domenica 22 ott
  • Riscursi ri màsculi

    Arriva il tempo che ti guardi giù, sì lì proprio lì, e vedi comparire un po’ di peluria. Se sei maschio, palermitano e vai alla scuola media vuol dire che stai spicando e stai diventando uomo. O , quanto meno, ti sembra di cominciare a sentirti meno picciriddru. I guai cominciavano quando ti confrontavi con il ripetente e ti accorgevi di quanto eri “calvo” e della montagna di peli che aveva lui. Insomma più eri peloso e più eri masculo.
    Se poi avevi uno schizzo di peli sul petto non potevi chiedere di più dalla vita, neanche un Lucano.
    Peli e barba andavano in parallelo, se avevi il viso come carta vetrata grana 0,50 eri un macho perfetto, andavi a traino con le picciotte e ti godevi la vita.
    In terza media, quarto ginnasio era lo sbocciare e il fiorire del pelo ma anche dell’acne in viso ricca di maionese, di racconti di avventure improbabili, di ostentazione di schiniàte spesso inventate spudoratamente. Quando si sapeva che uno si era ingrizzato, nella comitiva, la prima domanda che gli si faceva era che ci hai fatto, le minne le ha e come le ha, il bacio con la lingua com’è stato?
    Era la stessa tipologia di domande che ci scambiavamo tra masculi all’uscita dei cinema di terza visione, e mi piace citare il Dante, storico locale di Palermo, quando al cambio di spettacolo chi entrava chiedeva a chi usciva ma che si vede ? Solo minne o…?
    Ma tìgnano ?
    Tornando ai peli e alla peluria, se per noi masculiddi era un plusvalore, in epoca di femminismo acceso, parlo del 1972/1980, pure si incontravano walkirie tedesche, austriache, norvegesi con pelazzi, in genere biondicci e portati in giro con sabot e calzettoni alla Pippi calzelunghe, che non è che fossero bruttissimi, specie in posizione…orizzontale, uno neanche se ne accorgeva.
    Diciamo che c’era un culto dell’immagine molto meno ossessivo di oggi che non metti il naso fuori di casa se non sei a postissimo.
    Giusto è darsi un’azzizzata, e parlo per uomini e donne, ma il troppo è troppo.
    Credo che dove occorre il pelo faccia la sua bella figura, sia per i maschietti che per le femminucce.
    Trovarsi davanti a cespuglietti curati come ai Boboli di Firenze o come a Villa d’Orleans può apparire più shockante di trovarsi innanzi un boschetto, tipo Ficuzza, se mi si passa la metafora.
    Per restare sul giardinaggio è come se in un villino di Trabia ci impianti un prato all’inglese con sentori di bruma scozzese, io dico metti macchia mediterranea e boschetti di roverelle…
    Ogni bellezza femminile ha la sua grazia e la sua armonia pur nelle imperfezioni, l’attrattiva sta nell’intelligenza della persona coniugata all’equilibrio della stessa , al suo sapersi accettare.

    Ospiti
  • 48 commenti a “Riscursi ri màsculi”

    1. haha non ne usciamo più con sti peli! Giovanni for president

    2. Giovanni sei un grande! Facciamone due programmi elettorali paralleli!;-) buona giornata…

    3. Non sapevo che Rosalio fosse anche un sito XXX! basta cliccare su uno dei tags sotto ogni argomento e tac! si apre un motore di ricerca con sopra la pubblicità di un sito con signorine che si dilettano a suonare il “flauto”. E se queste tags le aprisse un minore?

    4. Peli superflui e post superfluo! Quanta coerenza!

    5. Oggi la moda vuole l’uomo imberbe e nu poco sciddicatello! Su tutti accussì! Specie i giovani (quelli che un tempo si vantavano dell’unico pelo che avevano sotto il mento)!
      La cosa che davvero non capisco (e qui mi piacerebbe avere un chiarimento dalle dirette interessate) è a chi piacciono DAVVERO! CHi l’ha detatta sta moda? No perchè con chi parlo parlo mi risponde sempre “depilato…ma smettila…sti mezz’uomini…a me fanno schifo!”…e intanto i costantini coi capelli piastrati impazzano!

