persona come Rita Borsellino e non farle “rischiare” di diventare Presidente della Regione Sicilia!

    8. Nomad noi inviteremo i candidati a scrivere.

    9. Ieri sera l’ho vista su sky intervistata da Severgnini …avrà il mio voto!!

    10. Sono felice di questa candidatura. una persona seria e molto capace. Marco, per quanto stimi la Borsellino, da quello che ho visto la Finocchiaro mi sembra più capace e con più “scagghiuna”. Cosa vedi che non va in lei?

    11. apprezzo la Borsellino,
      ma mi pare che non abbia avuto, ad oggi, il sufficiente carisma per unire le anime del centro sinistra, per rivendicare per sé un ruolo attivo, propositivo, sia sul piano programmatico, sia sul piano del rilancio dell’azione di opposizione, e di conseguenza di governo (qualora si vincano le elezioni).

      Anna Finocchiaro è capace, determinata, con una buona preparazione e con la grande capacità di dialogare.
      La cosa che apprezzo è che il centro-sinistra sia stato capace di candidare per ben due volte una donna. Che i tempi stiano per cambiare?

    12. cari tutti,
      ho lavorato con rita borsellino durante la scorsa campagna elettorale, con lei ho vissuto tra i momenti più intensi della mia vita, ho imparato ad amare ancor di più la sicilia, ho creduto ad un sogno interrotto solo dalla sconfitta elettorale! ho amato e amo rita borsellino, non sono neanchè stato felice che l’avessero messa da parte in questo modo, dimenticando che avesse preso un milione di voti e solo duecento mila in meno di cuffaro vincitore. Ho organizzato il rita express, quello splendido treno che attraversando l’italia riuscì a portare mille ragazzi a casa…
      quella esperienza appartiene alla mia storia alla storia di una sicilia che stava cambiando e che rialzava la testa, quella storia non si é interrotta e continua ad esserci.
      Oggi anna finocchiaro ha dato la sua disponibilità a candidarsi e la sua dichiarazione mi ha nuovamente emoziato, non dimentico rita, credo che sarà il candidato deputato che prenderà più voti, penso che in questa nuova battaglia per lei ci sarà un posto di prestigio come la vicepresidenza della regione o la presidenza dell’ars. Non ho cambiato idea. amo rita. amo il suo lavoro e come lo sa fare. Ma il cambiamento della sicilia, passa dal cambiamento del quadro politico italiano, dalla coraggiosa scelta di Walter Veltroni che con il suo coraggio ha finalmente stravolto il quadro politico italiano rompendo per sempre il bipolarismo e semplificando la politica e il mondo dei partiti. Oggi bisogna credere a questa scelta, in Italia in Sicilia per andare avanti davvero.
      Anna, Rita, tanta altra brava gente, noi ragazzi, professionisti seri, possono davvero far fare un balzo in avanti alla sicilia, una sicilia che deve dimenticare di essere stata zavorra per l’italia fino a questo momento e deve invece cercare di diventare la terra della legalità dello sviluppo dell’energia sostenbile, deve tornare ad essere culla del mediterraneo. Io ci spero! spero che la sicilia non venga più governata da personaggi in odore di mafia e da parlamentari assenteisti e lobbisti!
      adesso vinca il migliore.

    13. Forse,con questa candidatura,le cose tornano in discussione…speriamo bene

    14. ottima notizia, finalmente si inizia a ragionare!!

    15. secondo me l’unica possibilità di vittoria del centro-sinistra dipende dal fatto se il centrodestra si presenterà tutto unito cioè PdL+Udc e MpA (molto probabile) o diviso, certo che la Finocchiaro è una persona di alto profilo quindi nel caso di vittoria almeno per la sua persona (un presidente di regione nei confronti della sua giunta ha molto più potere rispetto ad un presidente del consiglio nei confronti del resto del governo) la Sicilia potrà esserne orgogliosa certo la coalizione che la sostiene è quello che è…..

    16. Errata corrige: è molto probabile che il centrodestra si presenti diviso

    17. Ottimo!!!! Speriamo bene..

    18. Anna mi hai fatto penare un sacco ma alla fine è proprio come speravo! E’ durissima ma almeno stavolta lo spessore c’è tutto… Temevo Cracolici, partito all’attacco coi suoi supercartelloni… ma alla fine da Roma ci misiro u parrapicca!

    19. @mao: non vedo niente di male in Anna Finocchiaro, ma vedo meglio la Borsellino..come simbolo di tante cose che tutti sappiamo.E’ ovvio che la Finocchiaro ha esperienza alle spalle, “scagghiuna” come dici tu e quant’altro..Ma la Sicilia, forse, non ha bisogno di svolte radicali,anche nell’immagine?

    20. erano anni che aspettavo la Finocchiaro… finalmente…
      ha tutto il mio appoggio e la mia stima!

    21. per quello che ho sentito la proposta è finocchiaro presidenza della regione e borsellino presidenza dell’ ars…penso che questo possa mettere d’accordo molti mola gente buon compromesso, che ne pensate??

    22. Sono dell’opinione che tra Anna Finocchiaro e Rita Borsellino debba instaurarsi un rapporto di profonda collaborazione, non di contrapposizione. Non capisco infatti questo desiderio di voler dividere le forze oneste della Sicilia sulla base di preferenze di leadership. La sfida vera non deve essere tra queste due onestissime donne, ma tra quello che loro rappresentano e quello che rappresenta l’altra parte politica, con i vari Cuffaro e Miccichè.

    23. che peccato; i partiti hanno sbagliato alle scorse elezioni a non sostenere Rita Borsellino con convinzione, e i risultati lo hanno dimostrato. Putroppo non hanno capito niente, e invece di candidare chi ha preso il 6% in più rispetto alla coalizione – dando un chiaro segnale del suo valore, e di quello dei partiti – la mettono da parte (offrendole posti onorifici, tipo la presidenza dell’ars? tsé), preferendo un organico di un partito. Ahi ahi la vedo dura.

    24. Finalmente una personalità politica pulita e trasparente senza macchia o scheletri nell’armadio.

    25. Carlo si si, la Finocchiaro è molto pulita e senza scheletri !
      sicuramente…
      come Vladimiro Crisafulli e tanti altri …
      si si … pulitaaa pulitissima !!!
      Nuova? no. lavata con Perlana…
      uahuahuau

    26. quanti nick in ROSSO
      minch mi le fari puru io un blog
      ma poi mi chiedo a che serve se poi nessuno veli visita ?

    27. @ siciliano!: sei proprio siciliano fino all’osso! su parla male pure della finocchiaro. su crisafulli ovviamente niente da eccepire. é l’eccezione che conferma la regola.

      e comunque andate a vedere le dichiarazioni che rita borsellino ha rilasciato nel suo sito http://www.ritaborsellino.it a quanto pare appoggia la candidatura…e poi oggi nel suo discorso al palacongressi di roma é stata citata da veltroni come uno dei simboli del cambiamento. Per lei ci sarà certamente un ruolo in prima persona!

