lunedì 20 nov
  • Liveblog dello spoglio – Politiche e regionali 2008

    23:59 – Il liveblog dello spoglio delle elezioni politiche e regionali 2008 chiude qui dopo più di 30 ore dalla sua apertura. Gli aggiornamenti continueranno con post ordinari. Ieri e oggi il blog ha avuto quasi 16000 visitatori unici che hanno visualizzato quasi 48000 pagine. Grazie a tutti voi e, in particolar modo, a Tony Siino che ha effettuato la maggior parte degli aggiornamenti e a tutti coloro che ci hanno inviato informazioni con tutti i mezzi possibili. Grazie!

    23:59 – Tutti i dati delle elezioni regionali 2008 in Sicilia.

    23:59 – I dati della sezione 53 di Messina non sono stati ancora immessi nel sistema informatico della Regione perché parte di essi sono sottoposti a verifica.

    22:21 – Tutti i voti di preferenza a Palermo.

    22:13 – Mancherebbe ormai poco al dato ufficiale per le regionali. La sezione 53 di Messina, dove si è proceduto a più riconteggi per discrepanze tra numero di schede e preferenze, avrebbe terminato lo scrutinio.

    22:10 – Alcuni rumors indicano in Francesco Cascio il possibile nuovo presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana.

    21:18 – Antonello Antinoro (Udc) ha primeggiato a Palermo con 28101 preferenze, seguono Nino Dina (dello stesso partito; 25335), Francesco Cascio (PdL; 21186), Francesco Scoma (PdL; 17042), Salvino Caputo (PdL; 16144), Francesco Musotto (PdL; 13780) e Alberto Campagna (PdL; 12413).

    21:16 – Lombardo: «La Giunta della Regione Siciliana è tutta da costruire e non ci sono caselle occupate. […] Voglio varare un governo con alti livelli morali e di competenze, anche formato da tecnici ma che abbiano sensibilità politica perché lo sguardo d’insieme è importante. […] Fare il bravo assessore tecnico e non capire che ci sono esigenze di bilancio e fare i conti con le finanza, per esempio vuol dire “toppare” prima o poi».

    21:15 – Borsellino: «Credo che i siciliani non hanno riconosciuto la novità di questo progetto, forse Anna non godeva di un radicamento nel territorio abbastanza forte».

    21:03 – Continua a tardare il dato dell’ultima sezione rimasta a Messina.

    19:19 – Il senatore Bartolo Fazio (Pd) ha presentato un esposto all’ufficio elettorale presso la Corte d’appello di Palermo e alla Prefettura di Palermo circa le operazioni di voto per il Senato. Fazio ha dichiarato: «I risultati relativi a quattro comuni del Palermitano, cioè Corleone, Lercara Friddi, Monreale e dodici sezioni di Terrasini, sono arrivati in Prefettura con gravissimo e ingiustificato ritardo, intorno alle sei del mattino, quando in tutt’Italia le operazioni relative alle schede del Senato si erano già chiuse da molte ore. Proprio i dati relativi a queste sezioni, inspiegabilmente hanno mutato il risultato finale, che fino a quel punto in base ai dati provenienti da tutta la Sicilia avrebbe assegnato otto seggi al Pd».

    18:55 – Dato definitivo Ars (Palermo): Pdl 38,68%, Pd 17,97%, Udc 17,25%, MpA 8,79%, Sinistra Arcobaleno 5,21%, Anna Finocchiaro presidente 2,95%, Idv 2,61%, Lombardo presidente 2,29%, Democratici autonomisti 1,39%, Amici di Beppe Grillo 1,84%, La Destra 0,87%, Forza Nuova 0,1%.

    18:23 – Il seggio mancante è a Messina. Le operazioni di scrutinio erano state interrotte a causa di un malore del presidente.

    18:07 – Elezioni regionali, 5299 sezioni su 5300: Raffaele Lombardo (PdL, MpA) 65,3%; Anna Finocchiaro (Pd, Sa, IdV) 30,4%; Sonia Alfano (Amici di Beppe Grillo) 2,4%; Ruggero Razza (La Destra – Fiamma Tricolore) 1,6% e Giuseppe Bonanno Conti (Forza Nuova) 0,2%.

    17:36 – Elezioni regionali, 5268 sezioni su 5300: Raffaele Lombardo (PdL, MpA) 65,4%; Anna Finocchiaro (Pd, Sa, IdV) 30,4%; Sonia Alfano (Amici di Beppe Grillo) 2,4%; Ruggero Razza (La Destra – Fiamma Tricolore) 1,6% e Giuseppe Bonanno Conti (Forza Nuova) 0,2%.

    17:30 – Possibili deputati eletti all’Ars (Palermo): per il Pdl Francesco Cascio, Ignazio Marinese, Francesco Scoma, Salvino Caputo, Alessandro Aricò, Franco Mineo, Francesco Musotto, Dario Falzone, Tony Rizzotto e Giovanni Greco; per il Pd Gaspare Vitrano, Giuseppe Lupo, Antonello Cracolici, Leonardo Passarello e Pino Apprendi; per l’MpA Pietro Rao, Maria Anna Caronia e Giuseppe Cannizzaro; per l’Udc: Antonello Antinoro, Nino Dina, Toto Cordaro, Riccardo Savona.

    17:27 – Rosalio oggi ha già superato 7500 visitatori unici. Grazie! 🙂

    17:17 – Finocchiaro: «Ho sentito oggi brevemente Veltroni al telefono. È molto colpito dal risultato elettorale siciliano e ritiene che occorre rafforzare la struttura del Pd e impiegare nuove forze e nuovi talenti».

    17:15 – Finocchiaro risponde così alla proposta di collaborazione che giunge da Lombardo: «Su cosa? Vedremo, di volta in volta, di quali situazioni e di quali decisioni si tratterà. Comunque, tengo a precisare che non ho pregiudizi tout court su Lombardo».

    16:55 – Il segretario regionale del Pd in Sicilia Francantonio Genovese, arrivato pochi minuti fa al comitato elettorale di Anna Finocchiaro a Palermo, ha commentato così la sconfitta contro Raffaele Lombardo: «Io dimettermi? Se questo dovesse risolvere il problema allora sono anche disponibile a dimettermi. È una valutazione che va fatta tutti insieme, ci incontreremo nei prossimi giorni e discuteremo sul da farsi. Dovremo fare un’attenta analisi del risultato sia a livello regionale che provinciale, anche in vista del voto delle prossime amministrative».

    16:41 – Finocchiaro: «Il Pd deciderà la mia collocazione. […] I dati elettorali siciliani non sono ancora definitivi. Io sono una dirigente nazionale del partito, valuterò col partito quale sarà la mia collocazione».

    16:30 – Secondo Ivan Lo Bello, presidente della Confindustria Sicilia, «i risultati delle elezioni regionali non sono una sconfitta dell’antimafia. Il fatto che i candidati del centrosinistra come Anna Finocchiaro adesso o Rita Borsellino nelle scorse elezioni siano stati sconfitti dal centrodestra non significa che i siciliani non sono attenti alla lotta alla criminalità organizzata. L’impegno antimafia è di tutto il popolo siciliano e non ha colore politico. In questi anni si è sviluppata una maggiore coscienza in tutti gli abitanti della regione nel contrasto della criminalità mafiosa. In questo senso si devono muovere le istituzioni a prescindere da chi viene eletto».

    16:16 – Alfano: «Credo che sull’interpretazione della legge non ci siano dubbi, se Anna Finocchiaro dovesse rinunciare al suo posto all’Assemblea regionale siciliana, sarò io a subentrare all’Ars. […] La legge non prevede esplicitamente la mia nomina ma parla di capolista e non di candidati delle liste collegate. Ho già interpellato molti avvocati e tutti sono concordi. Sono pronta eventualmente ad andare in tribunale per rivendicare il mio diritto e quello dei sessantaseimila siciliani che mi hanno votato».

    15:58 – Elezioni regionali, 5126 sezioni su 5300: Raffaele Lombardo (PdL, MpA) 65,5%; Anna Finocchiaro (Pd, Sa, IdV) 30,3%; Sonia Alfano (Amici di Beppe Grillo) 2,4%; Ruggero Razza (La Destra – Fiamma Tricolore) 1,6% e Giuseppe Bonanno Conti (Forza Nuova) 0,2%.

    15:55 – Finocchiaro: «Sì, mi ricandiderei alla presidenza della Regione Siciliana. […] Certo che rafforzerei le liste. Probabilmente non abbiamo messo tutti la stessa passione. Non c’è stato un livello di passione e voglia di scommettersi coerente di tutto lo schieramento che mi ha appoggiato. […] Io lo rifarei sapendo alla luce dei risultati ottenuti che per me è stata un’esperienza molto coinvolgente».

    15:54 – Finocchiaro: «Se il Partito Democratico in Italia è un bambino qua è ancora bambino bambino. […] Ma non ho nessuna intenzione di avviare una polemica con il segretario regionale del Pd».

    15:50 – Sonia Alfano: «Oltre sessantaseimila voti è un risultato inaspettato e sorprendente. […] Il nostro giovanissimo movimento è nato da poco più di un mese e ha già raccolto consensi in tutta la regione. È per questo che ringrazio quanti hanno scelto di votare la nostra lista perché è a loro che devo il mio successo personale in queste elezioni. Ringrazio anche tutti i ragazzi dei meetup siciliani che mi hanno scelta e supportata. […] Da oggi comincia un nuovo percorso, un nuovo modo di fare politica, una gestione del proprio territorio che non venga dettata dai partiti ma da noi cittadini. […] La scarsa informazione sul voto ci ha senza dubbio sfavoriti. Moltissime persone non sapevano neppure come votare e sono stati tanti i presidenti che, ci auguriamo in buona fede, hanno dato indicazioni errate sulle modalità di voto. […] Un numero non indifferente di voti ci è stato annullato proprio a causa della bassissima informazione sul voto. […] Tra i candidati del Pd, del PdL, dell’Udc e dell’MpA, sedevano personaggi dai trascorsi giudiziari non proprio limpidi. […] Alla luce di tutto ciò l’antimafia siciliana dovrebbe riflettere su quanto sia stato opportuno accettare la scelta di Veltroni nel candidare alla presidenza della Regione Sicilia Anna Finocchiaro. Come i risultati elettorali mostrano questa mossa non è piaciuta né ai siciliani che nel 2006 scesero nelle piazze per schierarsi con Rita Borsellino, né all’antimafia».

    15:43 – Anna Finocchiaro in conferenza stampa: «Quello che viene fuori dal risultato elettorale è un dato netto, incontrovertibile, solare. […] Faccio i migliori auguri a Lombardo, lo aspetta un lavoro non semplice».

    14:54 – Elezioni regionali, 5126 sezioni su 5300: Raffaele Lombardo (PdL, MpA) 65,5%; Anna Finocchiaro (Pd, Sa, IdV) 30,3%; Sonia Alfano (Amici di Beppe Grillo) 2,4%; Ruggero Razza (La Destra – Fiamma Tricolore) 1,6% e Giuseppe Bonanno Conti (Forza Nuova) 0,2%.

    14:43 – Un nuovo computo parziale dei voti per l’Ars assegnerebbe 62 deputati al centrodestra (compreso il presidente della Regione) e 28 al centrosinistra.

