venerdì 18 ago
  • E ora ci possiamo divertire

    Quando lavori a Roma, in un giornale romanocentrico e romanistacentrico, e di sera, in concomitanza, la “maggica” si gioca contro l’Inter gli ultimi scampoli di speranze scudetto (secondo me non ha mai avuto speranze ma qui dicono che è la squadra più forte del mondo…) e il Palermo ospita al “Barbera” il piccolo Empoli, secondo voi su cosa sono sintonizzati il 100 per cento dei televisori? E quindi, amici miei, vi parlo “de relato” (ammazza quanto sono colto…) di questi tre punti che chiudono per quest’anno la questione salvezza.
    Chi ha avuto la bontà di leggere i miei deliri dall’inizio della stagione, sa che questo tema è stato spesso ricorrente. L’obiettivo numero uno, quest’anno, era riconfermare la serie A. Molti mi hanno detto che ero eccessivamente pessimista, e forse avevano ragione. Il Palermo è un’ottima squadra, sicuramente molto al di sopra della media, ma quando finiscono i cicli bisogna stare molto attenti. Si rischia di rilassarsi troppo, di trovarsi invischiati nelle zone pericolose e di non avere la mentalità giusta per uscirne. È capitato spesso: ricordate Verona e Sampdoria dopo gli scudetti? Nel giro di qualche anno si ritrovarono in serie B. E quindi, con 11 punti di vantaggio sul terzultimo posto e appena sei o sette da conquistare per raggiungere la fatidica quota 40-41, mi pare che il più è fatto.
    Leggo sui giornali che il Palermo ha giocato bene. Che Amauri è stato fra i migliori, che finalmente è stato schierato (e ha pure segnato) Rinaudo – lo confesso, è un mio pallino, lo prendo sempre al fantacalcio, mi piace assai come difensore moderno – che Simplicio è tornato sui suoi soliti livelli, che Cassani e Balzaretti sulla fasce aprono le difese avversarie, che persino Bresciano sta ritrovando la forma migliore. Persino il “parrino” triste ha sorriso (qualche frazione di secondo, senza esagerare) e insomma, mi sembra che la serata contro l’Empoli abbia ridato fiducia al popolo rosanero. Anche perché l’Udinese è cotta, la Samp ne ha preso quattro a Bergamo, il Genoa è la squadra del momento ma chissà se regge fino alla fine. Ci sono cinque squadre per un paio di posti in Uefa (sempre che Inter o Roma vincano la Coppa Italia). Adesso ci possiamo divertire. I patemi d’animo dovrebbero (il condizionale è d’obbligo a Palermo) essere finiti e le prossime due partite potrebbero davvero dare una svolta al campionato. Uscire indenni da Reggio (campo tradizionalmente ostico e con un sacco di ex) e battere successivamente l’Udinese: ecco gli obiettivi, assolutamente alla portata di mano di Amauri e soci. A quel punto l’Europa non sarebbe un miraggio. E con i chiari di luna di quest’anno, sarebbe davvero un miracolo arrivarci. Alla prossima.

    Ghiaccioli...online!
  • 29 commenti a “E ora ci possiamo divertire”

    1. Io nn capisco proprio. A sentire parlare i tifosi rosanero pare quasi che il Palermo sia relegato nei bassifondi della classifica a lottare col Cagliari di Acquafresca e il Livorno di Pulzetti. Poi scorri la hit parade e trovi la squadra di Guidolin è in pienissima zona Uefa, sovrasta team come Napoli, Lazio e Torino. Ed è a un solo punto dalle tanto osannate Samp di Cassano e Genoa di Borriello. Ma cosa vi aspettavate: la Champions League???

    2. Cmq, al di la della vittoria, la partita con l’empoli non mi fa tanto sperare bene per il prossimo futuro…

    3. Ci aspettavamo un gioco. Una personalita’ , una grinta che quest’anno quasi mai il Palermo ha mostrato.
      A differenza degli anni scorsi quest’anno il Palermo e’stato molto fortunato.
      Dei 34 punti che vanta, ne merita non oltre 26.
      Vedere giocare il Palermo e’ una sofferenza.
      Lento, molle, impreciso.
      Gioco senza palla = zero
      Gioco di squadra = zero
      Feeling con il pubblico = non pervenuto.

      Eravamo abituati a vederlo giocare bene, spesso benissimo, altre volte meno bene ma era sempre un piacere.
      Non e’ piu’ cosi.

    4. …In effetti eravate abituati al gioco degli Harlem Globetrotter o del Real Madrid. Il Palermo è in serie A da qualche anno. Può capitare di assistere a una stagione meno ispirata (ma di solito in questi casi si lotta per nn retrocedere o si scende in B). I Rosanero vivono un momento giù, ma sono in piena zona Uefa. Non ho detto che nn bisogna criticare, ho detto che nn bisogna SOLO criticare.

