venerdì 18 ago
  • Italia – Spagna

    Premettendo che dribbling, contropiede, corner e catenaccio non sono mai stati il mio pane quotidiano, non posso comunque esimermi dal parlare della partita che stasera vedrà incollate alla tv migliaia di persone: Italia-Spagna.
    Sono giorni che qui a Barcelona non si parla d’altro, i giornali titolano “Este domingo se cena ‘espaguetis'” (questa domenica si mangiano spaghetti), si respira voglia di rivalsa, i luoghi comuni sono sulla bocca di tutti, noi siamo quelli che mettono gli occhiali da sole anche di notte, i vestiti firmati, perennemente abbronzati e sembra che mangiamo spaghetti a qualsiasi ora del giorno.
    Le foto di Louis Enrique che piange, con il naso sanguinante, per il colpo di Tassotti duranti i mondiali americani, imperversano sulle prime pagine dei quotidiani sportivi, c’è, addirittura, chi esorta alla vendetta asserendo che Tassotti sarà presente nella panchina azzurra.
    Ma quello che più mi ha colpita è stato questa mattina un articolo del Què, uno di quei quotidiani che distribuiscono all’ingresso della metropolitana, che il lavoratore assonnato sfoglia durante il tragitto che lo conduce all’ufficio senza neanche farci troppo caso e poi poggia sulla scrivania dimenticandosi della sua presenza per tutta la giornata, ma una mattina erano svelati i motivi per vincere la partita dell’anno contro la “bestia nera” Italia, come potevo restare indifferente?
    Le ragioni per vincere sono ben 19:
    1) Per la storia: perché è da 88 anni che non vincono.
    2) Per gli Stati Uniti: perché l’Italia li escluse dai mondiali con un gol di Roberto Baggio a tre minuti dalla fine.
    3) Per Louis Enrique: perché tutti si sono sentiti un po’ Louis Enrique quando Tassotti gli diede una gomitata sul naso.
    4) Per le squadre: Milan Inter e Roma hanno sempre battuto Madrid e Barça.
    5) Per ripetersi: Alberto Contador ha vinto il Giro d’Italia ripetendo le gesta di Miguel Indurain.
    6) Per il “Bambino”: perché nel 1954 furono esclusi dal mondiale perché Marco Gemma, il bambino che fu scelto per estrarre le squadre, anziché estrarre la Spagna estrasse la Turchia.
    7) Per “Naranjito”: l’Italia ha vinto i Mondiali del 1982, gli unici organizzati dalla Spagna e nei quali gli spagnoli fecero una pessima figura.
    8) Per la mancanza di buon gioco: mentre gli spagnoli puntano sul buon gioco, gli italiani hanno un gioco mediocre.
    9) Per il catenaccio: i genitori di Helenio Herrera, l’inventore del catenaccio, erano originari della Galizia.
    10) Per il Getafe: Luca Toni, con il Bayern, ha eliminato la squadra dalla UEFA all’ultimo secondo dell’ultimo minuto del recupero.
    11) Per eguagliarci: L’Italia, tra amichevoli e ufficiali, ha vinto 9 partite mentre la Spagna 8.
    12) Per spezzare la maledizione: è dal 1984 che la Spagna non arriva alle semifinali, mentre per l’Italia è ormai un’abitudine.
    13) Per il 1934: l’Italia, paese ospitante di quei mondiali, eliminò la Spagna ai quarti, loro sostengono ingiustamente e con l’aiuto dell’arbitro.
    14) Per Villa: L’asturiano ha fatto più gol durante gli europei (4) che tutta la squadra italiana (3).
    15) Perché è arrivato il loro turno: è dal 1964 che la Spagna non riesce a vincere nulla, mentre gli italiani sono gli attuali campioni del mondo.
    16) Per Louis Aragonès: ha molti piú anni di esperienza di Donadoni e merita di finire la carriera vincendo un europeo.
    17) Per le scommesse: le agenzie di scommesse danno per favoriti gli spagnoli.
    18) Per Raùl: La Spagna under-21 ha perso le finali degli europei del ’96 contro l’Italia a causa dei rigori sbagliati del madrileño e di De la Peña.
    19) Per i gol: l’Italia ha inflitto, nonostante il suo gioco, più gol alla Spagna (36) che la Spagna agli azzurri (28).
    Certo non c’è che dire loro dimostrano di volere vincere a tutti i costi, ma sembra che fondamentalmente abbiano una gran paura di noi e della nostra squadra e che tentino di sminuirci in tutti i modi e di puntare sul fatto che noi siamo più fortunati e che giochiamo male, come dicevo prima io di calcio non ne capisco nulla e guardo le partite solo quando è l’italia a giocare per mero campanilismo, ma sinceramente le loro motivazioni mi sembrano un tantino ridicole…
    Io non so come si sta vivendo in Italia questa vigilia, ma tra tutte le cose che ho sentito in questi giorni la più saggia l’ha detta Jago, un bambino 6 anni di madre italiana e padre spagnolo,il quale dopo avermi stupito, come solo i bambini sanno fare, con un tifo sfegatato durante Francia-Italia, alla mia domanda “ma tu domenica per chi tifi?”, mi ha risposto: “A me fanno simpatia tutt’e due e quindi: che vinca il migliore!”
    Forse i più “grandicelli” dovrebbero prendere esempio da lui e anziché farsi la guerra dovrebbero provare a godersi la partita e divertirsi.
    E allora, prendendo esempio da Yago, l’unica cosa che mi sembra sensato dire è: CHE VINCA IL MIGLIORE!

