martedì 21 nov
  • Spigolature delle elezioni regionali 2008

    Ho mantenuto la promessa di non postare nulla sulle elezioni regionali essendo coinvolto come consulente per l’online. Devo dire che non è stato facile in alcuni giorni. Il “mio” candidato alle regionali è stato eletto (strano, era del Pd! :P) e torno a postare per dire la mia su queste elezioni regionali.

    Anna Finocchiaro in Second Life

    Lombardo ha stravinto doppiando la signora Finocchiaro (nell’immagine in versione Second Life; e candidato “virtuale” era: era sempre a Roma, pure per lo spoglio) e facendo pure meglio di Totò. Non mi dite la mafia, la Alfano, la Borsellino, la Finocchiaro scarsa: era imbattibile (io avrei preferito un presidente più giovane e meno legato a logiche democristiane, vedremo che cosa saprà fare). Gli è andata così bene (a Lombardo) che ieri ha sorriso per tutto il giorno. È questa l’impresa del Pd siciliano: fare stravincere e sorridere uno che tra i suoi soprannomi annovera quello di “‘u siddiatu” (non ride mai). Yes they can-nolo.

    Temo che l’asse del potere e degli investimenti si sposterà a Catania e in generale nella Sicilia orientale. Si è visto in campagna elettorale: alcune attività cruciali erano su Catania e altre erano svolte da catanesi calati a Palermo brandendo arancini vulcaniani (ovvero a punta) e granite di caffè. Il futuro della Sicilia è “‘mbare”.

    Cuffaro si è messo a distribuire caramelle alla carruba per festeggiare il seggio senatoriale, mentre i produttori agrigentini dei dannusissimi cannoli hanno affisso il cartello con la scritta “I cannoli del presidente”. Agrigento rules.

    Il dirigibile di PVC di Aricò, insieme al manifesto «Buongiorno, Sicilia!» (risposta tipica udita per strada: «Ti susisti uora?»), ha segnato la comunicazione elettorale, finché è durato. Dall’entourage mi hanno spiegato che si era bucato e perdeva elio. Finché lo trovavano in Sicilia e in Calabria l’hanno rigonfiato, di elio. Una storia tesa.

    Abbiamo eletto un po’ di farabutti. Ennesimamente.

    Una vociaccia che gira parla di due cani regalati come mascotte a un candidato che ha deciso di chiamarli Micci e Ché in “omaggio” all’ex presidente dell’Ars. Mi Fido?

    Guardando gli alias dei candidati, cioè i vari Antonio detto Toni, Salvatore detto Totò e persino Caterina detta Ketty, sono rimasto colpito dal presidente del Consiglio comunale Alberto Campagna. Detto Castagna. All you need is vote!

    Palermo, Sicilia
  • 34 commenti a “Spigolature delle elezioni regionali 2008”

    1. Il fatto che il potere si sposti da Palermo a Catania sarà una conseguenza inevitabile. Ma mi preoccupa di più la natura “complessa” di questo potere

    2. No, signor Puglisi, niente di più semplice, invece.
      Vorrei tanto sbagliarmi, ma penso che verrà attuato subito un bell’ampliamento della sede di rappresentanza della regione siciliana a Catania (quella che c’è per ora è troppo piccola…), con relativa assunzione diretta di altri giornalisti del presidente (naturalmente di CT), innumerevoli missioni di autoblu avanti e indietro lungo l’autostrada PA-CT (che fa, già che ci siamo, oltre al ponte, perchè non prevedere la costruzione anche di una corsia preferenziale riservata?) e altre amenità del genere…
      Tutto, naturalmente, in nome dell’autonomia…di pensiero!!!

    3. Bravo Tony per la tua professionalità ed il candidato del PD. Ma perché non facciamo qui un post osservatorio sulla qualità degli investimenti a Palermo e provincia?