      @roberto: a differenza dei “miei tempi” (matri chi sugnu vecchio) oggi “i minori” sono più sperti di me, di te e di tutti i frequentatori di Rosalio messi insieme! E’ segno dei tempi che cambiano! Quando ero “adulescentulus” il massimo della goduria era il Teletutto (ah…quante giovani che oggi fanno le artiste nelle fiction impegnate o conducono San Remo sono passate per quelle paginette…) o il retro di qualche mala edicola…oggi…tra internet e “la caduta del buon costume” di buona parte delle “puellae” (oh…latinismo…nessun doppio senso)…hanno poco da fantasticare…
      Ma poi…io tutte ste “flautiste” di cui parli mica le ho viste!

    6. davvero così sperti? ma allora scendo subito e vado in edicola a comprare un Playboy o Le Ore (chissà se nell’era di internet esistono ancora sti giornali..)e mi faccio spiegare dai miei nipotini le varie posizioni dell’amore che trovo illustrate visto che sicuramente come dici tu ne sanno + di me. Probabilmente hai ragione ma voglio sperare che lo “scanazzo” non abbia il sopravvento sui ragazzi di oggi. sarebbe triste. forse perchè li vedo ancora così “nnuccenti” che non riesco ad immaginarli in altri contesti.

    7. Un pò di buon gusto nel decidere quali articoli pubblicare e quali no di certo non guasterebbe…….. direi che il “pelo” non merita tante e tali disquisizioni.
      saluti

    8. purtroppo sì! ai miei tempi (oh…aprlo deglia nni 90) le ragazze a scuola venivano praticamente col burka, i pomeriggi ce li passavamo nel box di un amico a smontare e montare motorini e quando uno “beccava” gli si chiedeva “come le ha le minne?”

      Oggi giocano a manetta con la PS3, le ragazzine vanno a scuola ‘ca panza i fora pure con -10° (quindi i pargoli hanno già tutto in bella mostra e la loro fantasia si atrofizza) e quando uno “becca” gli amici gli chiedono direttamente come e dove lo hanno fatto e se la tipina se l’era fidata!! Ah…come cambiano i tempi!
      Cmq, a dirla tutta, preferisco i mei di tempi!

    9. Na puocu il pelo ‘u spartinu nquattru.

    10. preferire i propri tempi è molto simile ad ammettere ceh si è diventati…non dico vecchi, ma grandi!
      😉

    11. Che tristezza questi discorsi!
      E che impressione tutti questi “uomini” depilati, glabri e lisci come il culetto di un neonato!
      Pensavo che la depilazione fosse rimasto uno degli ultimi baluardi esclusivamente femminili, impossibile da espugnare ed invece…non è così.
      Cosa ci rimane adesso? Solo la gravidanza?

    12. Salvatore registro la tua critica ma nessuno ti obbliga a leggere se trovi la scelta dei post effettuata senza buon senso.

    13. Roberto temo di non seguirti. Sul nostro sito non esistono i contenuti di cui parli né possiamo rispondere di siti altrui.

    14. quanti finti perbenisti
      oggi basta sintonizzarsi su italia uno alle 8 e c’e’ la ruota della fortuna,con quella baldracca miricana che ha il seno di fuori con minigonne inesistenti inquadrata in tutte le posizioni,che se gli chiedi se gli piace il cannolo lei fa la mossa di prenderlo in bocca e dicendo si mi piace tanto canolo con ricotta(visto con i miei occhi)e ci lamentiamo se su rosalio si parlo di pelo o no
      per quanto si è evoluto internet non esistono neanche più i siti a pagamaneto fra un pò,o meglo sono calati,e qui ci preoccupiamo se i nipotini si scandalizzano a leggere peli rasati o no.
      Come dice Beny ai miei tempi ad ogni edicola si passava dal retro a controllare,oppure si andava alla stazione a comprare i giornaletti usati,o vicino porta carini,li si che c’era più gusto.
      Ora accendi il pc,e basta scrivere sul motore di ricerca la parola giusta esce fuori quell che vuoi.
      L’altra sera per la festa delle donne nel locale di un mio amico c’era il tipo di uomini e donne per 30 minuti d spettacolo,dovevi vederle,madri e figlie insieme,vergognoso,all’uscita vado verso l’auto e c’erano due ragazzini sdivacati sul cofano della mia auto,ridendo gli ho detto,scusat posso? si sono quasi incazzati allora gli ho chiesto quanti anni avevano ridendo,13 lei 15 lui.
      e qua ci lamentiamo se è rasato oppure no
      ma poi cu ci l’avi a purtari i ragazzini su rosalio?