    Ospiti
  • 56 commenti a “Italia – Spagna”

    1. Sul piano tattico e tecnico probabilmente sono più preparati loro, ma noi abbiamo cuore da vendere dopo la vittoria con la Francia!Siamo in gioco tanto quanto loro e, oltretutto, è una partita secca aperta a qualsiasi risultato…

    2. Forza Spagna!!spero che l’italia abbia quello che si merita.La Spagna è una grande nazione che nel giro di 15 anni ha rilanciato il sua economia,le sue infrastrutture,il suo turismo.Un paese concreto dove si realizzano le cose.Andate a visitare e rimanete stupiti.
      La nostra nazionale è lo specchio di una nazione “spompata”,ideologica,dove non si realizza e .
      Un paese vecchio,stanco,sporco.Non è un problema di
      Berlusconi si Berlusconi no,Prodi,sinistra destra
      ho la nausea di tutte queste chiacchere.
      Siamo rappresentati da quello che ci meritiamo.
      Non ho visto in spagna i militari raccogliere l’immondizia,e in nessun altro paese civile.
      L’Italia mi fa schifo e spero che in campo oggi abbia cio’ che si meriti.Una secca sconfitta che farebbe
      piu’ male al popolo italiano piu’ dei rincari della benzina.FORZA SPAGNA.

    3. Se Barcellona mi spiega la correlazione tra P.I.L. e modulo 4-3-2-1-, lo propongo per Premio Nobel per l’economia.
      E visto c’è mi dimostri cosa c’azzecca l’immondizia e chi la ritira o ancora la regionalità di chi la produce con la presunta “spompatura” di un’intera nazione.
      Ti fa schifo l’ Italia ? Vai via in Burkina Faso o in Patagonia e vivrai felice.
      Stasera vincerà semplicemente la squadra migliore, ricordiamoci che l’evento si riduce a ventidue uomini praticamente in boxer e maglietta che rincorrono un pallone e lo prendono a calci, sic et simpliciter.
      Giuanni

    4. Che vinca il migliore: l’Italia! 😉

    5. Tifoso vero e proprio ( nel senso che faccio abili come un innamorato ) sono solo del Palermo.
      Per stasera mi auguro vinca l’Italia ma … se siamo piu bravi, se no, è giusto vinca la Spagna ( ma non forza).
      Ma due paroline sulla Russia di ieri sera le vogliamo spendere?
      IMPRESSIONANTI!
      Con un po d’esperienza un piu finiva 10-0.
      Italia o Spagna avranno una brutta gatta da pelare.
      @ giuanni
      sempre preciso, bravo m’accodo, come dice ” tonino” … ” ma che c’azzecca?” 😉

    6. Anch’io sono emigrato in Spagna e anch’io sono un profano in tema di calcio.Proprio oggi ho letto un articolo (credo sulla voz) estremamente politicizzato. Mettevano a confronto la Spagna e l’Italia dalla politica alla cultura. Effettivamente mi ha un po’ infastidito dato che lo sport non ha niente a che vedere con il resto, e che Nanni Moretti per me rimane un grande regista.Credo che la Spagna continua a sentire un gran complesso d’inferiorità anche se irragionevole.
      Credo che Zapatero avesse fatto meglio a risparmiarci il suo pronostico come poteva farlo anche Berlusconi.
      Tuttavia da una parte spero che l’Italia non vinca, perchè una possibile vittoria dell’Italia oscurerebbe le porcate del Berlusca, e anzi magari il Berlusca ne prenderebbe il merito, dall’altra parte non credo che potrei sopportare i commenti del mio dentista e dei vari amici spagnoli che non parlano d’altro.
      Io spero in un bel pareggio! Qualcuno saprebbe dirmi se è possibile?

    7. Il pareggio??!!Certo…vista la Russia in effetti non sarebbe male l’idea di schierare due squadre per batterla in semifinale 😉

    8. Siamo un paese narcotizzato e imbelle. Siamo un paese da barzelletta in tutti i campi del vivere civile, io mi vergogno profondamente di essere italiano e Palermo è pure agli ultimi posti in Italia sotto molti aspetti e come qualità della vita. L’ultima cosa che ci resta è il pallone almeno non bucateci anche quello.

    9. Sono assolutamente contraria alle critiche distruttive, per quanto so quale sia il panorama italiano di oggi, per quanto ogni volta che leggo qualcosa di politica italiana mi vengano i brividi vorrei dire a coloro che si lamentano che se non vi piace avete sempre un’alternativa o ve ne andate o provate a fare qualcosa, una soluzione c’è sempre. Io in ogni caso stasera tiferò italia, vedrò la partita insieme ad amici spagnoli e dopo comunque vada ci berremo una cerveza.
      In ogni caso: FORZA AZZURRI!