      Palermitani tuteliamoci…

    4. … era pure ora che a Catania si avvicinasse un pò il potere, anzi, sarebbe pure utile per tutto il popolo siciliano e per l’orgoglio inconcludente di noi palermitani che Catania diventasse Capoluogo.
      immaginate quanto risparmio di denaro si avrebbe avvicinando le realtà economiche catanesi a tutti gli “sportelli” e a tutti i centri decisionali politici come assessorati e tecnici/funzionari di questi ultimi?

    5. Si si! Sono perfettamente daccordo pure io a Catania capoluogo. Solo solo per le proteste.
      Quando c’è qualcuno che protesta a Palermo tutta la città è bloccata e si vive male, la percezione del traffico è ai massimi livelli, si è tutti un po’ più nervosi per le polveri sottili.
      Quantomeno a Catania si respira di più perché ha la circonvallazione e la tangenziale che smaltiscono un po’ di nervi.
      Per quanto riguarda il palazzo dei normanni ci facissi l’Ikea e a palazzo d’Orleanz un Carrefur.
      Certo che la cappella Palatina tutta arredata Ikea fa la sua fiura.

    6. Sottoscrivo Catania capoluogo e compagni bella, bravo Totò.

    7. Sottoscrivo Catania capoluogo e compagnia bella, bravo Totò.

    8. Grazie mbari, mastaipparrannuccùmmiaaaaaaaa?

    9. non ho votato ne’ destra ne’ centro ne’ sinistra.
      Catania è piu’ operativa, indutriale, pragmatica, operosa.
      Cambiare l’asse non dovrebbe far male alla Sicilia (accussi’i politici palermitani s’arruspighiano e prendono qualche esempio dai catanesi, …e parla un palemmitano)!
      Per Lombardo, non so se quello che dice di voler fare, lo farà e lo fara’ fare.
      Penso magari lo fara’. E se non volevo il ponte, dico: lo vogliono fare, che lo facciano, vogliono fare le infrastrutture stradali e feroviarie, che le facciano, vogliono fare industrie innovative con i fondi strutturali 2007-2013 della comunità europea, che le facciano….
      insomma per tanti decenni non si è fatto proprio nulla in questa Sicilia (assenza di piani settoriali regionali: paesistico – energetico – trasporti…), solo leggi regionali per impostare deputati e famiglie strette e mega uffici stampa della Presidenza, e allora che si facciano tante opere (qualcuna sarà non tanto utilissima), ma almeno avviamo lavoro, economia, indotto….
      perche’ peggio di come siamo, non possiamo andare
      Al nord i soldi i politici se li mangiano pure pero’ le infrastrutture le relaizzano e quindi sono fruite dalla collettività, al sud si mangiano i soldi e non si realizzano opere. NO, WE CAN CHANGE

    10. sottoscrivo anche io catania capoluogo, da buon palermitano voglio la mia città libera da quell’esercito meschino di dipendenti della regione di cui lavora soltanto l’1%. liberiamo palazzo dei normanni dall’assalto dei parlamentari nullafacenti e regaliamolo ai turisti. Palermo può fare a meno di essere capoluogo, del resto è la città più bella e complessa della Sicilia intera e per questo ha potenzialità (soprattutto dal punto di vista turistico) ancora sopite..

    11. Mi associo da palermitano a catania capoluogo……..basta fare un giro lungo l’asse catania siracusa ragusa e verificare quanto lunga sia la distanza ripsetto a Palermo

    12. Totò iecchèpenzavi ca parrava cu chiddu di cannoli? Cu tia staiu parrannu … ‘nca a pinzarici bonu macari ddautru Totò ci detti n’namutuneddu.

    13. signori palermitani uniamoci altrimenti qua iniziamo a non contare più…Volevo Orlando presidente della Regione..ORLANDO DOVE SEIIIIIIIIIIII

    14. Già Palermo rispetto a Catania è svantaggiata… ora pure questo…

    15. Bravo Tony!!! Un po’ meno la politica di CasaNostra.
      Sul mio blog ho stilato una classifica dei voti nella circoscrizione di Palermo assegnando anche dei piccoli riconoscimenti.
      Vincono, ad esempio, il premio “Autostima?” Simonetta Bellotti e Nunzio Giordano. Secondo i dati pubblicati sul sito dell’assessorato regionale enti locali questi due candidati avrebbero raccolto zero voti.

