martedì 17 ott
  • Giallo mimosa

    Pioveva da un’ora e adesso c’è il sole.
    A Marzo, si sa, il tempo fa quel che vuole.
    Il senegalese gli ombrelli ora posa.
    Mi guarda e mi dice: “Amico, mimosa?”

    Ma certo che scemo a non averci pensato,
    per lei che a casa aspetta il fidanzato,
    sarà di certo una dolce sorpresa!
    “Amico viene un euro, iva compresa!”.

    Nel traffico i minuti sembrano ore.
    Quanti dubbi a volte fa venire l’amore!
    “Chissà! E se poi è allergica ai fiori?…
    …Ed il giallo poi… non è detto che l’adori!”.

    Non sono ancora in via libertà
    che il rametto è già la metà.
    Appena passo poi dal Bellini
    son spariti quasi tutti i pallini.

    “Non importa se il ramoscello
    sembra sempre meno bello”
    penso, salendo per le scale:
    “Il pensiero è ciò che vale!”.

    Quando entro per mia sorpresa.
    Lei è nuda sopra il letto.
    “Chen Lee ha portato la spesa!”
    balbetta il mio angioletto.

    Il ragazzo della frutta
    scappa appena colto in fallo
    al ché io penso, per dirla tutta:
    “Ed io che temevo non amasse il giallo!”.

    Colonna sonora: Mimosa (Niccolò Fabi).

    (scritta in collaborazione con Maria Letizia Affronti)

    Ospiti
  • 22 commenti a “Giallo mimosa”

    1. Grande.

    2. diffidato…come al solito non posso che quotarti!

      Oggi, oltre ad essere il giorno della donna, è il comple della mia bella ed io, viziandola come al solito, che ho fatto? Le ho organizzato una cena con amici a casa mia cucinando tante cose buone!! Dalle 14 alle 18!! Alla faccia di quelle stracchiole che se ne vanno a vedere quei menzi masculi di “uomini e zoccole”!

      W le donne semplici!!

    3. Bravissimo aver cucinato,è il mio lavoro,e mi è capitato molte volte di farlo per le donne.
      Ma non riesco a chiamarle stacchiole,solo perchè vanno a vedersi quei spettacoli osceni,molte di loro sono spinte dalla curiosità,dall’essere presente,con le colleghe,magari si fanno trasportare.
      lo scorso anno lavoravo in un locale ed il giorno della efsta delle donne ci fù uno spettacolo con alcuni spogliarellisti di quella banda di tossici come si chiamano,,,vabbè non ha importanza,vedere alcune di loro davvero “prostituirsi,non solo nel corpo ma anche nella dignità” mi ha fatto impressione,apprezzo moltissimo quelle che per coerenza si comportano come quella sera,ogni giorno,senza aver paura di aver puntato il dito,ma farlo una solo giorno,nel giorno in cui si dovrebbe ricordare bel altro mi sembr adavvero offensivo,e senza dignità.
      Poi che fà magari torni a casa,e baci il marito dopo che hai cavalcato sullo spogliarellista di turno?
      La mia ex moglie,se non guardava uomini e donne ogni giorno moriva,e io vomitavo,davvero ridicolo,molto ridicolo
      W le Donne con la D maiuscola.

    4. infatti nn ho mai kapito il motivo x cui molte donne in un’occasione dove si dovrebbe festeggiare noi stesse,si komportano in modo kosi’ stupido!!ci si può divertire anke senza xdere la dignità a parer mio!

    5. Odio questo giorno “festeggiato” in locali in cui tutte donne assistono ad uno spogliarello maschile o “ammirano” il tronista di turno… credo sia esattamente il contrario di ciò che invece dovrebbe essere fatto… abbiamo tanto lottato contro la mercificazione del corpo e l’8 marzo andiamo ad assistere ad un orrendo spettacolo di mercificazione del corpo maschile??? L’8 marzo, invece, dev’essere l’occasione per fare un bilancio, delle considerazioni sulla condizione della donna oggi, di quanto è stato duramente ottenuto e di quanto ancora dev’essere fatto, soprattutto in paesi in cui ancora i diritti delle donne non vengono riconosciuti o, non volendo andare troppo lontano, nel nostro paese dove ancora tante donne vengono sfruttate ogni giorno e dove qualcuno vorrebbe toglierci il diritto di decidere sulla nostra sessualità e maternità… l’8 marzo dev’essere soltanto un’occasione per riflettere (cosa che per la verità si potrebbe/dovrebbe fare anche nei restanti 364 gg dell’anno) non un giorno in cui vendere mimose o “offrire” spettacoli maschili…

    6. Mimmo sei troppo forte…come sempre!
      Sulla festa della donna invece non mi pronuncio neanche…la considero alla pari della giornata del wwf per la salvaguardia del panda, ahimè!

    7. perche offendersi tanto?
      esser festeggiati è sempre un vanto
      è bello essere donne in un mondo maschietti:
      sempre messa alla prova quando mento te l’aspetti
      e poi se qual cosa non va per il verso giusto
      puoi sempre dar la colpa ad un bel fusto!
      😉

    8. anche se non ho il giusto umore
      i complimenti per almeno due ore.
      Coraggio Mimmo, si dice che in Asia non sian “dotati”
      pensa se invece il dubbio era sul nerolutto…rischiavi di trovarla col grande …frutto.
      Saluti Ingegnè.