    14:41 – Lombardo: «Sollecito un confronto serio e costruttivo con l’opposizione e ad Anna Finocchiaro formulo gli auguri di buon lavoro e di lavorare, da qualsiasi posizione, insieme, nell’interesse del nostro popolo».

    14:40 – Raffaele Lombardo è a Catania alla Pescheria dove viene festeggiato con mortaretti e firma autografi. Più tardi raggiungerà Palermo. Curiosità: Lombardo non bacia nessuno (al contrario del predecessore) e stringe le mani.

    13:28 – La Sinistra l’Arcobaleno rischia di rimanere esclusa anche dall’Ars poiché al momento non supera la soglia di sbarramento del 5%. Quando mancano 300 sezioni 54 deputati dovrebbero andare alla maggioranza e 34 all’opposizione e due seggi spettano di diritto al presidente della Regione e al secondo candidato più votato, cioé Anna Finocchiaro.

    13:25 – Lombardo e Finocchiaro si sono affermati nei relativi paesi d’origine, Modica e Grammichele.

    13:24 – A Palermo non sono ancora concluse le operazioni di scrutinio per le elezioni regionali in circa 100 seggi in cui i componenti accusano la stanchezza. A Messina in un seggio lo spoglio è stato ricominciato più volte.

    12:42 – Dato definitivo Senato in Sicilia: PdL-MpA 54,7% MpA 7,9%, PdL 46,8%, Pd-IdV 28,9%m IdV 3,3%, Pd 25,5%, Unione democratica per i consumatori 0,3%, Forza Nuova 0,2%, Udc 9,6%, Bene comune 0,3%, Partito comunista dei lavoratori 0,4%, la Sinistra l’Arcobaleno 2,6%, Partito del Sud-Alleanza meridionale 0,1%, La Destra-Fiamma tricolore 1,7%, Sinistra critica 0,3%, Pli 0,3%, Ps 0,5%.

    12:28 – Nel caso in cui Anna Finocchiaro, eletta anche al Senato in Emilia Romagna, decidesse di optare per Palazzo Madama si potrebbe aprire un contenzioso per l’assegnazione del seggio da deputato all’Assemblea Regionale Siciliana.
    Secondo la legge regionale, infatti, «viene proclamato eletto deputato il capolista della lista regionale che ottiene una cifra di voti validi immediatamente inferiore a quella conseguita dalla lista regionale risultata più votata». Giuseppe Lauricella, docente di Diritto pubblico dell’Università di Palermo, spiega a tal proposito che «la norma non prevede però il caso che il candidato rinunci alla carica. A questo punto si aprono quattro possibilità: uno scivolo nel cosidetto “listino” presentato dalla Finocchiaro; la mancata assegnazione del seggio, che mi sembra molto improbabile visto che si verrebbe a formare un collegio imperfetto; un recupero tra i candidati delle liste collegate ad Anna Finocchiaro; o l’assegnazione al secondo dei perdenti». In quest’ultimo caso diventerebbe deputata regionale l’esponente della lista degli Amici di Beppe Grillo Sonia Alfano che ha ottenuto il miglior risultato tra i candidati alla Presidenza della Regione Siciliana dietro Raffaele Lombardo e Anna Finocchiaro. Sulla vicenda dovrà decidere l’Assessorato regionale agli Enti locali. Secondo quanto sostiene Lauricella, «qualsiasi decisione venisse però adottata dall’assessorato è molto probabile un ricorso degli altri candidati e quindi tutto finirebbe in tribunale».

    12:09 – Eletti al Senato: Il Popolo della Libertà (13): Renato Schifani, Domenico Nania, Carlo Vizzini, Giuseppe Firrarello, Antonio D’Alì, Antonio Battaglia, Roberto Centaro, Mario Ferrara, Salvatore Fleres, Raffaele Stancanelli, Simona Vicari, Bruno Alicata e Vincenzo Galioto. Italia dei Valori (1): Fabio Giambrone. Partito Democratico (7): Giuseppe Lumia, Enzo Bianco, Antonino Papania, Anna Maria Serafini, Vladimiro Crisafulli, Benedetto Adragna e Costantino Garraffa. Udc (3): Salvatore Cuffaro, Giampiero D’Alia e Antonello Antinoro. Movimento per l’Autonomia (2): Giovanni Pistorio e Vincenzo Oliva.

    12:05 – Eletti alla Camera (circoscrizione Sicilia 1): Il Popolo della Libertà (13) Silvio Berlusconi, Gianfranco Fini, Gianfranco Micciché, Angelino Alfano, Giuseppe Scalia, Enrico La Loggia, Giuseppe Fallica, Dore Misuraca, Antonino Lo Presti, Giuseppe Marinello, Gaspare Giudice, Vincenzo Fontana e Nicolò Cristaldi. I primi due non eletti sono Alessandro Pagano e Gabriella Giammanco. Movimento per l’Autonomia (1) Raffaele Lombardo. Il primo non eletto è Lino Leanza. Partito Democratico (7) Giuseppe Fioroni, Alessandra Siragusa, Angelo Capodicasa, Sergio D’Antoni, Pierdomenico Martino, Daniela Cardinale ed Enzo Carra. Italia dei Valori (1): Leoluca Orlando. Udc: Pierferdinando Casini, Saverio Romano e Calogero Mannino.

    12:04 – Raffaele Lombardo sentirà Silvio Berlusconi telefonicamente alle 15:00.

    12:01 – Anna Finocchiaro si trova da circa un’ora nel suo quartier generale di Palermo. Ieri aveva atteso l’esito del voto a Roma nel loft del Pd. Parlerà alle 15:30.

    12:00 – Elezioni regionali, 5007 sezioni su 5300: Raffaele Lombardo (PdL, MpA) 65,33%; Anna Finocchiaro (Pd, Sa, IdV) 30,41%; Sonia Alfano (Amici di Beppe Grillo) 2,41%; Ruggero Razza (La Destra – Fiamma Tricolore) 1,61% e Giuseppe Bonanno Conti (Forza Nuova) 0,21%.

    02:00 – Il liveblog viene sospeso e riprenderà in mattinata.

    02:00 – Elezioni regionali, 1552 sezioni su 5300: Raffaele Lombardo (PdL, MpA) 64%; Anna Finocchiaro (Pd, Sa, IdV) 31,89%; Sonia Alfano (Amici di Beppe Grillo) 2,2%; Ruggero Razza (La Destra – Fiamma Tricolore) 1,6% e Giuseppe Bonanno Conti (Forza Nuova) 0,2%.

    01:51 – Un conteggio parziale proveniente da 610 sezioni riporta il seguente ordine tra i candidati delle regionali dell’Udc: Antinoro, Dina, Cordaro, Savona, Cintola.

    01:32 – In 100 sezioni su 600 nella città di Palermo il centrodestra è al 66,98% (37.400 voti), con il PdL al 39%, l’Udc al 13,97%, l’MpA al 9,97%, la lista Lombardo presidente al 2,33% e i Democratici autonomisti all’1,6%. Il centrosinistra è al 29,6% (16.527 voti), con il Pd al 16,27%, la lista Anna Finocchiaro presidente al 3,48%, la Sinistra l’Arcobaleno al 6,2% e Italia dei Valori al 3,6%.

    01:30 – Saverio Romano, segretario regionale dell’Udc, ha dichiarato: « “Se si confermano i dati la Finocchiaro va 10 punti sotto il risultato raggiunto dalla Borsellino. È il dato storicamente peggiore che la sinistra abbia avuto in Sicilia».

    01:08 – Elezioni regionali, 1096 sezioni su 5300: Raffaele Lombardo (PdL, MpA) 62,96%; Anna Finocchiaro (Pd, Sa, IdV) 32,26%; Sonia Alfano (Amici di Beppe Grillo) 2%; Ruggero Razza (La Destra – Fiamma Tricolore) 1,7% e Giuseppe Bonanno Conti (Forza Nuova) 0,2%.

    01:03 – Raffaele Lombardo si trova a Palermo presso la sede elettorale di via Arimondi. Ha abbracciato Salvatore Cuffaro in un simbolico passaggio di consegne e ha detto: «Essere presidente della Sicilia rappresenta il massimo del massimo. Non sacrificherò nulla del mio nuovo ruolo in nome di qualche altro obiettivo o incarico. Per me, infatti, non c’è nulla di più importante».

    00:22 – Un conteggio parziale proveniente da 312 sezioni riporta il seguente ordine tra i candidati delle regionali del PdL: Greco, Mineo, Cascio, Marinese, Campagna, Caputo, Aricò, Scoma.

    00:17 – Raffaele Lombardo trascorrerà il suo primo giorno da presidente della Regione Siciliana a Catania.

    00:16 – Elezioni regionali, 717 sezioni su 5300: Raffaele Lombardo (PdL, MpA) 63,12%; Anna Finocchiaro (Pd, Sa, IdV) 32,79%; Sonia Alfano (Amici di Beppe Grillo) 2,11%; Ruggero Razza (La Destra – Fiamma Tricolore) 1,77% e Giuseppe Bonanno Conti (Forza Nuova) 0,2%.

    23:31 – La quarta proiezione Consortium per la Rai con copertura del 64% attribuisce a Raffaele Lombardo il 58,9%, ad Anna Finocchiaro il 36,2%, a Sonia Alfano il 3%, a Ruggero Razza l’1,7% e a Giuseppe Bonanno Conti lo 0,2%.

    23:30 – Elezioni regionali, 500 sezioni su 5300: Raffaele Lombardo (PdL, MpA) 61,82%; Anna Finocchiaro (Pd, Sa, IdV) 34,07%; Sonia Alfano (Amici di Beppe Grillo) 2,07%; Ruggero Razza (La Destra – Fiamma Tricolore) 1,82% e Giuseppe Bonanno Conti (Forza Nuova) 0,2%.

    23:25 – Proiezione Consortium per la Rai sul Senato in Sicilia (copertura del 98%): PdL 46,4%, MpA 6,9%, Pd 27,1%, Idv 3,9%, altri 15,7% (Udc 9,2%).

    23:16 – La terza proiezione Consortium per la Rai con copertura del 43% attribuisce a Raffaele Lombardo il 56,9%, ad Anna Finocchiaro il 38,5%, a Sonia Alfano il 2,8%, a Ruggero Razza l’1,6% e a Giuseppe Bonanno Conti lo 0,3%.

    23:08 – Antonello Antinoro (Udc) si avvia verso un possibile nuovo exploit. In 210 sezioni ha già totalizzato 5680 voti.

    22:59 – Elezioni regionali, 337 sezioni su 5300: Raffaele Lombardo (PdL, MpA) 61,4%; Anna Finocchiaro (Pd, Sa, IdV) 34,33%; Sonia Alfano (Amici di Beppe Grillo) 2,21%; Ruggero Razza (La Destra – Fiamma Tricolore) 1,83% e Giuseppe Bonanno Conti (Forza Nuova) 0,2%.

    22:55 – Pippo Fallica (PdL) ha detto che la vittoria di Raffaele Lombardo «era già scritta» e ha aggiunto: «Sono felicissimo di questa altissima forbice che c’è fino a questo momento. Ma era prevedibile perché è stato sostenuto da tutta la coalizione con lealtà e con grande convinzione».