      Per la categoria “Meglio soli che malaccompagnati” si aggiudicano il premio Maria Rita Zappalà, Francesco Nobile, Maria Patrizia Di Franco e Giovanna Cottone. Hanno raccolto un solo voto.

    16. ahhah che ridere…tony era tacciato di favorire CAMARATA nel blog e poi il suo candidato era del PD ??????? :D:D:D:D

    17. Certo che l’accoppiata è vincente, Tony e Pino ù pumpieri.
      già me l’immagino, Tony c’addumava e Pino c’astutava.
      …(ha ..io lo sapevo.. un uccellino). 😀

    18. Io sono di destra ma ho una visione molto critica della politica. Non mi ritengo un “tifoso” di una parte, anzi. Inoltre penso che la “questione morale” oggi venga prima dell’essere di destra o di sinistra. In effetti morivo dal ridere quando mi si accusava perché io a questo giro facevo consulenza per Socialisti e Pd (e un pizzico per la Alfano a inizio campagna). 😀

    19. Spostare la “Capitale” da Palermo a Catania forse sarebbe l’unico modo per fare incazzare davvero i Regionali. Capistivu, mbari?

    20. … e se tutti i vertici del PD e dell’arcobaleno a sole tinte grigie non danno subito le dimissioni..alle prossime provinciali….ESAGERO
      ….dò il voto a Coppolino.
      Giuro!

    21. Catania capolouogo, e Palermo più libera
      mi associo!
      organizziamo una bella petizione?

    22. No, meglio se organizziamo una protesta davant a palazzo D’Orelanz.

    23. Si vede che apprendi ha offerto di piu’…

    24. Non mi pare che gli eletti del pd a palermo abbiano portato un grande contributo nella politica siciliana. Di quali progetti sono conduttori? Quale contributo hanno portato al rinnovamento della sinistra? sempre prudenti, un colpo al cerchio ed uno alla botte, il solito linguaggio vecchio e anacronistico, la cura di orti sempre ristretti e poco produttivi.Si accorgono solo adesso che i vertici pd ex pds erano sinonimo del nulla? Non è che questi signori vivacchiano e vivono di rendita politica? Insomma, trattasi di paraculismo. Gentile Siino non ti fare illusioni. è la solita vecchia minestra. Sin quando funzioni come condimento e tutto ok, dopodichè ciascuno a casa sua. Solo che tra casa tua e la casa del parlamento siciliano si suppone ci sia una bella differenza di indennità. Parole, non son altro che parole……bla bla bla

    25. ERRATA CORRIGE: NATURALMENTE LA E’ NON ERA “E”. A VOLTE LE PAROLE NON SON SOLO PAROLE. FORMA E SOSTANZA….NOTTE

    26. PS. QUALCUNO RICORDA IL GOVERNO CAPODICASA? la vera origine del cuffarismo. E questi sarebbero il rinnovamento? Sic transit gloria Sicilia

    27. Pino professionalmente mi pare sacrosanto dare precedenza a chi ha determinati requisiti e offre di più. Fabio non mi faccio illusioni e resto di destra.

    28. Non è il primo caso che incontro di professionisti della comunicazione di certe idee politiche che vendono alla controparte i propri servigi, purtroppo con risultati egregi. Conosco la mente dietro “buongiorno sicilia” (commenti divertenti a parte, era l’unico slogan che non offriva o prometteva nulla, niente “voto utile”, niente “ok, scegli la mia storia”, niente inviti di sorta) il cui ideatore è nettamente del PD, così come Tony è di destra.
      E’ facile spiegare e dividere la professione dalle idee politiche ma mi stupisce lo stesso che non vi sia la minima dissonanza, in queste persone.
      Votare per la Finocchiaro (o per lombardo) e però contribuire a fare eleggere un candidato della parte opposta… non provoca… niente. I soldi sono soldi e affancxlo le idee. Come le professioniste del sesso, che vendono il loro corpo ma mica si innamorano dei loro clienti…
      Spero almeno che Tony sia stato pagato bene, perché l’altro (mr Buongiorno sicilia) non ci ha guadagnato poi granché.