    5. se ieri sera non andava il fiorentino belli capelli a dire al parrino che RINAUDO a sinistra nella difesa a tre ha difficoltà perchè non mancino il ragazzo avrebbe accucchiato una figura di me..
      Ma questo che fa durante gli allenamenti,i suoi alciatori li conosce o è bravo solo a sparare minc…iate sul pubblico palermitano (anche ieri sera l’ha fatto )

      Poi una cosa che vorrei far notare,ai signori giornalisti che scrivono qui 😀
      Dalla cuva nord infariore,il gruppetto ormai ben consolidato,è partito un coro
      Ciccio E tore sempre con noi,che ha coinvolto tutta la curva,quindi ultras non è solo terrorismo e delinquenza.

    6. Nota: Non basta che la Coppa Italia sia vinta da Roma o Inter per “sbloccare” il settimo posto in classifica per la UEFA, è necessario che Inter e Roma siano le finaliste perché qualora la vincente sia già qualificata in Europa ad averne eventualmente diritto è la finalista perdente qualora questa sia già qualificata grazie alla posizione in campionato allora in quel caso è valido il 7° posto in campionato

    7. Un momento giu??? E’ un anno solare che questa squadra NON gioca!
      Allora, dimmi tu.
      Cosa ti piace quest’anno di questo Palermo?

    8. se ieri sera non andava il fiorentino belli capelli a dire al parrino che RINAUDO a sinistra nella difesa a tre ha difficoltà perchè non mancino il ragazzo avrebbe accucchiato una figura di me..
      Ma questo che fa durante gli allenamenti,i suoi Calciatori li conosce o è bravo solo a sparare minc……. sul pubblico palermitano (anche ieri sera l’ha fatto )

      Poi una cosa che vorrei far notare,ai signori giornalisti che scrivono qui
      Dalla cuva nord inferiore,il gruppetto ormai ben consolidato,è partito un coro
      Ciccio E tore sempre con noi,che ha coinvolto tutta la curva,quindi Ult…ra.s non è solo terrorismo e delinquenza.

    9. In effetti, rispetto alla media nazionale, gli ultras del palermo si distinguono per essere abbastanza signori…e nn vado allo stadio da quando il Palermo è arrivato in serie a…

    10. Subito detto: mi piace che, nonostante la squadra sia in palese smobilitazione (Barzagli se ne vuole andare, Bresciano pure, Amauri pensa al Milan…), abbia venduto molti pezzi da 90 (Corini su tutti) e abbia cambiato due allenatori nell’arco di un solo girone, ha attualmente ben 34 punti in classifica e ha vinto 9 partite (una in meno dell’Udinese e due in meno del Milan!!!), perdendone 9 (come Udinese e meno della Samp). Non ho scritto che adoro il gioco brioso del Palermo, ma solo che in una stagione penosa solitamente si naviga in altre posizioni e si hanno numeri diversi. Mi sembra che quest’anno ci si può accontentare di arrivare in Uefa, magari faticando…

    11. Diffidato, io ieri allo stadio non c’ero e mi fa piacere che tu mi abbia segnalato questo coro in ricordo dei ragazzini di Gravina. Non ho mai detto (e nemmeno pensato) che gli ultras sono delinquenti. Ce ne sono alcuni che farebbero bene a non mettere piede in uno stadio (hai letto dell’inchiesta romana sugli ultras laziali?) e altri che vivono la propria squadra di calcio con passione e amore. Magari a volte un po’ troppa passione e un po’ troppo amore, ma se non si sconfina nella violenza va anche bene così. Per il resto, se il fiorentino ha dato un consiglio a Guidolin va benissimo: sai quante volte Baresi diceva a Sacchi che la difesa era messa male? Fa parte della collaborazione tra squadra e allenatore, guai se non ci fosse. Poi, lo sai amico mio, per me Guidolin è tra i 5 allenatori italiani più bravi, quindi…

    12. In termini strettamente numerici hai ragione, non posso negarlo, almeno fino ad oggi.
      Per tutto il resto, che non e’ poco, a mio parere, e’ una stagione da dimenticare.
      Tenuta del gruppo, scelta dei giocatori, scelta degli allenatori, rapporti con il pubblico, spettacolo.
      Vedremo.