    10. Quando vedo Cuffaro da Minutella urlo Forza Spagna!!
      Quando leggo Siino spacciare per legenda metropolitana
      l’incapacità del sindaco urlo Forza Spagna!!
      Quando leggo che il presidente Campagna ha chiuso il comune di palermo per “litigiosità”della maggioranza io
      urlo Forza Spagna!!
      Quando vedo Veltroni io urlo Forza Spagna!!
      Quando vedo quelli della sinistra siciliana e palermitana che non rappresentano piu’ nessuno e continuano ad essere li da 20 anni io urlo FORZA SPAGNA.
      Quando vedo Berlusconi è proprio difficile che possa ddire “forza italia” mi viene il vomito e per questo urlo Forza Spagna.
      Il calcio è lo specchio di questa nazione spompata,
      divisa,senza idee,solo chiacchere e dibattiti televisivi.Una nazione che fa schifo:inconcludente antica,arretrata,amorale,truffalda.
      Hanno seminato la paura con la storia dell’ordine pubblico e cosi avremo l’esercito anche a Palermo per
      proteggere le discariche.Da fare ridere i polli.
      Tutto sarà tollerato.
      Spero che l’Italia perda sia nel calcio che nella politica,che nell’economia.Mi auguro che si ritorni alla fame e che si tocchi il fondo.
      FORZA SPAGNA
      tra i paesi più

    11. FORZA SPAGNA!!!!FORZA ZAPATERO!!
      Hanno speso bene tutti i soldi dell’europa:ci sono cantieri ovunque.Le strade e le autostrade sono moderne e scorrevoli.Hanno risolto il problema del traffico
      e riempito gli incroci di rotonde.Il turismo e’ una risorsa che hanno saputo sfruttare.I prezzi sono buoni.
      Costa meno una settimana a Siviglia che un fine settimana a cefalu’.Hanno considerato una risorsa gli immigrati regolarizzandoli con delle leggi valide…e quando sono diventati un problema di ordine pubblico
      avendo,un’economia che marcia,gli hanno offerto dei soldi per andare via.Pacifico e senza eserciti.
      Gli omosessuali non sono “froci” ma persone con eguali diritti e le leggi tutelano le coppie di fatto.
      Le strade sono pulite hanno invesito 10 anni fa nella raccolta differenziata porta porta,dando incentivi e sconti ficsli alle famigle e formazione nelle scuole.
      Hanno attivato un sistema di smaltimento misto tra discariche e termovalorizzatori producendo lo 0,5% del
      prodotto interno lordo dal sistema “smaltimento” come in Germania.
      Ci chiediamo come fanno?
      Nulla di particolare :spendono i soldi e fanno le cose.
      Da noi e tutto difficile una schifosa burocrazia inutile,incapace.Loro sono bravi.
      FORZA SPAGNA!!
      FORZA ZAPATERO
      p.s non sono di sinistra!!!se solo qualcuno si azzarda a pensarlo.

    12. Caro Barcellona , tutto quello che dici sulla Spagna è verissimo , e a me il paese iberico piace tantissimo.
      Però il gusto di batterli è un piacere del tutto particolare.
      Se non comprendi questo non comprendi la filosofia del calcio.
      Niente di grave , per carità , ma si da il caso che parliamo di Italia-Spagna di calcio , appunto .

    13. barcellona esprime lo stato di crescente disagio che proviamo da cittadini italiani e siciliani in particolare.In fondo una classe politica becera e parolaia come la nostra è la cartina di tornasole dello stato di degrado del (fu) belpaese.
      Vi ricordo che già leonardo sciascia, a proposito dei politici nostrani, ebbe modo di parlare di “classe digerente”.
      comunque mi trovo d’accordo con barcellona. tanto per fare un esempio (e restare dalle nostre parti): la vicenda delle ztl e del consiglio comunale è degna di certi paesi del quarto mondo, dove si somma la furbizia delle classi dirigenti e l’insipienza dei governati. e come diceva un noto giurista “la furbizia è l’intelligenza del cretino”.

    14. La Spagna,uscita dalla dittatura di Franco,ha saputo
      ha dato un valore concreto alla democrazia,hanno faticato e ricostruito un Paese.Oggi la Spagna è un paese fiero e unito ( a parte i baschi),lanciatissimo nell’economia,all’avanguardia nelle tecnologie e nei diritti,un Paese allegro dove la gente lavora,guadagna,produce,spende e si diverte.Oggi per aprire una qualsiasi attività a Madrid bastano due giorni.Un grande rispetto per i giovani e il loro futuro.Investimenti in tutti i settori.
      Gli Spagnoli sono un popolo fiero ed unito.Tradizione,cultura e tecnologie sono un volano per lo sviluppo.
      Guardiamoci dentro casa:
      Vi faccio una galleria di nomi e cose di cui certamente non c’e’ da essere fieri e che non esprimono unità : La Padania,l’MPA,Bossi,Raffaele Lombardo,il Ponte di Messina ( un mito),la metropolitana di palermo( una visione),la rivalorizzazione della costa Palermitana e del fiume Oreto,Diego Cammarata,Ninni Terminelli,
      Micciche’e Cracolici,Leoluca Orlando( chiacchere e tabaccherie di legno),le ZTL,le leggi a personam,il Festino e Kalsart,Alfio Scuderi,Toto Cuffaro,UDC e Veltroni,L’ufficio Grandi Eventi,il raddoppio della ferrovia,ex ministro Bersani,Prodi,Le veline,Beppe Grillo,Bossi….se dopo questo elenco l’italia non vi fa ancora schifo allora o siete sordi o siete ciechi.
      Con questi non si va da nessuna parte!!
      FORZA SPAGNA!!