    15. va bene che siamo in campagna elettorale e “cchù pilu pi tutti” è l’imperativo categorico, ma tra la Cubito e l’Oliveri ho paura di uscire di casa e trovarmi nel pianeta delle scimmie…
      Coraggio Yu ,non sei piu solo!!

      🙂

    16. x rosalio: vai su uno dei blog qualsiasi di un qualsiasi blogger di rosalio;clicca su uno dei tags technorati di approfondimento sotto ad ogni articolo (per intenderci quelli in rosso tipo palermo, Peli, Pubertà, Maschi come nel caso di questo blog) e vedrai aprire un motore di ricerca con in alto la pubblicità a rotazione di vari links tra i quali quello di uno xxx in cui una signorina fa come le dimostratrici dell’Avon o della Tupperware, mostra come usare gli arnesi da lavoro, capisci a me.

    17. Ripeto, non rispondiamo dei contenuti non residenti su questo sito. Vi invito a rimanere in tema.

    18. batti a mazzi e a lisci a dinari 😀

    19. Credo che discutere ironicamente, in maniera garbata e senza volgarità gratuita, di “peli e affini”, presi a pretesto per farci prendere cinque minuti da ricordi per altro recenti e ritrovarsi in situazioni comuni, sia femmine che maschi, magari con paralleli e paragoni generazionali, possa , e quando arriva il punto ?, dicevo possa essere motivo di farci una chiaccherata .
      Diciamo una distrazione innocente tra i mille pensieri di bollette, mutui,benzina alle stelle e la suocera con la sciolta da tre settimane.
      Non siamo telebani di stretta osservanza, che ci schifiamo di certi discorsi e non siamo neanche i moralisti dell’ultimo piano.
      A proposito de “Le Ore”, ma anche giornali meno hard come “Pop”, “Men” prima serie, “ABC”, “Playmen” , ricordo professionisti conosciuti e politici ad inizio carriera acquistare l’espresso o Panorama e nel mezzo, a tipo panino, il giornale erotico o , anni dopo, proprio hard.
      Ma anche molti di noi studenti liceali, “impegnati” politicamente nei vari collettivi politici, la mattina cineforum e dibattiti su Akiro Kurosawa e le sue opere filmate che duravano tre ore e mezza più almeno una di dibattito. Il pomeriggio, al cinema Dante, a fare casino con le Ubalde tutte calde e le supplenti e le poliziotte e le infermiere e… insomma chi non ha gustato questi passaggi obbligatori direi, si colleghi con Radio Maria e si delizi con le sue trasmissioni.
      Leggere anche ” di peli” su Rosalio può apparire banale e sciocco, ma basta cambiare sito e fare altro.
      Maria, va bene sul programma per la Regione improntato su questi temi piliferi, ma occorre del tempo politico per prepararlo…però non sono molto d’accordo sullo slogan “cchiù pilu pi tutti”, il “pelo” bisogna sudarselo e rispettarlo.
      Giovanni

    20. ma perché i peli sono superflui solo per le femmine?

    21. @Maria Luisa
      Neanche la gravidanza ti rimane, Maria Luisa, perché ominicchi alla Ferrara e cardinali vari la vogliono per se, nel senso che non ne vogliono il peso ma il concetto( il concepito per le anime semplici)

    22. Caro Giovanni,
      non avevo mai avuto il piacere di leggerla…
      Son d’accordo al 100% sulla sua illuminante e saggia e matura e “veru mascula” conclusione:
      “Ogni bellezza femminile ha la sua grazia e la sua armonia pur nelle imperfezioni, l’attrattiva sta nell’intelligenza della persona coniugata all’equilibrio della stessa , al suo sapersi accettare.”
      Dal canto mio ,sono anni che lavoro sull’equilibrio e sul sapersi accettare(robetta non da poco..pare facile!!!) . Ma lei darebbe qualche lezioncina “aggratis ” a qualche rappresentante del sesso maschile??? La ringrazio sin d’ora per la collaborazione!!! E Magari il corso lo teniamo al boschetto della Ficuzza ! 😉

    23. Come in televisione… tutti si lamentano, ma poi le cose più seguite (in questo caso più commentate) hanno a che fare con il gossip e il costume.
      Catone il Censore morì ultraottantenne… in realtà sospetto non sia morto mai.
      Detto questo, mia moglie, nordica e senza peli, dice che il pelo dell’uomo deve essere equilibrato. L’uomo pelato con il petto villoso è un essere stonato. L’uomo capellone con il corpo glabro è un essere ridicolo. L’uomo barbuto e muscoloso deve sopratutto guardarsi le spalle e sperare di essere “dotato”. L’uomo senza peli sulla lingua è spesso fastidioso. Da quello con il pelo sullo stomaco è meglio stare lontano.
      Ne parlerò con il mio amico Liga. Magari si può scrivere inseme “Una vita da bidet”, ovvero una vita a vedere e ingoiare peli.