    13. “che Simplicio è tornato sui suoi soliti livelli”… scusa Lucio che partita hanno visto? credimi allo stadio si è avuta l’impressione opposta: poco tonico, spesso fuori posizione, poco incisivo in fase di impostazione…
      Amauri? ritengo che sia criminale abbandonare un’attaccante davanti in mezzo a quattro difensori e sfiancarlo, quando domenica hai una sfida molto delicata.Confesso che anche io mi esalto quando fa le sue magie, ma sta di fatto che giocando così ha poche possibilità di vedere la porta.
      Cavani ieri sera ha giocato in alcuni momenti dietro tedesco o simplicio, qualcosa vorrà dire…per poi essere sostituito da Bresciano che è il lontano parente del giocatore del girone d’andata dell’anno scorso.
      Gioco? Converrai anche tu che senza un centrocampista di smistamnento alla Pirlo( oppure alla Corini, guarda un pò…), il gioco di Guidolin non ha sbocchi.Era tanto difficile comprare qualcuno a gennaio?
      A proposito, quando una squadra si chiude in difesa all’inizio del secondo tempo, significa o che non ha più fiato o che il suo allenatore ha una visione malata della partita. Una squadra appena più forte dell’empoli avrebbe pareggiato senza difficolta, Ricordiamo la Lazio?
      E comunque l’empoli di ieri sera era ben poca cosa, e sarebbe stato vergognoso non prendere i tre punti.
      Ricordo che Rinaudo ha giocato al posto di Biava, ciò significa che Barzaglia non si tocca.
      Lucio troppi senatori, o meglio troppi capuzzelli… e manca l’uomo d’ordine di spogliatoio.
      La Uefa è ancora alla nostra portata, ma ci vuole un salto di mentalità sia da parte dell’allenatore che da parte dei giocatori, cosa che mi sembra difficile…
      Non si vuole criticare, ma nemmeno si può fare finta di non vedere certe cose…

    14. Voglio tornare in serie c,sui campi di monopoli,andria crotone cisterna dilatina cavese,castellamare di stabia
      ogni trasferta un delirio,pochi ma ottimi,e veri amanti della maglia,perche a noi fondamentalmente alla fine del risultato c’e’ ne fregava poco,cantavamo 90 minuti per la maglia
      ora tutti intenditori,che non hanno capito che stare i serie A a Palermo è vincere la champions,certo vincere qualcosa di importante è bellissimo,ma ci vuole tempo programmazione e una buona dose di cu…l in questo schi…fosissimo calco moderno dove a comandare sono le tv e tuto il resto e noi tifosi calpestati,come se a comprare pacchetti tv,prodotti sponsorizati,vedere le trasmissione sportive,andare allo stadio,fossero marziani.
      E’ tutto finto,spudoratamente tutto finto.

    15. diffidato:
      mi accontenterei di vedere una squadra che ha un gioco ordinato.
      per il resto hai ragione.

    16. Wawe
      il gioco non lo dobbiamo dare noi tifosi,ma un allenatore
      cos che a Palermo non abbiamo
      ripeto ieri
      il fiorentino belli capelli
      è andato in panchina
      a dire al veneto
      che Rinaudo a sinistra in una difesa a tre non essendo mancino non dava il massimo
      infatti subito dopo
      rinaudo al centro e lui a sinistra
      altra musica
      l’allenatore,mi vien da ridere.

    17. Trovo assolutamente ridicolo questo modo di ragionare..tornare in c1, le emozioni vere…ma andateci voi a trapani…Io preferisco godermi la serie A, soffrire per la salvezza e la uefa in A e sognare la champions…questa finta nostalgia ipocrita da ultras fasulli rovina il tifo…Forza Palermo sempre!

    18. Diffidato, hai ragione.
      Guidolin è in piena confusione mentale, ma il bello è che è troppo presuntuoso per capirlo.

    19. Ma la Rometta doveva fallire da tempo.
      In borsa da 6 euro oggi vale 0.66 centesimi .
      e che dire dei Rolex agli arbitri, cose normali di un paese anormale …
      Viva Grillo , almeno ci si fa due risate..

    20. E’ vero, forse a Roma uno dei pochi abbonati alla tv a pagamento sintonizzati sul Barbera ero io. Una piccola minoranza, felice alla fine, al contrario della “maggioranza”. “Voglio tornare in Serie C” dice diffidato. Che ci torni lui. A Latina perdemmo 1 a 0, a Cistena di Latina strappammo un pareggio, con il Castellamare di Stabia a Palermo fu 0 a 0, una partita che rischiò, incredibile, di essere rinviata per neve. Riuscì ad imbucarmi alla Rai per quella partita, ospite dell’attuale direttore della terza rete, palermitano, distratto tifoso rosanero: una trasmissione satellitare sperimentale . Adesso non mi sembra ( ancora) vero, con un solo tocco sul telecomando, sintonizzarmi “sul Palermo”. Non ho ancora dimenticato gli anni del “televideo”, aspettare quasi due ore fissando uno schermo con dei numeri, che magari potevano cambiare del tutto dopo più di un quarto d’ora dalla fine della partita. Perchè alla radio la Serie C esisteva solo nell’intervallo. Forse molti non si rendono ancora conto. Se ha una colpa Zamparini è quella di aver cambiato la testa dei tifosi. Ps Pensavo che ce l’avesse fatta ieri la Roma, avevo visto che era passata in vantaggio. Del pareggio ho saputo solo dopo, nel postpartita. Mi è dispiaciuto, se qualcosa può dispiacere quando si è felici….