    28. sono con Piero Lidonni sù tutta la linea.
      la testa e il cuore di Anna e il cuore e la testa di Rita.
      ma rigorosamente INSIEME ,CON IL CUORE E CON LA TESTA!

      Soltanto queste due donne ,una di CT e l’altra di PA,possono provarci e..e rischiare di VINCERE!

      p.s. con crisafulli a casa..chiaramente!

    29. la borsellino pur essendo una persona onesta e di sani principi ha rappresentato per noi siciliani un tentativo di riappropriazione di valori a noi sconosciuti come legalita’ e correttezza. Non e’ andata!
      poi però’ l’abbiamo vista al lavoro.. Anzi non l’abbiamo proprio vista al lavoro. Invisibile, poco preparata, una delusione. Inenarrabile e inconcepibile il suo aver accettato ingenuamente l’auto blu offerta furbescente da micciché . Le e’ valso il primo caso di capo dell’opposizione con auto e autista. Ingenuita’ che chi propone storie diverse non dovrebbe mai commettere.
      Quindi ben venga una anna finocchiaro di certo più scafata alle insidie della politica locale. Dove anche un auto diventa una polpetta avvelenata..

    30. Anna Finocchiaro alla presidenza della regione? non mi sembra una cattiva idea. E’ una donna molto preparata e credo che potrebbe riuscire ad onorare questa carica. Sono invece scettica nei confronti di Rita Borsellino, non mi ispira molta fiducia sebbene mi renda conto della stima e del successo che riscuote. Merito del compianto fratello? Qualcuno dice di si…altri invece l’ammirano per il suo impegno e per la sua devozione verso nostra terra.
      Voglio essere sincera. Io non conosco la sorella del giudice e probabilmente il mio scetticismo deriva proprio da ciò. Ad ogni modo mi chiedo continuamente se sia giusto sfruttare il proprio cognome da sempre legato a temi che sollecitano la sensibilità di noi siciliani. Sempre se di sfruttamento si può parlare. Bisogna essere intellettualmente onesti. Di certo non puo’ essere una colpa chiamarsi Borsellino, magari il suoi impegno è reale, magari è buona fede la sua. Perchè una donna dovrebbe privarsi di offrire il proprio contributo alla società “a causa” del suo cognome? Ma mi chiedo anche: perchè candidarsi due anni fa? perchè non pensarci prima? perchè la sinistra l’ha schierata proprio nel momento in cui occorreva un “personaggio forte” per vincere contro un già presidente che possedeva un fitto e sicuo corpo di elettori??
      (e vorrei anche ricordare che la sinistra propose la candidatura anche a Pippo Baudo!!)
      perchè è proprio Rita Borsellino il “personaggio forte”??

    31. Condivido l’idea di un rapporto sincero di collaborazione tra queste due donne che hanno la grinta ed il coraggio di dare una svolta….potrebbe essere veramente il giorno del cambiamento…..la vedo proprio come Nomad….

    32. Se il centro destra candida Miccichè anch’io voto la Finocchiaro.

    33. Fotegenica? Virile?
      Guardiamo ad alcuni fatti inconfutabili e poi ragioniamo.
      Candidatura “calata dall’alto” (come tutta la politica italiana);
      la Borsellino nel bene e nel male “umiliata” e costretta al ruolo di comparsa;
      donna di partito, ergo, che prenderà ordini da Veltroni e dalla lobby giornalistico-finanziaria che oggi guida l’operazione PD, altro che interessi della Sicilia!
      Rappresentante di quei partiti che hanno fatto clientelismo e assistenzialismo non meno di Lombardo, Cuffaro o Micciché (mai sentito parlare di tutto ciò?), soltanto con in più una vocazione anti-siciliana quasi da DNA.
      Praticamente nessuna esperienza politica in Sicilia, solo nei palazzi di Montecitorio dove “nessuno” l’ha eletta ma è stata nominata col Porcellum per la fedeltà a Botteghe Oscure (come Bianco).
      Mi ricordo di lei soltanto qualche anno fa quando propose che ai figli si desse il cognome della madre, così, per rafforzare la coesione nella famiglia italiana che già è tanto solida…
      Per fortuna non può vincere: troppo marginali ed estranee alla società siciliana sono le sinistre italiane (sinistre se fa pe’ di’…).
      Conti alla mano, se vince, ha bisogno di Lombardo per governare, a meno che non vinca con il 46 % dei suffragi per i partiti che la rappresentano (PD + Sinistra arcobaleno). Tanto vale affidare subito a Lombardo la Sicilia…almeno la “volpe” sembra non prendere ordini da nessuno…

    34. Gongo, invece se candidano Cuffaro o Lombardo che fai quello indeciso? HAAHAHAHAH Cristina

    35. Finalmente una gran bella notizia…
      Siciliani onesti, dopo 50 anni di violenze rialziamo la testa e riprendiamoci la nostra Sicilia.

    36. cuffaro no. Ormai se nn risolve i suoi problemi con la giustizia nn è più credibile. Lombardo neanche mi ispira molto. Anche perché essendo un espressione di un partito prettamente catanese credo che patteggerebbe di più per quella zona.
      speriamo in qualche candidato credibile nel centro destra. Cmq meno male che nn c’è più la farsa della Borsellino. In Sicilia il centro sinistra ritorna ad essere una cosa seria (politicamente parlando).

    37. Una bella notizia quella della candidatura di Anna Finocchiaro! Sono molto contenta, anche se mi sembra un po’ di tradire Rita, per la quale, oltre ad una stima infinita, nutro un grandissimo affetto: eppure, le sue dichiarazioni di apoggio alla Finocchiaro, le sue parole mi fanno sentire meno in colpa. Sono una dei ragazzi ritaexpress, appena tornata a Pisa (dove studio), dopo una splendida settimana palermitana. Nei giorni scorsi ho cercato di capire e fare ricerche “sul campo”, ma la situazione sembrava paralizzata. Oggi apprendo con piacere che queste due splendide donne si alleano per scrivere INSIEME un’altra storia. E hanno bisogno di noi. Di TUTTI NOI.

    38. Credo che Rita Borsellino non farà mancare il suo apporto alla candidatura di Anna Finocchiaro.

      Parliamo di due donne dalla storia esemplare.

      Rilevo da wikipedia che Anna Finocchiaro, ex funzionario della Banca d’Italia, ex Pretore, ex Sostituto Procuratore della Repubblica, deputato e Senatore capogruppo dell’Ulivo.

      Sono contento e andrò a votare per loro, ma sopratutto per la Sicilia che ha bisogno del volto rassicurante di una donna onesta e capace.