    15. Io amo la Spagna con tutto il mio cuore!
      Stasera tiferò per gli azzurri, ma se dovessero perdere, non mi dispiacerebbe poi così tanto.
      Se propro dobbiamo perdere, è meglio che perdiamo con la Spagna, no?
      Ma volete mettere?!?
      Pensate se avessimo perso con la Francia, sarebbe stata una tragedia!
      mi unisco anch’io: viva la spagna, viva zapatero, viva madrid e viva la letteratura spagnola 2 perchè la settimana prossima faccio l’esame!

    16. io penso che vinciamo se vince l’italia, se l’italia perde vuol dire che ha vinto la spagna. ciao

    17. Per fortuna che ci sono ancora italiani che hanno il coraggio di continuare a vivere qui lottando per un’Italia migliore!!!!
      L’Italia è un paese meraviglioso, ha tanta storia e Cultura da fare invidia a tutto il mondo.
      Non smetterò mai di amare il mio paese e non la denigrerò mai perchè l’Italia è mia madre!!!
      Con tutti i difetti che mia madre Italia può avere io non la uccido, non la mortifico e non la offendo!!!
      Quelli che continuerò ad offendere sono coloro che l’hanno deturpata, spogliata e presa a schiaffi.
      Stasera l’Italia vincerà perchè io sono Italiana e ne vado FIERA!
      Se gli Azzurri vinceranno contro la Spagna sarà un motivo in più per poter dire che l’Italia non è solo politica marcia.
      In Italia c’è gente che lavora onestamente, ci sono Artisti che esportano la loro arte in tutti il mondo, cinema, letteratura, pittura, musica.
      FORZA AZZURRI vincete per tutti gli italiani che hanno voglia di riscattare la propria terra.
      FORZA ITALIA!!!

    18. @Barcelona: tutto quello che vuoi, ma non c’è dubbio che la Spagna soffre ancora di senso di inferiorità verso l’Italia. E non ne ha motivo.

    19. luca toni: peri tuoitti.
      luca toni: un sai iucari.
      luca toni: ma dove ca**o tiri?
      luca toni? sai che oltre la testa esistono anche i piedi per giocare a calcio?

      Donadoni: ma in tutto il calcio italiano esiste una sola punta davvero? e quella punta corrisponde al nome di Luca Toni, ma sei proprio sicuro.
      Ma che schifo. Abbiamo perso per una punta che non sa cosa significa giocare a calcio.

      Rosalio, non cancellarmi questo commento ti prego.

    20. chi di rigore ferisce… di rigore perisce…

    21. Abbiamo perso una partita di pallone, brava la Spagna ed onore alla sua maggiore superiorità sul campo e sul risultato finale.
      Ciò premesso, al di là della partita, ripeto, di pallone,persa perchè ha meritato la Spagna, dico con orgoglio di sentirmi italiano, appartenente ad un popolo che porta civiltà e cultura nel mondo, che ha saputo risollevarsi da sconfitte pesantissime, e non mi riferisco al calcio, ma ad accadimenti successi più di sessant’anni fà e dai quali ci stiamo lentamente rimettendo al pari.
      Eravamo un popolo lacerato dalla guerra civile, siamo finalmente una democrazia compiuta, in cui il popolo sovrano, quello che vota e che decide, non i codardi che si astengono e poi piagnucolano e si disperano, una nazione in cui l’alternanza degli schieramenti è cosa che non sconvolge il vivere civile e che recentemente, non dimentichiamolo, grazie anche al PD, ha decespugliato una trentina di sigle e siglette che immobilizzavano l’esercizio del potere parlamentare.
      Oggi c’è PDL , PD, IDV , un paio di UDC.
      Penso che questo non può che essere un bene, augurandomi che un bel numero di compagni rientrino nei ranghi del PD.
      Barcellona odia l’Italia, non riesce a sopravviverci ?
      Resti dov’è, io resto quì a sentirmi parte attiva della citadinanza italiana, ad agire ed operare per il bene comune, a lavorare nel PD, pur nelle sue contraddizioni.
      Diverso è chi stà alla finestra a dire peste e corna e a pensare tanto peggio tanto meglio.
      In ogni cosa, libero arbitrio e in boccaa al lupo a tutti.
      Giuanni

    22. Oggi abbiamo perso solo l’ultima cosa la meno importante: una partita di pallone!!tutto il resto lo abbimo già perso da molto tempo.
      Io non odio l’italia mi fa schifo questa Italia quella
      che continua a perdere ai calci di rigore in tutti i campi.Il mio amico giuanni è contento di vivere in un paese dove ci sono 4 partiti,continua a parlare di parole parlate:i fatti sono altri guardati intorno e svegliati.Se non capisci dove sei fattelo spiegare meglio.Parli di sigle di partiti e a me vengono i brividi.Se poi leggo le ultime vicende del partito di Veltroni mi viene da vomitare ed è già evidente che non esiste più politicamente.Parole solo parole mentre tutto cambia si rinnova.Oggi D’alema ha detto che non crede al bipartitismo che bisogna rifare le alleanze smentendo se stesso e l’operazione elettorale di Veltroni.Ma stiamo sempre parlando del nulla mischiato col niente.Parole e sempre parole.L’Italia oggi è un paese fallito dentro.Hanno fallito gli italiani che continuano a sbagliare i calci di rigore.Hanno fallito i siciliani.Hanno fallito i palermitani.
      Ditemi 10 motivi per cui dovermmo essere orgogliosi di vivere in questo paese e ne riparliamo.Non basta la cultura,non basta il sole,non basta il mare,non basta il consumismo.Siamo riamasti indietro su tutto.Basta viaggiare appena fuori dai confini.
      L’Italia merita tutte le sue sconfitte compresa quella calcistica di oggi.
      Viva la Spagna

