martedì 25 lug
  • Il Vangelo secondo il tifoso

    Il tifoso pensa di avere sempre ragione. Lui paga il biglietto, vive per i colori della squadra del cuore, pensa che la maglia (la sua naturalmente) conti più di qualsiasi altra cosa. E quindi, ineluttabilmente, ha sempre ragione lui. Perché gli allenatori cambiano, i giocatori pure e persino i presidenti. Ma i colori, quelli no. Quelli non possono mai cambiare. Soltanto Emilio Fede era juventino e si è trasformato in milanista per non disturbare il suo padrone. Ma quella, comunque, è un’altra storia.

    Il tifoso pensa che se ci fosse lui al posto dell’allenatore prenderebbe a calci i campioni del mondo, punterebbe sui giovani motivati e lascerebbe a casa chi non lotta e suda fino all’ultimo respiro per portare in alto la (sua) maglia. E pazienza se, magari, un beniamino non vive momenti esaltanti. Il tifoso fischia persino Amauri se la (sua) squadra perde 3-1 in casa e non riesce a uscire dall’incubo.

    Il tifoso fischia. Se è frustrato, incazzato, turbato, preoccupato. Lui fischia. Perché tanto ha pagato il biglietto e se lo può permettere. Fischia anche l’allenatore che gli ha fatto vincere scudetti e coppe dei campioni, figuriamoci se si priva con chi lo ha semplicemente portato in serie A e in Europa dopo trent’anni di male figure e fegati spappolati tra seconda e terza serie.

    Il tifoso dice che se non ci fosse stato un presidente con i soldi oggi sarebbe alla canna del gas. E pazienza se il presidente parla, parla, parla. Parla e destabilizza, parla e delegittima, parla e spara cazzate (è una citazione, non tanto colta ma pur sempre citazione). Per il tifoso, il padrone mette mano al portafogli e quindi può permettersi di dire quello che vuole e di insultare i suoi dipendenti. Anzi, i suoi sottoposti. Perché il tifoso difficilmente ha cognizione della lotta di classe. E se ce l’ha, dice che uno che prende un milione di euro all’anno può essere sputato in faccia, perché nel milione è compresa la vagonata di merda che il padrone può lanciargli qualora gliene venisse voglia.

    Il tifoso ritiene che se la (sua) squadra è in difficoltà sia normale attendere il pulman e lanciare contro i finestrini uova marce. Non crede che gridare “andate a lavorare” prima che inizi la partita (o dopo cinque minuti) possa demoralizzare ragazzi di vent’anni che già vivono un momento poco entusiasmante. Perché quei ragazzi di vent’anni guadagnano un milione di euro all’anno e quindi… (vedi sopra).

    Il tifoso ama l’allenatore che lo prende in giro. Quello che ride, si diverte, fa le battute, tiene alto il morale della truppa. Ecco, il tifoso ama gente come Gianni Di Marzio, che portò il Palermo in serie C ma ancora oggi è considerato uno dei più allegri e divertenti mister mai passati dalle parti della Favorita. Il tifoso, al contrario, diffida dell’allenatore che dice quello che pensa e ride poco (perché spesso c’è ben poco da ridere). E se poi quell’allenatore si azzarda a dire che essere accolti da uova marce ed essere fischiati a più non posso sia un atteggiamento “premeditato”, il tifoso è disposto a tutto pur di farlo fuori (metaforicamente parlando. Almeno spero).

    Il tifoso si esalta per la novità. Per il giocatore esotico, quello tenuto troppo tempo in panchina dall’allenatore incazzoso. E allora capisce che se lo applaude a scena aperta è come se fischiasse il mister nemico. Certo, poi l’esotico perde una palla a centrocampo e fa segnare gli avversari, ma vuoi mettere come tira bene le punizioni?

    Il tifoso dimentica che quando c’è un problema, il padrone deve essere il primo a prendere in mano la situazione. Come fece Berlusconi con Ancelotti (e Dio solo sa quanto mi pesa dirlo in campagna elettorale) l’anno scorso. E anche quest’anno. Nel frattempo Carletto a quel presidente ha regalato una Champions e una Intercontinentale. Chissà come sarebbe andata se, al contrario, supersilvio l’avesse insultato (e magari pure querelato). Ma questo, al tifoso, interessa poco o nulla.

    Il tifoso lancia in rete una petizione per cacciare via l’allenatore e persino per denunciarlo in tribunale. Evidentemente il tifoso ha molto tempo a sua disposizione.

    Io non sono un tifoso.
    Buona Pasqua a tutti

    N.d.R.: il titolo va inteso con rispetto parlando per il Vangelo. E per il tifoso.

    Ghiaccioli...online!
  • 98 commenti a “Il Vangelo secondo il tifoso”

    1. Ho perso il conto delle sconfitte in trasferta (accompagnati da solenni figuracce e dalla pratica dell’anticalcio) che i poveri ragazzi di 20 anni e il loro indomito condottiero ci hanno regalato. Chi erano quei birbaccioni a Genova, Torino, Parma, Catania, Milano ecc. che li hanno demoralizzati ?
      Non starò a ripetere (l’ho già scritto in altro post) il perchè non può essere ritenuto colpevole di un gol un giocatore che perde la palla a centrocampo (ci sono ancora 50 metri prima di arrivare in porta, sempre se qualcuno avesse insegnato ai difensori come fare le diagonali difensive).
      E sul terzo gol, bis del primo di Parma, come ci si piazza sui calci d’angolo.
      E che bisogna programmare le ripartenze.
      Sempre che qualcuno glielo avesse insegnato.
      Ma, si sa, Guidolin è quello che ci ha fatto raggiungere il miglior risultato della storia.: può vivere di rendita su quegli allori.
      E se si può condannare il tifoso ragazzino che lancia le uova, non si può parlare di clima ostile di tutto lo stadio che assolutamente non c’è stato.
      E in quanto a Zamparini, ok tutti i suoi difetti, ma rinnovo una domanda a Lucio Luca, se vorrà avere la cortesia di rispondere: se lui dicesse al Suo direttore, in maniera pubblica e sputtanandolo con tutti: “Quello che dice Lei da un orecchio mi entra e dall’altro mi esce “, come finirebbe ?

      P.S – Simpatico il titolo ” Il Vangelo secondo il tifoso”. Ma non esiste nemmeno il “Vangelo secondo Luca” Anzi si, scusatemi, ma è stato scrito duemila anni fà

    2. Condivido quasi totalmente

      E sai perchè dico quasi?

      Perchè se è vero che il presidente parla, parla e straparla e delegittima, un allenatore può non saperlo la prima volta che viene ingaggiato e magari al secondo ingaggio accetta perchè pensa che il presidente sia cambiato

      Ma se per la quarta volta ritorna a lavorare per un uomo che notoriamente non è tra i più coerenti e pazienti, comincio a pensare che qualcosa che non va c’è pure nella testa di questo allenatore e quindi se mettiamo questi due aspetti sulla bilancia, questa alla fine si equivale.

      Se non sbaglio c’è stato un allenatore, tal Giampaolo, che alla fine stufo dell’incoerenza del suo presidente ha preferito licenziarsi piuttosto che portare gli animi di tutti all’esasperazione per farsi licenziare e in tal modo non perdere il suo lauto ingaggio.

      Ma evidentemente non tutte le dignità hanno lo stesso prezzo!

      Definire poi il Barbera di ieri uno stadio infernale è solo una bieca calunnia, lo dico con assoluta certezza visto che ieri, ahimè, ero lì.

      In curva nord, giusto per la precisione

      Molto meglio sarebbe stato per me, andare a prendere un tè all’arancia a Mondello!

    3. A Guidolin le uova…per i tifosi nessuna bella sorpresa!!

      Ciao

    4. BASTA! Mi sembra davvero ridicolo!
      Guidolin non avrà tutte le colpe della situazione del Palermo, ma invece di pensare a lavorare e a fare la persona seria, cerca solo di scaricare queste colpe sul pubblico. Ok, la società ha le sue colpe, il Presidente non ne parliamo, i giocatori avranno le loro, ma noi spettatori che cavolo di colpa abbiamo commesso?
      Forse quella di continuare a recarci ogni volta allo stadio con la speranza di vedere giocare una partita di calcio, a prescindere dal risultato ma solo una partita di calcio. Non mi parlate di fischi perchè io non ho saltato una sola partita allo stadio come faccio ormai da anni(perchè il tifoso, quello vero, va allo stadio, non guarda la partita comodamente in tv, al calduccio magari sgranocchiando pop corn) e questa valanga di fischi non l’ho mai sentita.
      Non voglio dire che in altre piazze di fronte a questo scempio si sarebbe visto di peggio, xchè non mi interessa proprio il confronto. Qui è Palermo, e a Palermo stiamo assistendo allo spettacolo di un uomo che sarà pure un bravo allenatore ma come uomo ha un solo difetto: non saper ammettere i propri limiti e le proprie responsabilità, e non avere nemmeno la coerenza di difendere fino in fondo una propria idea, figuriamoci una dichiarazione scellerata alla stampa.
      E’ ridicolo, è semplicemente ridicolo, e se avesse un solo briciolo di quella dignità di cui parla sempre a sproposito, se ne andrebbe da solo, dopo avere chiesto scusa a chi gli aveva affidato i propri sogni calcistici.
      E per il resto, prima di parlare di tifosi con tanta ironia e disprezzo, impariamo ad essere umili e a non fare sempre e solo i qualunquisti credendoci dei grandi giornalisti solo per il disprezzo che sappiamo imprimere alle nostre parole.
      Meno male che lei non è un tifoso, il Palermo e i palermitani rosanero di cuore non saprebbero che farsene di un tifoso come lei!

    5. Molto di quello che c’è scritto nel post è giusto…Rispetto persino chi difende Guidolin dagli attacchi…Però un’annotazione la devo fare: arricciano le carni cu’ stu Paliemmu…

    6. Mah… Secondo me, in questo momento davvero eccessivo, la colpa minore ce l’hanno proprio i tifosi. Tutti si fanno i fatti propri e vanno a ruota libera, perché non dovrebbe essere così anche per i tifosi che non hanno il dovere assoluto del senso di responsabilità che non potrebbe mancare ad altri? A parte il fatto che io ero allo stadio come te, Lucio, e il clima infernale non l’ho percepito. A Roma fischiano la Roma dopo un primo tempo orrendo e Spalletti, dall’alto della sua ultima vittoria, non si permette di prendere per il bavero i suoi aficionados, perchè non si fa così. Perchè un allenatore dovrebbe assumersi magari addebiti in eccesso per il bene della squadra e dell’ambiente, non accampare alibi, quando non riesce a dare uno straccio di gioco.

    7. sono molto daccordo su quasi tutto.
      mi dispiace un po il clima che si è creato.
      GUIDOLIN NON PENSO CHE SIA UN PAZZO SCATENATO,QUALCOSA DI VERO CI SARA.

