domenica 20 ago
  • Una studentessa “palermitana” tra i Nip dell’Isola

    Maria Grazia Maniscalco

    Dopo l’abbuffata di siciliane a Miss Italia, delle quali una, Miriam Leone, ha conquistato la coroncina, un’altra isolana sbarca in tv. Questa volta si tratta della studentessa saccense, fuori sede a Palermo, Maria Grazia Maniscalco e la trasmissione è l’Isola dei Famosi, dove la ragazza sbarcherà questa sera, alle 21 su Raidue, nel gruppo dei “Nip”, i non famosi. Maria Grazia ha ventun’anni, è iscritta al terzo anno di Psicologia all’Università di Palermo e la carriera televisiva sembra non importarle più di tanto: “Sono arrivata all’Isola per caso, il mio obiettivo non è la tv, ma la laurea – ha raccontato in un’intervista a Tele Radio Sciacca -. Certo, se la trasmissione mi permettesse di mettere due soldi da parte, non sarebbe male. In fondo, questo è un treno che non passa sempre”. Direi di no. O forse sì. Ormai funziona così: una sera si va a ballare casualmente nella discoteca dove ci sono le pagode dei casting di qualche reality show e dopo qualche settimana ci si trova in prima serata su una rete nazionale. Siciliane a Veline, a Miss Italia, all’Isola dei famosi, a Miss Muretto, il tutto concentrato in pochi mesi. Per carità. È ottimo. Siamo contentissimi che ragazze così belle ci rappresentino. Per chi vuole provare a diventare reginetta di qualche cosa senza troppi investimenti, un po’ “a tempo perso”, magari continuando gli studi, le occasioni in Sicilia non mancano. Le selezioni sono itineranti. Il problema, vecchio come il cucco, è che raramente arriviamo oltre le Veline o l’Isola dei Famosi. Il problema è che la Scuola di Arte Drammatica Silvio D’Amico, per esempio, nella quale ha studiato Alessio Vassallo, palermitano,che ha recitato in spot nazionali, al cinema, a teatro, in tv nella fiction “La vita rubata” e in “Agrodolce”, si trova a Roma e non qui e non tutti possono permettersi di emigrare e frequentarla. E selezioni itineranti in discoteca, la Scuola di Arte Drammatica, non ne fa. A meno che non inventino un reality apposito…

    Vip, Nip e tutto ciò che riguarda il programma, lo trovate qui.

    Palermo, Sicilia
  • 25 commenti a “Una studentessa “palermitana” tra i Nip dell’Isola”

    1. Isola invivibile… praticamente a casa!

    2. Comunque vada, in bocca al lupo. Ma ce ne sono sull’isola?

    3. Mi dispiace per la ragazza ma auguro un bel maremoto sull’isola!Forse finalmente c’è li leviamo di davanti le pal…

    4. stavo scorrendo i canali, ho sentito “sciacca” e mi sono fermato…ho visto sta tipa cicciotta ca s’annacava in reggiseno e mutande…lassamo stare…

    5. c’è li leviamo

      ????????

    6. Nella sua scheda personale, sul sito, c’è scritto che non guarda la televisione…

    7. Ma scusatemi solo io l’ho trovata simpatica e carina?
      Mi è sembrata molto spigliata e meglio dei tanti “casciabanchi” che ci sono lì!

    8. e il bello è che è studentessa universitaria in PSICOLOGIA, signori miei. chi non vede il male in questa cosa è cieco nonchè sprovveduto e incapace di collegare i più semplici dati..
      è un po’ come trovare una ragazza che esercita l’antico mestiere nel quartiere a luci rosse di Amsterdam dicendo che lei in realtà sta per prendere i voti, devota com’è a Madre Teresa di Calcutta

    9. Mah dai, non c’è niente di male ad andare all’Isola… secondo me a fronte del “gettone” che daranno, ben pochi direbbero di no.

    10. Concordo con Cristiana, non c’è niente di male nel partecipare a trasmissioni televisive del genere, è una possibilità di lavoro come un’altra. E’ molto peggio sfruttare il “bisogno” della gente per farsi votare oppure rubare.

    11. cornarura ha torto, ma anche cristiana e jolanda.

    12. @gianni: quando dai torto a qualcuno impara a spiegarne il motivo grazie.

    13. …si si è vero..un bello tsunami nell’isola sarebbe una manna..e poi pensate quanto audience!! 😛

    14. L’ho vista finalmente, su sky. Ho visto la piccola siciliana. Sembra simpatica e carina, mi ha dato una buona impressione, dovrò provare a vedere la trasmissione “plus” su skyvivo, per sentirla parlare, speriamo che non ci faccia fare brutte figure.

    15. Ma infatti la ragazza non merita di stare in mezzo a tanta mer…..

    16. Però, vedo che lo seguite! 😀
      Che c’è sul sito di sorrisi?

    17. Che dire, la curiosità è donna ed io lo nacqui eheheh Seguii l’Isola dei Famosi quando c’era Totò Schillaci e da lì ho smesso, perchè da come parlava, mi vergognavo anche a sintonizzarmi su quel canale. Riproverò con la piccola siciliana di Sciacca, spero che sia brava a “portare alta la nostra bandiera”. 😀

    18. E da quando “sciacchitana” si scrive “saccense”?????

    19. L’abitante di Sciacca è saccense…sciacchitano è l’uso volgare! Come forse per Cefalù il cefalutano…che in realtà non esiste..esiste il cefaludese!

    20. Uso volgare??? ma che stai dicendo??? ti sbagli di grosso perchè se un nato a Catania è catanese e un nato a Palermo è palermitano non è affatto volgare dare a un nato a Sciacca dello sciacchitano

    21. Stai scherzando? Se conosci persone di Cefalù, prova a dir loro che sono dei cefalutani…si offendono! Sono cefaludesi!

    22. Non ho visto la trasmissione. Riporto solo l’impietoso giudizio di Selvaggia Lucarelli sul suo blog. Non so se corrisponde a verità. “Maria Grazia, giovane siciliana che si augura solo che i naufraghi la vedano esattamente come la vedono i suoi amici di Sciacca e scorrono immagini di sue foto scattate da amici appese in camera in cui la posa più raffinata è quella in cui addenta un cannolo siciliano facendo trekking in hot pants sull’Etna. Ora sappiamo cosa pensano di lei.” [selvaggialucarelli.it/diario/]

    23. hanno rotto i reality, ha rotto parlare di ogni pirito che fa un siciliano nel mondo solo per “orgoglio siciliano”

    24. No, non si offendono! Fin dal Medioevo si dicevano in dialetto locale “cifalutanu”, “sciacchitanu”, “girgintanu” (agrigentino), “sarausanu” (siracusano), “nissenu” (caltanissettese)…

      Mi sembra un po’ SNOB la scelta di promuovere solo ‘nomi abitanti’ in italiano. Perché negiamo la nostra essenza Siciliana? Perché ci vergogniamo di ciò che siamo e ciò che eravamo sempre? Nun v’affruntati! Semu siciliani e nni vantamu!

    Lascia un commento (policy dei commenti)