    23. …dimenticavo di puntualizare che non pratico l’antipolitica, che mi vengono i brividi quando ascolto i grillini e anche beppe grillo con il suo marketing dell’antipolitica mi fa schifo.Amo la politica,quella alta quella che produce fatti concreti e realizza per il bene comune.Non la vedo in italia la praticano all’estero.I fatti camminano sulle gambe delle persone,
      in Italia non vedo le persone,in Sicilia non vedo le persone,a Palermo non vedo le persone.Vedo sempre le stesse da decenni e che da decenni pur non producendo fatti sono sempre li.E se ci sono sempre gli stessi che cambiano pelle,partito,sigla la responsabilità e di quelle persone che come giuanni continuano a non vedere o a far finta di non vedere.
      Siamo e saremo sempre il paese del VOTANTONIO come diceva Totò.
      VIVA LA SPAGNA

    24. purtroppo barcelona ha ragione

    25. io vorrei fare una domanda a Barcellona: ma tu dove vivi? hai scritto questa frase:”Oggi la Spagna è un paese fiero e unito ( a parte i baschi)” e mi chiedo se hai mai visuto in spagna o se sei stato solo uno dei migliaia di turisti che affollano la rambla perchè sinceramente se pensi che la spagna sia un paese unito non credo proprio che tu la conosca.

    26. e meno male che non è un paese unito!

    27. Lo sbaglio più grande che ha fatto Donadoni è stato quello di far tirare il rigore ad un giocatore, che psicologicamente era già compromesso, visto i fischi che ha ricevuto, ovvero Di Natale.
      Se l’avesse tirato qualsiasi altro giocatore avremmo vinto.
      Menomale che il Palermo non l’ha preso, altrimenti non avrei potuto più guardare serenamente una partita della mia squadra del cuore.
      Quasi quasi ringrazio Zamparini per non aver comprato Di Natale ahahahaah
      Non comprendo perchè bisogni politicizzare ogni cosa, ieri sera c’è stata una PARTITA DI CALCIO, non è che con la vittoria della Spagna ora le cose cambieranno.
      Spero solo che i tanti italiani che si lamentano imparino anche a LOTTARE per cambiare il sistema, invece di stare seduti a fare bla bla bla.
      Io nel mio piccolo lotto, perchè credo che la Cultura sia il mezzo migliore per ritornare ad essere il Bel Paese che eravamo.
      Con l’esclusione dell’Italia dagli Europei, credo che non guarderò le altre partite e me ne andrò a mare.

    28. @forza italia: sono perfettamente d’accordo con te, quella di ieri sera era una semplice partita di calcio, le lamentele sterili non servono a nulla, anzi se noi stessi ci autoaffondiamo mi sembra quasi impossibile riuscire ad uscire fuori da questo pantano.

    29. Una partita di calcio può anche dar adito a discussioni di altro genere ma stiamoo certamente più tranquilli se allochiamo gli eventi della vita ciascuno nel suo compartimento stagno, come da manuale di marketing tradizionale. In un’altra vita ho avuto come partner un’azienda hitech di Barcelona, pensa te, a cavallo del decennio 1990/2000: confrontavamo il loro stile di vita e di lavoro con quello milanese e tra noi dicevamo “questi tra 10 anni ci superano”.

    30. Di Natale non gli avrei fatto calciare alcun rigore, visto che mezzo stadio lo fischiava.Praticamente deconcentrato.
      Ma provare Borriello no?
      La lavatrice sicuramente avrebbe segnato più di Toni….
      Assurdo arrivare agli europei, con una condizione di un attaccante così precaria!

    31. I nervi a fior di pelle eh? Beh io ho seguito la partita (noiosa a dire la verità) però sono contento per la Spagna . Ah correggo Barcellona, la spagna non è un paese unito. Nonostante sia una nazione da più tempo, ogni comunidad autonoma (la parola dice tutto ) tira acqua al suo mulino vedi trasvase del Ebro. Lo spagnolo non è la sola lingua ufficiale, e sembra che si prema per la ufficializzazione dell’andaluso (che è lo spagnolo dove le ‘S’ si pronunciano come delle ‘z’)
      In tutto il resto,Barcellona ha pienamente ragione e spero che possa convertire la sua rabbia e il suo sdegno in qualcosa di più utile per la società.

      Per quanto l’orgoglio, io mi vergogno profondamente d’essere italiano e siciliano,ma allo stesso tempo cerco di rappresentare il mio paese nel migliore dei modi. Io ci provo.

    32. ….e anche nel calcio lo stesso “vizietto” guardate cosa leggo sul sito di Repubblica.

