mercoledì 23 ago
  • Partanna Mondello, nuove strade e aree a verde

    Il Comune di Palermo ha stipulato una convenzione con Elenka che realizzerà un investimento privato di circa 5 milioni e mezzo di euro per creare, tra via Partanna Mondello e via Nicoletti, un nuovo insediamento produttivo accanto a quello esistente e opere d’utilità collettiva tra cui collegamenti stradali e spazi a verde, su una superficie complessiva di oltre 16 mila metri quadrati.

    Gli interventi si svolgeranno nell’ambito del Programma di riqualificazione urbanistica e sviluppo sostenibile del territorio (Prusst). I lavori inizieranno dopo l’acquisizione della concessione edilizia presso lo Sportello unico per le attività produttive.

    Tra le opere sono compresi la realizzazione di un parcheggio, il restauro e il recupero del giardino di Villa Parisi. Sarà creata una “bretella” di collegamento tra la via Partanna Mondello e la via Rosario Nicoletti, lunga 125 metri e larga 12. All’incrocio tra le due strade sarà realizzata una rotatoria. Previste anche le reti di servizio tra cui fognatura, acquedotto e illuminazione.
    Le aree a verde saranno dotate di impianto d’irrigazione e attrezzate con parco giochi.

    Palermo
  • 3 commenti a “Partanna Mondello, nuove strade e aree a verde”

    1. Secondo il Prg di Palermo l’area sulla quale è stata poi proposta la variante oggi approvata, era destinata ad un grande parco pubblico (zona V4, di circa mq 37.900), con al centro una villa del settecento: in pratica c’erano le condizioni per offrire a Tommaso Natale e Marinella, località carenti di aree a verde, uno spazio pubblico simile, per grandezza e funzioni, a quello di villa Trabia, nella zona centrale della città.
      Secondo i dati contenuti nella documentazione del progetto pubblicata nel 2004, la superficie totale del lotto interessato dalla variante proposta era di mq 29.773 (sui circa mq 37.900 dell’intera previsione di parco pubblico -V4) ed essi venivano riutilizzati secondo la seguente suddivisione:
      mq 11.240 per l’insediamento industriale;
      mq 2.315 per nuova viabilità;
      mq 3.608 per parcheggio privato a servizio dell’insediamento industriale;
      mq 9.721 per parco privato (con all’interno un’area di mq 606 per ulteriori parcheggi);
      mq 1.765 per parcheggio pubblico accanto alla nuova viabilità;
      mq 2.124 per verde pubblico (V3).

      Si consideri che con la sottrazione di ben mq 27.649 (di cui mq 24.569 per opere private) a cui sono state attribuite altre destinazioni, la superficie di parco pubblico (previsto) è passata da circa mq 37900 a circa mq 10.307: nel solo lotto interessato dal progetto la contrazione di superficie a parco o giardino pubblico è stata da mq 29.773 (V4) a mq 2.124 (V3), con una riduzione di quasi il 92,86% delle superfici verdi previste.
      Il quartiere ne ha tratto sicuramente un guadagno in termini di qualità urbana: traffico e cemento in cambio di verde!
      Dimenticavo: per accedere alla piccola area di verde pubblico che sarà realizzata (poco più di mq 2000) i bambini dovranno attraversare una nuova e larga strada che consentirà di accedere allo svincolo autostradale…..Praticamente non sarà mai utilizzato se non a rischio e pericolo dei suoi fruitori.

    2. da una giunta di centro destra che ci si poteva aspettare?? solo cemento, cemento e cemento. ogni tanto mettono un paio di fioriere e una piantina qua e la per la citta per DARSI UNA PARVENZA ECOLOGISTA salvo poi destinare ettari su ettari a spazi commerciali e industrie

    3. Di questo progetto comunque l’unico risultato che ho visto è stato.. Lavori per mettere cancelli a Villa Parisi da sempre aperta a qualsiasi atto vandalico, cancelli che sono servini a ben poco visto che spesso e volentieri ( fino a qualche minuto fa ) è la meta preferita di piccoli teppistelli che si divertono a distruggere la torre e a gettare pietre sulle, un tempo, splendide terrazze. Ah ora si divertono anche a camminare sui bordi della torre, se qualcuno ci resta secco chi ne paga le conseguenze? Ho a cuore Villa Parisi, ogni giorno mi sveglio e la vedo li ancora in piedi davanti a me. Ancora in piedi per quanto? Ovviamente chiamare le forze dell’ordine è inutile o non vengono a controllare o si soffermano e guardano da fuori ( tanto i teppisti o sono dentro bene nascosti o sono già andati via a continuare la loro opera da qualche altra parte ). Magari un giorno scavalcherò anch’io per vedere in che stato si trova e forse quel giorno arriverà la polizia e mi arresterà per essere antrata in una villa privata senza permesso ahahah ridiamo per non piangere.

    Lascia un commento (policy dei commenti)