    29. mi permetto di intervenire per prendere le difese le Siino, una volta tanto.
      Se il buon Isaia si stupisce della mancata dissonanza che dovrebbe esserci tra idee politiche e professione, se ne faccia una ragione e vada a trovarla in se stesso facendo una buona analisi personale. Se poi non dovesse trovare nemmeno una incongruenza nel so modo di pensare o di operare, mi faccia sapere, le farò ereggere una stele in suo onore.
      i miei toni sono aspri perchè anche io mi trovo nelle stesse condizioni di Tony. sono un professionista della comunicazione, e sono stato impegnato in promozione di immagine politica e mktg politico. con tutto il rispetto per le prostitute io non credo di esserlo.

    30. Gildo, non fare così. L’importante è che ti paghino. Un serio professionista lavora per chi gli capita ed è in grado di pagarlo, mica può stare a valutare se e come quello che fa combacia o meno con le proprie idee ed i propri ideali. Con gli ideali non ci arrivi, alla fine del mese. Con le idee non li sfami i tuoi figli.
      Per cui, tranquillo, capisco benissimo.
      Certo, se uno fosse un professionista di quelli “arrivati”, senza problemi economici, magari potrebbe permettersi di scegliere per chi o cosa lavorare e allora gli ideali riprenderebbero il posto che gli compete, ovvero quello delle cosi di cui ci si occupa quando tutto il resto è a posto e tranquillo.
      Ma viviamo in tempi difficili, in un paese difficile.
      E poi, anche fra le prostitute ci sono quelle che costano un fottio e che si permettono di scegliersi i clienti e quelle che trovi alla favorita… per cui, il paragone con le prostitute in effetti forse non è stato felice (per le prostitute).

    31. Tranquilli… sarà tutto nel modo seguente

      se a Palermo non ci difenderemo altro che si sposta l’asse a Catania … Pure u palazzo si portano .
      Cmq non temete rimpiangeremo Cuffaro.. lui è vero che baciava tutti, è vero che offriva i cannoli , ma è anche vero che con un bacio ed una pacca sulla spalla “Appattava a Settanta ” tra chi voleva una poltrona e chi voleva rompere i C…. Questo è quello che si dice in giro

      Francesco cascio Assessorato al lavoro
      Nino Dina Assessorato Agricoltura
      Azzio Mainese Commissione Bilancio
      Musotto Francesco Presidente ARS ( Amico di Lombardo)
      Lino Leanza Assessorato alla Sanità

      se vi dico tutto un c’è prio

      Cmq i candidati presidente alla Provincia

      Giovanni Avanti UDC ( Saverio Romano )
      Antonello Antinoro ” ancora non se capito cosa devono fargli fare ” secondo me salta un turno …
      Francesco Scoma

      In fine Vi consiglio vivamente di non “sarbare ” la scheda elettorale tanto ci sono anche le comunali tra 1 e Mezzo .. L’amico Durbans ha pensato Bene di Candidarsi alle Europee

      FAte Voiattri

    32. questo avatar somiglia alla vostra autrice da milano, simona tudisco.

    33. Bravo tony, remavamo dalla stessa parte (io da Agrigento, anche il mio candidato ha vinto) e non lo sapevo…
      Divertentissima campagna elettorale, dura ma vera.Almeno una trentina di comizi e tanto tanto entusiasmo, peccato per la lista blindata alle politiche…

      http://www.comunicalo.it/index.php?option=com_content&task=view&id=483&Itemid=27

    34. Carmelo io remavo verso destra, lavoro a parte. 😛

    Lascia un commento (policy dei commenti)