    8. Mi dispiace, ma non sono d’accordo.
      Allo stadio non c’era nessun clima infernale. I fischi sono iniziati quando la squadra, come fa da un pò di tempo, ha smesso impegnarsi.
      Jankovic è stato appaludito perchè era l’unico che correva.
      Tempo fa ho detto che la squadra non si fischia , ma onestamente devo dire che sabato scorso non è successo nulla di quello che dice Guidolin.Se quelle erano contestazioni, allora siamo arrivati ad essere prevenuti, non appena i tifosi mostrano il loro disappunto.
      Dovremmo fare sempre finta di nulla? Applaudire dopo prestazioni senza spina dorsale? Bastano i venti minuti doopo il terzo goal per rimediare a partite perse senza carattere?
      No, non lo credo…E’ giusto che tutti si prendano le proprie responsabilità. La società in primo luogo, ma anche allenatori e giocatori.
      Sicuro che quest’anno non si poteva fare qualcosa in più? io penso di sì.
      Zamparini dovrebbe essere più vicino all’ambiente e contare fino a cento prima di parlare? Io penso di si.
      Se Guidolin, crede che in quest’ambiente sia difficile lavorare, allora è giusto che debba andare via. Ma non ora. Aspetti otto giornate e poi sarà libero. Gli impegni si mantengono.
      E’ facile giustificarsi, dando la colpa a fattori esterni, quando non si vuole ammettere di avere una squadra allo sbando e senza gioco.
      Non tirerei mai le uova, ma non mi sento di colpevolizzare che sabato ha mostrato in modo civile, e sottolineo civile, il proprio disappunto.
      Lucio, questa volta sembra che abbiamo visto due partite diverse…

    9. PRIMA DI TUTTO vorrei puntualizzare che con Guidolin si perde pure fuori casa senza tifosi…ieri chi era allo stadio ha percepito la raeltà, chi stava fuori (come tutto il resto dell’Italia) hai percepito solo la “REALTA’ SECONDO GUIDOLIN”.
      Grazie mister, per ridicolizzarci bastava anche solo perdere in serie con tutte le ultime in classifica.
      Ora prova a salvarci contro: Napoli, Juve, Catania, Lazio, Sampdoria…E NON CERCARE ALIBI.

    10. Ma se sono tre mesi che dice che sente i fischi il Signor G?
      Quest’uomo ha le visioni, altrochè.
      Se li sogna pure la notte!!!

      Naturalmente non condivido nemmeno una virgola del post di Lucio, a differenza di quello del Signor Puglisi.
      Attaccare Jankovic poi mi sembra veramente paradossale, dice che ha perso una palla a centrocampo ok, con tutti i compagni schierati dietro a fare che? A grattarsi i c…apelli?
      Se ad ogni palla persa a centrocampo dovessimo prendere goal diventerebbe brocco pure Drogba a sto punto!
      Con questo non voglio dire che Jankovic sia un campione o chissà che (non cè materiale a sufficienza per giudicarlo ancora), solamente che è stato il migliore in campo e uno dei pochi a giocare.
      Forza Palermo, un tifoso.

    11. Adesso ci sarà la caccia a Colantuono (se la notizia sarà ufficializzata).
      Già mi immagino i post denigratori verso il nuovo salvatore della patria che magicamente dovrà far giocare bene questi broccoli (con tutto il rispetto per i broccoli) e che dovrà vincere partite impossibili o quasi!
      E alla prima partita persa si tornerà a dire:
      “ma non eravate voi che non volevate Guidolin?”
      Tanto perchè il Signor G è sempre esente da colpe, ovunque e comunque.
      La squadra l’ho allenata io dal girone di ritorno dell’anno scorso, insieme a quegli incivilotti dei tifosi (che hanno tirato due uova e si sono permessi di fischiare delle amebe).

    12. una lunga teoria di cazzate!…
      ma con la giustificazione alla fine: scritte da un non-tifoso…
      dunque da un esterno alla vicenda, uno poco pratico delle cose che ha scritto…

      dunque, mi chiedo perchè le abbia scritte…
      ..evidentemente aveva molto tempo a sua disposizione…

    13. Io non penso d’avere sempre ragione.
      Io fischio. Se sono deluso, non frustrato.
      Io ho coscienza della lotta di classe, visto che un paio di libri li ho letti anch’io.
      Io non credo che chi guadagna un milione all’anno può essere sputato in faccia, ma credo che non possa neanche sputare in faccia (metaforicamente) a 30.000 persone.
      Io non amo l’allenatore che mi prende in giro. Di Marzio me lo ricordo come un allenatore “bollito” all’ultima panchina della sua carriera. E non mi fece affatto divertire.
      Io non mi esalto per le novità esotiche.
      Io sono un tifoso. Offeso dalla sua descrizione.

    14. Devo elogiare Puglisi, che pur avendo sempre “difeso” guidolin da ieri scrive nei riguardi del caso guidolin pensieri assolutamente obiettivi.
      Lucio Luca non dimostra obiettività e riuscire a prendere di mira Jankovic che ieri é stato il migliore del Palermo, l’unica nota positiva, dimostra scarsa competenza delle cose di calcio da parte del giornalista Lucio Luca, definirei i giudizi di Luca sempre sgradevoli e cattivi sui tifosi, e su certi giocatori, soprattutto quelli ricorrenti su Jankovic, accanimento sospetto. Meno male che non sei tifoso e nemmeno giornalista a Palermo, dove c’é bisogno di gente obiettiva che informa l’opinione pubblica. Il tifoso pagante si puo’ permettere di fischiare se non gradisce lo spettacolo, é vero, in tutte le altre città italiane fanno peggio, anzi, fanno spesso i delinquenti. I fischi di disapprovazione li hanno sperimentati da sempre grandissimi artisti e li hanno accettati, anche se a malincuore. Figurati se non si fischia un perdente come guidolin che su 17 partite ne perde 8 e che gioca peggio che in serie C. Te l’ho già detto decine di volte, é stato il Palermo a portare in serie A guidolin, chi dice il contrario afferma falsità, guidolin ha beneficiato in serie B di una squadra da 4° posto in serie A e Baldini aveva già fatto 42 punti contro i 41 di guidolin. Tu vorresti che Zamparini continuasse a difendere, come ha fatto piu’ volte tra l’altro, uno pseudo-allenatore che sta provocando gravi danni sportivi e patrimoniali e il totale raffreddamento degli entusiasmi del pubblico che non sopporta piu’ il suo non gioco soporifero? Non credo che il tuo padrone sopporterebbe il fatto che tu gli faccia perdere molti lettori. Tra l’altro il tuo metodo che consiste nel porti nelle vesti di nemico esasperato del lettore che sfidi costantemente a duello non penso che sia il migliore per attirarti l’interesse dei lettori che credimi, al contrario, provano un profondo senso di fastidio, EUFEMISMO, nel leggere le tue mistificazioni, che, peraltro, esponi nei modi per nulla convincenti, nè credibili, nè giustificati. Si finisce col non aver piu’ voglia di leggere i tuoi post, troppo semplici i tuoi giochetti. Tu forse non conosci il senso di appartenenza e l’orgoglio conseguente, quindi non puoi capire che chi si sente offeso dalle diffamazioni di guidolin, e dalla cattiva immagine provocata dalle sue istigazioni ad uso dei media, non puoi capire chi decide di dare una lezione memorabile al guidolin che tu ami tanto. E non puoi capire che coloro che vogliono portare in tribunale guidolin nella vita sono molto piu’ impegnati di te a fare cose utili e positive, piuttosto che fare la guerra coi lettori.

    15. …correggo, su 17 partite ne ha perse 9…

    16. io sono un tifoso, che ha pagato l’abbonamento allo stadio, mi sento in diritto di fischiare un giocatore e un allenatore se è palese che non stia dando il massimo, è una maniera per spingerlo a farlo, una parte del suo stipendio è pagato con i miei soldi.
      inoltre pago pure sky per guardarmi le partite, e un’altra parte dello stipendio dei miei beniamini lo esco di tasca mia…nn vedo cosa ci sia di male, se tu scrivi degli articoli di merxxa il tuo datore di lavoro ti licenzia?!o ti regala dei soldi xchè gli fai simpatia?alla base di ogni rapporto di lavoro dunque ci stà il massimo impegno da chi riceve la paga…quando in più questa paga raggiunge livelli impensabili a maggior ragione DEVI DARE IL MASSIMO, sempre ovunque con chiunque.
      cmq hai dichiarato apertamente di non essere un tifoso, dunque non vivi certe cose con parecchio trasporto come un appassionato farebbe, e ci può stare che da un osservatore esterno alcune cose sono poco chiare, ma anche come osservatore esterno ti ritengo oramai poco obiettivo e zeppo di pregiudizi, positivi (guidolin…nn si capisce cosa ti spinge in questa battaglia persa da tempo) e negativi (jankovic, nettamente il migliore in campo sabato, non si capisce xchè ti ostini a parlarne male quando sabato tutti abbiamo pensato la stessa cosa) che non ti permettono più di analizzare serenamente la realtà…(la mia non è un’offesa, sia chiaro)
      inoltre una persona che dopo aver rilasciato quelle dichiarazioni dice pure che noi ci “siamo scordati di quello che lui ha fatto per questa piazza” dimostra ancora una volta un’arroganza e una spocchiosità degna del peggior uomo…lo apprezavo guidolin, anche come uomo…dopo tutto questo mi è davvero caduto dal cuore…non ci ha fatto un favore a portarci in A, e ovvio che lo ricorderò sempre e sempre lo ringrazierò, ma aveva un contratto anche lui, non l’ha fatto per noi tifosi, riceveva uno stipendio e aveva pattuito con il suo datore di lavoro un obiettivo da raggiungere…adesso non ci venga a fare la morale a noi, dopo che tra l’altro si ostina a non volersi dimettere (nel qual caso dovrebbe rinunciare ad un anno ancora di stipendio) e sta facendo di tutto per farsi cacciare (nel qual caso continuerebbe a prenderlo) le dichiarazioni allucinanti ne sono la prova lampante….bologna insegna…nessuno si dimentichi come ha lasciato il nostro beneamato la città di bologna!!!
      dopo parma doveva andare in conferenza stampa e SCUSARSI con tutti noi e basta, questo invece parla parla parla e la zona retrocessione si avvicina…

