Il tribunale di sorveglianza di Milano ha respinto le istanze presentate da Salvatore e Sandro Lo Piccolo che chiedevano la revoca del regime del carcere duro previsto dall’articolo 41 bis del codice penale

In: Palermo | 7 commenti

7 commenti a “Confermato il 41 bis per Salvatore e Sandro Lo Piccolo”

  1. Chissà se il Lo Piccolo Junior, abituatato alla bella vita, ha ancora il coraggio di ridere!

  2. …E di mandare baci!
    Ci macava che glielo revocavano!

  3. Uno Stato forte non avrebbe timori e remore (tipo privacy) a mostrare le foto dei suoi nemici chiusi in cella. A monito per gli altri.

  4. Una notizia positiva, che ripaga di un’altra non altrettanto positiva ovvero l’uscita dal carcere di Contrada, colpevole in via definitiva, per “motivi di salute”. E devo leggere anche che l’ex radicale Capezzone adesso del PDL (vergogna!!) ne afferma l’innocenza, ma lui come può fare una simile affermazione? Cmq, sarò cattivo, ma per me uno dei collaboratori delle stragi di Capaci e via Damelio e degli omicidi degli unici eroi dei nostri tempi (i magistrati in prima linea) deve crepare in cella.
    Amen

  5. Bene, Bravi, …. BIS!

  6. il 41 bis si dovrebbe adottare a persone meritevoli no a chi gira le balle alla legge e lo adotta a poveri detenuti che si sono fatti gia 10 anni di carcerazione è una legge ingiusta vabbè mi lamento della legge in italia ma ditemi un po quantè che ha funzionato?

  7. il 41 bis deve essere applicato a chi davvero lo merita ma qua la legge fa a modo suo lo applica a chi dice lei senza fregarsene di nessuno i detenuti hanno una famiglia ?credo proprio di si ma delle famiglie dei detenuti nessuno se ne occupa come se ad uccidere fossimo stati noi familiari

Lascia un commento (policy dei commenti)

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.