domenica 20 ago
  • Da oggi biglietto Amat a 1,20 euro

    Da oggi il costo del biglietto per la corsa semplice sugli autobus delle linee urbane e sui mezzi Trenitalia per i servizi di metropolitana passa da 1,10 a 1,20 euro per 90 minuti. L’aumento è imposto da un decreto dell’Assessorato Turismo, Comunicazioni e Trasporti della Regione Siciliana attuato da una delibera del Palermo.

    L’aumento doveva entrare in vigore già il primo settembre scorso.

    Palermo
  • 33 commenti a “Da oggi biglietto Amat a 1,20 euro”

    1. e così è stato, difatti. giusto ieri ho acquistato due biglietti dell’autobus per 2,40 €

    2. Evviva! Per festeggiare oggi lascio la macchina a casa e vado in autobus!

    3. Grazie sempre e ancora signor SINDACO!!! questo è un incentivo a lasciare la macchina in garage? Chissà se Cammarata ha notato che il metano per auto è aumentato in pochi giorni di ben 0.35 al litro…perchè? chi controlla?
      Ha depauperato la cassa del Comune di 25.000.000 (cifra pazzesca!!!!!!!!) di euro per quell’aborto di ztl perchè “preoccupato per la nostra salute” ed ora il deficit continuiamo a pagarli noi. Vale solo per i “fannulloni” la regola di CHI SBAGLIA PAGA?

    4. …tutti a medicinali!!

    5. viva la bicicletta che ieri era a zero euro e oggi pure…

    6. e io continuo a non comprarlo il biglietto
      ma stiamo scherzando? 2400 lire magari solo per fare via dante stadio e poi magari torni in macchina perchè da là qualcuno ti dà un passaggio?

    7. bene, bene..giusto ieri ho viaggiato alle ore 13,40 su un 107 con finestrini minuscoli e piazzati in alto progettato ad hoc per una città fresca come la nostra..ovviamente di aria condizionata neanche a parlarne..e gli autisti che fumano o rispondono al cellulare mentre (ovviamente) guidano???

    8. …ma siamo davvero impazziti?? 1.20 per un biglietto che, se ti va bene, riesci ad usare solo per una corsa di andata( che dura in media 3/4 d’ora)!!
      E poi che servizio eccellente…autobus che passano mooolto di rado, per cui devi uscire da casa per essere in tempo ALMENO un ora prima. Che schifo, vivo a Palermo ancora da pochi mesi, ma già ho un’impulso irrefrenabile di molare tutto e scappare da qui..!!

    9. l’impulso è venuto anche a me dopo 30 anni!

    10. e io che sono figlia di ferroviere (ma ho + di 25 anni)?
      io pago 1,20 euro per prendere una corsetta di metrò che dura 8 minuti. è un furto se si fa un paragone con le 2 sterline della metropolitana di Londra, che le val tutte.

    11. è davvero vergognoso l’ultimo aumento risale a pokissimo tempo fà!!uno studente universitario a cui non conviene fare l’abbonamento è meglio fargli fare l’autostop!!!!????? l’aumento a parità di servizio è di gran lunga un furto!!!!!!però era da prevederlo viste le numerosissime assunzioni di precari..lo stipendio glielo dobbiamo pagare noi disoccupati ke se fossimo occupati di certo avremmo la macchina!!!!!!!!!!!!!vergognaaaa

    12. “Vi tolgo l’Ici. Avete capito bene?”
      CHI LO DISSE QUESTO?
      E ora i comuni battono cassa come possono.

    13. e’ assurdo!! io vivo a milano dove tutti si lamentano per i mezzi pubblici che non funzionano…da quando vivo qui non ho aspettato piu’ di 7 minuti una metropolitana( e nel tabellone c’era l’esatto tempo d’attesa a count down!!!)e il biglietto costa 1 euro e lo posso usare su tram, autobus,filobus,metro e passante ferroviario..che mi collega in poco temppo a tutto l’hinterland! ricordo ancora quando stavo le mattine in attesa di una 44 alla fermata “conad” di pallavicino, per arrivare al liceo linguistico in via fattori.. a volte dopo 3/4 d’ora andavo a piedi..per tutto il viaggio mi voltavo indietro in attesa di…. un miraggio!!!

    14. Grande Diegone! Così si risolve il problema traffico a Palermo!AUMENTANDO IL PREZZO DEGLI AUTOBUS!!! Aspettiamo brillanti soluzioni per il problema dei rifiuti adesso! Grande Diego, Palermo ti ama!