    24. Vogliamo parlare di quei signori maturi con orribili foreste nelle orecchie e disgustose erbacce che fuoriescono dalle narici?
      Eh?
      Ne vogliamo parlare?
      No. E’ meglio di no.
      Infatti mi fermerei qui, perchè solo il pensiero mi fa vomitare.
      :S

      Ed allora ben venga la depilazione di narici e padiglioni auricolari.

      😀

    25. alcuni commenti mi sono sembrati veramente inutili se non volgari!… ‘u malu chiffari di qualcuno, ..Invece caro Oliveri il tuo “riscursu” mi è piaciuto, un bell’affresco tenero e sorridente, mi è sembrato un contraltare al precedente pezzo della Cubito, che a parer mio ha scritto di meglio e su cose ben piu’ interessnti dei dettagli tecnici sulla depilazione femminile, un po’ squallidini

    26. Come programma politico vi propongo di sviluppare una mobbilità sostenibbile sviluppando in maniera concreta ed opportuna il detto che recita: tira di più un pilo di fimmina che una coppia di ‘voi.
      Io, se voi portate avanti stu presupposto, il mio voto ve lo do e conosco una para di amici che ci vuole due secondi e li convinco pure a loro.

    27. Cara Valentina, non ti nascondo che ho sempre frequentato donne intelligenti, nel senso che quando scelgo le mie frequentazioni evito decisamente le donne giulive, legate a modelli consumistici o televisivi stereotipati, insomma per dirla come direbbe il mio ex portiere bonarma, che ogni tanto cito, a fimmina av’ aviri prima u cirivieddu ( la donna deve avere inanzitutto il cervello, cioè la capacità intellettiva…).
      L’aspetto estetico che pure ha un suo peso, lo trovo ai nostri giorni eccessivamente caricato di troppa importanza, come se una misura in più di seno ti possa cambiare la vita o due peli fuori posto ti possano rovinare la giornata o la gita al mare.
      Quando parlo di accettarsi, intendo dire che bisogna convivere con i 100 e passa chili, per esempio, che mi porto dietro e saper camuffare sempre per esempio, i miei primi cinquantanni giocando a playstation con mio figlio di vent’anni e uscire in bici con lui.
      O, come direbbe De Gregori, continuare ad innamorarsi ogni giorno della moglie ingrassata come da foto e fra un mese festeggiare 25 anni di vita divisa insieme ogni giorno per tutti i giorni.
      Afferro il tuo spirito ironico, ma non potrei mai insegnare ad alcuno quello che ogni uomo deve avere dentro la sua testa, il rispetto della propria compagna, della propria moglie, tutti i giorni, non solo l’otto marzo e per san valentino.
      Poi, dai, in un posto come Ficuzza, bellissimo per l’aria e per chi ama il bosco davvero straordinario, dicevo in un luogo denominato Ficuzza, in un post infestato da peli,pelurie e quant’altro, come si fa a restare seri ?
      Un caro saluto e se puoi evita il lei….dammi pur del voi se ti viene più facile. Con simpatia

      Giovanni

      PS. La “sfida” a colpi di peli con Maria Cubito è puramente voluta e non casuale.
      So di essere perdente ma “partirsi” con un monumento come la Cubito è decisamente emozionante.
      Arrizzano i pila e mi isanu i pàpuli….
      (Mi si drizzano i peli delle braccia e fuoriescono dei ponfi sopracutanei simili a bolle…)

    28. grande Giovanni oliveri!

    29. Non so perchè ma il post, quello dell’autore, mi ha un pò infastidito. Non so cosa sia ma la sensazione l’ho avuta e non posso fare a meno di manifestarlo.
      Quanto cinismo nel contesto generale. Io amo le piccole imperfezioni. Non posso amare le mie per innato spirito antinarcisistico ma quelle della gente che mi circonda o della quale mi circondo suscitano in me grande tenerezza. Solo donne intelligenti infine, le stupide, le giulive, le gaie, lasciamole agli altrettanto stupidi, frivoli, allegri uomini che le meritano ma non mi si può dire che il massimo del piacevole stare assieme sia solo ed esclusivamente la Margherita Hack del caso.