    17. Spino gradirei un linguaggio più consono. Grazie.

    18. Evidentemente non so chi sia questo signore che ha scritto l’articolo sopra, non ne ho mai sentito parlare, ma da quello che ha scritto posso dedurre semplicemente questo: Afferma di non essere un tifoso, personalmente non lo conosco come giornalista, ed allora visto che non è nell’uno e nell’altro, almeno a mio pensiero, devo dire che è uno che ha al cuore il Milan o magari la città di Milano, e forse gli faceva comodo quando a Palermo una netta maggioranza sosteneva questi suoi prediletti, e non a caso cita Berlusconi Ancelotti e il Milan. Un articolo, il suo, che va contro il Palermo, un articolo che può servire solo a destabilizzare l’ambiente rosanero, un articolo che mette fratello contro fratello, un articolo che vuole creare solo negatività, scompiglio, e perchè no?…. Danneggiare anche la mia amata città di Palermo, dove quest’ultima dopo tanti anni di serie B e C, oggi ha trovato una seria stabilità nella serie maggiore. Serie A, che sta permettendo di dare una grande visibilità anche alla nostra città Palermo, una giusta visibilità nel mondo intero con lo Sport. I Mass Media non facevano altro che presentare la nostra città come mafia, e la prova palese è che non fanno altro che fare films solo di questo genere…. anche Sperandeo (attore palermitano), un giorno si lamentò di questo dicendo: Ma perchè mi cercano solo per fare films di mafia, eppure sono un bravo attore, preferirei fare films, di genere diverso anche per la città di Palermo.
      Ragazzi, tutti voi che leggerete: il mio, è un appello di tifoso, un tifoso umile che ama la Città di Palermo, e sa che attraverso il calcio, lo Sport, oggi qualsiasi città ottiene grande visibilità positiva, e non a caso Berlusconi comprò il Milan della sua Milano in serie B per portarlo ai grandi successi di oggi, guadagnando lui, la sua città, e la sua squadra. Tutti quelli che amate la città di Palermo, non fatevi influenzare da questi signori che vogliono mettervi contro Zamparini, il Palermo Calcio, e la vostra Città. A tante squadre del nord non conviene che il Palermo è in serie A, da fastidio ai potenti, a quei signori che ricavano le grandi fette della torta (i diritti televisivi e altro), parlo di squadre come Milan , Inter, Juventus, squadre che prendono molto denaro in più rispetto al Palermo, e in altri Paesi dell’Europa, invece, la divisione è equa per tutte le squadre partecipanti nella serie maggiore. Zamparini ha lottato tanto contro queste squadre per avere legittimamente una spartizione equa, in quanto solo avendo ed ottenendo questa giusta spartizione, allora il calcio ha un giusto equilibrio, e anche il Palermo potrà essere competitivo, e può ottenere maggiori successi e dare più visibilità alla nostra Città. Vi portò un banale esempio: Amaurì, il nostro campione, vuoi per un motivo o l’altro siamo costretti a svenderlo a queste squadre, in quanto loro ottenendo più soldi dai proventi televisivi e in- legittimamente, possono offrirgli 4 volte più di quanto noi possiamo dargli in stipendio….. una concorrenza sleale, oserei dire antidemocratica, in quanto il calcio è Sport, e le risorse dello stesso, qualunque siano devono essere divise collettivamente, senza fare arricchire ne gli uni che gli altri, ma, dando una giusta competizione a tutti. In ogni caso, anche se la materia è un poco complicata, bisogna dire che, nel bene e nel male, dobbiamo sostenere la nostra Città……e la nostra, almeno per i veri palermitani, è PALERMO, e chi fa il bene della stessa, e dopo tanti anni ZAMPARINI a prescindere dai suoi interessi imprenditoriali e, legittimi in quanto è un lavoratore, sta facendo e sta lavorando di volontà sua o meno anche per il bene della nostra Citta di Palermo. Sostenere Zamparini, sostenere in ogni modo il Palermo in serie A, significa sostenere la nostra Città di Palermo a grandi livelli, offrendo alla stessa un ottima visibilità ed immagine nel mondo intero attraverso lo Sport, e pian piano così facendo, facciamo dimenticare all’estero che esistiamo solo con lìattribuzione di MAFIA, quale a noi onesti cittadini non ci compete! Non mettiamoci contro Zamparini, e come metterci contro noi stessi, una trappola che ormai e in tanti modi stanno cercando di tenderci. Scusate tutti gli errori grammaticali, ma non sono un giornalista, spero solo che sono riuscito a spiegarmi con il mio basso titolo di studio,come non sono un giornalista, ma un passionale tifoso della mia Città Palermo!

    19. E sempre Forza Messinaaaaaaaaaaa!!!!!!!

    20. Ripeto ancora una volta io mi affiderei a quella frase che dice-FRA I DUE LITIGANTI IL TERZO GODE-e cioè fra GUIDOLIN E COLANTUONO io prenderei sino a Giugno il ns concittadino IGNAZIO ARCOLEO.Siete d’accordo con me?

    21. “Consonante” rispetto a chi? rispetto a cosa?? Forse l’autore non ha cognizione del significato di qualche parola da me usata?? O forse non è riuscito a cogliere il senso del mio messaggio, gliene è sfuggito il “suono”?? Non mi stupirei di ciò, visto il tenore farneticante dei suoi scritti.. Peccato, perchè le espressioni da me usate credevo fossero deliziosamente armoniche, quale risposta al suo sconclusionato manifesto anti-tifoso: dalla definizione dello stesso (teoria di cazzate: controllare ogni vocabolario italiano per rendersi conto del comune uso e significato del termine!), alla chiosa in perfetta sintonia con la sua..Con l’unica differenza che il suo discorso rimane intriso di qualunquismo, ignoranza e generalizzazioni; il mio, quantomeno, può fregiarsi del fatto di essere con coscienza ben indirizzato verso un soggetto, che ha dato prova manifesta della sua vacuità!..
      Così come, con ogni probabilità, della sua vita grama..E sì: perchè ciò che ha scritto, e come lo ha scritto, mi fa sospettare che il soggetto non solo non conosca il mondo e il personaggio che cerca di dipingere, ma abbia anche ben poca coscienza di cosa siano e come si manifestino le vere passioni! Che accomunano il tifoso di calcio al melomane, piuttosto che al militante politico, piuttosto che alla “follia” di un amore incondizionato!!
      E lasciamo perdere poi le considerazioni relative all’approssimazione professionale con cui si descrivono gli eventi..Alla scarsa deontologia dimostrata da giornalisti, più o meno certificati, più o meno pagati, più o meno “in vista”, nel caso di specie…Anch’io avrei tanto desiderato fare il giornalista nella mia vita..ci ho provato..poi ho capito che senza quel “qualcosa”, che per quanto mi guardassi intorno non avrei mai potuto trovare, non sarei arrivato un giorno neanche a scrivere un articolo sul giornalino del quartiere…E l’autore di questo pezzo mi dimostra quanto avessi ragione!…
      Mio caro Lucio Luca, Marx si rivolterebbe nella tomba a vedere certi “lavoratori”…

    22. Alcune precisazioni. Anzitutto Rosalio è un blog e non un giornale. Infatti qui ognuno è libero di dire qualsiasi cosa, di rispondere, al limite anche di offendere (Spino, Rosalio interviene se ritiene che il contenuto di un messaggio va oltre le righe, ma credimi che non c’era alcun “sbracamento” da parte tua, salutami Marx) mentre in un giornale si legge e basta (poi liberi di essere o non essere d’accordo, al limite si cambia giornale). Mi spiace se qualcuno, da tifoso, si ritiene offeso da semplici considerazioni. Io scrivo qui da anni e queste cose le ho sempre dette. E Rosalio ha sempre dato a chiunque la possibilità di confutarle, respingerle, denigrarle. Questo è un libero spazio, l’autore del post e il lettore sono assolutamente posti allo stesso livello. E molto spesso chi commenta scrive anche di più del (presunto) commentatore.
      Nello specifico, Guidolin ha un milione di colpe. E’ antipatico, ha un carattere che non lo aiuta, sbaglia le formazioni, tiene in panchina grandi campioni. Ha perso 9 partite su 17 e quindi ha fallito. E’ tutta colpa sua? Io penso di no, molti dicono di sì. Io rispetto loro, spero che loro rispettino me. Teniamoci stretto questo spazio di democrazia e continuiamo a discutere, se vi va. Caro Devil, nemmeno io ti conosco, però non è fondamentale qui. O no? Io ho scritto una cosa, tu ne hai scritta un’altra. Tutto qui. Non sono milanista, comunque, ma se pure lo fossi sarebbero anche affari miei, che dici? Ma parlando di pallone, lasciamo stare la mafia, non c’entra granchè. Lunga vita al presidente, che ci ha riportato in serie A. Ma potremo domandarci perchè una quarantina di allenatori sono stati cacciati o costretti a fuggire nelle squadre da lui presiedute? E’ qualunquismo? Farneticazioni? Giornalismo poco obiettivo? Puglisi, amico mio, tra i 40 c’è Spalletti, lo sai bene. C’è Prandelli. Mica solo lo scarsissimo e permalosissimo Guidolin. Tutto qui. Mi scuso ancora con tutti voi e rinnovo auguri di buona Pasquetta