    39. Assoluta sintonia con Pequod

    40. @ spillo:
      anche tu dietrologico, allora se vuoi essere dietrologico pensa alle sciagure del tuo centro destra!

      per informazione anna finocchiaro non é stata eletta solo nell’ultima legislatura, ha fatto sempre la donna di partito (e non solo). non credo sia una siciliana snob, penso invece che come tanti siciliani anche lei a suo tempo é dovuta emigrare per far fortuna.
      e poi credi davvero che prenderà ordini da roma? oppure questo prendere ordini significa solamente seguire un programma politico di rinnovamento generale?
      che significa prendere ordini?la vedi cosi tanto automa? pensi che la gente non sappia ragionare?

      fatti anche tu queste domande e non credere troppo a quelli che mangiano pane e volpe, oppure credici così la sicilia rimane la “bella terra” che é, cioè il terzo mondo d’europa!!!!!!!!!!

    41. Sicuramente la Finocchiaro ispira fiducia, fin dai tempi del Ministero per le Pari opportunità. Brava, intelligente, capace e un vero politico! Il problema non sta in lei, ma nell’entourage che si ritroverà qui in Sicilia. I nodi verranno al pettine quando sarà il momento di scegliere gli Assessori. Già rabbrividisco se penso alle solite facce, sempre gli stessi personaggi del centro-sinistra, oramai candidati e ricandidati da secoli! Che barba che noia che barba

    42. L’elettorato che tradizionalmente vota per Forza Italia e UDC che ne pensa ?
      Anna&Rita riusciranno a spostare voti ?

    43. non entro nel merito della candidatura della Finocchiaro anche se mi pare interessante proprio l’esperimento di una siciliana che non vive nella sua/nostra terra. chi lo sa, magari ha meno clienti da servire ed una visione politica più larga. boh, vedremo i programmi.
      comunque quello che mi piacerebbe vedere e che cominciassimo a non pensare che chi siede su quella poltrona, chiunque esso/essa sia possa realmente “migliorare le cose”.
      non è una considerazione pessimistica, ma una riflessione su un cambiamento dal basso della mentalità politica dell’elettorato siciliano verso una rinnovata e più attiva coscienza civica. da sempre uno dei grandi problemi di questa terra.
      insomma da una parte insistiamo con l’attacco alla criminalità mafiosa ed esultiamo ad ogni nuovo arresto. l’Italia se ne sta accorgendo e ciò giova all’economia.
      dall’altra cominciamo a chiedere più regole e programmi e meno posti di lavoro. chè questi, in un clima di legalità, vengono automaticamente in una regione con le nostre potenzialità. e così senz’altro non sarebbero favori per qualcuno ma opportunità per i più competenti.
      speriamo, votiamo e vigiliamo.

    44. @Ex ds: mi trovi d’accordo. Cambia la copertina ma dentro le pagine sono sempre quelle vecchie. La Finocchiaro gode indubbiamente di una buona reputazione politica. Non altrettanto si può dire del resto degli esponenti PD siciliani, con i quali si ritroverà a fare i conti nell’improbabile (temo) eventualità che venga eletta.
      Certo è che andare allo sbaraglio e candidarsi in sicilia, in quella che è la roccaforte del centro-destra, richiede un grande coraggio.
      Complimenti e in bocca al lupo.

    45. aziz,comunicazione di servizo me ne scuso con tutti 😀 MSN please.

    46. Forte e pesante candidatura, di donna decisa, sicura e di specchiata onestà politica, intellettuale, umana.
      Mai una parola fuori posto, nei discorsi pubblici che ho ascoltato ho notato una virtù forse rara di questi tempi ma è che l’essenza del fare politica, cioè traspare la passione nel farla.
      Le sue parole trascinano chi ascolta e quasi sempre, altra virtù rara, sono scevre di retorica.
      Credo che la sua candidatura metta d’accordo tutti i democratici e coloro che sperano in un cambiamento di un certo modo di far politica, a prescindere dalle sigle partitiche.
      Occorre avere coraggio, coraggio di scegliere e di rompere schemi troppo vecchi,meccanismi collaudati da ann ed anni di sottopolitica.
      Trasparenza, programmi semplici e chiari, candidature di galantuomini e donne toste.
      Poi ognuno sceglierà, in democrazia,chi votare, chi scegliere.
      Anna Finocchiaro potrebbe diventare il Governatore della nuova Sicilia.
      Giuanni

    47. diamo la sicilia in mano a d’alema?

    48. Vabè è chiaro il discorso: Rita Borsellino rappresenterebbe la Sicilia pulita, senza compromessi, il più trasparente possibile, impegnata realmente nella lotta alla mafia (per cause di forza maggiore!).
      La Finocchiaro rappresenterebbe il lato meramente politico, magari anche più efficace, senza troppi sentimentalismi e/o emotività. Resta da vedere cosa convenga, alla Sicilia di oggi, per uscire un tantino da questo baratro.
      Una cosa da fare comunque realmente efficace sarebbe abolire questo Statuto Speciale! Non è nient’altro che un autogol ed una trappola per noi stessi.

    49. Marco, sull’abolizione dello statuto speciale assolutamente d’accordo con te.

    50. Qualcuno ha scritto: a quello che ho visto la Finocchiaro mi sembra più capace e con più “scagghiuna”.
      Quoto al 100%. W la Finocchiaro

    51. Il “nuovo” PD, formato dalla vecchia classe dirigente dei DS e della Margherita, si affida alla Finocchiaro.
      Ovviamente pure lei passerà per il “nuovo soggetto” della politica siciliana, in effetti la sua attività ha inizio soltanto nel 1987 niente in confronto al “nuovo” Veltroni, che inizia nel 1974!!
      Ma prima che faceva la senatrice Finocchiaro…???
      Prima che venisse eletta consigliere comunale a Catania e deputato a Roma, ricopriva il ruolo di Sostituto Procuratore della Repubblica presso il tribunale della stessa città, Catania.
      Questo la dice lunga sui rapporti che parte della magistratura (non tutta per fortuna) ha con la sinistra!
      Insomma che dire…ci saranno delle elezioni con vecchie conoscenze che si spacceranno per “nuove”, con vecchi schemi che si spacceranno come “innovativi”, così ama dire Veltroni, salvo poi allearsi a Roma e nella stessa sicilia con la vituperata sinistra radicale.
      La Finocchiaro ha appena detto che vuole Rita Borsellino al suo fianco per i meriti che tutti le riconoscono. Quali, a parte la popolarità legata indissolubilmente alla memoria del compianto Paolo Borsellino?
      Insomma dove sta il “nuovo” che la sinistra declama tanto??
      A me pare tutto vecchio,compresa la Finocchiaro….

    52. Suppongo sia un grosso errore.
      La Borsellino avrebbe avuto maggiori possibilità;
      la sinistra siciliana, per l’ennesima volta, non sa approfittare dello stallo del centro destra (miccichè vs lombardo).

      PS. Ma si vuole vincere, oppure no!

