Archivio del 18 febbraio 2008

Ztl in vigore dal 5 maggio

Rosalio
feb 08
18
16:12

Le nuove zone a traffico limitato (ztl) entreranno in vigore da lunedì 5 maggio. Lo stabilisce un’ordinanza comunale.

Le ztl, istituite alcuni mesi fa con una delibera di Giunta, saranno due: nella prima, con un perimetro corrispondente al centro città, denominato Ztl A, potranno circolare soltanto veicoli con omologazione antismog almeno Euro 3 (quindi Euro 3, Euro 4 o classe superiore); la seconda costituita da un’area più esterna, denominata Ztl B, è aperta anche ai mezzi con omologazione almeno Euro 1 (quindi, Euro 1, 2, 3 e 4 o superiore). Fatta eccezione dei casi di deroga espressamente indicati nel provvedimento, la circolazione sarà vietata ai veicoli privi dei requisiti prescritti. Per quanto riguarda le auto in possesso dell’omologazione antismog prescritta, i rispettivi titolari dovranno munirsi del pass presentando la documentazione necessaria e il relativo versamento alla ditta che ha ottenuto il servizio in appalto, l’impresa toscana TD Group. I distributori incaricati, attivi a partire dal prossimo 3 marzo, saranno in tutto 34, alcuni dei quali con più di uno sportello (almeno tre per ogni circoscrizione).

Il sistema dei pass garantirà controlli agevoli ed efficaci sul rispetto dei divieti. I mezzi autorizzati accederanno ai settori delimitati col pass sul cruscotto o sul parabrezza e l’autorizzazione potrà così essere esibita, all’occorrenza, in caso di controllo da parte dei vigili. Sono previsti anche alcuni varchi video-controllati, già attivi in via Roma (piazza Giulio Cesare), in via Cavour (accanto alla caserma della Guardia di Finanza), in via Libertà (incrocio con piazza Croci), in via Maqueda (altezza via Ugo Antonio Amico), in corso Vittorio Emanuele (loggiato San Bartolomeo) e in via di Porto Salvo (Cala). Altri verranno attivati successivamente. Continua »

In: Palermo | 88 commenti

Professore’

Maria Cubito
feb 08
18
02:42

Tante volte ho provato a parlare di scuola. E sono rimasta senza parole. Io che ci vivo da sempre, prima da studentessa, poi da professore’. È difficile. Credo di avere deciso di volere insegnare quando ero alla IV ginnasio. Volevo essere come la mia prof. di lettere. E poi come il mio prof. di filosofia. Non lo so se ci sono riuscita. Ci sto provando giorno dopo giorno. Nessuno ti insegna ad insegnare. Quasi niente di quello che ho imparato nei corsi abilitanti, concorsi, corsi di aggiornamento mi è tornato utile nella pratica.
Si punta il dito contro la scuola. I ragazzi sono bulli perché i professori sono assenteisti, strafottenti e vanno a lavorare per lo stipendio (ah, ah, ah). Certo, alcuni sono così. Non lo so di chi è la colpa. Leggo di una professoressa aggredita da un genitore di un alunno a cui aveva sequestrato il telefonino che voleva usare in classe. Lo faccio anch’io. Allora prima o poi picchieranno anche me. Finora non è successo.
Forse dipende da come ti poni tu insegnante, da come dici le cose. I miei alunni li prendo anche a male parole. Non si offendono. Lo sanno che fa parte di un gioco tra me e loro. Ma anni fa bastò che una supplente dicesse a un mio allievo “cretino” e si scatenò un caso diplomatico. Continua »

In: Palermo | 47 commenti

Posso fare un uso criminoso di Rosalio? Posso rischiare l’epurazione dal blog per uso privatistico di mezzo di comunicazione? Dottor Siino, posso? E allora vado e scrivo una lettera a Francesco Guidolin, “parrino” prestato all’arte pedatoria, persona seria (pure troppo in un ambiente come il calcio) e martire preferito di un datore di lavoro generoso ma oggettivamente non troppo semplice da tenere a bada.

Caro mister Guidolin,
le scrivo a pochi minuti dalla soffertissima vittoria contro il Cagliari. Tre punti d’oro che, pensavo, le avrebbero potuto regalare qualche ora in più di serenità dopo le polemiche dei giorni scorsi. Per chi si è perso le puntate precedenti (legittimo, visto che con il suo presidente non ci si può distrarre nemmeno per un istante) ricordo soltanto che all’indomani della sconfitta con il Torino il suo datore di lavoro le ha rovesciato addosso il consueto carico di attenzioni (“questa squadra gioca il peggior calcio della serie A e la colpa è di Guidolin, i giocatori sono delle signorinette, etc.) che certo non ha giovato alla sua già precaria serenità. Tanto che era fin troppo chiaro che, in caso di risultato non positivo contro il Cagliari, lei ci avrebbe salutato per l’ennesima volta (forse l’ultima) restituendo la sua panchina al simpaticone di Anzio che l’aveva preceduta. Invece san Fontana prima e la premiata ditta Cavani-Jankovic poi (ottimo il primo, inguardabile il secondo e meno male che almeno il gol non se l’è mangiato…) le hanno salvato il posto in attesa delle prossime sfuriate a mezzo stampa del presidentissimo. Continua »

In: Ghiaccioli...online! | 53 commenti

Parte oggi la campagna La libertà a volte costa una vita dell’Acqua Geraci con Amnesty International.

La foto è della collezione americana Stone, il fotografo è Art Wolfe, l’agenzia è la A&D Grace Communication di Palermo.

“La libertà a volte costa una vita”

In: Sicilia | 2 commenti

Da oggi Air One collega con un volo diretto Palermo a Venezia.

Il nuovo volo è effettuato tutti i giorni con un Boeing 737-400 da 162 posti. La partenza da Palermo è alle 8:15 con arrivo a Venezia alle 9:45 (dal lunedì al venerdì); il sabato e la domenica l’aereo decolla da Palermo alle 10:20 e atterra a Venezia alle ore 11:50. Da Venezia l’aereo parte alle 10:25 e arriva a Palermo alle 11:55 (dal lunedì al venerdì); il sabato e la domenica la partenza da Venezia è alle 12:40 con arrivo a Palermo alle 14:10

In: Palermo | 4 commenti