    22:48 – Francantonio Genovese, segretario regionale del Pd in Sicilia, ha detto: «Desidero rivolgere un sentito ringraziamento a tutti gli elettori siciliani del Partito Democratico. I dati in mio possesso in questo momento riferiscono di un aumento di consensi al Senato rispetto alla somma dei voti riportati da Ds e Margherita due anni fa. È un risultato significativo che dà la misura di un partito che in pochi mesi ha messo radici: lo dimostra anche il dato di province come Ragusa o Siracusa che – per una scelta del partito a livello nazionale – non esprimevano proprie candidati in posizione di particolare visibilità. […] Rimane il rammarico di avere una rappresentanza limitata rispetto ai voti riportati per effetto della legge elettorale, ma anche per la prevedibile cortesia dell’MpA nei confronti dell’Udc in molte zone della Sicilia».

    22:47 – La seconda proiezione Consortium per la Rai con copertura del 21% attribuisce a Raffaele Lombardo il 56,3%, ad Anna Finocchiaro il 38,3%, a Sonia Alfano il 3,5%, a Ruggero Razza l’1,6% e a Giuseppe Bonanno Conti lo 0,3%.

    22:43 – Angelino Alfano, coordinatore regionale di Forza Italia: «È un grande successo che ci consegna Silvio Berlusconi presidente del Consiglio, con un grandissimo apporto della Sicilia nei confronti del Popolo della Libertà. […] Da quel che sembra dalle sezioni fin qui scrutinate c’è un grande successo anche per Raffaele Lombardo, presidente della Regione siciliana. Si tratta di due successi straordinari che si sposano con quello riscosso dal Popolo della Libertà, che qui in Sicilia sta ottenendo eccellenti risultati».

    22:40 – Elezioni regionali, 171 sezioni su 5300: Raffaele Lombardo (PdL, MpA) 60,37%; Sonia Alfano (Amici di Beppe Grillo) 1,95%; Anna Finocchiaro (Pd, Sa, IdV) 35,51%; Ruggero Razza (La Destra – Fiamma Tricolore) 1,94% e Giuseppe Bonanno Conti (Forza Nuova) 0,2%.

    22:30 – Proiezione Ipsos sui seggi al Senato in Sicilia (copertura del 100%): PdL da 12 a 14, MpA da 1 a 3. PdL-MpA da 14 a 16. Pd da 6 a 8, IdV da 0 a 2. Pd-IdV da 7 a 9. Udc da 2 a 4. Altri 0.

    21:25 – Lombardo: «Ho in mente più di un nome, ma con gli alleati voglio varare una giunta di alto livello di grandi qualità e trasparenza. […] Alcune riforme importanti che attendono l’aula andranno fatte con il concorso di tutti: non chiuderemo la porta in faccia ad alcuno».

    21:12 – Un Cuffaro raggiante ha offerto caramelle alla carrubba («Un prodotto siciliano. Vedremo se piacerà tanto e avrà lo stesso effetto dei cannoli»), ha promesso di inviare una cassata a Veltroni e ha detto che «Finocchiaro non è riuscita a infinocchiare i siciliani. Anzi un po’ sì perché si è trovata una via di fuga con la candidatura al Senato». Ha anche detto ai giornalisti: «Per cinque anni farò il senatore, risolverò positivamente la mia vicenda giudiziaria e dopo farò il ministro».

    19:30 – Anna Finocchiaro ha dichiarato: «Mi sembra assolutamente azzardato commentare un exit poll delle 15:30. Ricordo, come ho già fatto altre volte, che sulla scorta dei risultati delle elezioni regionali di due anni fa il rapporto di forza tra i partiti del centrodestra e quelli del centrosinistra era di 61 a 36. Lo sapevamo dall’inizio, non ci siamo tirati indietro, abbiamo lavorato molto e bene. Ogni altro commento è assolutamente prematuro, visto che non disponiamo di nessun dato sui risultati delle singole liste né di quelli riguardanti i candidati a presidente della Regione Siciliana».

    18:56 – Esultanza nella sede dell’Udc a Palermo al raggiungimento della certezza del seggio per Totò Cuffaro. D’Alia e Antinoro potrebbero ottenere altri due seggi. I voti dell’Udc sembrano determinanti per la conquista della presidenza della Regione da parte di Raffaele Lombardo.

    18:43 – Dato finale sull’affluenza (modificato più volte sulla pagina ufficiale…): a Palermo ha votato il 69,11% degli aventi diritto (755.169 elettori). In tutta la Sicilia ha votato il 66,68% degli aventi diritto (3.049.270 elettori). Nel 2006 aveva votato il 59,16%.

    18:28 – Anna Finocchiaro non è nella sede elettorale semideserta di Palermo ma si trova a Roma al loft del Pd. Arriverà soltanto domattina in città.

    18:23 – 1366 sezioni siciliane scrutinate su 5300 (5,8%) riportano PdL e MpA al 53,7% dei voti, Pd e Idv al 29,6%, Udc al 10%.

    17:50 – Proiezione Consortium sul 41% della copertura (Senato): PdL 46,5%, MpA 4,8%. PdL-MpA 51,3%. Pd 27,9%, IdV 4,1%. Pd-IdV 32%. Altri 16,7% (Udc 8,7%, la Sinistra l’Arcobaleno 3%, La Destra 1,8%, Ps 0,4%, altri 2,8%).

    17:40 – Lino Leanza, segretario regionale dell’MpA, ha detto che «la mafia esiste ed è interessata a tutte le elezioni. I partiti la tengano fuori perché quelli mafiosi sono voti maledetti che non pagano. Chi ancora usa questo sistema va condannato e isolato. La mafia è un cancro».

    17:36 – Lombardo ha dichiarato: «Prudenza a parte, il nostro probabile successo deriva dal fatto che siamo stati capaci di far percepire di essere in grado di tutelare l’interesse della Sicilia più dei nostri concorrenti. Dobbiamo attendere gli ulteriori dati, ma credo di poter dire che si tratta di un risultato importante che salutiamo con estrema soddisfazione». La mafia non si è preoccupata di votare. Si starà occupando d’altro perché lo Stato è riuscito ad andargli addosso». Lombardo ha detto della Finocchiaro: «Al di là di qualche intemperanza verbale, dovuta più al suo entourage, il confronto è stato corretto».

    17:32 – 310 sezioni siciliane scrutinate su 5300 (5,8%) riportano PdL e MpA al 52% dei voti, Pd e Idv al 30,2%, Udc al 10,3%. 15 seggi su 26 andrebbero al centrodestra.

    17:04 – Sonia Alfano ha commentato il risultato indicato dagli exit poll compreso tra il 9% e il 13%: «Non so quale percentuale abbia raggiunto, se è quella che mi accreditano a caldo, ben venga. […] Abbiamo lavorato a contatto con la gente e qualunque risultato sarà un punto di partenza. I nostri voti arrivano dagli elettori che negli anni trascorsi non hanno votato».

    16:51 – Beppe Lumia, capolista del Pd al Senato in Sicilia, ha dichiarato: «I dati degli exit poll di entrambi i principali candidati alla Regione Aiciliana sono in calo rispetto al dato delle dei due candidati presidente (Rita Borsellino per il centrosinistra e Salvatore Cuffaro per il centrodestra) nel 2006. Bisogna comunque aspettare i dati reali. I nostri dati, poi, ci danno qualcosa in più rispetto agli exit poll. Sono sicuro che i dati reali ci porteranno molto più avanti. Non dimentichiamo che in Sicilia, il centrodestra aveva in mano la leva del potere».

    16:47 – Sonia Alfano, candidata con la lista degli Amici di Beppe Grillo ha affermato che «lo svolgimento delle elezioni di questi due giorni è sicuramente caratterizzato da alcuni episodi scandalosi ed assolutamente antidemocratici».

    16:40 – Saverio Romano, segretario regionale dell’Udc, ha detto: «Con questi dati, se saranno confermati, Lombardo è eletto presidente della Regione Sicilia e deve augurarsi ora un grande successo nazionale dell’Udc. […] Se così stanno le cose a livello nazionale, che Berlusconi cioè vince ma condizionato fortemente dalla Lega, lui avrà bisogno del sostegno, non solo elettorale, ma politico, dell’Unione di centro».

    16:37 – Il vicesegretario regionale del Pd in Sicilia Tonino Russo ha dichiarato: «In Sicilia non parlerei di sconfitta netta. […] Bisogna vedere quali sono i risultati delle liste».

    16:35 – Il senatore Mario Ferrara (PdL) ha detto che «Il centrodestra in Sicilia ha stravinto. […] Quella siciliana è una vittoria che ci permetterà, in campo nazionale, di portare avanti le istanze siciliane molto più di quanto si sia potuto fare negli ultimi due anni. Il Governo Prodi non ha fatto niente per la Sicilia».

    15:45 – Un exit poll Consortium per la RaiRaffaele Lombardo tra il 49% e il 53% e Anna Finocchiaro tra il 36% e il 40%.

    15:20 – Liveblog in forma “light” fino a dati significativi provenienti dalla Sicilia e da Palermo. Siete invitati a commentare.

    15:00 – Le operazioni di voto si sono concluse. Si procede all’apertura delle urne e allo spoglio delle schede.

    Palermo, Sicilia
  • 168 commenti a “Liveblog dello spoglio – Politiche e regionali 2008”

    1. Non so se ridere o piangere a vedere che il popolo Taliano crede ancora che questa lobby -mercimonio squallido, sagra paesana tipo concorso tascio- sia politica, e che il similpaeseitalia sia un vero Paese. Fatevi un giro nei Paesi europei, ognuno ha i loro problemi, é vero, ma vi accorgerete di quanto ci considerano ridicoli. V. TG2 del 12/4/2008.
      Questi pseudo-politici Taliani parlano di politica come se si trattasse di campionato libero di calcio per dilettanti.
      E noto l’ipocrisia, anche qui, di gente che fa finta di crederci, e maschera male i propri interessi privati di parte.

    2. Non posso credere che il popolo italiano creda ancora a tutte le favovele di Berlusconi..
      Come si fa a dimenticare?? Come si fa ad essere così ingenui??? Speriamo bene 🙂

    3. il nano malefico

    4. @ parker e fabri,. peccato che non siamo intelligenti e furbi come voi………………

    5. Anche i commenti devono essere light? Perchè io a vedere Lombardo al 50% non è che avrei molta voglia di rimanere calma!!!

    6. la sicilia non cambierà mai!

    7. exit pool: Lombardo ha il 53%, bella notizia annunciata adesso dal compare! finalmente un personaggio nuovo, pulito, un partito all’avanguardia… spero solo non sia diabetico, altrimenti i prossimi cannoli a chi li facciamo avere?

    8. la sicilia non cambierà mai perchè a una manata di siciliani questa situazione sta bene…

    9. ma tanto valeva rimaneva cuffaro…tanto che cambia…
      sono basita e trasecolata

    10. insomma…Chi pilu pi tutti!

    11. deprimente

    12. non vomito continuamente ma solo ogni quarto d’ora, perchè sapevo già 2 mesi fa che non ci sarebbero state speranze! Non è una sorpresa scoprire che la sicilia è popolata per almeno l’80% da quacquaracquà.