    53. Mi piace come candidatura quella della Finocchiaro. La politica ai politici. E’ da sempre la migliore della soluzioni. Se ognuno imparasse a fare il suo mestiere…il mondo sarebbe migliore.

    54. Adesso, l’ultimo atto autolesionistico da evitare – di cui vedo ahimè una grande voglia in certi blog molto radical e molto (presunti) chic – è la creazione di una dicotomia, tanto per non approfittare delle spaccature in campo avversario. Credo che, fatalmente, si andrà verso una lacerazione, perchè il centrosinistra è maestro di masochismo. Rita Borsellino è una persona splendida che ha portato una ventata di nuovo. Anna Finocchiaro esprime una candidatura convincente e di altissmo livello. Ma lavorare insieme no?

    55. berlusconi é un buon maestro e così ormai molti suoi elettori parlano come lui…:-la finocchiaro era magistrato, quindi ecco l’insuanazione della toga rossa.
      oppure la finocchiaro fa politica dall’87…non é un volto nuovo…..
      però intanto berlusconi si candida per la quinta volta da presidente del consiglio, più che una coalizione mi sembrano tutti i suoi servi, elettori compresi.
      ribadisco la sicilia ha bisogno di cambiare di andare avanti di dimostrare a se stessa per primo che può farcela.
      mi dispiace tanto che gli elettori di centro destra vedano un pericolo in anna finocchiaro e nella borsellino dopo anni e anni di malgoverno democristiano e dopo l’oblìo del cuffarismo.
      un’altra cosa ancora…la sicilia radicale in sicilia é importantissima, non sono un suo elettore, penso solo che rifondazione i comunisti italiani, l’ultima frangia ds, siano composti in larga parte da persone pulite che hanno spesso combatutto battaglie contro i mulini a vento, magari risultando a volte un po’ anacronisti e decotenstualizzati, ma portando avanti battaglia di impegno e serietà politica. Un esempio ne sono: forgione, claudio fava, il sindaco di gela crocetta, e in passato persone come pio la torre placido rizzotto peppino impastato, intelletuali dal calibro di leonardo sciascia e di renato guttuso.
      i piccoli ma pur grandi passi che sono stati fatti dalla sicilia in questi anni repubblicani sono merito sopratutto di queste persone, che hanno combatutto steriotipi e preaparato il campo a una cultura più linda, più egelatiria. senza parlare della società civile: da libero grasso ai nostri amati eroi falcone e bborsellino, passando per i ragazzi di addio pizzo e rita borsellino,leoluca orlando….da sempre i migliori volti della sicilia sono venuti da uomini di sinistra, i “megghiu malafiuure” dalla vecchia e cara democrazia cristiana….se no chi avrebbe il sacco di palermo? chi avrebbe messo trent’anni a costruire una cazzo di autostrada?chi avrebbe reso i nostri ospedali ultimi in eruopa? chi avrebbe dato l’immagine di una sicilia intrisa di mafia?
      e non parliamo del voto di scambio…..25euro per un voto, il posto di lavoro promesso!!!
      …mamma mia, quando cambieremo, quando capiremo che fin ora c’hanno soltanto preso in giro. cosa c’è da salvare di questa classe politica dirigente siciliana, se non i volti puliti di chi ha sempre fatto scudo al malaffare e al puzzo di compromesso!!!!

      svegliatevi siciliani votate per anna finocchiaro e rita borsellino…almeno datele questa opportunità pù unica che rare…
      ricordatevi ogni anno dalla sicilia vanno via 130 mila ragazzi perchè non trovano lavoro o perchè le università non funziano come dovrebbero…e ricordate anche gli scempi ambientali che sono stati fatti: la valle dei templi deturpata, l’acqua che non c’è mai stata,le fognature di palermo che al primo acquazzone vanno in tilt, la mafia, gli appalti, i baci tra riina e andreotti….

      se questo non dovesse bastare allora votate pure lombardo ufficialmente investito da totò cuffaro e ricoprire la carica che fu sua….
      cari siciliani cambiate e cambiamo davvero! i treni non ppassono sempre, sopratutto se sei in sicilia e c’è ancora il binario unico!!!!!!!!!!!!!!!

    56. Ho aspettato tutta la settimana …leggendo con trepidazione..per un sì dell’On.le Finocchiaro; bene, e ora tocca solamente a noi siciliani perbene e onesti e con una grande reale desiderio di cambiamento. Dobbiamo andare a votare, l’unico mezzo che realmente abbiamo è il nostro voto; cerchiamo di scegliere bene tutti. Sono veramente contenta della scelta della On.le Finocchiaro e della splendida signora Borsellino, (soprattutto perchè sono 2 donne). Non mi resta che sperare…gli altri se ne tornino da dove sono arrivati, tanto le loro “belle pensioni” gliele abbiamo già assicurate, i loro amici li hanno già sistemati,i loro privilegi sono stati già assicurati…E’ ora di pensare a governare veramente questa terra e non a PERDERE TEMPO in aula gravando sulle nostre povere tasche…

    57. E Rosario Crocetta? Non si sono neppure degnati di nominarlo. Eppure mi pare abbia dato molto alla Sicilia. Portare la sua esperienza da Gela a tutta la regione sarebbe stata una svolta epocale. Ma forse non conveniente per molti.

    58. Anch’io penso (e spero) che Rita Borsellino sarà al fianco di Anna Finocchiaro nella corsa alla presidenza della regione siciliana.
      Mai come ora esiste realmente una possibilità concreta per il centrosinistra di vincere in Sicilia.
      Ma ammesso che ciò accada veramente, che ruolo avrà la Borsellino, dopo?
      La presidenza dell’ARS, come ipotizzato da qualcuno, cioè un incarico sicuramente prestigioso ma poco “concreto”? Oppure un assessorato regionale?
      Secondo me, Rita meriterebbe di più.
      Penso ad un duumvirato (termine poco felice, ma non me ne viene in mente un altro…), composto da due grandi donne, la Finocchiaro e la Borsellino appunto, che con pari dignità e prestigio rappresentino la Sicilia in Italia e in Europa, cercando di far capire a tutti che finalmente anche qui da noi qualcosa sta cambiando.
      Altro che quote rosa…

    59. Finalmente un nome di alto profilo candidato dal centrosinitra… mi spiace per la Borsellino ma non ha nè il carisma nè l’esperienza politica della Finocchiaro… penso che anche molte donne del centrodestra potrebbero votare per lei…. dopo Cuffaro un vero cambiamento anche nello stile…

    60. sventato il pericolo cracolici la Sicilia ha qualche chance di dare una svolta alla sua politica. Ma come e’ possibile che si sia solo pensato di candidare cracolici? Ha perso tutto quello che c’era da perdere politicamente ed e’ ancora in mezzo alle OO. Ma quando li cacciano via certi elementi…
      Non avevo intezione di andare a votare adesso qualcosa e’ cambiato, vediamo che succede da qui alle elezioni…

    61. Grande Grande Grande Finocchiaro.
      come fa qualcuno a non conoscerla?
      tipa di ferro e fuoco.
      grande. se si riesce a vincere stavolta si cambia musica davvero.
      ma appunto per questo non saliremo mai.!!!!

