giovedì 2 ott
  • Risolto il contratto per lo svincolo di via Perpignano

    È stato risolto il contratto di appalto che era stato stipulato il 19 marzo 2007 con l’impresa Cariboni strade e gallerie s.p.a. (mandataria) e Med imprsit s.r.l. (mandante) per i lavori di costruzione del raddoppio della circonvallazione di Palermo, stralcio lotto B (svincolo di via Perpignano).

    L’Amministrazione comunale addebita il ritardo all’impresa appaltatrice, poiché al primo aprile risultava che l’impresa non avesse posto in essere alcuna attività di cantiere. L’Ufficio contratti procederà ora agli adempimenti conseguenti.

    Palermo
  • 6 commenti a “Risolto il contratto per lo svincolo di via Perpignano”

    1. come mai se ne sono accorti dopo più di un anno, dalla consegna dei lavori, che di cantiere in via perpignano non ce ne era nemmeno l’ombra? bohhh!!!

    2. appunto!

    3. Il bello è che il Comune continuava ad annunciare l’imminente avvio dei lavori.
      E’ proprio una città COOL

    4. ragazzi, conosco l’appalto in oggetto, vi posso dire che l’area destinata all’impianto cantiere sul viale della regione siciliana direzione trapani oltre il bar cobra, tra via perpignano e via evangelista giovanni di blasi, fino a poco tempo fà (non conosco la situazione attuale non sono palermitano) era ancora occupata da diverse bancarelle/tende di rivenditori, che possibilmente pagano anche la concessione del suolo pubblico.
      quindi colpevole il comune nel non far sgomberare l’area per tempo, colpevole anche la nuova gestione (settembre 2007) della cariboni a non sollecitare il comune in tal senso.

    5. La Cariboni, oltre a questo appalto ha altri due grossi lavori qui a Palermo: il raddoppio del ponte Corleone alla fine di Via Regione Siciliana (quello accanto al Baby Luna, per intenderci) e un collettore fognario. Solo quest’ultima opera sta andando avanti, mentre il ponte Corleone è pressoché nelle stesse condizioni dello svincolo di via Perpignano. Evidentemente c’è qualcosa che non va nell’azienda. Già in passato il Comune l’aveva messa in mora per inadempienza.

    6. e se fosse che il progetto andato in gara non era proprio completo?
      e se per caso l’amministrazione comunale puntando il dito sull’azienda aggiudicataria vuole solo celare le sue malefatte?
      e se per caso fossero presi tutti da manie esterofile, e la spagna è notoriamente più caliente con i funzionari di quanto possano essere le aziende siciliane…

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.