giovedì 19 ott
  • Novità per le Ztl

    È stata firmata un’ordinanza che introduce novità per la regolamentazione dell’istituzione delle zone a traffico limitato che entreranno in vigore il 5 maggio. L’ordinanza concede un mese di tempo in più agli utenti per munirsi del pass da esporre sul parabrezza dell’auto, ma i controlli e le eventuali multe partiranno già da lunedì.

    La nuova ordinanza prevede per chi deve accedere soltanto occasionalmente alle Ztl la possibilità di acquisire pass giornalieri (purché riferiti a veicoli che comunque abbiano i requisiti prescritti, cioè omologazione almeno Euro 3 per la Ztl A e almeno Euro 1 per la Ztl B). Il corrispettivo sarà di 1,5 euro per ciascuna autorizzazione rilasciata.

    Relativamente ai diversamente abili provvisti di regolare contrassegno, che adesso possono ottenere l’autorizzazione a circolare in tutte e due le Ztl anche con auto Euro 0 (cioè non catalizzate; nella Ztl A è permesso soltanto un pass per auto Euro 0) resta gratuito il primo pass ed è invariato anche il corrispettivo di 15 euro previsto dal secondo pass in poi.

    Altre variazioni introdotte con la nuova ordinanza riguardano soprattutto i mezzi utilizzati dalle categorie produttive e per attività di soccorso o di utilità collettiva. Diventano gratuiti i pass per i taxi, il cui rilascio sarà curato dalla Polizia municipale. È stata introdotta, inoltre, la possibilità di avere il pass annuo, anche con auto Euro 0 (massimo uno), per gli artigiani e per le imprese del comparto impiantistico o edile con sede all’interno delle Ztl. Ampliamento della possibilità di ottenere il pass pure per i bus di linea extraurbana (saranno ammessi anche gli Euro 0), per i mezzi intestati a Onlus utilizzati per il trasporto di persone con gravi infermità o per il trasporto di sangue ed emoderivati, per le macchine operatrici al servizio dei cantieri, per i mezzi adibiti ai traslochi, per i veicoli al servizio di manifestazioni autorizzate, per gli automezzi che trasportano merci deperibili, per il pronto intervento e soccorso stradale, per le auto storiche e per le auto sostitutive di mezzi in riparazione.

    Palermo
  • 13 commenti a “Novità per le Ztl”

    1. Sul sito http://www.passpalermo.it alla voce “domande frequenti” per quanto riguarda i motocicli c’è scritto “No, non è necessario registrare alcun Pass per i moticicli, fermo restando l`obbligo di essere in regola con le direttive sulle emissioni dei gas di scarico.”, quindi non dovranno rispettare le normative sulla omologazione euro (0,1,2,3,..)? basta che abbiano fatto la revisione? Qualcuno sa qualcosa di più concreto?

    2. Sui motorini mi pare che non si capisca nulla, ma d’altronde nella città in cui ognuno fa come gli pare vorrei vedere che inizino a multare le moto. Chissà che ne verrebbe fuori.
      Il biglietto di 1,50 euro per entrare in città ad uso di chi è in regola con la ZTL è la stupenda dimostrazione di come questo provvedimento sia stato fatto per fare arricchire la TD Group e per fare cassa al Comune. O No?

    3. Immagino le persone che arrivano a Palermo e devono fare la coda per prendersi il pass giornaliero con il rischio di prendersi una multa dalla telecamerina… perché i pass saranno in distribuzione sempre nei punti già esistenti. Quindi si presuppone che chi arriva a Palermo conosce tutte le strade, con distinzione ztl a e b, si fa la sua coda per pagare il pass e poi va dove deve andare…
      Ma che città cool……………….

    4. @Urano, guarda che nella maggior parte delle città nelle ZTL non si entra e basta. In fondo qui, pagando si può fare. Il cool potrebbe essere questo.