    13. Non ce la faremo mai a ripulirla questa nostra bella Sicilia!!!!!!

    14. Dunque…ragioniamo…se Lombardo ha il 51 e la finocchiaro il 38…come è spartito l’11 per cento rimanente? Qualcuno tra Bonanno Conti, Razza e la Alfano ha fatto il botto. E questa è una notizia

    15. QUESTE ELEZIONI REGIONALI SONO INCOMMENTABILI!!! IL CLIENTELISMO PANE DELLA SICILIA!!! CHE AMAREZZA!!!

    16. emigrate tutti
      se non vi sta bene emigrate come farò io.
      non continuate a vivere con la speranza del cambiamebto altrimenti morite dentro giorno dopo giorno.

    17. Io mi candido e gratuitamente. Voglio fare il curatore d’immagine del sig. Lombardo. Via subito il riportino, seconod me perde e parecchio.

    18. vedere da Milano la sicilia “bedda” cadere sempre più in basso non è una bella cosa!! io sono emigrato ma conto sempre di tornare…..

    19. Siamo alle solite. Ogni volta a dannarsi l’anima per cambiare le cose, e ogni volta a pensare “Apriranno gli occhi”, ma la realtà è questa. E possono esserci mille segnali di cambiamento ma la base popolare è questa, che tutto rimanga com’è. Con buona pace di tutto quanto non funzioni, con buona pace delle file di emigrati e per sovrana gioia delle compagnie aeree che si fanno i picciuli. Quale alternativa tra andar via e restare per cambiare le cose nel 2207? Forse tra due secoli qualcuno cambierà idea?

    20. E’ la lega comunque che ha vinto le elezioni nazionali.
      Cosi come in Sicilia.
      Pronti ad imbracciare i fucili, e vai!

    21. Che infinita amarezza se i risultati dovessero esser confermati!

    22. Non ho parole in questo momento…. x questa terra “Cannoli forever”???

    23. Che orrore…ci speravo, giuro! Speravo che qualcosa cambiasse…’azz!

    24. quello che non mi spiego e che vorrei comprendere è il motivo che sta alla base del ragionamento che può portare al voto per la politica di Lombardo o Cuffaro. Non posso credere che nasca da convinzioni profonde di tipo politico o sui programmi, la spiegazione va cercata altrove credo! La Sinistra in Sicilia forse si è fatta troppo elitaria e trova consenso solo nella borghesia, mentre nei piani alti e in quelli più bassi gli altri hanno la meglio. Forse la Sinistra farebbe bene ad uscire dai Salotti e cominciare a frequentare ben altri quartieri, non solo però in occasione delle elezioni!

    25. non so perchè ma, parlando con amici e conoscenti, in questi mesi mi è sembrato di capire che la sinistra (in generale) ha scarsa credibilità. In fondo dicono le stesse cose della destra (in senso lato) ma non riescono a sortire gli stessi effetti…e non sò neanche se il motivo sia da ricercare altrove, in favoritismi o clientelarismi presunti…
      Fattostà che i risultati elettorali da qualche anno a questa parte sono sempre in bilico tra due grandi poli contrapposti che, oggi come oggi, è anche inutile chiamare destra o sinistra.

    26. La Sicilia nn cambierà mai, soprattutto se crede che l’alternativa a cuffaro e micciche sia la alfano… Che tristezza…..

    27. Sarà anche vero che la Alfano ha fatto il botto e come dice Vasilly è una notizia però siamo seri si rendono conto i grillini che ci hanno consegnato in mano a Lombardo? Ne vanno davvero così fieri?

    28. (tanto vale..)
      VENDO voto per le prossime “provinciali”.
      Il suddetto verrà apposto ben al centro del simbolo dell’acquirente, si assicura marcatura doppia.
      Prezzo affare.
      Eventuale preferenza dovrà essere contrattata a parte con trattativa riservata.
      🙁

    29. c’è i chianciri!!!!!!!!!!!

    30. Infatti, credo proprio che il Grillismo a livello politico abbia prodotto più danni che altro. E lo dico da uno che inizialmente appoggiava quelle iniziative. Pur avendo portato qualche piccolo cambiamento non doveva tradursi in un movimento politico, perchè cosi facendo non ha fatto altroche il gioco della Destra. Le sensibilità che tirava in ballo sono quelle della Sinistra, se doveva tirare via voti non lo faceva di certo a Lombardo.
      A mio parere il sistema si deve cambiare dall’interno e non sortite come quella dell’Alfano

    31. Sinceramente nn mi aspettavo grandi sussulti dai siciliani. Purtroppo….

    32. … e le cose, col passare dei minuti, peggiorano pure…

    33. Lino Leanza, segretario regionale dell’Mpa, ha detto che <>

      Ma dice vero?

    34. la Alfano ha cominciato a dire che ci sono stati brogli ? ma è una procedura-tipo della sinistra o una ripercussione orlandiana ?

    35. procedura tipo o no
      i presidenti di sezioni sono stati arrestati?
      e altri 150 sono stati sostituiti in estremis?

    36. massimo, di quali parli, di quelli per le comunali ? se si, non pensi che obiettivamente ci sia un abisso tra 200 schede che dei delinquenti hanno falsificato e devono andare in galera e 30000 voti andati di fatto a Cammarata ? o sei uno di quelli che per difendere la Sinistra e Orlando ad oltranza anche se a torto è disposto anche a chiedere le dimissioni ormai di moda anche puramente per principio ?
      chiusa la parentesi aperta sulle precedenti comunali

    37. Per 200 beccati quanti ne sono sfuggiti?
      Fette di Prosciutto sugli occhi!

    38. aaaah certo dimenticavo 🙂 mi mancava questa frase ripetitiva, chissà quante volte l’ho sentita o l’ho letta in Rosalio…..no scusa è vero Orlando deve essere l’unico sindaco dell’universo e l’imperatore di Vega gli fa un baffo 😉

    39. Ognuno creda a quel che vuole, c’è a chi va bene che anche una minima (ahahah) percentuale dei voti sia comprata e chi no. Io non me ne vanterei molto caro Sergio!

    40. caro Mao non hai capito io sono d’accordo con te che 200 schede sono state truccate e sono il primo e tu mi segui a dire che chi ha mentito a NOI deve pagare e subito, e dunque presidenti consiglieri e altri! ma da qui a dire che per un simbolo si debbano annullare elezioni che hanno dato molti punti di vantaggio alla destra….non riesco a dirlo io che sto piu a sinistra non dovrebbe dirlo nessuno! SE invece ci sono prove – e dunque non chiacchiere – sull’invalidità dei 30000 voti di scarto benissimo…ma Mao io non credo che bisogna per forza addossare la colpa di qualche delinquente al leader candidato, che magari non ne sa niente (oppure si non loso ma sinceramente scusa pensi che uno per quanto il peggiore e il piu deficiente si suicida pubblicamente in questa maniera ?) io non sono molto convinto delle ambigue dichiarazioni di Orlando, il quale prima ha parlato di episodi di violenza, dopo di brogli per 200 schede, infine su Youtube dichiara che i voti di differenza derivano dal rispetto di una circolare dell Regione Sicilia fatta prima delle votazioni e dunque dove sono stati i “brogli” ?
      cmq vorrei chiudere qui il mio pensiero, di uno che non vorrebbe Palermo in mano a Forza Italia ma altrettanto disgustato da sinistre obsolete e da nuovi prossimi politici di sinistra che non portano niente di nuovo, e direi di tornare all’argomento della discussione per non mancare di rispetto al blog
      saluti
      sergio

    41. Infatti usciamo da questo discorso perchè tral’altro la pensiamo in maniera più simile di quanto potesse sembrare! In più sono d’accordo con te sul fatto che la sinistra in Sicilia dovrebbe essere riformata da zero. Non si vince in questo modo e non si può vincere inseguendoli sullo stesso campo.
      P.s. Gli stessi candidati dovrebbero veramente credere in quello che fanno e non essere già a Roma prima dello spoglio! Ma v…..

    42. Il meccanismo del consenso fondato sul bisogno degli elettori è un formidabile collettore di voti. Ma il clientelismo – per quanto intuisco – non appartiene soltanto a uno schieramento politico, è prassi abbastanza trasversale. Solo capita questo: chi già comanda non deve nemmeno promettere: “Se salirò ti troverò un posto di lavoro” (schifoso, di pochi euro, per cui dovere sempre e comunque ringraziare). Ha già in mano le leve del potere e così, al mercato del voto, offre delle garanzie in più. E’ chiaro che una siffatta politica non soddisferà mai i bisogni del popolo siciliano. Sarebbe come uccidere l’ostaggio. Poi chi lo paga il riscatto?

    43. e quindi siamo condannati a questo nei secoli dei secoli.
      Come si diceva qui, il motto dei Siciliani dovrebbe essere “Accontentati”! e chi non si accontenta?

    44. Arrizzanu i carni,arrivato a un certu puntu,poso solo soffrire a vederervi soffrire,minnistaiu a roma,peccato avevo fatto un pensierino.

    45. Prima di scegliere lo schieramento dovremo scegliere da chi farci rappresentare. Consegnare l’Italia ad una persona che ha rapporti, diretti o indiretti, con la mafia o consegnarla a qualcuno che la mafia la vuole combattere?
      Penso che il desiderio di ogni Italiano ed in particolar modo di ogni siciliano sia quello di debellare la criminalità organizzata ed è questo l’unica domanda da porsi prima di andare a votare. Questo è l’unico paese (scritto volutamente in minuscolo) al mondo dove si permette a della gente condannata di candidarsi. Consegnare l’italia alla criminalità e pretendere di debellarla è solo un’utopia.

    46. io ancora ci spero…
      yes we can
      lo spoglio non è ancora finito.

    47. Ma come, la Finocchiaro si candidda alla presidenza della Regione Sicilia e aspetta i risultati a Roma?? Ci credeva tanto ad una possibile vittoria!! invece la sua bella poltrona in parlamento era sicura e va ad aspettare a roma.

    48. Lorenzo, a quanto pare le priorità che alcuni di noi si pongono sono diverse da quelle della maggioranza. Ci è stato dimostrato puntualmente!

    49. onore a Lombardo che ha vinto. Trovo invece assolutamente demagogico il voto all’Alfano. Se facessimo la somma delle percentuali dell’Alfano con le percentuali della Finocchiaro avremmo un risultato forse diverso. A che pro?

      Noi non abbiamo bisogno di antipolitica, ma di una buona politica. Grillo che gioco stai facendo?

    50. Mao che ti devo dire…. credo sia un concetto basilare, sopratutto, ripeto, per noi siciliani. E’ oltremodo triste notare che, anche qui in Sicilia, la lega abbia preso voti; voti per il partito che vorrebbe separare la Sicilia dal resto dell’Italia. Credo a questo punto che la scelta di voto richieda un minimo di livello intelletto-culturale che evidentemente non tutti possediamo…. o sbaglio?

    51. Non ci resta che continuare a lavorare per educare alla legalità e a quei principi che sono base per una democrazia matura, è l’unico potere che forse abbiamo!

    52. cetty un cia putiti fari cchiu’

    53. Mao condivido il tuo pensiero ma il problema è proprio questo: come si può educare un cittadino ai principi della legalità quando la legge non è uguale per tutti? Come si può spiegare ad un bambino che esiste una giustizia nel nostro paese quando un condannato a 5 anni di reclusione ha festeggiato con cannoli, è tutt’ora in libertà, e sarà un membro del Senato? Siamo alla frutta!