    23. Ma io dissentivo civilmente mi pare…

    24. “Dalla lettera di Luca…ai tifosi”
      ..a quel tempo, il profeta guidolino, non indovinava manco 1 profezia e si scagliava contro la folla per giustificare gli insuccessi, al contempo, nel sinedrio Rosaliano, Luca difendeva il profeta accusando i tifosi di essere atei….
      .
      “ Dalla lettera di Goku a Lucio”
      Caro Lucio, sono tifoso del Palermo sin da bambino, mi onoro di questo, ai miei tempi si cresceva solo Juventini, Milanisti ecc, era facile stare dalla parte dei più forti, potevi collezionare le figurine “Panini”, avere anche “il completino”ecc, bisognava essere forti invece per tenere per il Palermo, nelle figurine t’andava bene quando stampavano l’insieme della squadra in formato 3×5, e per poter indossare i tuoi colori preferiti dovevi sperare che “ Daricello” ti miracolasse con qualcosa di similare che..una volta indossata era vittima degli sfottò, ma che a me inorgogliva, io, al contrario di “loro”, ..al contrario di tè, andavo allo stadio, potevo vedere i miei beniamini da vicino, incitarli, gioire contemporaneamente per un goal.
      Certo, “voi” giocavate con l’Aiax, “noi” con la Ternana; ma a me stava bene anche così, non tutti si fidanzano con la “Ferilli” e non per questo si sentono repressi, anche una “ Mariella” qualsiasi può darti soddisfazioni.
      Caro Lucio, credo che stavolta hai preso una “cantoniera” di petto, il tuo pezzo è troppo aggressivo giustamente qualunquista, perchè lo è il gioco del calcio, alcune cose scritte, sai benissimo sono quelle che hanno fatto la fortuna di questo sport, siamo o no 50 milioni d’allenatori? “ io quello lo metterei più a dx, l’altro dovrebbe rientrare di più..” non dirmi che tu non lo fai, non dirmi che non hai mai detto “ che scemo Ranieri, ma non lo vede che la fascia è scoperta” c’è chi lo fa allo stadio, insieme ad altri 30000 e questo diventa un brusio, può diventare contestazione, e quando lo è, se civile, cosa ha di scandaloso? Non ho mai sentito dare del “ fannulloni e perditempo” al loggione della “Scala” quando critica una “prima”, eppure tutto si svolge molto più velocemente, gli attori non hanno più partite per poter dimostrare quanto valgono, se “stecchi” ti fischiano, stop.
      Caro Lucio, personalmente ho dismesso l’abbonamento allo stadio da quando ci hanno “rubato” la “ scempion lì” a Genova con la Samp, in quel frangente il “pretino” disse che a fine campionato avrebbe detto come erano andate le cose,….non lo fece, di Zeman c’è ne solo uno, dimostrò di essere integrato nel “sistema”, e allora che non si erga a superuomo o vittima, si vergogni piuttosto e anche tanto, non lo stimo neanche un po, ha avuto il tempo per lavorare, per dare una sua impronta, una fisionomia, non cè riuscito se non in negativo, poteva almeno prendersi delle responsabilità, fare un’autoesame, considerare che forse, bè, non so manco perchè, però…..gente mi dispiace, non và, chiedo scusa, sono pagato per fare una certa cosa e non riesco.
      E INVECE NO! È sempre colpa di qualcun’altro, addirittura della gente.
      MAPORçA PU++ANA, ma dove sono finite le “ noi siamo professionisti, non ci facciamo condizionare, ecc?”.
      Caro Lucio, la verità è che il Rè è nudo, questo signore è stato sgamato, questo signore è lo stesso che nella “dotta” Bologna ha lasciato un pessimo ricordo di sé dicendo “ Città di mer*a”, e che qui non ha fatto niente d’eccezionale se non vincere un campionato di serie B con a disposizione una squadra fortissima (rivedere formazione grazie).
      Certo c’è dell’altro che non và, questa società non mi piace, lo dice un tifoso, ma perchè non lo dicono anche i giornalisti? Perchè non hanno il coraggio di scrivere che è lottizzata? Vi ricordate “Pedrelli?” andava allo stadio alle 8 (in t-shirt) e si occupava financo della pulizia, “il ragazzo” svolgeva BENE il suo lavoro, con abnegazione, eppure… lo hanno fatto fuori per fare spazio a “Sagramola”,(giacca e cravatta) chi è costui? Perchè non ci dite chiaramente chi lo ha “imposto”, ma che fà? Ma chi lo vede? Quanto guadagna? Perchè Zamparini ha come vice Miccichè? Da dove spunta quest’alleanza se manco si conoscevano?.
      Vergogna, che vergogna, l’unica vera vittima oggi sono io IL TIFOSO e tutti mi danno addosso.
      Troppe ne avrei da scrivere, ma la chiudo qui, è pasquetta e almeno oggi qualche “ Crasto” ….lo butto in carbonella.
      Ti prego Lucio, continua a lanciare i tuoi “ghiaccioli” ma …prendi bene la mira.

    25. Quando in panchina c’era Colantuono, la tifoseria (e anche Zamparini in verità, ma ciò non è strano) era esasperata dal suo NON-GIOCO.
      Adesso che probabilmente ritornerà al posto di Guidolin, che si fa? Si ricomincia il ciclo??
      E pensate anche all’annata di Del Neri, anche lui esonerato! E Papadopulo non riconfermato nonostante riuscì a farci andare in Uefa.
      E’ possibile che non ci sia un allenatore buono per il Palermo?
      Considerando che in questi anni cambiando allenatori e giocatori il risultato è sempre stato lo stesso, cioè esoneri, dichiarazioni velenose, clima nervoso, etc… non vi viene il dubbio che il problema sia da imputare alla società??
      Qualcuno me lo può spiegare?
      ciao

    26. Ops…mentre scrivevo ho visto che le mie considerazioni erano comuni a quelle scritte negli altri post.
      Altra considerazione:
      Miccoli out, Cavani out, ci rimane solo Amauri…ma Foschi prima di vendere Brienza ci ha pensato proprio ben vero? Non dico che sia un fenomeno, ma intanto i suoi bei gol con la Reggina li sta facendo!!

    27. Ma chi pensa che la tifoseria sia una entità astrattamente omogenea, grigiamente critica, piegata al volere dei più forti?

      Beh, io la penso un po’ come laconicamente ha già scritto Calpurnio, ma molto per come scrive Goku.

      Che bisogno c’è di aggiungere che in molti giorno per giorno si ricredono su quanto vomiti Guidolin verso il prossimo, senza per questo dire che quanto sostiene o conduce nella sua politica la società Palermo Calcio sia il verbo?

      Troppe cose non mi vanno giù della conduzione tecnica, molte anche della gestione societaria.

      L’una cosa non esclude l’altra.

      Io sono un tifoso, che paga, e forse il redattore ha qualcosa da ridire sul mio mal di portafoglio, sul mio mal di fegato, sulla mia insoddisfazione?

      Francamente non capisco su cosa vuol andare a parare.

      Forse semplicemente gli fa antipatia il Palermo. Non credo sia altro.

    28. IL CORAGGIO DEL GAMBERO:

      CALCIO, PALERMO; GUIDOLIN: MAI PENSATO A QUALCOSA PREMEDITATO
      Francesco Guidolin ha voluto chiarire in una dichiarazione all’agenzia Ansa il senso delle sue parole sul “clima ostile” allo stadio Barbera durante Palermo-Genoa di ieri. ”Voglio precisare – ha detto Guidolin – che non mi ha mai sfiorato l’idea che ci potesse essere qualche cosa di organizzato per quel che riguarda il clima di difficoltà nel quale ha giocato la squadra, né da parte della mia società, né da parte di nessun altro. E’ stata solo una partita tesa, la nostra situazione è un pochino delicata, non facile da giocare in un clima non ideale. Ma mai mi è passato per la testa di pensare che ci fosse qualche cosa di predeterminato”. Guidolin ha spiegato di aver chiamato il presidente rosanero Zamparini per chiarire questo aspetto. (Nic. Api) (23/03/2008) (Spr)

    29. …Tuttavia non sono contento, è quello che voleva, incassare 1.400.000€ mentre scala lo zoncolan che per inciso, non si lamenta.
      E adesso..assuppiamoci il Clown fino alla fine, e non potendo sperare in nulla di concreto, ci auguriamo che almeno abbia lo stesso cu+o di inizio campionato.

      Palermo: Guidolin esonerato
      Zamparini ha richiamato Colantuono
      Adesso è ufficiale: Francesco Guidolin non è più l’allenatore del Palermo. Dopo le controversie degli ultimi giorni, con la squadra in crisi di risultati, il presidente Maurizio Zamparini ha deciso di esonerare l’allenatore. Al suo posto siederà nuovamente sulla panchina rosanero Stefano Colantuono che, a sua volta, era stato già mandato via alla 13.a giornata di campionato, lo scorso 26 novembre.

    30. poveri tutti i prigionieri dei 3/4 concetti che ripropongono continuamente, certi di provocare reazioni e rimanere protagonisti. ovviamente sto parlando solo del povero Guidolin..
      poveraccio, non era proprio possibile lavorare in questo clima.
      Palermo è un inferno.
      i tifosi <>, lo hanno fatto esonerare. vergogna! irriconoscenti verso un tecnico che negli anni scorsi ci aveva portato in serie A e ci aveva fatto conquistare la uefa nonostante un presidente che non ha uscito un euro ed ha comprato solo brocchi e giocatori sul viale del tramonto.
      povero Guidolin, con la stampa a sfavore che ha sempre evidenziato gli errori tecnici peraltro lievi senza accennare alle sue doti di motivatore.
      povero guidolin.. chissà come farà a sopportare il milione e duecentomila euro annui senza squadra..
      povero guidolin.. che si deve tenere dentro il peso del quarto segreto di Fatima rivelatogli a Genova nella stagione della mancata champion’s
      povero guidolin che l’anno scorso perse squadra e spogliatoio nel giro di due settimane nonostante il suo carisma e il suo sorriso che sprona alla battaglia.
      povero guidolin e poveri noi che se retrocediamo saremo di meno allo stadio.

    31. Tornate in serie C2 vi prego…

    32. champagne,sperando che non metta piu’ piede a Palermo neanche d’avversario…

    33. Cominciamo dalle scuse.
      Accettate.
      E dopo che si è pentito..cosa fa..si redime? Dunque promette di non scrivere più..o magari, visto il suo lungo curriculum di giornalista e pure scrittore affermato (..peccato che io e tutti i miei amici, tifosi e non,non lo conoscessimo prima d’ora..), promette solo di non scrivere più di cose che non conosce..come il calcio, o quantomeno il tifo calcistico?..E’ un pò come se io mi mettessi a scrivere un libro, che sò io..sulle prostitute..quando non sono mai stato con una di loro in vita mia!…
      No, no..secondo me spero troppo..continuerà probabilmente a scrivere, su questo sito (che, come lei, prima d’ora non conoscevo..)e altrove..finchè almeno ci sarà qualcuno che le darà da lavorare, che crederà nel suo enorme talento..che la pagherà anche per questo, senza mai interferire nel suo lavoro, senza mai criticarla, senza mai mettere in dubbio la bontà del suo operato…Perchè in fondo..che diritti ha un datore di lavoro??…Ah, dimenticavo, compagno: lei di classe conosce solo quella dei proletari, non altre…Beh,chissà il destino..magari un giorno capiterà che finisce in una delle mie…di classi, intendo!…Eh sì, perchè un giorno o l’altro tutti noi, a mio parere, diventati grandi, adulti e vaccinati, e magari sentendoci “maestri di vita”, anche delle vite che non conosciamo, dovremmo avere l’umiltà di tornare (metaforicamente) dall’altra parte: sui banchi degli allievi, di chi non conosce e vuole conoscere, perchè sa che è meglio informarsi, e studiare, prima di parlare delle cose che non si conoscono…
      Buona Pasquetta!
      Ah, dimenticavo, su una cosa almeno siamo d’accordo: l’intervento del moderatore del sito è stato veramente ingiustificato, e per ciò stesso, poco comprensibile ai miei occhi…chè il suo datore di lavoro sia anche il suo avvocato??…

    34. La Fiorentina, quarta in classifica, meno di un mese fà è stata fischiata e pesantemente criticata (Corvino e Prandelli si sono pure incacchiati) per una sconfitta. A Roma bastano 45 minuti mediocri per le contestazioni (e i calci alle auto a Trigoria, gli agguati etc). A Cagliari e Brescia giocatori come Langella o Adani (e lo stesso Guana) sono stati costretti a scappare…
      Però dopo un anno e mezzo di figuracce, ci dobbiamo assuppare quel mezzo uomo di Guidolin che se la prende con la tifoseria… Siamo seri, per favore.