    5. nella maggior parte delle città la ztl è più piccola di quella di palermo e i mezzi funzionano alla grande… (repubblica)

    6. Ci manca solo la possibilità di entrare con le Euro 0 per chi lavora all’interno delle ZTL e saremo di nuovo gli stessi di prima a circolare in città.

      Unica differenza: alcuni avranno il portafoglio più leggero! A babbìata finisce!

    7. MOTORI, MOTORINI e SCOOTER: preferisco non dar retta a quanto “si dice” in giro o si legge su blog e giornali vari. Nell’ordinanza sindacale di febbraio 2008 non vi è una chiara distinzione tra automobili e motori, scooter e motorini. Errore madornale, a parer mio. A parte il fatto che NON EISISTONO VEICOLI SU 2 RUOTE EURO4, mi sembra veramente COOL paragonare un Cayenne euro4 con un vespino euro 0…secondo voi chi inquina di +? non mangiatemi vivo, è solo un esempio..
      Voglio dire, mi sarebbe sembrato più equo consentire l’accesso alla ztl A agli scooter Euro2 e 3, ed alla ztl B agli scooter Euro1…
      Ma a me non cambia l’esistenza,e non cambierò mai il mio mitico Sh125 per far contento qualcuno.

      F*ck ZtL!

    8. se tutti i residenti hanno il pass (eccicredo, altrimenti come tornano a casa?), se tutti i palermitani euro 1, 2 e per la ztlA euro 3 e 4 si fanno il pass, se tutti gli artigiani con euro0 si fanno il pass… insomma se tutti hanno il pass: a che serve la ztl? e i nostri soldi dove andranno?

      forse era meglio creare la sola ztlA e renderla accessibile ‘solo’ a vetture elettriche, ibride, gpl e metano. perchè tanto, tra euro 2 3 e 4 non è che ci sia tutta questa differenza in termini in inquinamento di CO2.

    9. la ztl seve a riqualificare i monumenti ed aumentare la sicurezza di pedoni e ciclisti!! oo, ma dove vivi? su Marte?? ^_^

    10. Anche io come l’utente GAE ho controllato sul sito del comune di Palermo per cercare di capire come viene regolamentato l’accesso dei motocicli alle ZTL…
      Ma dalla risposta data dal sito stesso non si capisce davvero cosa si debba fare…
      Sul blog Mobilità Palermo qualcuno mi ha risposto che basta essere in regola con le revisioni, un’altra persona mi ha detto che possono accedere solo i motocicli catalitici e a 4 tempi, altri mi hanno risposto che occorre che la mia moto sia Euro1..
      Insomma qualcuno saprebbe aiutare noi poveri motociclisti, coloro che come me scelgono di andare in moto perchè non sopportano le auto e che pensavano che in moto si potesse andare nel centro della propria città…
      Grazie

      Simona

    11. Questa della ZTL si sta rivelando in alcune grandi città italiane una gallina dalle uova d´oro per le casse comunali. Pensate ai grandi centri storici visitati giornalmente da migliaia di turisti che non capiscono i segnali stradali, già storditi dalla follia urbana tricolore, oppure all´autista nostrano distratto che si accoda dietro ad altre macchine in cerca di un parcheggio. Ed ecco che in un nanosecondo vieni inquadrato dalla macchina fotografica e indovinate un po: sono € 82,00 di sanzione. A qualcuno è successo di averne avute due – tre in un solo giorno. Quindi, ci terrei a dirlo, occhi aperti! CIAO.

    12. Me del giro di soldi in nero che si e’ creato ne vogliamo parlare?

      A qualcuno e’ stata rilasciata ricevuta fiscale?

      Ho una piccola azienda con 10 automezzi che necessitano di pass e non riesco a farmi fare una semplice fattura, il distrubutore dice che deve farla la TD Group e ovviamente la TD Group dice che la deve fare il distributore… ma nessuno ne parla…

    13. A pochi giorni dall’attivazione delle ZTL già dimezzate le polveri sottili: ADESSO SONO PIU’ SOTTILI!

    Lascia un commento (policy dei commenti)