    62. ieri pomeriggio ho visto il gazebo del pd al politeama, qualcuno ne sa nulla??

    63. piero I d
      ti straquoto!!!

    64. Ritengo che, una volta scelto il candidato per la sinistra, continuare a discutere su quale al suo posto sarebbe stato meglio sia un fatto potenzialmente dannoso, oltre che inutile. A maggior ragione una volta che Borsellino appoggia la candidatura di Finocchiaro, non vedo il problema. Anche Crocetta è un’ottima persona, nessuno vuole negarlo, ma secondo me è bene che il candidato della sinistra sia solo uno, non possiamo candidare tutti: uno fa il presidente, gli altri faranno parte della sua squadra. Vorrei sottolineare appunto che di squadra deve trattarsi, non di un capo che decide e dei suoi lacchè. Dell’ultimo esempio abbiamo del resto una grande esperienza, visto che in Italia, e in Sicilia, la destra è solo questo: un clan di pecore dietro al magico pifferaio. La sinistra almeno in questo dovrebbe distinguersi.

    65. ma la sinistra siciliana che due anni fa diceva che per controbattere la mafia era opportuno dare un segnale forte, candidando la borsellino… ora che poteva candidare la borsellino e vincere… che fa? candida la finocchiaro… l’ennesima dimostrazione che a sinistra sono piu’ ipocriti che a destra, almeno, a destra, non hanno vergonga a dire che sono ladri, lestofanti e mafiosi…

    66. nomad scrive: …la destra è solo questo: un clan di pecore dietro al magico pifferaio….
      MovimentoVendicativoVittimeDellaMafia scrive: …a destra, non hanno vergonga a dire che sono ladri, lestofanti e mafiosi……
      …………
      ed io dovrei dare il mio voto a voi? Continuate, continuate, che siete il miglior spot per la destra.
      Grazie 1000.

    67. Otima candidatura quella della finocchiaro……Per il CentroDestra!!!! 😉

    68. @ nomad,……rilancio al mittente

      “un clan di pecore dietro al magico pifferaio”
      mi evoca l’immagine di quanti state aspettando
      le briciole di un fantomatico “tesoretto”…


      @ movimento vendicativo etc…
      e’ proprio il rischio di procrastinare una Faida
      che sconsiglia certe scelte.

      Peraltro anche una che ha fatto il PM,da’ scarse garanzie di equita’.

      E’ drammatica una situazione di non avere candidati
      presentabili.

    69. 2 candidati della destra:
      lombardo e miccichè
      miccichè e romano
      miccichè e lombardo
      oppure solo un candidato
      lombardo
      oppure tre candidati
      miccichè-lombardo-romano
      o
      ………..
      penso che tranne per l’ipotesi di un candidato per il resto
      YES WE CAN! Qualcuno che ha un idea come tradurla in siciliano?
      ciao
      pequod

    70. @ pequod: servito! non è siciliano, ma …… http://www.youtube.com/watch?v=rdkecMOT1ko&feature=related

      🙂 😉

    71. Non so se la Finocchiaro verrà eletta. Io sono contenta e soprattutto mi sento rappresentata.Non che la Borsellino non mi rappresentasse, anzi! Rappresenta tuttora il ricordo e la forza di ricostruire. Ma la Finocchiaro è già una donna con un’esperienza politica forte alle spalle e con una presenza “scenica” notevole. Io votero’ per lei con serenità, col piacere di votare per una donna.

    72. Piero d sono stradaccordo con te

    73. Abbiamo creato una petizione in cui chiedere al sig. Grillo l’inserimento del 25° Onorevole condannato per reati penali nell’elenco dei condannati che risiedono in parlamento. Si tratta dell’On Leoluca Orlando di IDV condannato in via definitiva per diffamazione aggravata lo stesso reato per cui è iscritto nella stessa lista Giovanni Mauro (senatore FI). Vorremmo chiedere al Sig. Grillo l’inserimento dell’On Orlando nell’elenco condannati parlamento.
      Il link della petizione: http://www.petitiononline.com/yy9d1234/petition.html
      Ecco il link della condanna: http://lnx.casertasette.com/modules.php?name=News&file=print&sid=2992
      http://it.wikipedia.org/wiki/Leoluca_Orlando
      Link lista On. condannati:
      http://www.beppegrillo.it/condannati_parlamento.php

    74. @ Pequod:
      Cià putemu fari!!! 😉

    75. @ pequod,l’hai detto

      ” oppure solo un candidato
      Lombardo”
      .
      credo che andranno su questa soluzione,perche’ con
      due candidati si rischia di confondere l’elettorato.
      Non commetteranno questo errore.
      .
      Il PDL di fatto sta attuando in Sicilia la manovra di prendere le distanze dai “perdenti”.

    76. Cris
      nella lista “nera” risulta il nome di un esponente
      di “una coalizione” appena imbarcata dal PD.
      Appena l’indomani di quanto dichiarato nei congressi,
      come si fa a cambiare le carte?
      Di contro c’e’ il caso di
      un Senatore (giornalista),che per questa
      contraddizione ha lasciato il PD dopo l’adesione
      della I ora.
      Onore a questo Senatore ed alla sua coerenza politica.
      Intanto si preparano le Liste,e non mi pare ci siano
      aperture verso la cosidetta Societa’ Civile.

    77. Fabrix
      non so che vuoi dire,e cioe’ se ti riferisci alle regionali oppure alle nazionali,e non mi e’ chiaro con chi ti schieri.
      .
      Sulle nazionali:
      Ti ricordo che il PD
      ha preso le distanze dalla Sx ed ha un programma
      di Centro,sempre piu’ simile a quello del PDL.
      Il PD originario e’ nato dalla fusione di DS+Margherita
      con apertura alla cosidetta Societa’ Civile.
      Vedremo quanti candidati di quest’ultima andranno nelle Liste del PD.
      .
      Se,restando in tema,ti riferisci alle regionali,
      credo che Lombardo sara’ un osso duro.

    78. Un ticket di sole donne Finocchiaro-Borsellino ha più possibilità di vincere che non la Finocchiaro da sola o la Borsellino da sola.
      Io ho molta fiducia nella voglia di cambiamento delle donne siciliane, quelle stesse donne che più di trent’anni fa, nel segreto dell’urna, votarono in massa contro l’abolizione del divorzio, spiazzando tutti.
      Dopodiché mi pare chiaro, dati alla mano, che se l’ex centro-dx riesce a esprimere un unico candidato, allora i margini sono strettissimi (quell’unico candidato non può che essere Lombardo, stante il veto cuffariano anti-Miccichè).
      Però…sognare è bello e poi non costa nulla!
      CIA’ PUTEMO FARI.

