giovedì 23 nov
  • Rientro

    Non che sia un argomento innovativo ma, prendiamone atto, è tempo di rientro già per un po’ di persone. Se anche tu fai parte della schiera di fortunati individui che hanno potuto migrare verso altri lidi, al rientro ti tufferai nelle fasi post-vacanza.
    I primi tre giorni, ripercorri le tappe del tuo viaggio, tutta triste guardi l’orologio alle 11:00 e pensi “miiii mi alzavo a quest’ora”, lo guardi alle 19:00 e ti vesti per l’aperitivo anche se lo fai da sola in un balcone al secondo piano della via d’Ossuna, lo guardi all’una e ti schifi perché domani lavori e invece che andare a ballare sei con un occhio già chiuso e l’altro che guarda i Bellissimi di Rete 4. Mille flashback ti vengono in mente e magicamente anche gli imprevisti più fastidiosi, tipo errore del receptionist dell’hotel sulla tua prenotazione, ritardo di tre ore della nave con conseguente perdita della coincidenza e uno strano tizio francese che non vedevi mai di giorno ma che compariva alle 5:30 di mattina per dividere il taxi (* ndr questi ultimi dettagli potrebbero essere autobiografici) sembrano tutte esperienze bellissime ed irripetibili, perché sei tornato alla realtà.
    L’argomento book fotografico è a sé. Prima le passi tutto priata sul pc, te le guardi 8 volte. Correggi gli occhi rossi.
    Le guardi altre 4 volte tutte e 700.
    Ritagli quelle che mostrano troppa panza e quelle che fanno capire al\alla fidanzato\a e ai parenti che non sei partita perché ti piace vedere spiagge nuove e isolate.
    Masterizzi 43 cd per donarli ai tuoi compagni di viaggio.
    Nell’opzione due, sei sì priata perché hai fatto più foto di Oliviero Toscani, ma fai parte del gruppo “le foto le amo in differita” e le porterai sul pc non prima di Natale. A proposito, se controlli in qualche armadietto, ci sono ancora due rullini del capodanno ’92. Sarebbe ora di svilupparli.
    Momento gag e canzoncine: tu e i tuoi compagni sarete ben lieti di fare teatrini su quello che vi è capitato. Sappiate che l’unico che non è partito, non si sta divertendo mentre voi raccontate, e anzi un po’ segretamente vi odia.
    Assorbito il fatto che le ferie sono finite ma l’estate no, sei tutta adrenalinica, hai mille idee, mille propositi e già pensi al prossimo viaggio.
    Praticamente le ferie sono un secondo capodanno.
    Quando torni a casa hai voglia di cambiare le tende, il guardaroba, il taglio di capelli e soprattutto il fidanzato.
    La scia propositiva si esaurirà in un tempo pari alla durata delle vacanze, sottratto il tempo che ci hai messo per lavare e stirare tutto quello che ti sei portata dietro.

    Palermo
  • 8 commenti a “Rientro”

    1. […] Palermo – Rosalio blogRosalio.it – 37 minuti faSe anche tu fai parte della schiera di fortunati individui che hanno potuto migrare verso altri lidi, al rientro ti tufferai nelle fasi post-vacanza. … […]

    2. Le ferie sono belle perchè… poi finiscono!
      Le ferie sono belle perchè… non sono obbligatorie!
      Le ferie sono belle perchè… ognuno decide di farle come vuole, se e quando le può fare!
      Certe volte è meglio non far nulla, o quasi, a casa propria cercando quindi veramente di recuperare le forze, piuttosto che andar sbattendo di qua e di là alla frenetica ricerca di non si sa bene cosa.

    3. Io compro cartoline in ogni città che visito nei miei lunghi viaggi estivi. Le organizzo in un albumetto e poi quando le guardo mi tormento di nostalgia fin quasi alle lacrime.
      Che sofferenza le vacanze.

    4. E’ assolutamente vero: praticamente le ferie sono un secondo Capodanno! Ecco perchè a Settembre mi sembra sempre che cominci il nuovo anno e, riferendomi ad Aprile, per esempio, dico l’anno scorso…

    5. sono agli sgoccioli delle mie ferie….ma sono ancora in ferie!!!!!!! e dal 1^ di Agosto. ARRAGGIATEVI TUTTI…. scherzo naturalmente ma quest’anno e’ andata alla grande. Ciao a tutti e a presto riscriverci

    6. Verissimo che spesso si usa ” l’anno scorso ” per indicare il periodo pre-ferie!!!
      Io lo faccio sempre!
      Confondo anche ferragosto con capodanno, credo per lo stesso motivo!

    7. Opzione 1-2-3-4-5:
      C’è chi le ferie le fà, chi no, chi non può, chi preferisce non farle, o chi se ne pente di averle fatte, io ho scelto opzione 5 (sono recidivo)!
      Ogni anno la stessa storia, queste ferie…e non mi riferisco solo a quelle estive sono sempre più deludenti, si parte sempre meno, si fa qualcosa tanto per dire “sono partito” e poi dove sei stato? dietro l’angolo; a Taormina :(, una delusione immane.
      Forse è una questione di crisi?no…
      sono rimasto solo…si è questo!

    8. Nooooooooooo! Sono rientrata oggi dalla mia adorata vacanza di 10 gg in Croazia e adesso sento che mi calzano perfettamente tutte le fasi sopra elencate!!!
      Sto guardando le 486 foto scattate e quasi ripenso con nostalgia alla notte passata AL FREDDO E AL GELO SOTTO IL SACCO A PELO sul passaggio ponte della nave per Dubrovnik !!! QUASII!
      Dopo domani si torna al lavoro… ora mi sento nella fase CAMBIO VITAAA!

    Lascia un commento (policy dei commenti)