      DONADONI DICHARA:
      “Non mi dimetto
      Decido con Abete”
      Il Ct prende tempo: “Abbiamo dieci giorni per riflettere”. Lippi è dietro all’angolo ma lui non demorde. E difende la sua squadra: “Ho visto lo spirito giusto, il progetto può andare avanti. Due rigori sbagliati non cambiano il giudizio”
      NESSUNA COLPA….il mister
      non funziona così da nessuna parte del mondo.
      Smentitemi vi prego prima che vomito

    33. Mi dispiace dirtelo, ma se pensi che “in Spagna esiste una sana competizione costruttiva tra le regioni” è meglio che cominci a frequentare San Marino! La Spagna è uno dei paesi europei peggiori in fatto di legami interregionali quindi evita di sputare sull’Italia perchè mi offendi, se vuoi sputa su casa tua o sul tuo palazzo ma non generalizzare all’intera nazione perchè il fatto che in Italia esistano grossi problemi non significa che tutti facciamo schifo. Il fatto che tu non conosca nessuno che si impegna per migliorare il NOSTRO paese ti dovrebbe portare a trovare nuovi amici, e non a scrivere fesserie su di un blog.

    34. due rigori sbagliati non cambiano il giudizio!!!!
      capite!!come se nulla fosse accaduto….incredibile
      due rigori sbagliati non cambiano il giudizio e’ la stessa logica di quando Bassolino dice due mega tonnelate di immondizia non cambiano il giudizio e non mi dimetto percè ho il voto popolare.
      due rigori sbagliati non cambiano il giudizio è la stessa logica di quando per “due cannoli” e 5 anni
      io mi candido perchè il popolo mi acclama.
      Due rigori sbagliati non cambiano il giudizio è la stessa logica di chi spende 2 milioni di euro per una campagna elettorale personale provocando buchi nel bilancio pubblico e poi dice non mi dimetto perchè sono stato eletto con il voto popolare.
      Due rigori sbagliati non cambiano il giudizio è la stessa logica di chi dice”l’alitalia deve rimanere Italiana”ho una cordata dietro l’angolo pronta a salvare la compagnia in nome della bandiera.La cordata è una bufala ma non mi dimetto perchè ho il voto popolare.Questo voto popolare in Italia oggi è diventato un alibi per giustificare tutto.
      DUE RIGORI NON BASTANO………che incredibile faccia tosta mister

    35. Caro Barcellona, frequentare una nazione, come hai anche evidenziato tu, non è proprio come viverla. Ribadisco che la Spagna non è affatto un paese unito e come dice bene Luciano ogni comunidad autonoma tira acqua al suo mulino. A parte le rinomate questioni sulle acque dell’ebro durante il periodo di grande siccitá, è in corso un’ampia polemica dovuta alla mamcanza di fondi per la costruzione di nuove autostrade che colleghino la Catalunya con le altre regioni spagnole.
      A Barcelona si parla il catalano, a scuola si studiano storia e geografia solo della catalunya, i consigli comunali sono fatti esclusivamente in catalano e quando per le strade c’è una qualche pubblicitá scritta in castigliano prontamente c’è qualcuno che attacca degli adesivi che criticano il prodotto per avere mancato di rispetto alla loro lingua.
      Ieri sera nessuno per le strade festeggiava la vittoria della Spagna, mentre a madrid plaza Colon era piena di gente, non esiste un’identitá collettiva, ma soltanto un’identitá regionale.
      Il mio post parlava di una partita e fondamentalmente parlava di una mancanza di sportivitá, di un appigliarsi, da parte degli spagnoli, a cosa futili per fomentare un senso di rivalsa. Io non dicevo che gli spagnoli sono inferiori, ma che si sentono tali almeno dal punto di vista calcistico.
      Detto questo io non sono un’anti spagnola, amo la Spagna e sono contenta di viverci, ma amo anche l’Italia, è il mio paese e non mi vergogneró mai di essere Italiana, ma mi vergogno di chi rifiuta la sua italianitá e si ferma a criticare.

    36. Bene ne prendo atto Stefania che ama l’Italia ma vive in Spagna per i suoi buoni motivi.
      Visto che ci vivi avrai anche delle risposte per me:
      cosa funziona in Spagna,nella politica,nell’economia,nel turismo,nella cultura?come hanno fatto?qual’è il segreto?diccelo tu che ci vivi.
      Perchè in 20 anni la Spagna è cambiata,puoi negare anche questo?
      Al mio amico SmokeSuperstar dico che io esprimo opinioni dove mi pare e se tu ritieni che l’Italia ha qualche problema da superare io rispetto quello che sostieni e sono contento per te e se ti offendi evidentemente non hai fatti da contrappormi.Di cosa ti vergogni?Di quelli come me? bene evidentemente qualcosa si muove dentro di te…a me non fa schifo l’Italia ho detto e ripeto ma questa Italia che tu fingi di non vedere.POVERA PATRIA

    37. Signori scusate tanto ma… 2 anni fa l’Italia ha vinto il mondiale ai rigori e nessuno si è permesso di polemizzare su vittoria rubata o palla rotonda o sfortuna o CT sbagliati: che ieri fu diverso? sempre di rigori si tratta!

    38. A proposito di PIL sempre dal sito di Repubblica di oggi traggo :

      “Nei Paesi della ‘Vecchia Europa’ Roma supera solo Grecia e Portogallo
      La differenza con Madrid passa dai due punti del 2006 a sei punti
      Pil pro capite, Italia terzultima
      Si allarga la forbice con la Spagna
      Al primo posto il Lussemburgo, che quasi triplica la media Ue 27 (276)
      Seguono Irlanda, Paesi Bassi, Austri, Francia, Germania, Regno Unito

      Il primo ministro Spagnolo José Louis Zapatero

      ROMA – L’Italia arretra ancora nella classifica europea del Pil pro capite. E’ nella media Ue-27 ma viene superata praticamente da tutti i Paesi dell’Unione Europea prima dell’allargamento, a eccezione di Grecia (98) e Portogallo (75). E si allarga la forbice con la Spagna: nel 2007, infatti, considerata pari a 100 la media Ue a 27, la Spagna arriva a 107 mentre l’Italia si ferma a 101.