    79. @Supervisor:
      Mi riferivo alle elezioni regionali: credo che stavolta il centrosinistra abbia concrete possibilità di vincere, come mai prima d’ora.
      Per quanto riguarda le nazionali, concordo con Te sulla similitudine dei programmi di PD e PDL.
      In effetti di cose da fare ce ne sono diverse e tutte importanti: è inevitabile che ci siano “ripetizioni”, tanto più che i problemi non vengono risolti…
      Piuttosto è la credibilità di chi fa la proposte che dovrebbe, a mio avviso, fungere da discriminante nelle scelte.
      Un conto è voler credere a Berlusconi dopo quello che ha fatto, un altro conto è credere a Veltroni per quel che dice di voler fare…

    80. Ok,Fabrix
      ho voluto richiamare la tua attenzione che non e’ il caso di abbandonarsi ad entusiasmo di sorta.
      Stiamo andando a votare come ieri,con le liste
      preparate dalla Casta
      (loro tutti =
      a dx ed a sx,
      allineati e coperti),
      con (credo)
      rarissimi casi di apertura alla Societa’ Civile,
      senza i voti di Preferenza.
      Assisteremo ad una serie di comunicazioni preelettorali
      a senso unico,salvo poi,il giorno dopo le elezioni,
      alla ricaduta nel silenzio piu’ assoluto,
      come e’ appena avvenuto nel 2007.

    81. Leone ti dico “c’a po’ fari”…e tu sai che cosa si intende a Palermo! 😛

    82. @ piero etc.
      Guarda che non sono di destra. Stavolta mi siddiò di andare a votare per il “meno peggio”. E’ bella la speranza ma quando non c’è non c’è, non saranno questi feticci a ravvivarla. Capisco che i commenti qui siano tutti pro-Finocchiaro, è normale, buona fortuna. Su chi parla male dell’A.Speciale della Sicilia credo che in buona fede non sappia di che parla ed è vittima della campagna anti-siciliana organizzata sapientemente da Repubblica, che è quello che è.
      L’Autonomia in Sicilia non è mai stata applicata davvero se non per piccoli segmenti che l’hanno distorta e solo con qualche successo nel primo decennio di vita (ma quella è storia lontana). Essa è il compromesso minimo tra due entità che hanno quasi sempre interessi in contrapposizione (Sicilia e Italia) e i partiti italiani, che godono sempre della fiducia della maggioranza dei siciliani, sistematicamente sacrificano la prima alla seconda in cambio di qualche favore personale.
      L’Italia (come sistema politico) ha inventato la mafia in Sicilia, ha protetto sempre i latitanti e depistato le indagini quando toccavano intoccabili, ha boicottato l’Autonomia, ha fatto chiudere le migliori imprese siciliane (elettriche, bancarie, ora pure l’acquedotto di palermo) portando posti di lavoro, centri decisionali, profitti e quant’altro via da questa terra, consegnandola a dei malfattori fedeli a Roma.
      E voi credete ancora, credete nella Finocchiaro che è proprio l’espressione di questo sistema…
      Mah! Eppure avete la Calabria e la Campania a due passi, a statuto ordinario e nella melma molto peggio di noi…
      E’ vero l’Autonomia Speciale va abolita! Solo la completa indipendenza potrebbe salvarci a questo punto! Solo così non dovremmo piangerci il concentrato di poteri bancari, mafiosi, politico-clientelari e purtroppo anche clericali che oggi affogano l’Italia intera.
      I can, I can, …ma va vuscat’u pani…

    83. sarebbe bello ma il giorno dopo le elezioni ci ritroveremo un presidente della regione biascicante e con cravatta blu e tutti ci chiederemo in giro “ma ki l’ha votato a questo qui?”… non c’è speranza, è solo un bel sogno Finocchiaro presidente… vinceranno il milione e mezzo di polli arrosto distribuiti dalla destra, come sempre.

    84. Tony, m’aspettavo la battuta 😉
      Ma quando sei “underdog” e quindi sfavorito dal pronostico, poi se vinci c’è più “priu”. 😉

    85. Pare che a sfidare la Finocchiaro sarà Antonio Martino, messinese, ex ministro degli esteri di Berlusconi

    86. Invece sarà Lombardo se Berlusconi vuole vincere al Senato…

    87. caro cheit, a me i polli non piacciono ma voto destra. secondo te i milioni che votano destra è per i polli, o i 25 € o qualche tipo di bonus?
      O forse ci sono altri motivi che ti (vi) sfuggono? ( chissa perchè, è la domanda che mi pongo a cui ho dato una personalissimo risposta! )
      ps. a tal proposito ti raccomando, anche se dubito che lo farai, di visionare dopo le elezioni tale post che custodisco gelosamente e che, giorno dopo giorno,diventa sempre piu vero. http://aconservativemind.blogspot.com/2007/05/esseri-inferiori.html

    88. ok visionato post e visionerò dopo le elezioni… cmq non c’è speranza

    89. se ci metti in lista un “medico”,avra’ molta cura della
      Sanita’,delle cliniche,dei ticket’s.
      .
      se e’ un”laureato in legge”,provochera’ molti processi
      perche’ e’ la sua formazione di base,e vede solo questo
      (se poi ha pure un passato da PM,produrra’
      inquisizioni e guardera’ molto al passato)
      .
      se vuoi rilanciare la Sicilia,mettici veri manager’s,
      ingegneri,architetti,con la voglia di essere fattivi ,di costruire,di intraprendere
      e di non perdersi in chiacchiere.

    90. @Supervisor:
      Cuffaro è “medico”…
      E che dire poi dell’ingegnere Aiello?
      Concordo con Te nel riconoscere ad ingegneri ed architetti, vista la loro formazione professionale, un approccio pragmatico e pratico ai problemi, ma al giorno d’oggi non si può più prescindere, secondo me, da una visione “multidisciplinare” delle cose, senza la quale si corre il rischio di fare cavolate pazzesche.
      Del resto, gli esperti e i consulenti servono proprio per questo, no?
      Credo che la “dote” principale che un buon amministratore dovrebbe avere è la voglia di trasparenza: ogni sua azione dovrebbe cioè poter essere evidente a tutti e valutata di conseguenza, senza filtri o intromissioni da parte di terzi. E se qualcosa non dovesse essere allineata ai dettami del partito, egli dovrebbe avere il coraggio di parlarne apertamente, senza il timore di essere isolato o, peggio, espulso dai ranghi.

    91. sono temi complessi,ma una preselezione di base,bisognerebbe iniziarla a fare,in modo che,poi,i consulenti si riducano al minimo.
      La Regione e’ una grande macchina,ed io credo che se
      conosci le problematiche dell’impresa,dell’economia
      i criteri di progettazione e di pianificazione ed il pragmatismo dell’ingegneria,puoi massimizzare il risultato.
      Se hai una formazione medica o legale,sei portato ad operare su altri campi,ed a privilegiarli.E la regione e’ tutto meno che un organismo umano.
      Per questo mi dissocio da certe scelte.
      In quanto alla trasparenza,io credo che un freno
      viene anche dall’atteggiamento scriteriato di quelli che criticano tutto e tutti,sopratutto se sono iniziative altrui.
      Allora,chi ha potere,e’ portato a chiudersi.

