giovedì 30 ott
  • WOZ da oggi a Palermo

    “WOZ”

    Laboratorio Woz è un progetto di design politico e si svolge a Palermo all’interno del quartiere Albergheria/Ballarò da oggi al 30 aprile 2008. Le attività laboratoriali condotte dalla comunità nomade del Woz – costituita da designers, artisti, architetti, fotografi, musicisti, ecc.­ si sono
    svolte negli anni passati all’interno di “micropoli meridiane” (Riace, Ustica, Maletto) con l’intento di sperimentare la capacità di autodeterminazione progettuale delle piccole comunità locali.

    Da quest’anno si inaugura un triennio di analisi, lettura e proposte delle “derive urbane”, o porzioni di città che, pur appartenendo ai centri storici, rappresentano l’icona dell’abbandono di territori e tessuti, culturali e sociali, la cui autonomia è formalmente dichiarata da chi le abita, appunto, nell’enfasi di tale abbandono.

    WozLab/Culture Meridiane è l’associazione culturale, con sede a Palermo, che sostiene le attività laboratoriali e che saranno supportate, in questa quinta edizione, da: Comune di Palermo, Esercito Italiano, FAI/sezione di Palermo, CONI provinciale, Archeoclub d’Italia, Facoltà di Architettura di Palermo, CESIE, Grande Migliore, Biblioteca del Cenide, PaLab, Fiumara d’Arte, Rosalio e, tra diversi altri, UIA2008/World Congress of Architecture.

    Palermo
  • 2 commenti a “WOZ da oggi a Palermo”

    1. Ecco il programma: stasera a EXPA, offWoz, si proietta il film DIARIO SENZA DATE di Roberto Andò, alle 20e30, ingresso gratuito. Un film su Palermo e, se si vuole, un film profetico sotto tanti punti di vista, non ultimo quello della trama che parla di un regista straniero che deve girare un film su Palermo. Interpretato da Bruno Ganz, indimenticato angelo wendersiano che anticipa Wenders di almeno 10 anni. Domani mattina gara di Orienteering, aperta a tutti, per le strade del quartiere. A partire dalle ore 9e30, con l’aiuto del Coni Provinciale e dell’Esercito Italiano. Il pomeriggio presso la Saletta di San Nicolò all’Albergheria, presentazione ufficiale del Woz e la sera, al Kursaal Kalhesa, concerto jazz di Giovanni Mazzarino. E poi?

    2. una pretesa di chi fa cultura, di chi crede di farla è quella di volere stabilire quale siano i tempi perchè un’idea si manifesti. mi spiego meglio: a mio giudizio ogni cosa, ogni essere ogni idea ha i suoi tempi per crescere e manifestarsi, protebbero passare anche lustri , se non secoli.
      l’inizziativa è sicuramente, a mio giudizio, bella, creative ed interessante, ma allo stesso tempo si colloca in un periodo storico di palermo dove il degrado culturale a mio giudizio non è solo del quartiere albercheria ma di tutta la città. anzì in quel quertiere ancora vive una cultura, forse di degrado, ma vera ed antica, che si è costruita nei secoli. io sono un frequentatore del mercato e spesso vedo troup televisive straniere che fanno riprese e che intervistano le persone ed i commercianti che li vivono, come se l’icone palermitane vivesse proprio in quei luoghi, non mi sembra di aver mai visto troup televisive nei magnifici musei della città, o nel salotto di palermo o a mondello ad intervistare cittadini. forse chi fa cultura nel mondo ci relega alla sola cultura o sottocultura di Ballarò? questa è una domanda che spesso mi sono posto.
      un mio pensiero su Ballarò lo potete leggere al seguente link:
      http://www.rosalio.it/2007/05/25/il-principato-di-ballaro/

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.