    15. Che vergogna!…ormai siamo assuefatti alle ca…..te che fa questo sindaco! Naturalmente non prenderò più il bus…andrò felicemente e, diciamolo pure, comodamente in automobile…tanto il traffico è uguale, ma quanto meno c’è l’aria condizionata e, a conti fatti, costa meno!!! Naturamente chi non ha la fortuna di avere la macchina se la prenderà nel cool! Allucinante! E dire che fino a qualche mese fa il suddetto sindaco spacciava quell’assurdo e illegittimo provvedimento delle ZTL come una misura per ridurre l’inquinamento, poi rivelatosi un autentico furto ai danni dei cittadini palermitani e di tutta la provincia!Che schifo, che vergogna….forse il Cammarata è la giusta punizione che noi palermitani ci meritiamo per la nostra proverbiale mancanza di senso civico… e magari toccando il fondo…come in effetti stiamo facendo…ce ne renderemo finalmente conto!!!!!

    16. senza parole…

    17. quando faccio una corsa breve, cerco sempre qualcuno a cui regalare il biglietto.. qualcuno mi guarda strano. C’è su Rosalio qualcun altro che lo fa?
      A me sembra una buona idea

    18. Basta!!!
      E proprio vero, i palermitani meritano di toccare il fondo.

    19. @Lucia: anch’io a volte regalo il mio biglietto quando è ancora valido, ed anche a me capita di subire strani sguardi. Quando nessuno lo vuole, lo lascio sull’obliteratrice.
      .
      Visti l’aumento del prezzo e lo stato in cui versano gli autobus, oltre che al costante ritardo e l’inaffidabilità del servizio, ho deciso: cammino a piedi! Tutt’al più mi faccio dare un passaggio in auto o moto da un parente e/o amica.

    20. Forse sognate ancora il Tram a Palermo?
      Vi rinfresco un pò la memoria!

      IL SINDACO ORLANDO SOTTOSCRIVE CON LA BEI IL MUTUO DI 175 MILIARDI PER LA NUOVA RETE TRANVIARIA DI PALERMO

      Il Sindaco Leoluca Orlando, l’Assessore alle Aziende Speciali Antonello Cracolici, il Ragioniere Generale del Comune di Palermo Salvatore Marino e il direttore Generale dell’Amat Franco Alessandro, hanno sottoscritto, stamattina, con la Banca Europea per gli Investimenti, il mutuo per un finanziamento di 88 milioni di Euro, pari a circa 175 miliardi di lire, per la realizzazione della rete tranviaria di Palermo. La firma è avvenuta a Palazzo Ziino. Per la Bei erano presenti Bruno Lago, capo della Divisione Infrastrutture, e Alfredo Panarella, funzionario della Direzione Affari Giuridici. Il bando di gara per la realizzazione del tram a Palermo verrà lanciato entro il prossimo mese di marzo. Il mutuo ventennale è stato ottenuto al 4,76% annuo, con un tassa del 12.6 inferiore al tasso Euribor. “Il finanziamento per la nuova rete tranviaria di Palermo – ha affermato il Sindaco Orlando – è certamente un evento straordinario, frutto della grande credibilità ed affidabilità politica, finanziaria ed amministrativa acquisita in questi anni dal Comune di Palermo. Una affidabilità che è stata prestigiosamente certificata, solo qualche settimana fa, dal conferimento del rating “Aa3” da parte di Moody’s. Una “pagella”, questa, che è pari a quella attribuita da Moody’s alla Repubblica Italiana ed a città come San Francisco e Stoccolma. Un’affidabilità che apre sempre nuove linee di credito all’Amministrazione comunale, prima fra queste quella sottoscritta con la Banca Europea per gli Investimenti e che permetteranno di fare crescere sempre di più Palermo”. In rapporto al tasso di interesse, il mutuo sottoscritto con la Bei è il più basso offerto ad una città del Mezzogiorno. E’ un ulteriore successo finanziario della nostra città – ha sottolineato l’Assessore Cracolici – che consentirà di migliorare i servizi. Palermo è tra le poche città ad ottenere un finanziamento diretto. La Banca Europea degli Investimenti, tra l’altro, è disponibile ad intervenire per finanziare anche altre strutture”. Le linee tranviarie che verranno realizzate sono tre: Calatafimi (4,4 Km, 12 stazioni), Roccella (5,8 Km, 15 stazioni)e Leonardo da Vinci (4,8 Km, 13 stazioni). Esse saranno l’asse di un sistema di trasporti integrato che unirà il centro della città con la periferia. Saranno acquistate 27 vetture tranviarie da 250 passeggeri, e verranno costruiti tre depositi ed una centrale di controllo. Le linee serviranno una popolazione di 120.000 abitanti ed un mercato potenziale di circa 350.000 movimenti giornalieri. I tram dovrebbero essere in circolazione verso la fine del 2005, e per la costruzione di tutte le opere saranno necessari circa 3000 addetti. Il finanziamento della BEI si aggiungerà a fondi dello Stato appositamente stanziati per progetti di trasporto e riqualificazione di aree urbane.