    9. Goku, se così fosse,
      portando rose rosse,
      l’avrei trovata sul divano
      avvinghiata ad un indiano!

    10. Filastrocche sotto la pioggia
      Col cinese che a letto alloggia
      Insieme alla zita* che fa sorprese
      Poco gradite e per nulla sottese.

      Che poi le corna un tempo accennate
      Diventan col sole di certe giornate
      Sulla testa del malcapitato
      Un monumento da tutti accertato.

      E poi lo scemo col ramoscello
      Si scorda pure di riprender l’anello
      Che di colore è sempre giallo
      Anche se trattasi di metallo.

      Ma non scordar che quel che è pioggia
      Altrove di sicuro, ma non a Foggia
      È cosa BIANCA soffice e lieve
      Perché sui monti cade la neve!

      *(prego notasi uso di gergo de voi altri)

    11. trovo la festa della donna una grande buffonata…
      non penso ci sia bisogno della convenzionalità di un giorno per festeggiare una persona…
      e poi perchè non si istituisce la festa della PERSONA?
      sarebbe molto piu dignitoso per uomini e per donne
      non c’è bisogno del giorno assegnato per coccolare o essere coccolati…quello va bene sempre :-D, fa sempre molto piacere
      dovremmo ogni giorno festeggiaci tutti a prescindere del sesso nella quotidianità dei nostri gesti, certo corna escluse… 🙂

    12. …ops! Complimenti anche a Maria Letizia, of course!

    13. Ma non è che il giallo incriminato
      è quello che alle 15 abbiamo coglionato?
      E’ andato via arrabbiato e di fretta,
      ma dentro di sè covava vendetta……

    14. Sarebbe assai preoccupante
      la vendetta del passante
      giacchè le corna avrei a mo’ di ramo
      con tutti quelli che coglioniamo!

    15. come sempre la donna si condanna
      solo perchè si è calata la mutanda
      ma non era meglio
      se il povero figlio
      invece che un mazzetto per niente bello
      le regalava magari un anello?

    16. Indeciso tra questo o quello,
      non si optò per l’anello.
      Il motivo, non lo scarto,
      fu di prevenir un infarto!

    17. …e lo sapevo che Maria Letizia interveniva e spiegava con dovizia.
      Ma ti par giusto che l’itterioso lestofante
      s’intrufoli nel letto sol perchè ha un diamante?
      L’amico mio mimose improvvisate donava con amore
      senza pensare che il prezzo distruggesse il suo onore.
      L’ormai cornuto non valutò il valore commerciale
      pensò ” è il gesto quel che vale”,
      le comprò al volo e partì a razzo
      convinto di dargli il mazzetto e pooi di fargli il mazzo;
      Quello più grande, più costoso, magari di asiatiche orchidee
      ma haimè la globalizzazione avanza e a lei la Cina..gli ha messo..altre idee.

    18. un anello a che pro
      per comprarlo ‘un ce la fo
      se di un fior non ti accontenti
      per adesso stringi i denti
      del doman non v’è certezza
      è una magra contentezza
      poscia i tempi cambieranno
      e i brillanti fioccheranno.
      Sei un diamante di chiddi veri.
      senza rate né pinzeri

    19. Una mia poesia dedicata a tutte le donne:

      Una cascata di perle, un frullato di stelle
      mi nascono davanti ma non mi va di vederle
      perchè due occhi mi impregnano la pelle.

      Ghiaccio bruciato, miele infuocato
      l’ombra di un’anima mi ha catturato.

      Fiamme ghiacciate, rose bollenti
      foglie di seta trasportate dai venti.

      Ascolto un profumo di immagini melodiose
      disteso su un tappeto di serpenti e di rose.

      Ammiro la musica dipinta nel mare
      respiro i colori per poterli suonare.

      Ti immagino vestita di sole e di luna
      mentre innaffio la mia sfortuna.

      Un lago di dubbi prosciuga la sabbia
      il mio cuore è libero ma il tuo sguardo lo ingabbia.

    20. Bella la tua poesia @Fabrizio

    21. ce la stanno facendo a torroncino
      con la festa della donna e san valentino.

    22. Grazie Cinzia, eccone un’altra:
      Fiumi di vetro mi accarezzano il cuore
      splendidi orrori emanano odore.
      Un giorno muore, esplode il domani
      vuoi sparire nel vuoto e invece rimani.
      Muri di luce ti appannano le orecchie
      le tue idee abortiscono, nascono vecchie.
      L’inferno violenta il paradiso
      una lacrima asciuga un sorriso.
      Un deserto bagna i miei pensieri
      graffio le mie strade, i miei sentieri.
      Un’aquila nuota nel fango e nel miele
      una barca vola spiegando le vele.
      Mi morde il fetore di una rosa nera
      una fiamma mi rinfresca nutrendosi di cera.

    Lascia un commento (policy dei commenti)