    54. La Finocchiaro a Roma, giustamente: che ci faceva in Sicilia? Un piccolo gesto significativo di tutta una candidatura. Bravi, ad averla preferita a Rita Borsellino, bravi.

    55. Esultanza nella sede dell’Udc a Palermo al raggiungimento della certezza del seggio per Totò Cuffaro.

      grazie…quantomeno smetterà di appestare la sicilia…

      la borsellino non è esistita in questi due anni di opposizione…ogni tanto si è fatta vedere in televisione giusto xchè non ci dimenticassimo che esista ma niente di più…ti ricordo che era CAPOLISTA al senato in lombardia…e non certo per amore della sua terra…anche lei ci aveva sperato di potersi trasferire a roma…

      quando parliamo delle cose cerchiamo di farlo nella maniera più corretta possibile…

      condivido i pensieri qui letti sulla candidatura inutile di sonia alfano…e leggevo con sgomento la contentezza di chi l’aveva votata…cmq per fortuna il voto è ancora libero, rispetto per tutti i voti.
      ma cinica soddisfazione quando queste persone ci sprofonderanno nel baratro…

    56. Cetty, rasseganti: domani ti sveglierai berlusconiana e “lombarda”

    57. La Borsellino era capolista al Senato in Emilia Romagna. Scusa Mauro, ma quali persone pensi ci porteranno nel baratro?

    58. parafrasando la strafamosissima canzone degli abba
      Waterloo, I was defeated, you won the war
      Waterloo, couldnt escape if I wanted to
      Waterloo, knowing my fate is to be with you
      Waterloo, finally facing my waterloo
      🙁

    59. Ho detto una cazz…

    60. era capolista in lombardia & in emilia romagna…della serie delle due l’una…ma forse nessuna a quanto pare…
      quelle che si accingono a governarci…xchè di chi pensavi parlassi?!

    61. Mi ero già corretto da solo, era candidata in effetti in entrambe.
      Mi sembrava più una critica alla Sinistra.

    62. MA COME? ANCORA SI DEVONO SPOGLIARE LE SCHEDE E LA FINOCCHIARO E’ A ROMA?

      E’ INCREDIBILE!!!!

      QUESTO SI CHIAMA DISPREZZO AL CUBO VERSO TUTTI I SICILIANI, ANCHE QUELLI CHE L’ANNO VOTATA!!

      CHE VERGOGNA!!!!

      DA QUESTO COMPORTAMENTO SI CAPISCE TUTTO IL SERVILILISMO che HANNO SEMPRE AVUTO MOLTISSIMI POLITICI SICILIANI VERSO I POTERI ROMANI!!!

      DA QUESTO SI CAPISCE PERCHE’ GLI INTERESSI DELLA SICILIA SONO STATI SEMPRE SACRIFICATI A QUELLI DEL CENTRO NORD!!

    63. é vero. è un insulto per i siciliani. ancora di più del traffico. a questo punto propongo il 41-tris per la finocchiaro e i vigili, problemi prioritari per la sicilia!

    64. la critica si può tranquillamente rivolgere anche a tutti i partiti di sinistra…quelli che scompariranno per aver preferito il loro simbolo sulla scheda piuttosto che il beneficio del paese, e quelli del pd per non aver portato a compimento quel rinnovamento promosso…arenatosi sulle candidature di certi personaggi poco credibili, loro con la loro squadra di portavoce e portaborse…peccato…speriamo che per il futuro si possa trarre insegnamento da questi errori, il 35% circa non è male per cominciare…

    65. qui in sicilia il discorso è abbastanza complesso per essere snocciolato in poche righe…sta di fatto che il muro elevato dalla destra rimane ancora in piedi…ma fino a quando non spingeremo tutti insieme per abbatterlo rimarrà…se ognuno spinge per conto suo avranno vita facile per molto tempo!

    66. Sigh,corro a cercare nei cassetti una camicia nera.Ci vuole altro?

    67. si…un fazzoletto verde…

    68. ********ALLA SINISTRA*********
      Che non si muore per amore
      è una gran bella verità
      perciò dolcissimo mio amore
      ecco quello, quello che, da domani
      mi accadrà
      Io vivrò senza te
      anche se ancora non so
      come io vivrò
      Senza te, io senza te
      solo continuerò e dormirò
      mi sveglierò, camminerò
      lavorerò, qualche cosa farò
      qualche cosa farò, si, qualche cosa farò
      qualche cosa di sicuro io farò: piangerò
      sì io piangerò

      E se ritorni nella mente
      basta pensare che non ci sei
      che sto soffrendo inutilmente
      perchè so, io lo so, io so che non tornerai

      Senza te, io senza te
      solo continuerò
      e dormirò, mi sveglierò
      camminerò, lavorerò
      qualche cosa farò qualche cosa farò
      sì qualche cosa di sicuro io farò,
      piangerò, io piangerò
      Sì piangerò, io, piangerò…
      ” L.BATTISTI”

    69. *******ALLA SINISTRA*******************
      Mi ritorni in mente
      bella come sei, forse ancor di più
      Mi ritorni in mente
      dolce come mai, come non sei tu
      Un angelo caduto in volo
      questo tu ora sei in tutti i sogni miei
      come ti vorrei, come ti vorrei
      Ma c’è qualcosa che non scordo
      ma c’è qualcosa che non scordo
      che non scordo …

      Quella sera ballavi insieme a me
      e ti stringevi a me
      all’improvviso, mi hai chiesto lui chi è
      lui chi è
      un sorriso, e ho visto la mia fine sul tuo viso
      il nostro amor dissolversi nel vento
      ricordo, sono morto in un momento

      Mi ritorni in mente
      bella come sei, forse ancor di più
      Mi ritorni in mente
      dolce come mai, come non sei tu
      Un angelo caduto in volo
      questo tu ora sei in tutti i sogni miei
      come ti vorrei, come ti vorrei

      Ma c’è qualcosa che non scordo
      ma c’è qualcosa che non scordo
      che non scordo …

      Ma c’è qualcosa che non scordo
      sei un angelo caduto in volo…
      “L.BATTISTI”

    70. Mi vergogno tantissimo d’essere italiano, mi offendo se mi chiamano siciliano.Falcone, Borsellino, Mattarella, sono morti invano. Non si puo’ lottare contro la mafia, perchè in Italia i piú sono mafiosi.

    71. La strada è tanto lunga e tanto buia!

    72. ********** A ME*************
      Dove vai quando poi resti sola
      il ricordo come sai non consola.
      Quando lei se ne andò per esempio
      Trasformai la mia casa in tempio.
      E da allora solo oggi non farnetico più
      a guarirmi chi fu
      ho paura a dirti che sei tu.

      Ora noi siamo già più vicini
      Io vorrei non vorrei ma se vuoi.

      Come può uno scoglio
      arginare il mare
      anche se non voglio
      torno già a volare
      Le distese azzurre
      e le verdi terre.
      Le discese ardite
      e le risalite
      su nel cielo aperto
      e poi giù il deserto
      e poi ancora in alto
      con un grande salto.

      Dove vai quando poi resti sola
      senza ali tu lo sai non si vola.
      Io quel dì mi trovai per esempio
      quasi sperso in quel letto così ampio.

      Stalattiti sul soffitto i miei giorni con lei
      io la morte abbracciai
      ho paura a dirti che per te
      mi svegliai.
      Oramai fra di noi solo un passo
      Io vorrei non vorrei ma se vuoi.

      Come può uno scoglio
      arginare il mare
      anche se non voglio
      torno già a volare
      Le distese azzurre
      e le verdi terre
      le discese ardite
      e le risalite
      su nel cielo aperto
      e poi giù il deserto
      e poi ancora in alto
      con un grande salto.
      “L.BATTISTI”

    73. w l’Italia, l’Italia che crede ai valori ed alla libertà. Presidente sono con te, meno male che Silvio c’è… e noi abbiamo votato uno che ha come inno una cagata del genere………. non c’è religione….

    74. La finocchiaro non è venuta a palermo perché ha la macchina con targa pari

    75. dispari cioè

    76. Toto c’a putistivu fari! 😛

    77. ci l’avissimu pututu fari…

    78. So solo che vivrò altri cinque anni da pesce fuor d’acqua. E spero di avere polmoni grandi a sufficienza.

    79. “Siiiii stupendoooo!!!Mi viene il vomito!E’ più forte di meeeeeeeee!!”
      Ricordatevi che Vasco ha sempre ragione…

    80. teseopa ha scritto il 14 Aprile 2008 alle 19:30
      Ma come, la Finocchiaro si candidda alla presidenza della Regione Sicilia e aspetta i risultati a Roma?? Ci credeva tanto ad una possibile vittoria!! invece la sua bella poltrona in parlamento era sicura e va ad aspettare a roma.

      anche se l’ho votata devo proprio darti ragione.
      @tony siino…cz c’avrai da ridere sempre?!

    81. Stalker sono un tipo allegro…oggi di più però! 😛

    82. oggi sei talmento allegro che hai pubblicato un mio post!
      evviva, pensavo di essere stata bannata.
      ah no aspetta, abbiamo già votato!!!
      dai si scherza, fammi scrivere due minchiate pure a me, tanto oggi è festa…
      ciao va’

    83. Stalker nessuno è stato bannato. Al massimo ti vengono rimossi commenti contrari alla policy.

    84. vabbuo va’, e non festeggiate troppo.
      salutatemi il nano e dell’utri…

    85. QUESTA è LA TRISTE VERITA (da beppegrillo.it)
      In altri Paesi, Finlandia o Stati Uniti ad esempio, sarebbe sufficiente proporre uno solo dei condannati presenti nella lista per perdere le elezioni. Da noi è tutto il contrario. Il condannato serve a vincerle le elezioni. Porta i voti delle mafie, delle lobbies, degli evasori. O, più semplicemente, la candidatura è il prezzo del silenzio. L’Italia è la terra di Machiavelli. Se il fine giustifica i mezzi, il condannato giustifica i voti. I condannati con sentenza definitiva e i prescritti ricevono il premio per la loro buona condotta. I condannati in primo o in secondo grado ottengono l’immunità parlamentare.
      Il Parlamento è una zona franca. Nel senso che chi ci entra la fa franca. Un luogo dove la legge non può arrivare.

    86. Amunì, amunì, un successi niente!
      Pigghiamunni u cafè, picciotti ^-^

    87. dopo il mio commento, bannato, su cuffaro VOGLIO VEDERE SE FATE ALTRETTANTO CON QUESTO PASSAGGIO PRESO DAL BLOG DI BEPPE GRILLO. UNA SACROSANTA VERITA

    88. Oddìo Cuffaro su TG3 no! “Io condinuerò a servire la mia derra dal senato!” A questp punto mi posso andare a coricare…

    89. ”Questa volta festeggio offrendo ai giornalisti caramelle alla carruba”. ERGO, ANCHE LA VOLTA PRECEDENTE (I CANNOLI POCHE ORE DOPO SENTENZA DI CONDANNA A 5 ANNI) TRATTAVASI DI FESTEGGIAMENTO. EPPURE SI ERA AFFANATO A SMENTIRE, ADESSO SI è SBUGIARDATO. :X

    90. Ebbene si, sarà quello a rappresentarci al senato, che vergogna…quello condannato a 5 anni…si lui.
      Spero che i miei fratelli non vengano cacciati dal nord!!