    92. Evviva, un’altra comunista da ….. come dice Totti?

    93. Sono daccordo con Supervisor, per quanto riguarda il background culturale e trascorsi scolastici.
      Perchè non proporre direttamente un mafioso alla carica di presidente della regione? Così risparmiamo in talpe, talpette, talpone e processi vari.
      Basta, riconosciamo che la sicilia vuole la mafia al potere ed agiamo di conseguenza!

      Un siciliano stanco di esser preso per il culo.

    94. manca una classe dirigente “colta”,che guardi alla sostanza delle cose,ai tanti problemi aperti cui non
      si da risposta,che sia coerente,
      che non sia attratta dal denaro e dall’apparire,
      che sia consapevole della temporaneita’ del proprio
      mandato e del fatto che le nuove generazioni incalzano ed hanno il diritto di provarci.

    95. Ecco una biografia davvero interessante di Anna Finocchiaro scritta da Marco Travaglio: http://www.ilgrillodipalermo.it/2008/02/19/anna-finocchiaro/

    96. grillodipalermo te l’ha mai spiegato nessuno cos’è e come funziona la politica in Sicilia, in Italia e altrove? Governa chi può e sà farlo, non chi lo merita in base a dei principi etici condivisi da una (purtroppo) sparuta minoranza.

    97. err.corr.: croce

    98. La Finocchiaro prenderà molti voti di gente di centro destra. E’ molto intelligente. Spero sia eletta.

    99. La Finocchiaro vende fumo come del resto sanno fare tutti i politici compreso quelle di sinistra. Ho votato Prodi perchè mi aveva fatto sognare una nuova politica o meglio un nuovo modo di fare politica, lontana dagli interessi dei singoli ed orientato verso una maggiore equità sociale. Invece tutti gli interventi, dico tutti, in pratica non hanno fatto altro che restituire in parte ciò che da un altra si prendevano.
      Da ex di sinistra non andrò a votare, voterei contro voglia ed una candidata che non sento vicina e che tra l’altro deve dare conto e ragione dell’operato all’interno della coalizione Prodi. E’ finito -ALMENO PER ME- il tempo di votare la meno peggio.

    100. il problema che intravedo e’ che alle spalle della Finocchiaro si intravede la sagoma di personaggi che
      a Palermo,quando avevano posizioni di responsabilita’,praticavano una politica devastante che criminalizzava chiunque,ed hanno finito per fare un
      mare di danni,tutt’oggi irrisolti.

    101. “Erano anni che aspettevo la Finocchiaro!”.Scusa ma dove è stata fino ad ora ? Mi sorge un dubbio, è forse quella bella donna che dal 1987 fa il deputato (allora P.C.I ), che è stata consigliere comunale al Comune di Catania ed ancora ministro alle Pari Opportunità. Certo in Sicilia non si è mai vista e se qualcuno la invitava per una confernza sul lavoro, sulla condizione della donna siciliana era sempre occupata. Ah! mi ricordo, quando l’anno scorso una delegazione di cittadini siciliani la volevavo incontrare per discutere con lei di alcune problematiche lavorative, erano tutti elettori di centro sinistra ma la senatrice non li ha ricevuti perchè era impegnata a Roma. Certo ci vuole faccia tosta, sarà brava ma contatti con la realtà siciliana zero.

    102. Da Wikipedia, a proposito di Raffaele Lombardo: “Ebbe delle vicissitudini nell’epoca di Tangentopoli, iniziate nel 1992 con un arresto per abuso d’ufficio, e dopo essere stato condannato in primo grado, assolto in appello dallo scandalo giudiziario. Nel 1994 fu coinvolto, e ancora arrestato per corruzione, per lo scandalo dell’appalto dei pasti all’ospedale di Catania, dell’azienda dell’ex presidente dell’Inter Ernesto Pellegrini. Sospeso dalla carica di deputato ai sensi della legge 55/1990 e successive modifiche, dal 22 luglio al 29 settembre 1994.[1] Nel dicembre 1994 lascia anticipatamente l’Assemblea regionale. Alla fine Pellegrini patteggia ammettendo di avere versato 5 miliardi ad alcuni politici, tra cui Lombardo, ma per i giudici alla fine furono solo un regalo, e il reato derubricato a finanziamento illecito ai partiti, e quindi prescritto”
      Anna Finocchiaro ha avuto scarsi contatti con la Sicilia (occidentale, aggiungerei, visto che come dice Rosalba, è stata membro del consiglio comunale di Catania)e con il Reato.
      A voi le conclusioni

    103. E’ pure meglio. Noi ci meritiamo come presidente della regione uno di bolzano, di trento o addirittura un tedesco. Insomma qualcuno che non abbia idea di come funzionino le cose qui in Sicilia, qualcuno con un carattere fermo che a determinate strane richieste può rispondere di no o fare lo gnorri perchè non sa, di sicuro non un ex democristiano della vecchia guardia che hanno riciclato per l’occasione e che ci vogliono propinare definendolo “uomo nuovo”. Tanto “nuovo” non mi pare…

    104. non credo che possa cambiare molto purtroppo, ma proviamoci con delle persone perbene(ma si usa ancora questa parola).credo che la finocchiaro possa tenere testa a tutti questi lupi famelici che sono l’uno lo specchio dell’altro a caccia di fondi statali e europei da potere spartire a piacimento.Anna fatti sentire cantagliale a questi ominicchi noi siamo con te.

    105. Ecco il nuovo che avanza, ERA ORA.

      Palermo, 28 febbraio 2008 – “Scegliere tra Lombardo o Finocchiaro è come
      scegliere se buttarsi dal quinto o dall’ottavo piano. Li abbiamo già visti,li conosciamo e non ne possiamo più. Noi siamo la risposta alla voglia di
      ricambio della politica. Ben vengano l’entusiasmo e la novità se questo sfacelo è il risultato della loro esperienza politica”.
      Usa come sempre frasi ad effetto il comico Beppe Grillo per presentare con un video a Palermo le sue liste per le prossime elezioni regionali e,soprattutto il candidato alla carica di presidente: Sonia Alfano, la figlia del giornalista di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina) Beppe Alfano, ucciso dalla mafia nel genaio del 1993. Le liste, presumibilmente una per ogni
      provincia, hanno l’intestazione: “Amici di Beppe Grillo con Sonia Alfano presidente” e nel logo, in secondo piano, c’è il volto del comico genovese.