    30. non ho problemi a dire che mi depilo completamente tutto il corpo: faccio sport e lo faccio regolarmente per una questione di estetica e di pulizia (con i peli si suda di piu’ …) inoltre piaccio molto di più anche alla mia ragazza senza batuffoli di peli su petto spalle pancia gambe etcetera etcetera…..

    31. @depilato: praticamente alla tua donna piace Big Jim? Ora io non dico che l'”homo irsutus” sia sexy…ma l’effetto bambolotto devo dire che fa altrettanta impressione…forse di più perchè mi sembra, imho, una cosa innaturale!

    32. inorridisco a pensare ad un uomo completamente depilato! perche’ tanta ossessione? tra l’altro,aiuto!, in un amplesso pungerebbe da ogni parte qualche giorno dopo la depilazione….

    33. non se sei depilato/a bene

    34. Caro Giovanni…che dire!!!
      Voi siete 😉 la conferma che non devo perdere la speranza in fatto di uomini!
      Mi piacerebbe sentirmi dire :” Chissà dove sei…perduta nella notte..col tuo trucco infame e la tua giacca da bandito…io ti ho aspettato all’ombra dei tuoi PerCome….” (sempre de Gregori) . E che chiedo assai!??! 😉
      Ciao Giovà

    35. e quando il pelo è ancora così corto da non potersi depilare ma da fare bene la carta vetrata….o ti depili ogni giorno con qualche crema a base di acidi?

    36. MA STIAMO CUGGHIUNIANDO?? Creme, acidi, peli, ciuffetti, laser epilatori elettrici…ma facciamo gli uomini per favore!!! Vado in palestra, a correre sudo e puzzo più dei miei cani quando piove…poi torno a casa, mi doccio e, se è il caso, metto un deodorante! Con i peli si suda di più? E che il fratello pilusu del cugino It? Non diciamo quindi, a meno che non si parli del sopracitato personaggio degli Addams, che lo si fa per una questione di igiene!
      Oggi come oggi la moda vuole l’uomo un po’ effeminato (Prada ha proposo l’uomo con il gonnellino a vita basa sui jenas a sigaretta…gesùmmio)…bene…sono TOTALMENTE fuori moda e ne vado MALEDETTAMENTE fiero!
      Gli unici peli che mi tiro, e lo faccio perchè se no assomigliere alla caricatura di Peo Pericoli, sono quelli al centro delle sopracciglia! E devo dire che quando vado a correre sento una bellissima frescura proprio in mezzo alla fronte!
      by un “normopeloso” orgoglioso

    37. ps: se poi vuoi la depilazione DEFINITIVA puoi sempre provare con gli estrogeni…i peli non crescono più di sicuro…unica controindicazione? Al posto dei peli sul petto ti crescono le tette!!

    38. Non c’è nulla di sbagliato nel depilarsi. Ognuno fa quel che vuole, Siate piu’ aperti ed Europei… Gli uomini che fanno sport si depilano un po’ tutti:

      NUOTATORI
      CICLISTI
      BODY BUILDER
      CALCIATORI
      CORRIDORI
      TRIATLETI
      ETC…

    39. ma quelli sono professionisti e lo fanno per una questione, almeno i calciatori, di masosterapia alle gambe…con i peli i massaggi in effetti vengono male!

      Ma poi chi ci trase essere europei? Gli europei si depilano? Ho un parente inglese…lui, ed i suoi amici (tutti sportivi) mica si depilano!

    40. depilato,ascolta,io sono abbastanza aperto,non ho bisogno d depilarmi per sentirmi più…aperto…anzi a dir la verità proprio la parola aperto mi fa venire i brividi diciamo che si addice più a chi si depila!!!
      Tu sei abbastanza aperto e depilato?

    41. @diffidato: sei un fenomeno!! ahahahahahahahah 😀

    42. @diffidato: ma a chi alludi? Agli sportivi?

    43. @giovanni
      Massimo rispetto per gli sportivi( quelli veri),ci vogliono le palle per esserlo,ma sentirmi dire che devo essere più europeo e più aperto …..e depilato…

    44. @diffidato
      saresti carino depilato 🙂
      ogni tanto ci becchiamo

    45. beh, ognuno faccia cio’ che gli pare….io sono per i normopelosi, e sopratutto per chi resta come madre natura lo ha fatto

    46. soprattutto con due “t”

    47. giovanni for president!
      concordo a pieno

    Lascia un commento (policy dei commenti)