    91. “VI) LA SICILIA DEI GIOVANI E DELLE DONNE

      – i giovani e le donne sono i due grandi giacimenti di risorse preziose da cui attingere le nuove leadership per il rinnovamento della politica e per il governo della Sicilia,a tutti i livelli, nella legislatura 2008-2013”

      questo è uno dei punti del programma di lombardo ma che vuol dire?

    92. Bisogna scappare dalla Sicila e dall’Italia,è un paese ingovernabile,siamo nella merda!Andiamo in Spagna (Zapatero è un gran signore) o in Danimarca o paesi nordici.Un paese in mano ai leghisti (siamo alla frutta).Fratelli siciliani che state al nord fatevi onore perchè da ora in poi la vita sarà dura!Questa Sicilia è la terra del clientelismo e dei favori.LA NOSTRA FINE STA AVENDO INIZIO!

    93. Fabri se rispetti la policy nessun commento ti viene rimosso…

    94. Sgomento nel vedere la cecità degli italiani di fronte a quello che il mondo rileva nel futuro premier italiano rendendolo inadatto a governare (basta fare un giro sui siti web di giornali come il New York Times o The Economist), a partire dal suo conflitto d’interessi a 360° fino ai guai giudiziari dai quali è uscito riscrivendosi le leggi ad personam, per non parlare delle promesse inconcludenti o della giustificazione dell’evasione fiscale. L’elenco potrebbe continuare ma è inutile dilungarsi tanto la maggioranza di chi ha votato ha chiaramente mostrato di considerare tutto questo solo delle chiacchiere da comunisti invidiosi in malafede.

      Indifferenza per ciò che esprime il voto dei siciliani, abbiamo dato troppe volte prova di che pasta è fatta la maggioranza di noi per provare altro, è semplicemente un discorso chiuso.

      Chi è contrario al clientelismo, all’assenza di senso morale e civile diffuso, alla presenza ai vertici del potere di personaggi condannati per mafia dovrebbe farsene una ragione, e se proprio non riesce ad accettare l’andazzo prevalente scegliere di andare a vivere altrove. Non mi pare che il sole, il clima mite e tutto il bello che c’è in Sicilia possano bastare a compensare la negazione di certi elementi del vivere civile nell’esistenza delle persone, per me almeno non bastano.

      Queste elezioni hanno dimostrato che l’Italia costituitasi nel 1946 come Repubblica oggi davvero non esiste più, il paese è già mutato senza riuscire ad emendarsi da ciò che lo penalizza rispetto all’area geo-politica in cui si trova, tipo un debito pubblico pari a 30.000 euro per ognuno dei suoi abitanti, né ad elaborare un’idea di nazione unificante aldilà delle differenze politiche.

      E la prospettiva è che continueremo a navigare a vista: a proposito di riforme il futuro premier ha già iniziato a parlare, dalla diretta del sito di Repubblica, di “riesumare la Bicamerale del ’94”, ricominciando a dire qualcosa che suona inevitabilmente come una presa in giro, un’eludere la sostanza dei problemi, mentre sul conflitto d’interessi ha dichiarato, stessa fonte, “interessa il 2% degli italiani, non esiste”.

      Come è stato scritto prima, ciò che altrove rende ineleggibili qui è elemento di merito e la maggioranza degli italiani ha scelto: buona fortuna a tutti noi, di sicuro ne avremo bisogno.

    95. “VI) LA SICILIA DEI GIOVANI E DELLE DONNE

      – i giovani e le donne sono i due grandi giacimenti di risorse preziose da cui attingere le nuove leadership per il rinnovamento della politica e per il governo della Sicilia,a tutti i livelli, nella legislatura 2008-2013″

      questo è uno dei punti del programma di lombardo ma che vuol dire?
      ___

      MONACHELLINA , TE LO SPIEGO IO COSA VUOL DIRE. VERRETE UTILIZZATE DALLA PANTER OIL PER ESTRARRE PETROLIO DALLA VALLE DI NOTO. NELLA PEGIORE DELLE IPOTESI COME TRIVELLE UMANE 🙁

    96. e’ quello che sospettavo!

    97. i.LA NOSTRA FINE STA AVENDO INIZIO! vero è

    98. Comunque il programma di lombardo è un Kandinsky.

    99. La nostra fine è già iniziata da un bel pò di tempo, ed è ben avanti; è la consapevolezza di questo, e della sua non modificabilità visto il persistere dei comportamenti della maggioranza dei siciliani, almeno dal secondo dopoguerra a oggi, che forse inizia a farsi strada

    100. Ragazzi c’è solo una cosa da premettere:
      Lombardo non aveva rivali…Il Pd chi ci candida x la presidenza??Anna Finocchiaro,politico di innumerevoli qualità ma scarsa sicilianità!!Dubito che lei passi più del 10% dei giorni in un anno nella nostra terra..e stasera ne abbiamo avuto la certezza..assistere a Roma è un grave segno che Ella manda non solo a tutti i Siciliani ma a tutti gli Italiani in generale!!
      Bisogna creare e far crescere una nuova Classe politica Siciliana di Sinistra,una classe che inizi a lavorare sin da giovanissimi nella nostra terra!

    101. Bravissimo Arturo,
      finché la sinistra sarà antiautonomista e antisiciliana (basta leggere le pagine di un certo quotidiano palermitano) andrà sempre indietro. Ma non se ne accorgono, no. Basta loro piangersi addosso e dire che la Sicilia è una m… e basta. Non può essere che sono loro una m…?
      Io sono contento di avere un Presidente autonomista. L’ultimo è stato 50 anni fa e stava facendo le cose per bene, poi i poteri forti lo hanno destituito. Questo è più furbo e “si ci” è alleato. Vediamo che sa fare…
      Ora però c’è bisogno di un’opposizione siciliana e sicilianista al sistema. Questo neanche la Alfano l’ha capito. Quanto alla sinistra nazionale, capace di portare indietro il risultato di due anni fa del dieci e passa per cento, ….non si dovrebbero nemmeno più presentare al di qua dello stretto. Vergogna a loro. Alla FInocchiaro che già si è moralmente dimessa (che succede allora? Sale la Alfano?) e a tutti i “cracolici” che ci invitavano a “voltare pagina” sempre con le stesse facce e sempre proni a Roma, all’Europa e quando gli dicevi “il nostro Statuto, i nostri interessi”, ti rispondevano imbarazzati “ma questo non si può fare…”. Hanno avuto ciò che meritavano

    102. Viva Lombardo e Santa Rosalia!!!

      (Vediamo se la policy riesce ad eliminare anche questo)

    103. … Puntini di sospensione… solo quello per esprimere amarezza per un popolo che non vuole svegliarsi… Regionali o Nazionali che siano… il risultato è sconcertante! Occorrerà davvero sperare che… non cambi nulla… perche se qualcosa cambierà può solo cambiare in peggio!!! Orribile, consentitemi, l’idea dell’abbraccio tra Cuffaro e Lombardo! Buona fortuna ragazzi! Saluti da Torino

    104. secondo me il problema principale della classe politica siciliana di sinistra sta nel saltare ogni volta a piè pari il momento conseguente ad una sconfitta di questa portata…(si parla di un 64% contro un 30%, significa che rispetto a solo due anni fa si è sceso come consenso per il candidato e come consenso per i partiti, ds e margherita presero in totale il 26% mentre il pd arriva a sfiorare il 20% senza toccarlo, mentre la borsellino arrivò al 41%)…ovvero l’AUTOCRITICA questa sconosciuta…
      loro oggi si sveglieranno e si diranno:”vabbè tanto era sicuro che perdevamo” e tranquilli continueranno per la loro strada…e invece no…è proprio qui che rischiamo nuovamente di farci sfuggire un’occasione buona per ricominciare…
      autocritica significa individuare gli errori commessi, analizzarli e studiarli affinchè non si possano ripetere nuovamente, non significa rimettere la testa dentro la sabbia e tirarla fuori tra 5 anni…tra l’altro le stesse persone tra 5 anni…!
      significa chiedersi xchè le liste isolane sono state terra di conquista per portavoce portaborse mogli e figlie e non logica conseguenza di chi, per meriti personali e capacità, doveva essere in quella posizione!
      significa chiedersi se la candidata è stata adeguatamente sostenuta da tutte le forze politiche in gioco!
      significa chiedersi se la candidata era adatta!
      significa chiedersi se il presidente del pd regionale sia adatto a svolgere questo ruolo!(secondo me non lo è!)
      significa da parte mia avere fiducia ancora nel progetto del pd, ma rimanere con gli occhi aperti e vedere se qui l’idea di rinnovamento sia effettivamente supportata da azioni conseguenti…altrimenti da parte mia significa non ripetere l’errore di votarlo…è l’unico strumento che in democrazia abbiamo a disposizione!

      buongiorno a tutti e scusate se mi sono dilungato

    105. A livello nazionale quello che trovo più duro é l’ascesa della Lega. Adesso vedrete che saranno carini i giornali stranieri con l’Italia. Passiamo davvero a Destra. Povera Italia!!!

    106. Forse non miglioreremo mai, rimarremo sempre una Sicilia (ed un’ Italia!) di cittadini approssimativi, accomodanti e -mi fa male dirlo- anche un pò mafiosi!

    107. Ho letto che Giulia Bongiorno potrebbe ricoprire il ruolo di ministro della Giustizia. La stessa Giulia Bongiorno che va in giro a dire che Andreotti era innocente. A questo punto preferivo il ceppalonico…

    108. D’accordo con le analisi di Spillo e Mauro (hanno riassunto tutto direi):
      da elettore di sinistra dico che forse è ora di smetterla di pensare che se vincono gli altri vince automaticamente la mafia (ragazzi il 64 % dei siciliani sono mafiosi allora? mmmmm) e se vinciamo noi arriva il rinascimento.
      La verità è che di fronte ad una macchina organizzativa-clientelare così potente nn abbiamo saputo offrire un’alternativa valida, una strategia, una visione.
      Meno spocchia e più presenza nel territorio nn ci faranno male, sperando che questa volta l’autocritica sia reale e nn fittizia: della serie se abbiamo perso la colpa è sempre degli altri, la gente nn capisce un c…, mi vergogno di essere siciliano ecc. ecc.
      Sono reazioni emotive, lo capisco….ma continuando così staremo all’opposizione per un altro millennio.
      Nn è impossibile…si può fare ; )
      Ricordiamoci che negli anni novanta la stragrande maggioranza degli enti locali siciliani era amministrata dall’allora Ulivo.
      Forza e coraggio

    109. Accontentiamoci! Queste elezioni hanno dimostrato che la mafia per la stragrande maggioranza dei nostri compaesani non è un problema, o quanto meno non lo costituisce a tal punto da far storcere il naso di fronte alle connivenze mafiose. Se dopo il processo a cuffaro si vince con questo distacco stiamo sbagliando tutto.