      “Abbiamo grandi idee – ha detto ancora Grillo attraverso il suo video – e vogliamo proporle a quanti ci vorranno stare accanto.
      Proponiamo azioni reali, niente programmi fiume o punti striminziti o contratti che poi vengono dimenticati. Tra cinque anni torneremo a fare la nostra vita, non i
      politici a vita come fanno loro. La politica – ha proseguito – non è un lavoro ma un servizio. Loro lo hanno dimenticato, noi no”.

      Secondo Grillo, infatti “cambiano nomi, colori, simboli, ma sono sempre gli stessi, attaccati alle poltrone, alle nomine, agli affari, alle clientele,
      pronti a promettere la luna per poi sparire dopo le elezioni”.
      Parlando dell’accusa di fare antipolitica che gli è stata rivolta da più parti, Grillo ha detto:
      “È l’esatto contrario, è voglia di fare buona politica e di nuovi politici.
      Quelli che ci hanno portato a questo punto di degrado,
      esasperazione e miseria devono andare via, licenziati e non riciclati”.

      “Pubblicheremo i nostri casellari giudiziari e non credo che gli altri partiti possano farlo, perchè altrimenti dovrebbero epurare il 95% dei loro
      candidati”, ha detto Sonia Alfano.

      “Non siamo qui per capire quanti voti avremo – ha detto Alfano – avremo tutti i voti dei cittadini che hanno bisogno di cambiare perchè sono stanchi di vedere sempre le stesse facce, riciclate da una parte e messe d’altra”.
      Secondo la candidata presidente, nonostante l’ottimismo degli slogan presenti nei manifesti di molti candidati come ‘Buongiorno Sicilia’ o ‘Italia rialzati’, “la Sicilia è in rianimazione e sta rischiando di morire
      per colpa loro che non hanno avuto il coraggio e la dignità di farsi da parte e adesso i giovani hanno preso l’iniziativa chiedendomi, anche attraverso decine di blog su internet di candidarmi”.

      Quanto agli altri candidati Sonia Alfano ha detto: “Per quanto riguarda la Finocchiaro la sua candidatura mi ha stupito tanto, anche perchè consideravo papabili Rita Borsellino, Rosario Crocetta o Beppe Lumia.
      Se il centrosinistra avesse fatto le primarie la Finocchiaro non avrebbe avuto grandi consensi«.
      Critica anche su Lombardo. Lui credo che abbia già detto che rinnegare Cuffaro è da vermi e che assicurerà una continuità con il suo governo mentre la Sicilia – ha concluso – ha bisogno di voltare pagina”.

      Durante la conferenza stampa sono stati presentati anche i punti essenziali del programma della lista: trasparenza delle decisioni politiche, taglio dei
      costi della politica e degli sprechi nella formazione professionale, promozione delle imprese, soprattutto giovanili, investimenti sulla ricerca, sulla salute e sulla qualità ambientale.
      “Se andremo al governo – ha detto Alfano – dimezzeremo le retribuzioni dei deputati regionali ed elimineremo
      le auto blu ma pubblicheremo anche mandandoli su internet e in tv tutte le fasi in cui si fanno scelte importanti per i siciliani”.

      Altro punto qualificante la ricerca: “Il governo Alfano – ha sottolineato la candidata presidente – dismetterà le partecipazioni bancarie della Regione
      investendo il ricavato nella realizzazione di centri di ricerca gestiti con criteri rigorosamnete eritocratici”.

    106. i mafiosi, alla Alfano se la mettono in saccoccia , ci vuole un politico con esperienza, la finocchiaro e la persona adatta , mi piaceva molto Lumia ,va bene cosi,una cosa che non mi e piaciuta comfermare Crisafulli , quando ce lui in lista non lo votero´ mai.

    107. La Alfano, i mafiosi che hanno ammazzato vilmente suo padre, li ha fatti condannare presenziando e testimoniando in 14 anni di processi.

    108. Sonia Alfano è una persona onesta e coraggiosa. Ma io sono convinto che non basti questo per governare la Sicilia. Non è solo un problema di etica, c’entrano anche le competenze. Voi fareste riparare lo scaldabagno di casa vostra da uno che non è idraulico, però ha il certificato antimafia? Sareste onesti, alla fine, ma anche allagati. Voglio dire soltanto che mi pare una candidatura di persona degnissima, però difettosa sul piano delle competenze. Ovviamente, non mi piacciono nemmeno i presunti competenti disonesti, che fanno esclusivamente i loro interessi personali. Penso che la candidatura di Anna Finocchiaro dia sufficienti indizi di onestà e di saper fare. Poi, a me, Grillo non piace affatto. Solo la pessima qualità dei nostri politici ha premiato la sua retorica in molti casi volgare e – per me – interessata. Ma questo non è un buon motivo, né per apprezzarlo, né per stimarlo.

    109. “cambiano nomi, colori, simboli, ma sono sempre gli stessi, attaccati alle poltrone, alle nomine, agli affari, alle clientele,
      pronti a promettere la luna per poi sparire dopo le elezioni”.
      .
      Quelli che ci hanno portato a questo punto di degrado,
      esasperazione e miseria devono andare via, licenziati e non riciclati”.
      .
      trasparenza delle decisioni politiche, taglio dei
      costi della politica e degli sprechi nella formazione professionale, promozione delle imprese, soprattutto giovanili, investimenti sulla ricerca, sulla salute e sulla qualità ambientale.
      .
      “Se andremo al governo – ha detto Alfano – dimezzeremo le retribuzioni dei deputati regionali ed elimineremo
      le auto blu ma pubblicheremo anche mandandoli su internet e in tv tutte le fasi in cui si fanno scelte importanti per i siciliani”.
      .
      E’ UN TIPO DI ANALISI
      COME PROPOSITI NON C’E’ MALE
      CREDO CHE QUALSIASI PERSONA ONESTA PUO’ CONDIVIDERE

    110. aggiungerei che
      alle tante caste finora tratteggiate,
      si deve aggiungere la Casta di quell’esercito
      di elettori che hanno permesso l’accesso in
      posizioni preminenti di personaggi che poi per un motivo o per l’altro si sono rivelati autentici
      lestofanti.
      C’e’ da prendere atto di una netta spaccatura fra chi di politica ci vive,e di chi dalla politica desidererebbe la risoluzione dei mille problemi quotidiani di cui nessuno si preoccupa.

    111. Complimenti ad AnnaFinocchiaro,il paracadute è già pronto,capolista al Senato, pensate un pò in Emilia Romagna.
      Non ci tiene molto alla poltrona l’on Finocchiaro…
      Certo noi Siciliani la dobbiamo ringraziare per ciò che ha fatto per la nostra disgraziata e martoriata terra.Quanti disegni di legge, quanti emendamenti, quante azioni politiche per le donne siciliane!!!
      Certo pe la Sicilia ha fatto tanto ora è tempo di fare qualcosa per l’Emilia Romagna, o no?

    Lascia un commento (policy dei commenti)