    35. Ho letto tutti i vostri interventi, ne condivido molti, altri un po’ meno ma sono come sempre molto felice del fatto che si discuta civilmente anche di una cosa apparentemente poco importante come il pallone (ovviamente siamo tutti convinti che sia importante, io il primo). Mi tocca ancora precisare qualcosa. Anzitutto rispondo a Roberto Puglisi che non è solo un amico ma anche, e soprattutto, un giornalista come pochi in questa città. Tu e tutti quanti potete dissentire, ci mancherebbe, e lo state facendo civilmente come è giusto che sia. Quindi, tranquillissimo, sai quanto ti voglio bene. Tifo pure per lo scudetto alla Roma, pensa te…
      Goku, concordo in moltissime cose che scrivi (specialmente sulla questione Pedrelli, persona squisita e di grande professionalità: chi l’ha cacciato? Guidolin? O magari qualcuno della società?). Ho detto che Guidolin ha un milione di colpe (per esempio non avere fermato il trasferimento di Brienza alla Reggina, tanto per dirne una), mi pare però che ci siano anche altri colpevoli in questo sfascio. Ma molti di voi pensano che sia il parrino la causa di tutti i mali e io, sommessamente, penso che sia un’opinione sbagliata. Tutto qui. Poi, per carità, siamo tutti commissari tecnici, quindi…
      Spino, allora lei proprio non vuole capire. Ho chiesto scusa a chi si è offeso e lo ribadisco. Posso anche non capire un tubo di pallone e non sarebbe nemmeno un’onta. Ma il tono, oggettivamente, mi pare fuori luogo. Non sono pentito di nulla e non dovrei certo pentirmi con uno sconosciuto. Perchè lei non mi conosce, ma nemmeno io so chi sia lei. Solo che io la faccia qui ce la metto, lei no. Quando vuole, un caffè e sarò lieto di discutere con lei. Non so se ho un enorme talento (non lo credo) però su una cosa vorrei tanto rassicurarla. Qui su Rosalio si chiacchiera e nessuno ha mai preso una lira. Quindi certe “tirate” su chi la paga etc. sono davvero fuori contesto. A proposito, io un libro sulle prostitute l’ho scritto, sarò lieto di regalarglielo. Magari quando frequenterò le sue classi e mi insegnerà a vivere.
      Buona Pasquetta anche a lei

    36. Dovresti aggiungere per dovere di cronaca “scarso come pochi”. Ti ringrazio per il colpaccio a San Siro. Anzi, ti benedico

    37. Dimenticavo, immagino che Titti sia una donna. Come sempre, gli interventi più lucidi, anche nel virile mondo pallonaro, li fanno le signore. Ecco, se vi va, leggete le poche righe di Titti. Le condenso (anzi le copio e incollo): “Considerando che in questi anni cambiando allenatori e giocatori il risultato è sempre stato lo stesso, cioè esoneri, dichiarazioni velenose, clima nervoso, etc… non vi viene il dubbio che il problema sia da imputare alla società?? Qualcuno me lo può spiegare?”. Ecco, qualcuno lo spiega anche a me?

    38. Spino purtroppo (per te) qui tocca a me giudicare i commenti di chi scrive e non a chi scrive giudicare i miei. Quindi ti invito ad attenerti alle regole e ai ruoli. Grazie.

    39. Infatti guidolin non è l’unico male… ma almeno abbia la cortesia di non incolpare chi proprio non c’entra niente…

    40. Caro Lucio, credo sia inutile spiegarle qualcosa, perchè come dicono dalle mie parti il vero sordo è chi non vuole sentire!
      Lei ritiene responsabile di ogni male la società e continua a ripetere che noi colpevolizziamo solo Guidolin quando quasi tutti abbiamo scritto che le colpe sono un po’ di tutti ma nessuno può arrogarsi il diritto di offendere i tifosi solo x non ammettere le proprie colpe.
      Questo è tutto ma non credo che lei capirà.

    41. I toni, i miei, me ne rendo conto, si sono surriscaldati. Mi capita spesso, in quanto caldo è il temperamento (soprattutto quando cè da discutere su sentimenti o ideali personali), e in quanto caldo è l’argomento, e questo non certo per “merito” mio o suo..
      Visto che ci siamo però, e che mi ha convinto del carattere democratico e libero del “luogo” in cui scriviamo (ribadisco: che se ne ricordi soprattutto il webmaster, che di questa libertà dovrebbe essere garante..), approfitto per alcune precisazioni anch’io..
      Lei ha scrito un articolo titolato “il Vangelo secondo i tifosi”, dove ha denigrato più o meno sarcasticamente proprio la figura del tifoso di calcio, non rendendosi conto (le sto venendo incontro…) di come così facendo stesse offendendo una quantità IMMENSA di persone che in quella categoria si riconoscono, ma che non si riconoscono di certo nelle generalizzazioni qualunquistiche e demagogiche del suo affresco..Non ha scritto invece, come si potrebbe desumere dalle successive precisazioni che lei ha fatto, un articolo su Guidolin e Zamparini, evidenziando le colpe dell’uno e dell’altro e schierandosi alla fine per il primo..E no! Lei ha deliberatamente preso posizione nella querelle mediatica nata (da mesi) tra l’ormai nuovamente ex allenatore del Palermo e NOI tifosi, volendo far passare l’idea che chi tifa veramente, appassionatamente per la sua squadra del cuore, sia assimilabile ad un essere stupido, fanatico, iracondo, ignorante, irragionevole, ingrato..e chi più ne ha più ne metta! Non lo nasconda, non si nasconda…Le scuse, se sincere, devono essere accompagnate dalla coscienza dell’errore…sennò mi ricorda proprio quel qualcuno la cui causa lei ha cercato di perorare su questo blog…
      A ciò si aggiunga, punto primo: che lei stesso, in calce al post, dice di non considerarsi un tifoso, e ciò mi lascia alquanto perplesso, poichè mi chiedo allora a quale titolo lei scriva in un blog dedicato a Palermo,fatto da palermitani, nella sezione sportiva dedicata alle vicende del Palermo calcio?! E, punto secondo, che per scrivere di qualcosa o di qualcuno, bisogna sempre averne la competenza e la conoscenza dei fatti e delle persone. A maggior ragione se la comunicazione è rivolta al pubblico! Da quel che ho visto, lei vive a Roma: mi chiedo dunque che conoscenza abbia dei fatti che avvengono qua a Palermo da 15mesi a questa parte..Mi chiedo come, a tanti chilometri di distanza, possa avere minimamente il polso del clima “infernale” creato..da Guidolin(!) con le sue accuse immotivate alle pressioni della piazza..Mi chiedo, ancor più semplicemente, cosa ne sappia di ciò che è realmente successo fuori e dentro lo stadio durante la partita di sabato pomeriggio!!…
      Per cui, mi consenta, ma non può dirmi che, nel caso di specie, non sarebbe un’onta per lei non capirne niente di pallone, visto che è di questo che scrive! Almeno in questo luogo, poichè non ho idea di cosa si occupi nella redazione di Repubblica (liberamente, scelgo solitamente altre testate..)..Spero solo sia di qualcosa che non procuri un'”onta anomala” sia a lei che al direttore del suo giornale!!…
      Per la mia faccia, posso anche mandarle una foto, se vuole..Se proprio lo vuole sapere, dopo aver letto domenica mattina anche l’articolo sulla partita pubblicato on line da Repubblica, ho provveduto a inoltrare formale e circostanziata lettera di protesta ad ogni indirizzo mail che ho potuto ricavare..E le assicuro che ho firmato col mio vero nome!
      Mi scuso ancora, con gli altri utenti del blog e lettori di questo commento, se i toni sono diventati così “caldi”. E la ringrazio comunque per lo spazio che mi ha concesso.
      Oggi abbiamo voltato nuovamente pagina. Con l’unica mossa possibile per raddrizzare, nel breve periodo, una situazione così compromessa: cacciare la guida tecnica, che di responsabilità ne ha sempre tante in generale; enormi, soprattutto sul piano umano, nel caso particolare.
      Per avere un nuovo Presidente, e una nuova società, dovrebbe invece accadere qualcosa di più complesso: trovare qualcuno con tanti, ma tanti soldi!! E possibilmente, per un futuro più roseo, amante di questi colori..Guardandomi intorno, non mi sembra proprio di vederne molti…lei conosce qualcuno, forse?
      FORZA PALERMO
      Un tifoso

    42. Se quella era una citazione, anche se non molto colta come tu stesso hai scritto, caro Lucio, andava scritta tra virgolette. Che dici? Mi pare una piccola furberia per sortire il lancio della frase a effetto, pur parandoti tra le parentesi subito dopo.

    43. @Lucio
      Si, sono una donna 🙂 e da sempre appassionata di calcio e del Palermo.
      Grazie per il complimento che mi fai, in effetti non capisco certi attacchi personali (vedi Spino) su un blog dove è bello ritrovarsi per fare 4 chiacchiere.

      Nel frattempo, insieme a Lucio attendo lumi…

    44. ops…riscusatemi..ho problemi con l’aggiornamento della pagina e ho letto gli altri interventi dopo aver pubblicato il mio.
      Sorry 🙁

    45. riassumendo, un giornalista juventino di Gela che vive a roma scrive un post, da roma, da non-tifoso, contro l’U.S città di Palermo. un tifoso romanista, giornalista, di Palermo, ringrazia, in quanto juventino il suo “collega”, su un blog palermitano in un post contro il Palermo?! li mortacci vostra!! 🙂
      ma se vi scrivete delle mail fra di voi? dai non mi dite che non sono democratico adesso. non vi sto dicendo che non potete criticare il palermo, sapeste cosa penso contro roma e juve, ma non vado a farlo nei blog giallorossi o bianconeri! anche perchè non me lo permetterebbero, altro che città infernale…!

    46. Titti,
      ma secondo te l’articolo in questione, non era un attacco a tutti coloro che si dichiarano tifosi?
      Ma non ti sei accorta che veniamo dipinti come dei bambini di 11 anni neanche tanto svegli, nè più e nè meno come un certo signore che possiede tre televisioni ebbe a definire il pubblico televisivo?
      Ho già scritto di ritenermi offeso e le scuse di rito non le ho proprio accettate.
      Conoscevo l’autore per la sua rubrica satirico-sportiva nel giornale sul quale scrive, e non nego che, essendo un fedele lettore di quella testata, spesso l’avevo letto con piacere. Adesso ho avuto modo di comprendere meglio le ragioni caratteriali che lo portano a sbertucciare gli addetti ai lavori, guardando tutti dall’alto di un pulpito sul quale si è issato da solo. Non volendo essere suo complice, eviterò in futuro di leggerlo!
      Per il resto, continuiamo a farci 4 chiacchere, che è bello davvero.

    47. Dissento assolutamente in merito al clima infernale, io ero in curva nord. E’ vero che Jankovic a perso palla a centrocampo e l’avversario ha segnato ma dietro di lui c’erano 4 giocatori più il portiere. Quindi mi sembra assurdo dare la colpa a lui, che tral’altro è stato uno dei pochi a salvare la faccia. Che dire di Guidolin? Doveva licenziarsi molto tempo fa. Se te la vai a cercare, quantomeno dopo non prendertela con gli altri.

