domenica 20 ago
  • 20 commenti a “Attese”

    1. Troppo bella! ….La 101 La 102

      Per alcuni anni ho creduto che fosse giusto andare a lavorare utilizzadno i mezzi pubblici e impiegavo circa 1 ora e 40 minuti per andare e tornare dal lavoro. Quando sono diventato papà ho ritenuto più giusto dedicare quel tempo ai miei figli!

    2. proprio quando non facendo il pass mi stavo lentamente abituando all’idea di ripendere l’autobus… ecco che arriva l’aumento nochè la diminuzione della durata del biglietto!!!
      bravi! per disincentivare la gente a prendere l’auto aumentiamo il costo dei biglietti
      questa sì che è coerenza

    3. Quando si è turisti, e si decide di puntare una volta all’autobus, perché rispetto agli altri mezzi è comunque ancora quello meno costoso e probabilmente anche quello più ecologico, a Palermo per me vale lo stesso andare a piedi alla destinazione scelta, perché è semplicemente incredibile che in una città dove questo è l’unico mezzo pubblico (Taxi a parte) funzioni in modo così pessimo.
      Capisco pure che è problematico garantire la puntualità se ci fossero degli orari, ma così non va.

    4. calcolatrice in mano e ho calcolato quanto costava un’ora di pullman prima e un’ora ora, siamo su 0.50 contro gli 0.74 di ora…. quindi nn stiamo di certo parlando di 10 centesimi a biglietto… questo in risposta anche a chi ha scritto che è aumentato il costo del gasolio… credo che ok gli aumenti, ma i furti no!

    5. Complimenti all’AMAT…soprattutto per il servizio sempre + efficiente. Poi un grande saluto al super sindaco Diego Cammarata. Dopo la geniale trovata delle ZTL, si è arrivati anche all’aumento del prezzo del biglietto per i mezzi pubblici! PROSSIMA TASSA?

    6. IL “CARO SINDACO”.

    7. Amat, che grande azienda! Conti in attivo, mezzi nuovi ed efficienti, personale qualificato, linee capillari, orari rispettati, prezzi del biglietto convenienti… è bello sognare!!!

    8. Taaaaaaaac, entrano in vigore i Pass e aumentano il costo dei mezzi pubblici …ma perchè non chiudono definitivamente il centro di palermo con un muro stile Berlino … chi è dentro è dentro chi è fuori è fuori …

    9. ringraziamo berlusconi che ha tolto l’ici….

    10. Volete vedere che alle provinciali non cambierà niente? Che il PDL farà di nuovo il pieno di voti? E poi i cittadini giù a lamentarsi di tutto?
      Non andare a votare non serve a niente, se non c’è dietro un’azione concertata di massa, serve solo a legittimare l’indecenza. E questo pure se la provincia – lo sappiamo tutti – è un ente inutile. Ma è il segnale che conta. Lo so, l’alternativa (PD & co.) è da turarsi il naso, ma è un segnale, e poi Franco Piro è brava persona. Non volete proprio “buttarvi a sinistra”? Onestamente l’MPA non ha quasi nessuna responsabilità nello sfascio forzitalico di Palermo e ha fatto continuamente un’onesta fronda a difesa dei diritti dei cittadini. Va riconosciuto. Forse un voto autonomista in questo caso sarebbe pure un segnale molto forte per i “signorsì” del centro destra, quelli che non si ribellano neanche se Tremonti ci sfila di dosso la camicia. Insomma, gli strumenti li abbiamo, ma – al solito – ci guarderemo bene dall’usarli. E allora ben ci stiano i pass, il biglietto dell’Amat, l’aumento della Tarsu, il taglio di tutti i servizi, l’inceneritore “sotto il naso”, la raccolta rifiuti quasi napoletana e tanto, tanto altro ancora.

    11. La vignetta dovrebbe farmi ridere?
      Mi fa piangere! 😉

    12. Scusate, ma io che sono un utente quotidiano dell’Amat, glielo posso dire attraverso questo spazio ca su ‘na manata i……..? (e mi autocensuro)
      Il servizio è di anno in anno più vicino agli standard da terzo mondo e loro hanno il coraggio d’aumentare il prezzo? Senza vergogna! E riducono il tempo di validità….ma a ridurre i tempi d’attesa alle fermate non ci pensano. E ridurre la maleducazione e la prepotenza di autisti e controllori?
      Ribadisco: su ‘na manata i……..? (e mi autocensuro)

    13. L’aumento del biglietto è motivato dal fatto che il parco autobus è stato appena rinnovato, l’azienda infatti ha appena aumentato del 50% il numero delle vetture e saranno aumentate le corse di tutte le linee, con conseguente riduzione dei tempi d’attesa.

      Inoltre sono stati approntati gli orari che l’utente potrà consultare comodamente alle fermate, dove saranno inserite panchine e/o sedili laddove non fossero presenti.

      Inoltre è stata ripristinata la figura del bigliettaio a bordo, così l’utenza eviterà di cercare invano in molte zone della città i biglietti. In tal modo tutti coloro che saliranno a bordo, rigorosamente dall’entrata (e non dall’uscita, come accade frequentemente)dovranno acquistare il biglietto o esibire il proprio titolo di viaggio all’addetto.

      Puntualità, efficienza, sicurezza, cortesia, saranno i punti di forza dell’azienda che conta di moltiplicare i suoi utenti, grazie a numerose agevolazioni, quali abbonamenti a tariffe speciali.

      Nella stagione estiva, previste numerose navette con corse notturne, da e per le discoteche,sul modello di Blue Line, attiva da 20 anni su Rimini, Riccione e le pricipali località turistiche della costa romagnola(http://www.abcvacanze.it/trasporti-rimini/blue-line-rimini.htm). Anche Palermo e provincia avranno una linea notturna, al fine di permettere il rientro in tutta sicurezza ai frequentatori di locali notturni.

      Non male, eh? 🙂

    14. Grazie per l’informazione Mirella. Davvero interessante. 🙂 Non male.

    15. lavori all’amat mirella?

    16. Prego Jolanda… sognare una città più moderna e all’avanguardia è così bello!

      No, Cetty, non ancora almeno 🙂 certo con le ipotetiche innovazioni descritte nel mio ironico e affettuoso commento, l’Amat si trasformerebbe in un’azienda di trasporto pubblico urbano di prim’ordine. Sai avendo viaggiato parecchio e fatti i dovuti confronti, mi fa rabbia che a Palermo siamo rimasti alla preistoria del bus!

      Purtroppo questo non è che uno degli innumerevoli problemi che affligge la nostra ‘città d’arte’…

    17. scusa Mirella, non avevo capito…

    18. sì ù miegghiu (si sente che sono appena tornata da Milano?)

    19. Certo si mettono strisce blu,poi ZTL e adesso aumentano il costo del biglietto diminuendo la durata!MA ALL’AMAT LAVORANO DEI GENI!!Non si potrebbe fare una petizione per abolire le ZTL e l’aumento del costo del biglietto?

    20. Praticamente non è cambiato niente. Uno schifo era 4 anni fa e uno schifo è oggi.
      Ah già, è la crisi…

    Lascia un commento (policy dei commenti)