    21. caro marcello
      allora forse tu non hai capito il senso delle mie parole o provocazione,che sono racchiuse proprio nella tua frase,Se ha una colpa Zamparini è quella di aver cambiato la testa dei tifosi.
      Sai io eo presente in tutte quelle tre partite di cui tu parli,e la testa era diversa,era una testa di tifoso vero,oggi abbiamo al serie A e molti palati fini,che guardano prima al risultato delle strisciate e poi a quello del Palermo.
      Non eri l’unico a roma…..ieri sera.

    22. Non eravate gli unici a Roma…ieri sera…io e me cumpari presenti 😀

      @Wave: sinceramente da due partite ho visto un discreto Simplicio, non che eccellesse per carità, però a dispetto di tutto il campionato che ha disputato, mi pare abbia fatto vedere qualcosa di buono 😉

    23. Ma si che ho capito, diffidato. Guarda che però i “faccioli” c’erano pure allora….magari in trasferta no, questo è vero. L’età media dei tifosi al seguito era molto più bassa. Passione, tifo d’una volta ( e foglio di giornale disposto con cura sulla gradinata per non sporcarsi ancor di più i jeans). Forse ci siamo pure abbracciati, io e te, in qualche “settore ospiti”. A Perugia al gol di De Sensi ne avrò abbracciati cento. Qualcuno ormai lo riconoscevo. E fuori prima d’entare c’era sempre anche quello che ” Capo, mille lire…amunì, la colletta….” 🙂

    24. wawe ho scritto nel post che la partita non l’ho vista, però sia gazzetta che corriere dello sport gli hanno dato 7… secondo me tanto male non sarà andato. Dopo di che non condivido affatto il vostro pessimismo. A proposito, per chi si lamenta, un mio post è in attesa di essere approvato da ore, questo significa che la policy vale per tutti. Insomma, un blog democratico..

    25. …”mi sembra che la serata contro l’Empoli ha ridato”…
      mizzica, Lucio, dov’è finito il congiuntivo???
      …”mi sembra che la serata contro l’Empoli ABBIA ridato….

    26. desensi..gol di perugia
      carica davanti lo stadio,prima e dopo,gente che ci gridava terroni dai palazzi,mega corteo dalla stazione allo stadio almeno 4 km, sul treno polli allo spiedo a volontà da condividere proprio con chi ti chiedeva le mille lire
      e si altri tempi.

    27. Lucio, la Gazzetta ha dato sette e mezzo ad inzaghi e cinque e mezzo a Amauri dopo la partita di Milano. Non so, ma qualcosa mi sfugge…
      Non sono pessimista, so che ci salveremo e magari riusciremo a prendere la Uefa, ma vedo cose che non mi piacciono.
      Colantuono non aveva tanto peggio rispetto a Guidolin, ma forse il suo esonero è stato pilotato dall’interno della squadra.
      L’ho già detto: vedo capuzzelli che non hanno personalità, e rimpiango Corini che sapeva fare l’allenatore in campo e nello spogliatoio.
      Marcello, guardavo i movimenti di Simplicio ed in alcuni momenti mi sembrava che si nascondesse…
      Forse perchè ci tengo troppo, ma quest’anno troppe partite sul piano dell’impegno mi stanno lasciando l’amaro in bocca…
      Lucio posso chiederti una cosa?
      Onestamente, cosa ne pensi della gestione tecnioca del Palermo? Foschi ci fa o c’è?

    28. Grazie Titti, sai com’è, scrivere i post tra una pagina e l’altra, Obama e un po’ di rappresaglie a Gaza e cose del genere può portare a sbagliare un congiuntivo. Poi questo è un blog, mica l’accademia della crusca… l’importante è capirsi e chiacchierare, no? Comunque ci starò più attento la prossima volta. Baci

    29. Ragazzi finchè ci sarà Guidolin non faremo nulla, è un allenatore finito, o cmq finito a Palermo, non ha altro da dire o da dare e sa solo prendersela con il pubblico. Purtroppo ancora molti deficenti lo venerano ma ormai lo odio e basta…
      Barzagli panchina a vita!!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)