    48. Adesso torna Colantuono.Mi sembra un’epilogo già scritto.
      Non mi aspetto miracoli, d’altra parte a questo punto della stagione io non avrei sostituito Guidolin. Purtroppo le sue dichiarazioni, aldilà delle scuse tardive, avevano scavato un fosso tra lui e la tifoseria.
      Sono curioso di vedere come reagirà la squadra, visto che da quanto si è capito , era compatta a sostenere Tremolin. Faranno le scarpe a Colantuono, così come è avvenuto nel girone d’andata?
      Mi scusi Presidente Zamparini, visto che ci dobbiamo slavare e sicuramnente Colantuono non sarà l’allenatore del prossimo anno, non era meglio ripiegare su un bel Sonetti?
      Un tifoso(?) scoraggiato…

    49. opps salvare
      🙂

    50. Aziz (ultimo post): sottoscritto, sigillato e protocollato!
      Non so se sei donna o uomo (questo giornalista deve essere pure fissato con i “confronti”: di classe, di genere..), ma hai avuto più lucidità di tutti noi nel riassumere questa vicenda epistolare..
      A Titti, cordialmente, rispondo che..ho già risposto nel post precedente!(ultime righe) Come le hanno già risposto, qui e altrove, tanti altri TIFOSI (di cui spero, almeno lei, faccia parte): c’è problema e problema. Guidolin ne aveva creato uno ENORME, mettendosi in pratica contro tutti (ambiente, società, avversari), dimostrando un’insopportabile boria, sul piano umano, ed un’insostenibile incapacità gestionale delle crisi, sul piano professionale. E c’è soluzione e soluzione…La sua, risoluzione, l’ha praticamente chiesta lui, non trovando però la dignità (che non ha) di andarsene prima di essere cacciato a calci nel sedere!(giusto per qualche spicciolo di più in sacchetta…)
      Dunque, la società? Rivolgo anche a lei la stessa domanda che ho fatto al fan juventino che scrive su questa sezione sportiva di un blog palermitano. Si guardi intorno: vede qualcun altro??

    51. Aziz, la chiamano libertà di espressione. Per approfondimenti ulteriori ti rimando ai migliori vocabolari.

    52. Quanti avvocati ha questo sig.Luca…
      Si vede che ne ha bisogno, visto cosa scrive, come lo scrive, dove lo scrive e quando lo scrive!…a dir poco, infelice…
      Rosalio, mi permetta: ho dato uno sguardo ad altre rubriche di questo sito, e mi sembrano veramente ben fatte, interessanti e accattivanti. Talvolta fa anche bene svecchiare un pò la redazione! Cosa vuole, magari qualcuno scrive qui da tanti anni e, vittima del logorio e dallo sress dei tanti impegni(!), può anche succedere che perda lo smalto e l’assennatezza nello scrivere. Perchè allora non metterci un vero tifoso del Palermo, vero conoscitore delle cose del Palermo e dell’ambiente,in questo blog..eh?…

    53. Spino il canale appropriato per questo tipo di comunicazione è l’e-mail. Grazie.

    54. Io sono un tifoso praticante e in questo Vangelo non mi riconosco.
      Generalizzare è la cosa più stupida che possa esistere.
      Se poi non si conoscono fatti e non si seguono da vicino le vicende la frittata è fatta.
      Condivido in pieno quello che ha scritto Spino…non sono bravo come lui a scrivere ma rispecchia il mio pensiero.
      Ma dove sono finiti i giornalisti veri…che studiano i fatti nudi e crudi e onestamente li raccontano.
      A me sembra che questo articolo sia la rappresentazione dell’ignoranza.
      Un suggerimento.Mi pare che lo feci su questo blog qualche mese fà.
      Faccia il romanziere…lo sceneggiatore…per fare il giornalista ci vuole altra stoffa.
      Donciccio

    55. Va benissimo tutto, commenti, considerazioni. Per fortuna il mio direttore la pensa diversamente da molti di voi e temo che sarò costretto a fare questo mestiere ancora per una ventina di anni. Spino (e tutti gli altri) la patente di bravo o cattivo giornalista lasciamola ad altri, ok? Oppure, datemela pure ma non adombratevi se mi entra da un orecchio e mi esce dall’altro (anche in questo caso è una citazione non molto colta, del resto non ho stoffa e non ci metto nemmeno le virgolette…). Il blog è libero, democratico, dà a tutti la possibilità di intervenire senza censure (ci sono i richiami ma i messaggi vengono pubblicati sempre che non ci siano offese personali) ed è anche libera la partecipazione. Spino, vuole farmi licenziare da Rosalio? Così, per svecchiare la redazione, dice. Ha pure scritto a Repubblica per protestare contro i commenti fatti da altri bravissimi colleghi. Commenti, del resto, ripresi anche da altri autorevolissimi giornali. Ha visto il titolo dell’editoriale di oggi del Gds? Dalla festa alla farsa o qualcosa del genere. E se, sotto sotto, avesse torto lei? La sfiora questa idea? Comunque sia, mi appello a Rosalio: non cacciarmi via, tengo famiglia e il lauto stipendio che mi passi mi serve per il sostentamento. Dottor Spino, qui si cazzeggia, si chiacchiera. Siamo tutti volontari, stia sereno, non ci saranno licenziamenti almeno fino a quando non ci saranno assunzioni. Si occupi dei suoi alunni e li allevi all’arte del dubbio. Poi, mi creda, faccia un po’ come vuole. Ultima cosa, ma da dove esce sta storia che sono di Gela???? Con tutto il rispetto per Gela, per carità, non vorrei aprire un altro fronte di polemica. E infine, solita precisazione che ripeto da anni: questo non è un muro di tifosi, non aspettatevi post di tifosi, per questo ci sono altri splendidi siti. Questa è un’altra cosa. Magari non vi piace, ma nessuno vi costringe a leggerla, no?

    56. Dimenticavo un’altra cosa. Don Ciccio, questo post (non articolo, quella è proprio un’altra cosa) è sicuramente la rappresentanza dell’ignoranza. Non dubito. Però anche accentare “fa” non mi sembra cosa particolarmente colta. Si stia bene.

    57. Lucio non ho alcuna intenzione di cacciarti, stai sereno. 😉 Piuttosto ti ringrazio pubblicamente per i tuoi contributi.

    58. Vede Signor Luca,io ho la terza media e posso sbagliare il fa il do e il re.
      Posso anche chiamare articolo il post.
      Inoltre ho ammesso di non saper scrivere.
      Ma che lei è un ignorante in fatto di tifo e di Palermo è chiaro e lampante.
      Che è un saccente presuntuoso lo ha dimostrato.
      E per finire è anche maleducato.
      Continui a fare il giornalista.
      Che io continuo a non apprezzare la sua categoria fatta di servi.
      Stia bene lei.

    59. “Spino purtroppo (per te) qui tocca a me giudicare i commenti di chi scrive e non a chi scrive giudicare i miei. Quindi ti invito ad attenerti alle regole e ai ruoli. Grazie.”
      …tocca a me giudicare…..decido io…..rispetta i ruoli….
      questo modo di fare mi ricorda un uomo piccolo piccolo,con pochi capelli, robusto, che si atteggia a napoleone che tratta chi non la pensa come lui o chi “si permette di criticare” le cose che dice, come pezze da buttare….
      eh no!!!caro rosalio, entro in questo blog per la prima volta e tra i commenti di un pezzo che hai scritto sul calcio a palermo mi ritrovo quella risposta ad 1 critica…
      dovresti saperlo che un blog è uno spazio libero di confronto e conversazione!!e come tale è portato a subire delle critiche….quindi, porta un pò più di pazienza….
      continuerò a leggerti perchè A ME interessa leggere/ascoltare il pensiero altrui….
      poi il verbo “giudicare” per un libero pensiero….non va!!una cosa la si può reputare di carattere negativo, il giudicare è una cosa moooolto più seria
      (c’è chi scappa dal giudizio altrui pur non potendolo fare, vedi il “nano”di cui sopra).
      saluti!
      ps. forza palermo!siempre!

    60. “Dimenticavo un’altra cosa. Don Ciccio, questo post (non articolo, quella è proprio un’altra cosa) è sicuramente la rappresentanza dell’ignoranza. Non dubito. Però anche accentare “fa” non mi sembra cosa particolarmente colta. Si stia bene.”…

      ahahahahahahaha
      incredibile, bellissimo: “la rappresentanza dell’ignoranza”

      Si deve firmare un mandato di rappresentanza? Bisogna essere iscritti all’ENASARCO?

      Io conoscevo la “rappresentatività” o la “rappresentazione”

      signor “colto” lucio, mi cade sulla rappresentanza?

      ahahahahahahahahah

    61. Dimenticavo una cosa.
      Si ricordi che parte del suo stipendio è finanziato dallo stato.
      Anche quello del suo direttore.
      Ed è legittimo che si scriva a Repubblica per protestare.
      Con i nostri soldi si mantiene la baracca dell’informazione.
      Ma lei che è giornalista lo sa bene.
      Forse.
      Stia sempre bene.

    62. La patente di “pessimo giornalista” se la tiene.
      Noi siamo il pubblico, SOVRANO, quello che mantiene la sua famiglia (ha presente i giornalai?..quello che sarebbe meglio facesse pure lei?!) e quello che decide delle sue fortune e delle sue disgrazie.
      E sì, perchè forse non gliel’ha spiegato chi le ha regalato la patente (o la tessera..) di giornalista, forse il suo direttore non si è accorto di questa sua ignoranza, insieme a tutte le altre, ma il suo lavoro è proprio fatto PER IL PUBBLICO! Dunque, mi dispiace, ma proprio non può sottrarsi ai suoi giudizi, nè cercare di svicolare spocchiosamente, dirottando l’attenzione su argomenti e riflessioni diverse da ciò che le viene contestato!!
      Il titolo del Gds? Le colpe di Guidolin e di Zamparini?? Ancora??? Allora proprio non ha più argomenti per giustificare l'”orinata fuori dal vaso” del suo post sui tifosi!?!
      Va bene: visto che oggi ha fatto questo sforzo di indagare le opinioni della stampa locale sulla vicenda, veda di andarsi a leggere anche i fondi di Carlo Brandaleone dell’ultima settimana!..Magari, insieme alla folla di tifosi disgustati che ha raccolto qui col suo intervento, si farà anche un’idea di come la pensano quei cronisti (veri e seri) che hanno la possibilità di seguire da vicino le vicende del Palermo Calcio!
      E di come la pensano sui tifosi, intendo!! Ascolti, invece di farsi entrare e uscire le cose dalle orecchie!! Della delirante e disinformata filippica contro i tifosi stavamo parlando..ricorda?!! Dunque di quale ragione dovrei fregiarmi? di quale torto dovrei dubitare? Se poi lei continua a far riferimento ad altri punti della questione Palermo, potremmo continuare a dibatterne per anni, e alla fine non avrei alcun problema ad offrirle il rispetto che devo alla sua opinione. Ma lei si è permesso di attaccare sprezzantemente, con un solo post, una quantità di persone che neanche lei s’immagina!! E con scarsissima conoscenza dei fatti!!!
      Si ritenga dunque fortunato ad avercelo un lavoro. Baci sempre i piedi al suo datore (come immagino già faccia..almeno dalla dimostrazione che mi ha saputo appena dare) perchè non la licenzi!
      Il mio, a Rosalio, era solo un suggerimento. Una considerazione. Una proposta. Da utente.
      Che merita rispetto. Come i tifosi.