      Nel 2006 la classifica Eurostat aveva assegnato all’Italia un valore di 103 e di 105 alla Spagna, dando dato adito a una polemica sul sorpasso di Madrid che aveva portato l’ex premier Romano Prodi a ricalcolare da solo i dati sulla ricchezza per affermare che comunque il ‘sorpasso’ non c’era stato, perlomeno non in termini assoluti.

      E tuttavia la distanza tra Italia e Spagna nel 2007 è passata da due a sei punti. La ragione principale – spiegano fonti della Commissione – è la crescita tumultuosa registrata nel Pil spagnolo negli ultimi anni, a fronte di “un incremento quasi nullo, o comunque molto ridotto” del Pil italiano.

      Ma già nei prossimi mesi potrebbe verificarsi un’inversione di tendenza – spiegano gli esperti – soprattutto a causa della crisi che in Spagna sta colpendo il settore delle costruzioni, e che molto probabilmente causerà un rallentamento della crescita economica.

      Secondo i dati di Eurostat il Lussemburgo si conferma come il Paese leader in Europa con un Pil pro capite che nel 2007 si è attestato a quota 276. A seguire ci sono l’Irlanda (146), i Paesi Bassi (131), l’Austria (128). Sopra a Spagna e Italia si attestano la Francia (111), la Germania (113) e il Regno Unito (116).
      (23 giugno 2008)

    39. Vuoi proprio sapere qual’è il segreto? voglia di rivalsa, che l’italiano purtroppo non sa cosa sia, ma l’unica cosa che sa fare è lamentarsi senza agire.
      Io non fingo di non vedre, ti sbagli, ho solo detto che non mi piace chi critica e basta.

    40. Questo per rimanere in tema del Paese del
      “CHIU PIL-U PI TUTTI!!!”

    41. Questa sera alle 22.45 su rai3 a Primo Piano c’è un servizio sulla Spagna con un taglio che dalla presentazione mi sembra uguale a quello nato in questo forum.Consiglio a tutti di guardalo,io lo farò e ne riparliamo domani.

    42. In Spagna le cose sanno farle bene.
      In Italia no.
      La Spagna è civile, è in continua crescita.
      L’Italia no.

    43. Si questo non lo metto in dubbio, ammiro la politica spagnola che reddito procapite o no ci ha scavalcato sicuramente nei diritti civili. Mi dispiace per l’Italia e la Sicilia ce sono le mie due patrie che amo, nonostante molto spesso le bistratto ecc. Mi indigno quando nessuno s’indigna quando si parla di corruzione di sprechi, corruzione , quando in sicilia non si ha voglia di cambiare pagina, che ha visto il paradosso di andare in piazza per cacciare Cuffaro per poi votare Lombardo ecc. Dobbiamo prendere l’esempio dalla Spagna in molti campi, ma continuo ad amare il mio paese. Tuttavia ieri ho tifato per la Spagna, perchè non avevo voglia di tifare per un tipo (Gattuso) che durante una conferenza stampa ha sentito il bisogno di dire la sua sui matrimoni tra omosessuali. Lo sport è lo sport no? Allore stai zitto!

    44. Giusta l’eliminazione…
      Donadoni non ha particolari colpe…purtroppo le cose non giravano per il verso giusto
      certo che Di Natale…dopo la bordata di fischi….non era proprio serenissimo..per poter tirare un calcio di rigore…
      sarà…ma come quarto rigorista avrei scelto Del Piero….

      p.s….e poi tutta quella Nutella a colazione….(pesanteeee!!!)

    45. Ho visto il servizio sulla Spagna a Rai 3 è vero quello che dice barcellona siamo in un paese inconcludente è sorprendente quello che leggo da parte di qualcuno.
      Ho visto anche da Piero Angela perchè siamo un paese invecchiato con nascite molto basse.Ho visto cosa fanno in Francia per sostenere le famigliie e le giovani coppie.A volte basterebbe solo copiare.Non siamo in grado o non ci sono le condizioni per fare anche questo.
      Un paese con il baratro sotto le gambe che fa finta di niente e anche la Grecia sta lavorando per superarci.
      Un fallimento totale concordo con barcellona

    46. Il fatto è che forse ci sentiamo feriti nell’orgoglio perchè il calcio era l’unica cosa che sapevamo fare bene. Io sono contenta che ha vinto la Spagna perchè si è meritata anche la vittoria in questo campo.
      E non metto assolutamente in dubbio il mio attaccamento alla mia nazione, ma questo è solo un fattore affettivo perchè chi vi è nato non può mai rinnegare la sua terra e la metterà sempre al di sopra di qualunque altra. Ma questo non significa che l’Italia sia degna di tanto amore.
      Siamo pigri, orgogliosi, chiaccheroni, ma soprattutto siamo marionette. I pupi di Totò Cuticchio.
      Non smettiamo mai di lamentarci del nostro governo, ma incredibilmente l’oggetto di tutte le nostre critiche ha sempre il favore di una indiscutibile maggioranza del popolo.
      Forse la sconfitta di domenica sta servendo per far rilanciare la questione, a togliersi la benda dagli occhi e lanciare uno sguardo sul resto d’europa. Ma perchè dobbiamo continuare a vergognarci? Basterebbe prendere l’esempio dei nostri vicini di casa.
      Infine, lo ribadisco ancora una volta, VIVA LA SPAGNA, VIVA ZAPATERO!
      E chiaramente non per disprezzo del mio paese, ma per incitarlo ad andare avanti, perchè vorrei che ci svegliassimo anche noi.