    110. Sono perfettamente d’accordo con te, Bardamu, dobbiamo cambiare registro. Presenza sul territorio deve essere la priorità, perchè è soprattutto nella provincia che si perde

    111. che immensa delusione. non riesco a trovare le parole per esprimere la totale DELUSIONE! Ora caro signor Berlusconi vediamo di cosa sei capace…

    112. SONO SCONVOLTO—

    113. bossi al nord..
      berlusconi al centro…
      lombardo al sud..
      mi sento schiacciata.

      mi viene voglia di scappare, so per certo che saranno tempi duri anche se tutti diranno che sarà meraviglioso perchè il nano darà qualche bonus, poi non importa se la legalità sarà solo una leggenda.

      ah. dimenticavo:
      vediamo se continueranno ad esserci gli arresti eccellenti del clan lo piccolo o come per magia gli inquirenti brancoleranno nel buio.

      e per inciso:
      NON SARO’ MAI NE’ BERLUSCONIANA NE’ LOMBARDA.

    114. il portavoce di silvio poco fa ha detto che loro sono il centro…………………con la lega….e con la mussolini…

    115. e adesso forse, se verrà attuato il federalismo fiscale, tanti saranno costretti a lavorare e non aspettare la manna dal cielo. Aumenteranno le differenze tra nord e sud, ma forse cominceremo a non vivere di assistenzialismo!

    116. Su questo, MAO, ci saranno scontri violenti fra la Lega e Lombardo. La Lega vorrebbe buttare a mare la Sicilia. Ed avrebbe anche ragione. Lombardo è convinto (per chissà quale motivo) che ai siciliani tutto sia dovuto, che Roma ci debba ricoprire di regali.

    117. tutti i siciliani di una certa mentalità sono convinti che a noi si debba qualcosa solo perchè siamo sempre i più disastrati

    118. Guarda, CETTY, una volta ho visto una puntata di Report e sono rimasto sconvolto. La Gabanelli diceva che la Sicilia trattiene il 100% delle tasse riscosse e riceve come rimborso da Roma il 57% della spesa sanitaria (che da sola assorbe il 70% del bilancio regionale).
      Con simili agevolazioni la Sicilia dovrebbe superare il pil della Lombardia, invece siamo (siete, io me la sono squagliata) sempre gli ultimi.
      Ma è possibile, mi chiedo?

    119. Mao hai centrato perfettamente il punto!
      Credo che questo modo di gestire la politica in Sicilia si reggerà fino a quando ci sarà da assegnare risorse pubbliche con le modalità che noi tutti conosciamo.
      Ma nel momento in cui i rubinetti si chiuderanno (e si chiuderanno stanne certo: nn è sicuro che dopo il 2013 l’UE continuerà a stanziare fondi alla nostra regione) è molto probabile che il sistema imploda.

    120. Non vedo l’ora che imploda. Sarà li che si faranno i conti.

    121. ragazzi, ammettiamolo, fatte le dovute eccezioni siamo un popolo privo di speranza.
      siamo felici di essere colonia, siamo felici di un sistema atavico.
      è come se rifiutassimo di volere uscire dal sistema cuffaro e co.
      ci piacciono i carnefici così possiamo piangerci addosso.
      siamo schiavi volontari.
      siamo un popolo che vive in attesa di un favore e che vede il diritto come un lusso anzi manco vede il diritto come un valore.
      amiamo la questua.
      in poche parole siamo un popolo senza dignità.
      e non sapete quanto soffro nel constatare tutto ciò.
      quando ci toglieranno tutti i vantaggi economici di cui sopra forse sarà la salvezza.
      da oggi guardo e osservo ma fanc la speranzs

    122. una domanda.
      esiste la pillola del giorno dopo della speranza?

    123. Il mistero della povera Agenda Rossa adesso sì rimarrà un Mistero a lungo!!!! Chi potrà più indagare?? La mafia non ha inclinazioni politiche, ma è pur vero che i movimenti antimafia sono tendenzialmente di sinistra; essendo la sinistra bocciata totalmente dagli italiani, è verosimile la conclusione che i movimenti antimafia sono stati bocciati, o comunque non hanno smosso le coscienze tanto da tener ben presente le persone proposte dai partiti.
      Risulta adesso assai improponibile sensibilizzare la popolazione, che si è dimostrata disinteressata e/o complice, verso la ricerca della verità sul periodo 1992/1993.

    124. Siete tutti sconvolti, ma c’è di fatto una cosa…qualcuno li ha votati,anzi + di qualcuno quindi chi è causa del suo male pianga se stesso!!!

    125. c’è Cantafia su tgs che sta dicendo che all’Ars quello che di buono che si è fatto in questi due anni lo dobbiamo a Rita Borsellino con il suo grande lavoro: qualcuno mi spiega CHE lavoro a parte sventagliare il ventaglio ogni tanto e dire “un’altra storia” ?? ma da dove gli viene ??
      ecco perchè le sinistre siciliane perdono, si suicidano e con piacere.

    126. Isaia non è divertente.

    127. ma perchè tutto questo astio e odio per Lombardo perchè è di destra ? e cercare nel suo passato per trovare qualcosa di losco ? spiacente non c’è niente di condanna per mafia per Lombardo ma ora glie la costruiamo come per Cammarata circa i brogli e il contatto con Cosa Nostra di cui farneticava Ferrandelli quando straparlava ? Io so (non penso) ormai per dato di fatto che ogni politico non è senza macchia e ci sto quanto posso lontano, sinceramente però da spettatore per sempre come voi, non voglio fare nessun commento su una persona che non ha ancora cominciato a lavorare: VEDIAMO COSA FA PRIMA E POI SE SBAGLIA DISTRUGGIAMOLO, MA PRIMA diamogli una possibilità non togliamogliela solo perchè “è di destra” !

    128. Sapete dirmi dove posso prendere i risultati aggiornati per quanto riguarda i voti di preferenza??? grazie

    129. Ci trattano con i piedi i leghisi a noi del sud e ieri sentivo Lombardo che era contentissimo e appoggiava la Lega Nord (complimenti per la prima minchiata dell’era Lombardo)sarà la prima di tante!…..

    130. Oddio, NO…
      Il Berlusca a Roma.
      Lombardo alla Regione…
      Ora ricomincia la tiritera del PONTE SULLO STRETTO!

    131. da oggi io sono extra parlamentare. Quando dirò questo Parlamento non mi rappresenta nessuno dico nessuno potrà contraddirmi. Sono fuori dal Parlamento e solo stamattina ho capito che sono fuori anche dal Paese. Non è vero che questo Paese ha schifo della casta, questo Paese ha l’invidia della casta. Vorrebbero essere loro, tutto qui. Io sono extra parlamentare. In fondo me ne vanto. Se il Parlamento è quello meglio starne fuori.

    132. @sergio:
      il fatto che moltissimi fra i politici che ci hanno governato e (sigh) continuano a governarci abbiano precedenti con la giustizia non significa che non esistono politici senza macchia; anzi, mi sembra molto piú comodo accettare lo stato delle cose che rivoluzionarlo dalla base. Discorsi come il tuo, consentimi, hanno troppo a che fare con la retorica (e non sto entrando nel merito del giudizio su Lombardo).
      Vivo in Spagna e qui la gente, a prescindere dallo schieramento politico, non CONCEPISCE come politici con la fedina penale di Berlusconi o Cuffaro (giusto per dirne due che hanno o hanno avuto ruoli e condanne importanti, poi se vuoi cambiare i nomi fai tu) possano avere il coraggio di ripresentarsi e, tristemente, di essere rieletti.
      Auguro ogni bene ai nuovi governi, anche se non sono la realizzazione delle prospettive in cui speravo io. Lo faccio perché auguro ogni bene alla mia terra, ne ha tanto bisogno. Ora spero che vengano messi da parte stupidi dissapori e orgogli politici e che si lavori per il bene di tutti. Peró di tutti, né solo per quello del sud, né solo per quello del nord, né solo per quello dei ricchi, né solo per quello dei poveri.

    133. @parker: ed io mi chiedo come si possa ancora credere a questa sinistra che ha messo in ginocchio un paese! Cavolo…9 e passa punti…gli Italiani devono essere DAVVERO incazzati!! Magari Berlusconi ci darà il colpo di grazia…ma sul patibolo ci ha accompagnato Prodi e la sua gang del bosco!!

    134. pare che io sia extra parlamentare pure alla Regione. evvai

    135. il fatto che sulla Finocchiaro ci sia il dubbio se sceglierà o meno il seggio al Senato invece che quello all’ARS la dice lunga sulla sua voglia prima di governare la Sicilia e poi di lavorare per essa………….se candidavano Willer Bordon c’era una maggiore interesse e vicinanza alla Sicilia

    136. Pietro sono retorico ? non so, io temo tu sia di parte perchè come troppi citi SOLO Berlusconi, Cuffaro…cita anche condannati di sinistra…ci sarebbe Orlando se non sbaglio diverse volte per calunnia…ora mi dici che il paragone non ha senso ? è sempre di parte…

    137. Caruso? beh, almeno invece ce l’ha fatta Gaspare Giudice che (corregetemi se sbaglio) alle spalle ha messo accuse per associazione mafiosa, bancarotta fraudolenta, riciclaggio ed estorsione. Di queste, prescritte quella di favoreggiamento a Cosa Nostra e una fra quelle di bancarotta fraudolenta.
      E poi ci sono tanti altri compari…

    138. @sergio ci sono reati e reati ed alcuni (tipo associazione mafiosa) fanno più schifo di altri…

    139. Sergio, ti ho spiegato che citavo due fra quelli che avevano carichi di accusa piú pesanti e comunque ti ho detto fai tu, cambia i nomi… Io non avrei votato neanche per Orlando, ma se tutti i deputati avessero al massimo accuse per calunnia sarei molto, ma molto, piú sereno ed ottimista.
      Quello di cui c’é bisogno sono facce nuove. Mi scandalizza anche che gente come D’Alema sia ancora lí, anche lui “bello spicchio”. Sono di parte nel senso che non sono al di fuori del dibattito ed ho le mie opinioni, ma non nascondo le schifezze a seconda del colore che abbiano.

    140. si Pietro credo ci siamo capiti volevo estendere la cosa a TUTTI invece ho anticipato il commento di Serena che mi sembra scusare qualcuno che ha sputato su tanti compreso Falcone…ps: cosa succede se Cuffaro condannato in 1′ grado poi in appello è assolto ? è sempre “condannato”. Devo dire che la vicenda Cuffaro mi lascia molto perplesso per quanto non mi piaccia lui temo che ci siano stati rigonfiamenti e cose che non sappiamo bene. sbaglierò…

    141. “viene proclamato eletto deputato il capolista della lista regionale che ottiene una cifra di voti validi immediatamente inferiore a quella conseguita dalla lista regionale risultata più votata”.
      Così recita la norma regionale.
      Si parla di capolista di una lista regionale. Mi sembra che una interpretazione della norma, in caso di rinuncia della Finoccharo a ricoprire il ruolo di deputato capolista giunto secondo per voti validi, non possa che vedere il successivo capolista a ricoprire quel posto.
      A sostegno di questa mia interpretazione vi è il dato di fatto dell’enorme numero di voti disgiunti di cui ha goduto Sonia Alfano (20.000) che è quindi stata indicata come Presidente non solo dall’elettorato proprio della sua lista, ma anche da quello del PD e degli altri partiti.