    63. Oh, PippoPa..
      Non ci avevo fatto caso..”la rappresentanza dell’ignoranza”!

      Ahahahahahah!!!

      Allora è un comico!!!

      Ahahahahahah!!

      L’Emilio Fido dei poveri!!!

      Ahahahahahah!!

    64. Spino e Donciccio vi invito a essere più rispettosi nell’espressione delle vostre opinioni. Grazie.

    65. Selv noto che sei nuovo e ti sfuggono le regole di questo spazio che vanno rispettate. Dai una lettura qui e ricordati che se non sei d’accordo puoi anche evitare di postare: policy dei commenti.
      Urge un chiarimento: io non giudico il commento (non ne avrei facoltà) ma la sua conformità alla policy di questo blog (è un mio compito qui).

    66. le regole dei blog le so meglio di lei.
      Mi verrebbe da rispondere con degli insulti all’autore
      del pezzo ma visto che non è giusto( nè si può)farlo
      ho risposto in modo pacato. Facendo notare come è proprio lei, “moderatore”, a non aiutare ad abbassare i toni.
      ma questi sono fatti vostri….
      nel mio caso ho soltanto fatto notare che lei ha completamente sbagliato a mio “parere” e non “giudizio” a porsi nei confronti dell’utente in questione.
      mi vuole fustigare???
      ps. sono d’accordo con le regole, cominci a rispettarle anche lei.

    67. Selv temo che faccia confusione di ruoli. Il suo commento è fuori tema poiché il post parla di tutt’altro, non del mio ruolo di moderatore. Il prossimo commento così non passa, così rimaniamo in tema e abbassiamo i toni. 😉

    68. chiarimento dovuto.
      tutto a posto.

    69. Lucio Luca, a quando la “pubblicanza” di un altro post contro i tifosi?
      Ma dico io, come le viene in mente di aggredire una categoria così vasta e trasversale come quella dei tifosi di calcio?
      O è di quelli che pensano che “molti nemici molto onore”?
      Mala fine fece,quello che coniò questa frase….

    70. Rimango sempre senza parole quando la leggo.
      Qual’è il titolo che le permette di scrivere queste corbellerie.
      Lei non è tifoso del Palermo, questo sembra CHIARO e LIMPIDO, e non solo non è un tifoso innamorato della maglia ROSANERO, ma si permette anche di giudicare e prendere in giro la sua tifoseria.
      Che lei sia un giornalista non saprei, in un paese come il nostro anche Lei può fare questo mestiere; riguardo al suo direttore che la stima e la considera tale…bè ha ragione, lLei è bravo a izzare polemiche e scrivere il falso, questo è quello che spesso si chiede ad un giornalista oggigiorno.
      Signor Lei, quando scrive righe così irrispettose, qualcuno le dovrebbe ricordare di quanta gente ha spalato “terra” (vorrei usare un altro termine) mentre altra gente come Lei oggi la tira addosso.
      Quanta gente ha pianto per quei colori mentre Lei magari stappava una bottiglia di spumante per la vittoria di una Champions League.
      Ho letto altre volte dei suoi scritti, la ritengo da come scrive una persona estranea al PalermoCalcio e lontana dalla città di Palermo; ma con l’ultimo articolo o post che dir si voglia, Lei ha veramente esagerato.
      Un bel Blog come questo non l’avrebbe dovuto permettere, un moderatore più attento avrebbe dovuto leggere questo suo pezzo e le avrebbe dovuto dire quantomeno EVITIAMO.
      Concludo dicendo che spero veramente che le nuove generazioni crescano legate alla nostra città e alla sua squadra, e spero che i ragazzini di oggi non leggano determinati articoli e non vengano influenzati da persone come Lucio Luca che hanno Nulla a che fare con i colori rosanero.

    71. Egregio Sig. Lucio Luca … ogni qual volta lei scrive di Palermo… OFFENDE PESANTEMENTE la piazza di Palermo e i suoi Tifosi.

      E’ vero che ognuno è libero di dire e di scrivere ciò che vuole … ma è pur vero che a tutto c’è un limite.

      LEI questo limite continua a superarlo frequentemente facendo di tutta l’erba un fascio e scrivendo cose di cui lei conosce BEN POCO!

      Mi risulta che lei non sia di Palermo, che non abiti a Palermo e che non tifi Palermo …

      Mi domando a che scopo e dall’alto di quale “posizione” lei continui a parlare a vanvera di qualcosa che non CONOSCE AFFATTO come dimostra dalle cose che scrive…

      E’ vero che le colpe non sono tutte di Guidolin … così come non le saranno di Colantuono che inevitabilmente si troverà a far fronte ad una situazione ancor più complicata!

      Non vedo come si possano però negare le COLPE dell’ormai ex mister (spero che lo si possa definire così per SEMPRE!)

      Solo chi non è Palermitano, chi non vive a Palermo, chi non tiene ai colori Rosa-Nero o chi non ha dignità e orgoglio può aver fagocitato indenne le palate di m…. che questo essere ci ha buttato in faccia per mesi e mesi … trovando in questa “abile” mossa l’unica giustificazione alle sue malefatte e a quelle della squadra, che ha ormai plasmato a sua immagine e somiglianza nella quasi totalità dell’organico!

      So che scrive per Repubblica ma non so di cosa …
      Auguranndole un futuro ricco di soddisfazioni resto nella speranza che lei possa continuare a scrivere SOLO e SOLTANTO di ciò di cui lei è a conoscenza …
      SIA che si tratti di testata giornalistica, sia che si tratti di un sito Internet!

      La saluto e chiedo scusa per averle fatto perdere del tempo a leggermi … ammesso che lo faccia.

    72. Sampei i nostri autori hanno piena libertà per i loro post.

    73. …ma si sarà confuso con altre tifoserie romane o milanesi????ma c’è mai andato allo stadio???
      avrebbe fatto più notizia se invece delle 6 uova i ragazzini avessero tirato due bombe atomiche contro il pullman?è deluso del fatto che non è successo niente di
      violento e si accontenta di sparlare dei tifosi su
      quel poco su cui si può appellare/aggrappare?
      è giornalismo?

    74. suvvia!!dovremmo essere felici della civiltà dei tifosi rosanero!!da altre parti c’è l’inferno nei momenti di crisi delle squadre e alcune persone vanno a criticare atteggiamenti civili di una tifoseria che fino ad ora è stata esemplare.

    75. e dai che la tua giuve va bene….

      fregatene di noi…….

      PER FAVORE.

    76. Sig Rosalio, LL può permettersi di deridere il Sig DONCICCIO, però quelli che devono essere più rispettosi devono essere il Sig Donciccio e e il Sig Spino? C’è qualcosa che non va… Comunque, carissimo LL secondo me il suo post è una totale cavolata, ma questo secondo me. E poi a lei non importa, no? E’ solo il parere di uno qualunque che ha letto quello che ha scritto. Un carissimo saluto a tutti…

    77. Dato che hanno anche la libertà a richiamare chi scrive per gli errori di ortografia e grammatica dall’alto della loro saccenza, vorrei chiedere all’egregio nonochè PROFESSORE LL chi ha scritto la sua biografia…

      Me lo domando perchè la frase:

      “Fino a qualche mese fa pensava che non avrebbe mai scritto un libro perché la letteratura NE poteva tranquillamente farNE a meno.”

      mi sembra “leggermente” ridondante di “ne” … o sbaglio?

      🙂

      Premetto che non sono professore … e che anzi (come avrà notato) la mia capacità di saper scrivere è all’altezza della sua capacità di SCRIVERE di PALERMO e del PALERMO! Con la differenza che io ammetto i miei limiti …

    78. Il fatto che un Blog sia dedicato ai tifosi mentre un altro no, non autorizza a scrivere irrispettosamente sulla tifoseria in generale ne sull’uno ne sull’altro.
      Volevo solo concludere dicendo che la tifoseria palermitana è una tifoseria particolare…questo lo devo ammettere…Il tifo di palermo lo conosciamo tutti, è lo stesso pubblico che fischiò Troia mentre usciva dal campo per poi scoprire che si era rotto la gamba, è un pubblico difficile, facciuolo e confusionario, ma onesto e intelligente; forse nell’immediato è un pubblico troppo emotivo e poco lucido, che rischia di sbagliare comportamento, ma alla lunga il vero tifo rosanero ha sale in zucca e capisce.
      I 10.000…gli innamorati veri, caro Lucio Luca, sanno essere molto più sopraffini e di mente acuta di quanto lo possa essere Lei, che generalizza e li offende.
      Ma sopratutto generalizzare e sputare veleno da parte di allenatori, giocatori e pseudogiornalisti è una continua offesa nei confronti di quei 10.000.
      Dello zoccolo duro, di quelli che come detto prima spalavano m… quando quelli che oggi la tirano avevano il lacrimoni davanti la tele e davanti una vittoria strisciata in coppa dei campioni.

      I problemi che sta vivendo oggi il Palermo sono figli degli errori di Società, squadra, tifosi e giornalisti…è stato l’intersecarsi di questi errori che ha portato alla situazione attuale.
      Ma c’è una grossa differenza tra gli errori societari e della tifoseria (in buonafede) e gli errori della squadra e di parecchi giornalisti (in chiara malafede).

      Inoltre caro Lucio Luca:
      Quel presidente che come dice Lei parla parla,destabilizza e spara cazzate ecc..ecc..
      è la stessa persona che in 6 anni:
      1) Ha creato una realtà di serie A
      2) Ha i bilanci in regola
      3) Ha un pacchetto di 30 giocatori di proprietà (nessun prestito)
      4) Ha creato una struttura societaria organizzata al meglio sotto il profilo amministrativo e gestionale
      5) 5 anni fa ci ha ridato DIGNITA’ e ORGOGLIO.
      Non lo dimentichi questo e metta nella bilancia i PRO e i CONTRO prima di calpestare un Presidente e una Tifoseria.