    47. La discesa in campo del Cavaliere ha di fatto bloccato
      il rinnovamento e lo sviluppo di questo Paese intorno
      ai suoi problemi personali.A sinistra invece hanno solo perso tempo rincorrendolo e cavalcando un antiberlusconismo sfegatato.Prodi era solo un buon ragionere.Di fatto Berlusconi ha paralizzato l’Itialia
      mentre tutti gli altri Paesi crescevano e si rinnovavano.Vogliamo farci alcune domande?
      L’Italia dei tre telefonini a testa è piu’ ricca dopo questa discesa in campo?No!!E’più libera?no!!è più moderna?no!!E’ più sicura??no!!ci sono più infrastrutture?no!!ci sono più nascite?no!!i salari e gli stipendi sono adeguati?no!!Abbiamo investito in ricerca?no!!abbiamo migliorato la sanità?no!!abbiamo debellato la mafia,la camorra,la ndrangheda,la mafia russa e quella cinese?no!!E’ stata attuata una lotta alla speculazione sui prezzi a 360 gradi?no!!
      Vogliamo andare avanti?mi fermerei qui perchè a qusto punto il mio cervello si opacizza di fronte a questo ragionamento:Berlusconi fa Berlusconi,tutti i suoi uomini fanno i suoi uomini,questo è il gioco.Ma tutti gli altri?Tutti quelli che gli hanno ridato fiducia con il voto rafforzandolo dove vivono,in quale paese vivono.
      Veltroni è un paracul si dirà non c’erano alternative.Sono d’accordo ma questo dimostra il fallimento del sistema politico incapage di generare ipotesi credibili. Mi si è offuscata la vista perchè non trovo una risposta.Incomprensibile Paese di falliti e impotenti.
      W la Spagna.

    48. Purtroppo, per ovvie ragioni, non ho seguito il servizio su raitre, ma posso benissimo immaginare quello che sia stato detto sulla Spagna, anche perchè, vivendoci, non posso che notare ogni giorno quanto sia avanti rispetto all’Italia, questo non l’ho messo in dubbio nè mai lo faró, sarei cieca se non me ne rendessi conto. Sono totalmente d’accordo con Caricia: proviamo a prendere esempio dai nostri vicini di casa.

    49. Assolutamente no, non sarebbe mai successo.
      Vi riporto un piccolo esempio.
      In questo modello a Madrid stanno facendo dei lavori per rimodellare una importante arteria cittadina.
      Il progetto prevede di allargare i marciapiedi per poter dare ai cittadini la possibilità di passeggiare più comodamente e accedere facilmente ai tanti esercizi commerciali che offre.
      Fin qui niente di strano,o almeno credo, … ma ciò che per noi sarebbe fantascienza, è che parallelamente stanno adibendo una corsia laterale per gli autobus, e l’altra per i taxi, pianteranno 800 alberi, e per evitare lo stazionamento dei veicoli sulla carreggiata stanno costruendo ben TRE parcheggi sotterranei con più di 3mila posti!!

      http://it.youtube.com/watch?v=chr_DY6yoA0

      Qui invece un bel giorno hanno deciso di chiudere il centro storico, non hanno rimodellato un bel niente, avevano promesso di incrementare il numero degli autobus e invece i tempi di attesa alle fermate non sono assolutamente diminuiti, e gli autobus sono perennemente sovraffollati.

    50. scusatemi, volevo dire “momento” e non “modello” :-p

    51. Poi mi spiegate perche mi avete CENSURATO!!!

    52. Barcellona ti prego di leggere la policy dei commenti e poi, se vorrai, di utilizzare l’e-mail per ulteriori rimostranze (qui è off-topic). Grazie.

    53. Caro Rosalio,non trovo la tua policy dei commenti
      se poi mi spieghi quali sono i criteri che stabiliscono
      che i commenti sono off topic e che cosa vuoi dire!!!
      ripubblica il mio commento e mi spieghi, decideranno i tuoi lettori se hai un pò di coraggio se era da CENSURARE.Mi viene da pensare che ti cominci a dare fastidio il nome bispensiero!ma loro sono in gamba lo stesso e tu non puoi farci nulla.
      p.s non sono un attivista di quel sito registro un fatto : hanno mosso un azione civile hanno ottenuto un risultato cosa rara dalle tue parti-
      a buon rendere

    54. Caro Barcellona visto che non mi spiego rimuoverò ulteriori tuoi commenti off-topic. Per la policy basta cliccare sul link. Con Bispensiero ci sono ottimi rapporti. Non ti permetto di utilizzare la parola censura, il tuo commento era suscettibile di querela e io rispetto la legge.

    55. Per rientrare nel tema dell’intervento: onore e gloria alla Spagna, che ha vinto gli europei 🙂

    56. Fate come me, emigrate…ma vi conviene davvero venire in Spagna?
      http://www.occhiopidocchio.info/europa/ti-conviene-venire-in-spagna/
      Saludos da Madrid

    Lascia un commento (policy dei commenti)