venerdì 24 nov
  • Linguaggi e luoghi della città visti da Paolo Fabbri

    Passeggiatore

    Lo so che non scrivo da tanto tempo, vi chiedo scusa e vi prometto di rimediare in settimana, con un nuovo post.

    Prendete questo intervento, allora, come un invito.

    Martedì mattina alle dieci, in Aula Magna di Scienze della Formazione, presso la sede di via Pascoli, Paolo Fabbri, una delle figure più importanti della semiotica internazionale, interverrà sui linguaggi e i luoghi di Palermo, con una lezione intitolata “Teoria e metodi del passante”.

    La lezione è organizzata in collaborazione con il dottorato di ricerca in disegno industriale, arti figurative e e applicate, la facoltà di Scienze della Formazione e il dipartimento di analisi dell’espressione dell’Università di Palermo.

    Magari si chiacchiererà anche del nostro blog preferito.

    Vi aspetto.

    Palermo
  • 5 commenti a “Linguaggi e luoghi della città visti da Paolo Fabbri”

    1. Mangiapane ti fai proprio desiderare!!! 😉

    2. ciao cicciuzzo!!!

      come va? incredibile vederti dopo tanto tempo sul blog di palermo, neanche sapevo che ne eri membro! cmq colgo l’occasione per salutarti ed augurarti tutto il bene possibile ed immaginabile!
      ciaoooooo
      carlo

    3. Eh Simo,in questi mesi è successo di tutto 🙂 secessione del Kosovo compresa 😉 Ma ‘mo torno 🙂

      Carlo, quanto tempo! Un caro saluto anche a te! Venite domani, sarà molto interessante!

    4. Francè, verrei volentieri, ma io vivo a roma…(ti ho scritto una mail ieri, speravo l’avessi letta)…anzi se capiti da ste parti scrivimi un po’ prima così ti invito a cena!

    5. ecco dove ti avevo visto..
      alla conferenza di fabbri ti ho fissato maleducatamente per un po’ perché avevi una faccia familiare e adesso scopri che scrivi su rosalio.
      com’è piccolo il mondo…

    Lascia un commento (policy dei commenti)