    142. non si può cambiare se non si vuole cambiare…

    143. non si vuole cambiare se non si può cambiare…

    144. Dice che il sig. Cuffaro offrì ai suoi supposter delle caramelle alla carrubba. Dice perché sono un prodotto siciliano. Dice che vuole vedere se avrà lo stesso effetto dei cannoli.
      Dico che le carrubbe sono il cibo preferito dalle pecore.
      Con questo non voglio dire che chi votò il sig. Cuffaro sono pecore. (nzamaddio!!) Né che a chi ci piace le caramelle alla carrubba è cuffariano.
      Volevo solamente accostare un’informazione zoologica a un’informazione zootecnica.

    145. @sergio: sulle procedure della giustizia mi trovi impreparato, ma credo che se piú in lá lo assolvono, Cuffaro sará condannato in primo grado e assolto in appello… non resterá “marchiato”, almeno non tanto come adesso. Anzi ci farebbe (giustamente) una testa tanta a tutti con la sua innocenza finalmente dimostrata. Ma sará assolto per davvero? Anche io, come te, ho dei dubbi su tutta questa faccenda…
      Il problema é che (ripeto) fra i politici al potere ce ne sono tanti, troppi, che le condanne ce le hanno e senza assoluzioni successive, e malgrado tutto sono ancora lí, che decidono il futuro, che si beccano un lauto stipendio che non si meritano, che dopo due anni e mezzo di comparsata in parlamento si saranno messi a posto per tutta la vita con una bella pensioncina…
      Io non me ne posso fare una ragione…

    146. …Che schifo…cose da terzo mondo…TUTTA la notte in fila per lasciare i plichi a p.zza pretoria…

    147. Si può ingannare qualche persona per sempre, si possono ingannare tutti per qualche tempo. Ma NON SI POSSONO ingannare tutti per sempre.

    148. GEGGE’, quando Abramo Lincoln pronunciò questa frase non poteva immaginare che un giorno sarebbe nato il signor Berlusconi.

    149. La domenica delle salme
      non si udirono fucilate
      il gas esilarante presidiava le strade
      la domenica delle salme
      si sentiva cantare
      quant’è bella giovinezza
      non vogliamo più invechiare

      F. De Andrè

    150. ogni volta che ho scritto qualche commento sono sempre stata criticata, eppure mi sembra (a occhio) che la maggior parte dei commenti siano tendenzialmente simile ai miei…
      come mai?

      basta. non foderiamoci gli occhi di prosciutto, sappiamo come è andata a finire e perchè e non è una questione di voto libero. i voti sono stati indicati, tanto per non usare un’altro aggettivo

    151. Chi di Voi ha presidiato i seggi in questi giorni (rappresentanti di lista, scrutatori non di parte, presidenti onesti…)…si è fatto sicuramente un’idea precisa di come funziona la macchina politica ed ellettorale siciliana.
      Gli interesi sono enormi e lo scopo unico è quello di garantire che tutto vada come previsto.
      uno sconforto unico

      un suggerimento…alle prossime elezioni impegnate 2 giorni del Vostro tempo come rappresentanti di lista…anche di partiti a Voi non proprio vicinissimi.
      Capirete molte cose.

      non basta dire che qui non cambiera’ mai niente…non basta più!
      saluti

    152. Semplice,bene che vada ci verrà “la diabete”.

    153. E mentre noi siamo qui a parlare sulla rete esiste un paese reale che non consideriamo, che non frequenta la rete, che forse neanche legge i giornali, ma che alla fine conta più di ogni altro quando si va a votare. Questa è la verità e capirla potrebbe aiutarci a superare queste sconfitte cocenti, e soprattutto ad evitare che si ripetano.

    154. quoto giuseppe lo bocchiaro
      e aggiungo:
      a qualcuno di voi è stato chiesto il telefonino prima di entrare in cabina elettorale?
      a me no, avrei potuto fotografare di tutto.

    155. Paaaparapapapaaaaapaa

    156. Vorrei capire quale illusione ha il siciliano nel volere la costruzione del ponte?
      E per quale motivo deve essere messa in programma una cosa del genere che va a cozzare con accordi a livello europeo che ha preso l’italia, visto che lo stretto dal punto di vista naturalistico è molto importante, c’e’ la ” direttiva habitat” che regola tutto ciò e noi l’abbiamo sottoscritta…peccato che si faccia finta di niente.
      Sarà forse un latente complesso di inferiorità perchè siamo staccati? Io mi sono sempre sentita italiana ed ho creduto nell’unità di questo paese, sarà che sono una fan di Manzoni.

    157. Purtroppo il problema della Sicilia (come in tutte le altre regioni) è lo specchio di ciò che succede a livello nazionale: tutto ciò è quanto mai banale ma fatalmente reale. La proposta politica e in particolare quella della sinistra hanno fatto un flop clamoroso (preciso che non sono di dx). Finchè questa sx si proporrà come “antiberlusca” e finchè voteremo altri schieramneti “per non votare” Berlusconi, Lombardo, Cuffaro o chicchessia, vi assicuro che non andremo da nessuna parte. E’ successo in tutte le campagne elettorali della Seconda Repubblica. L’esempio del gioco calcio qui è calzante: quando una squadra fa la corsa “guardando la classifica e chi sta su” (invece di pensare a fare più punti possibili concentrandosi su stessi) è sicuro che perderà…e così è successo! Ammesso che in Sicilia si sperava che vincesse la Borsellino, questa speranza non era supportata dalla convinzione: c’è stato troppo anti-lombardismo, si stavano a scrutare gli inciuci trasversali tra Pdl, Udc, Mpa, si stava a dire: “uno è uguale all’altro, tanto vale votare Cuffaro”. Invece le forze vanno incalanate verso ciò che si vuole anche se quello che si vuole poi risulta peggio di quello che c’era (ma ho forti dubbi). Parlare degli altri non paga. Adesso piangiamo sul latte versato con l’aggravante che ne riparleremo tra 5 anni…

    158. Ancora non si è capito che con questo centrosinistra in Sicilia non andiamo da nessuna parte. Non ha credibilità, progetti, proposte e uomini all’altezza della situazione. La loro unica preoccupazione è salvare la nicchia di potere che ciascuno di essi si è costruita in questi anni facendo finta di fare l’opposizione a cuffaro e al centrodestra: opposizione di facciata, si intende, perchè poi in camera caritatis i favori li hanno certamente chiesti ed ottenuti. L’unico aspetto positivo della faccenda mi pare lo snellimento della geografia politica del paese e della regione: 2 partiti governano, 2 partiti stanno all’opposizione. Per quanto riguarda la sinistra arcobaleno, pur dispiacendo l’assenza di una sua rappresentanza parlamentare, non si può negare che da tempo rappresentava le istanze di qualche salottino radical-borghese e nulla più. Probabilmente l’unica verà novità e l’affermazione dell’italia dei valori. Per il resto trovo esercizio sterile accusare la lista grillo di avere sottratto voti alla finocchiaro. Stiamo scherzando? La vogliamo smettere una volta per tutte con questa concezione proprietaria del voto? La finocchiaro ha perso perchè è un soggetto politico trapiantato da roma in sicilia. Infatti, in previsione della non riuscita dell'”innesto”, hanno pensato bene di candidarla anche alle nazionali. Che serietà!

    159. Sono fuori dal tunnel, fuori dal Parlamento, fuori dalla Camera, fuori dal Senato e fuori pure dalla Regione….

    160. “L’evoluzione sociale non serve al popolo se non è accompagnata da una evoluzione di pensiero”. bisogna partire da questi versi illuminati per cominciare a creare una coscienza sociale autentica e forte. i lamentismi non servono a niente. rinforzano il sistema. essere informati, aggiornati, conoscere i propri diritti ed i propri doveri. Sviluppare una coscienza critica, questo serve: non dire x è così, y invece no. La dialettica “lombardo vs finocchiaro” non serve proprio a niente. anche perchè la politica alla fine si limita a “dirigere il disastro”, le cui radici, credetemi, si trovano spesso altrove. Diciamo che i politici sono i coautori del disastro.I “Pupari” grossi e pericolosi bisogna andarli a cercare in certi anfratti della finanza, della burocrazia, del sistema delle banche e delle finanziarie. E di questi signori spesso non conosciamo nome e cognome. ora, non intendo fare dietrologia o storia occulta, ma mi pare che il grande delitto degli uomini politici è quello di non decidere mai. Qualcuno si chieda il perchè.

    161. stamattina il signor berlusconi ha dichiarato che bossi ieri sera è andato a trovarlo a casa sua ad arcore per fagli i complimenti. vincitori che festeggiate iniziate a rimboccarvi le maniche e non cullatevi troppo sul vostro trionfo; li risolverete i problemi dell’Italia? Tristezza ti prego vai via.

    162. una mattina appena alzato…o bella ciao o bella ciao…

    163. infatti… “rimboccatevi le maniche”. altrimenti, quando mettete le mani in pasta, ve le sporcate.

    164. Debitamente autorizzato dalla persona a cui era stata inviata, rendo pubblica questa mia email inviata in tempi non sospetti, ante votum:
      __________________________
      [email di mercoledì 9 aprile h 16:23]
      Mia cara e amatissima [omissis],

      come sai, per la conoscenza del sottoscritto che ormai supera il decennio, in occasione di eventi elettoralmente rilevanti quali le elezioni politiche ho sempre ritenuto opportuno affidare il mio pensiero pre-elettorale ad amici, conoscenti e famigli vari.

      Questa volta ho deciso di no.

      Questa decisione nasce dalla volontà di mantenere questi pensieri estremamente riservati, talmente riservati che li esternerò solo ed esclusivamente alla persona che amo e a cui tengo di più: cioè tu, la [omissis]. Non v’è bisogno alcuno che di queste mie considerazioni vengano messi a parte anche altri, certamente meno titolati di te agli occhi del babo. Non è mia intenzione e non capirebbero il senso delle mie parole, che sono rivolte solo a te.

      Vengo quindi al dunque.

      Purtroppo questa volta, [omissis], perderemo le elezioni: non ci sono illusioni da farsi, Berlusconi vincerà di nuovo per il semplice, disarmante, sconcertante ma ineludibile motivo che Berlusconi “è” l’Italia, almeno nella sua parte maggioritaria. Ha costruito negli anni un popolo di telespettatori e lo ha docilmente condotto dal tinello alle urne. Norberto Bobbio, negli anni ’80, quando Silvio era solo un rampante imprenditore baùscia, ebbe la lungimiranza di capire che “quello lì sarà il cancro dei prossimi vent’anni”. Aveva desolantemente ragione. Gli italiani non votano Silvio in quanto lo reputano un candidato credibile: lo votano perchè vorrebbero essere come lui.

      Tuttavia queste elezioni non passeranno invano: il seme del PD, appena deposto, tra qualche anno diventerà un rigoglioso albero e germinerà i suoi frutti. Bisognerà avere pazienza, ma accadrà.

      Ecco, questo è ciò che penso e che ti voglio dire, mia [omissis], concludendo rassicurandoti sul fatto che, anche con Silvio al governo, ti proteggerò e ti tutelerò sempre. Dalla volgarità, dal disprezzo delle istituzioni, dalla mancanza di senso civico e, last but not least, dalla stupidità. Sarà il mio modo per testimoniare, ad un tempo, l’amore per te e l’amore per questa bellissima, incomprensibile e sorprendente Italia.

      Tuo [omissis].
      _____________________

    165. ESATTO…BERLUSCONI E’ L’ITALIA COME LOMBARDO LA SICILIA

    Lascia un commento (policy dei commenti)