    79. Mi trovo nuovamente a scriverLe poche righe, con la speranza di essere letto, ma soprattutto compreso…
      Ho la netta sensazione che questo articolo (?!) ha una sola finalità, ovvero quella di ottenere una reazione immediata, di stomaco insomma…ha presente un virus intestinale che si diffonde velocemente.
      Il suo articolo ha fatto il giro dei vari siti dei Tifosi del Palermo, indignato la stragrande maggioranza di tifosi/facciuoli, distogliendo l’attenzione dal reale problema….il senso di appartenenza.
      Come fanno da un pò di tempo i Politici Italiani, anzichè concentrarsi su quelli che sono i veri problemi da affrontare, si limitano a demonizzare i programmi degli avversari.
      Lei ha perso nuovamente un’occasione……
      Avrebbe potuto parlare del pericolo di trovarsi il prossimo anno in serie B,dell’ennesima offesa di Guidolin (è recidivo, visto il precedente a Bologna, chiedere ai compagni Bolognesi) contro un pubblico che sino al 90° esimo ha sostenuto la squadra, per poi fischiare giustamente i giocatori, non tanto per il risultato, quanto per l’assenza di impegno e di appartenenza.
      Amo il Palermo, penso anche io che il Pubblico Palermitano non sia tra i più calorosi, ma non posso accettare una lezioncina da chi si limita a buttare merda sui Tifosi/facciuoli Palermitani..
      Con sincerità
      stefano Monasteri

    80. Qualche volta entro in questo blog, spesso leggo qualcosa di interessante, altre volte meno, rarissime sono le occasioni in cui rimango disgustato dalla superficialità con cui si affronta un argomento, ma devo dire con onestà che la matrice di questo disgusto si concentra tutta su di unica persona.
      Rosalio, mi dispiace dirlo ma il vostro caro amico, che voi difendete come se fosse l’ultima firma prestigiosa (ma di che?) del panorama giornalistico, abbassa notevolmente la media.
      Comunque, me ne farò una ragione.
      Saluti.
      P.S.
      Io sono un Tifoso.

    81. Penso che questo post sia più una provocazione che un’osservazione perchè nessuno con un minimo di cervello scriverebbe tali assurdità.
      Il tifoso paga l’abbonamento, o biglietto che sia, va a vedersi una partita dove undici calciatori, che guadagnano in un mese quello che un normale lavoratore guadagna dopo 5 anni, e non devono fischiare quando la squadra fa schifo? Un normale dipendente viene licenziato in tronco se non adempie al suo lavoro e questi paraculi, che per giocare guadagnano cifre esorbitanti, che rappresentano un insulto alla povertà, non si impegnano e pretendono applausi? Purtroppo la colpa è anche dei tifosi che dovrebbero disertare lo stadio e farsi prendere un pò meno in giro.

    82. “Sampei i nostri autori hanno piena libertà per i loro post.”
      Male Rosalio, male…perchè ogni libertà ha un limite, e il vostro spaesato “sportivo” lo ha inopinatamente superato…
      ..perchè così, come io e tutti gli altri amici tifosi vi stiamo benevolmente facendo notare, rischiate di abbassare notevolmente la qualità ed il conseguente apprezzamento di questo ottimo (nel complesso) prodotto di comunicazione multimediale..
      ..e perchè, infine, la sta costringendo a fare oggi il triplo del lavoro di monitoraggio che fa di solito!!.. 🙂
      Vi dovrebbe pagare lui a voi, altro che…

    83. La realtà è che uno Juventino e un Romanista non dovrebbero permettersi di parlare dei colori ROSANERO, tantomeno dei suoi tifosi.
      Quell’articolo è un attacco scellerato e vergognoso, scritto da una persona che non c’entra nulla e purtroppo pubblicato in un sito visionato da tante persone.
      Oggi questo Blog, bello e apprezzato in città, ha perso tanto…non so gli altri ma i primi 2 utenti li ha persi (io e mio fratello).
      Quanto a Lucio Luca e tutti coloro che non hanno nulla a che fare col Palermo, ma si permettono di giudicare e offendere i tifosi e una società che pur sbagliando ci ha ridato orgoglio, che dire…il Vostro è un gioco sporco, lurido direi, sognavate forse di scrivere articoli sulla Roma o Juve, invece sputate veleno sul Palermo…il vostro non è inchiostro è fango.
      Non offendo le persone, ma i loro scritti si…LURIDI.

    84. Dal numero di reazioni che questo post ha provocato e dal fatto che, come scrivete, ha suscitato sdegno anche in altri siti, è evidente che il tono usato è stato profondamente sbagliato. Probabilmente il momento difficile e anche alcune mie considerazioni non sono state adeguate. Se ho offeso qualcuno, chiedo scusa, non era mia intenzione. Voleva semplicemente essere un modo per dire che quando si arriva a questo punto, non può esserci soltanto un colpevole e che, forse, sarebbe il caso di farci tutti un bell’esame di coscienza. Io, molto sinceramente, lo faccio adesso e chiederò a Rosalio di poter pubblicare un nuovo post per spiegare e chiedere scusa. Vorrei semplicemente ricordare che un blog non è un giornale e nemmeno la verità assoluta. Un blog è solo un blog, ma proverò a spiegarlo nel prossimo post che spero possa essere pubblicato stasera stessa. Magari non farà il giro dei siti come questo, ma l’ultima cosa che volevo era offendere la città, la mia città. E seppure nel piccolo di un blog, ci tengo davvero a chiarire il mio punto di vista e scusarmi. A dopo, se vorrete leggere.
      Lucio Luca

    85. Spino registro la sua opinione, ribadisco che queste osservazioni qui sono fuori tema (usi l’e-mail) e, se non le dispiace, tocca a me la valutazione finale sugli autori e per il momento mi stanno bene. Grazie.

    86. Nei “salotti buoni” è di moda andare contro le opinioni dominanti.
      Spesso si va “contro” solo per un unilaterarle senso di superiorità.
      Tutta Palermo conosce i pregi ed “IL” difetto di Zamparini.
      Ma per farsi notare, bisogna andare contro… ed allora difendiamo l’indifendibile e attacchiamo i tifosi e la società.

      Un Tifoso.

    87. Io non capisco solo perchè è legittimo fischiare Colantuono e non Guidolin.

    88. Troppo tardi Lucio Luca, non è la prima volta che sputi veleno, stavolta però hai esagerato, non basteranno delle scuse, perchè ormai la gente ha capito chi sei.
      Troppe volte hai scritto cose brutte, troppe volte hai dimostrato di non volere del bene al Palermo.
      Adesso puoi scrivere ciò che vuoi, il danno è fatto.
      Parla e pensa solo alla tua Juventus, e non permetterti più di giudicare ne i tifosi del Palermo (Ai quali tu non appartieni e MAI potrai appartenere), ne il Presidente Zamparini, che sarà pure una persona che parla spesso a sproposito, ma vale 1000 volte i dirigenti che tu hai osannato nel corso degli anni. Mi riferisco in particolar modo alla tua amata dirigenza bianconera.

    89. Voleva semplicemente essere un modo per dire che quando si arriva a questo punto, non può esserci soltanto un colpevole e che, forse, sarebbe il caso di farci tutti un bell’esame di coscienza.

      Condivido, ma Lei è andato oltre e più di una volta…
      In questi 6 anni hanno sbagliato tutti:
      Società
      Squadra
      Tifoseria
      Giornalisti
      La nostra bravura deve essere fare esperienza e riaprire un nuovo ciclo smussando i rispettivi angoli.
      Dico però che Lei è andato oltre perchè se Tifoseria e Società hanno sbagliato, Squadra, allenatore e giornalisti hanno oltrepassato lo steccato.
      Sul piano tecnico gli errori sono di tutti, sul piano umano c’è un UNICO colpevole al quale hanno fatto seguito i comportamenti vergognosi di giocatori e giornalisti di altra sponda come Lei.
      FRANCESCO GUIDOLIN, persona e allenatore che io veneravo e che invece ha rovinato un isola che era felice.
      La Kappa grigia che aleggiava sulla Palermo calcistica è stata creata da Lui, dopo la scanna tra Società,giornalisti e tifosi, è stata una conseguenza.

      La invito a dedicare il suo tempo e il suo lavoro ad altre argomentazioni e altre realtà.
      Lei non appartiene al mondo di colore rosanero e non possiede alcun titolo per capire, discutere e giudicare questo mondo.
      Le sue scuse avranno valenza solo se seguite dal definitivo silenzio sul mondo che ruota attorno al PalermoCalcio, perchè troppe volte è uscito fuori tema, troppe volte ha sbagliato a parlare, adesso basta.
      Il Palermo non è qualcosa che lLe appartiene.

    90. “La invito a dedicare il suo tempo e il suo lavoro ad altre argomentazioni e altre realtà.
      Lei non appartiene al mondo di colore rosanero e non possiede alcun titolo per capire, discutere e giudicare questo mondo.
      Le sue scuse avranno valenza solo se seguite dal definitivo silenzio sul mondo che ruota attorno al PalermoCalcio, perchè troppe volte è uscito fuori tema, troppe volte ha sbagliato a parlare, adesso basta.
      Il Palermo non è qualcosa che lLe appartiene.”
      SOTTOSCRIVO QUESTE PAROLE.

    91. Rispondo a Spino e a tutti che sul suo filone continuano a insultare gratuitamente Lucio (ma chi ve lo fa fare? non avete di meglio da fare?).

      Se proprio non vi piace come scrive Lucio, la soluzione è semplice: non scrivere più in questo blog, e farvi un bel giro su internet e partecipare a dei blog più aderenti alle vostre idee.
      Io penso che Lucio dia lo spunto per aprire una discussione, sicuramente lo fa per provocare, e per vedere che clima c’è in giro.

      Ripeto, non difendo Lucio ma il cocetto di blog; anche io a volte concordo con i post che leggo e altre volte no, e quando ho voglia esprimo il mio parere.

      Continuo a non capire questo accanimento e questa dilagamente maleducazione, fra insulti e attacchi…che ci sia qualcosa di personale? Non so, tra di voi c’è un giornalista mancato e vi rode che Lucio lavori su Repubblica? Vi ha rubato la moglie? Vi ha fregato piccioli?
      boh?

    92. Arrivi tardi!
      Il tuo Lucio ha già ammesso il suo errore chiedendo scusa a tutti.
      Vuoi vedere che avevamo ragione noi?

    93. Peggio dei bambini!!!
      Ma che c’entra avere ragione?

    94. Ad indignarci, Titti!
      Avevamo ragione ad indignarci ed offenderci per quelle parole. E nel nuovo post lo stesso autore ammette che si sarebbe offeso anche lui, a parti inverse.
      Più realista del Re, eh?

    95. Io mi indigno per ben altro..

    96. lucio, che stunaasti!!

    97. Sig Lucio Luca, prima di guardare gli errori ortografici degli altri, (il fa con o senza accento) impari a scrivere “Pulman”
      grazie

    98. è stato già deto di tutto, inutile aggiungere altro, se non un’amara delusione di questa stagione che aveva ben altre prospettive poi non rispettate, a ciascuno la sua responsabilità (meno che mai ai tifosi, che hanno il DOVERE di tifare nel bene e nel male) e per buttarla a ridere cito Vicè B che ha scritto: “Attaccare Jankovic poi mi sembra veramente paradossale, dice che ha perso una palla a centrocampo ok, con tutti i compagni schierati dietro a fare che? A grattarsi i c…apelli?” ed io aggiungo: beh non certo se si trattava di Guana, Migliaccio o Bresciano!!! 😀

      sempre FORZA PALERMO!!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)