      14 dicembre 2000

      Sono passati 8 anni!!!

    21. @Jolanda, hai perfettamente ragione…anzi, se ben ricordo, si parlava di farli circolare già in occasione delle Universiadi (1997 credo)….
      Purtroppo dopo 8 anni, i tram non stanno circolando, ma sono in costruzione.La burocrazia (e i nostri politic) fanno solo danno

    22. l’altroieri mi sono fatto a piedi da piazzale Giotto a via brunelleschi perchè autobus non ne passavano.. yeah

    23. @antony977: c’è da notare poi, che fu acceso un MUTUO con scadenza ventennale. Mi chiedo se lo stiamo ancora pagando.

    24. @Jolanda, su questa del mutuo non ti saprei dire;so solo che erano finanziamenti da Strasburgo.Se il genio civile nn avesse bocciato la 3^linea, a quest’ora avremmo guadagnato almeno 2 anni.Eh vabbè…si sa come vanno le cose qui.Almeno per il momento, i lavori proseguono senza intralcio.

    25. MA DELLO STRAMALEDETTO SOTTOPASSO DI VIA PERPIGNANO CHE SI SA????
      Ormai passo da li come cura dimagrante… ogni volta che ci passo evito di mangiare per le successive 12 ore perche’ qualunque cosa mi farebbe VELENO !!!!!!

      Su quel cartello posso sul controviale direzione TP c’e’ scritto DURATA DEI LAVORI 2 ANNI… ma ovviamente non c’e’ scritto a partire da quando.

      2 anni fa hanno fatto sbaraccare l’omino che vendeva le sedie .. potevamo lasciarlo li .. tanto non si fara’ mai !

      MI VERGOGNO di avere votato Cammarata. Non pensavo di volermi cosi’ male. Vi chiedo scusa pubblicamente.

    26. @Jolanda: di regola i fondi comunitari sono erogati in base ad avanzamenti lavori, che a loro volta devono rispettare dei tempi prestabiliti, pena il ritiro del mutuo e la corresponsione delle somme già erogate, sicuramente la quota fondi comunitari non è sufficienti a coprire il 100% dei costi e perciò per il restante si ricorre ai mutui, resta da vedere se la quota mutui è stata già erogata e quindi corrisponde a lavori già effettuati o in corso d’opera.

    27. complimenti al prezzo. Immagino che il servizio sarà ineccepibile. E’ così?

    28. @pepè…..che mi sai dire a proposito di viale Campania?Ricordi??
      Hai visto che è rimasto tutto come prima, dopo che 4 teste hanno alzato un polverone?
      LViale Campania rimane nel suo degrado: la riprova che si erano toccati interessi di qualcuno….e qualche politico ci ha cavalcato sopra.

    29. @pepè: grazie per la delucidazione sul mutuo, ma sai mi “brucia” il fatto che le aspettative dei palermitani vengano costantemente disattese!

    30. Come prevedibile, devono cercare di recuperare i soldi delle ZTL…
      Credo che il prossimo aumento riguarderà la sosta sulle zone blu…voi che dite?

    31. Ed aumenterà anche la Tarsu sicuramente.

    32. Io ho inviato questa mail a mister prezzi garante@osservaprezzi.it. Fatelo anche voi tutti, chissà che non serva a qualcosa.

      Vivo a Palermo per lavoro, utilizzo i mezzi pubblici per andare in ufficio e muovermi.
      Da qualche mese il biglietto dul bus urbano è passato da 1 € per 120 minuti ad 1,20 € per 90 minuti di validità.
      Aumento, considerato che 90 minuti costavano 0,75 € ed adesso 1,20 di circa il 53 %.
      Considerato che il servizio è sempre lo stesso (mi astengo dai commenti), e che Palermo è una delle città più inquinate d’Italia, è corretto un simile aumento su quei pochi che utilizzano i mezzi?
      Non sarà un modo per recuperare qualcosa sul vergognoso flop delle ZTL, costato al Comune qualche milione di euro? E’ giusto farlo pagare a chi non inquina…
      Grazie comunque

    33. Ah, un’altra cosa. Chi ha sempre girato in autobus a Palermo sa che l’orario della timbratura era sempre un pò avanti. Controlla te adesso, spacca il secondo. Si rascia il barile, le pezze al culo

    Lascia un commento (policy dei commenti)