venerdì 18 ago
  • Arrestato l’avvocato dei Lo Piccolo, pressioni sul Palermo

    Ieri mattina sono stati arrestati il penalista Marcello Trapani, avvocato dei boss Salvatore e Sandro Lo Piccolo, e il procuratore sportivo Giovanni Pecoraro. Trapani avrebbe scambiato “pizzini” con i boss facendo da tramite con alcuni imprenditori e acquistato per loro conto un giubbotto antiproiettile durante la latitanza.

    Gli inquirenti hanno evidenziato gli interessi della mafia sul business legato al Palermo ma anche che Zamparini avrebbe agito per impedire infiltrazioni. Il recapito di una testa di capretto all’ex direttore sportivo del Palermo Rino Foschi va inserito in questo contesto.

    Palermo
  • 8 commenti a “Arrestato l’avvocato dei Lo Piccolo, pressioni sul Palermo”

    1. Evviva! Un altro duro colpo ai mafiosi.

    2. …e che l’atteggiamento del Palermo calcio di fronte ai tentativi di infiltrazione ed alle intimidazioni possa essere uno stimolo per gli altri imprenditori siciliani a resistere alla violenza mafiosa…

    3. Ma perchè? Secondo me anche la Mafia s.p.a. che è uno stato nello stato deve avere la sua squadra. Certo, magari dopo aver recapitato un pò di teste d’agnello agli arbitri, le partite sarebbero un pò taroccate, ma d’altronde lo erano anche prima, no? (Moggi docet).
      😉

    4. Lo sapevano tutti delle strane presenze intorno alla squadra ma l’ambiente del calcio è omertoso. Son cambiati i dirigenti ma la sostanza non cambia, l’importante è fare affari, più o meno sporchi.
      Papadopulo, ex allenatore rosa, ha recentemente affermato che l’ex DS del Palermo, non faceva gli interessi della squadra: magari sarebbe interessante che queste cose le andasse a dire al magistrato inquirente. Tutti sapevano, tutti tacevano.

    5. Le parole di Rino Foschi in seguito all’interrogatorio:”Ho raccontato tutto ai magistrati. Non ho nulla da temere. Il Palermo – ha detto – non e’ mai stato assediato dai mafiosi e non e’ vero che volessero dare la scalata della societa’. Ho operato sempre secondo le regole e con Zamparini il rapporto e’ sereno”. Questo a testimonianza del fatto che i giornalisti dicono spesso il falso!!!!!

      P.S.:strane presenze??? kissa’ che film hai visto…

    6. Per approfondire l’argomento segnalo questo articolo del 25/09/2008 che contiene anche una intercettazione di Rino Foschi, ex ds del Palermo:
      http://www.mediagol.it/articolo.asp?idNotizia=12592

    7. Anke Sagramola conferma quello ke ha detto Foschi nel dopo interrogatorio:”Chiarito la mia posizione? Non c’era nulla da chiarire ma solo spiegare cose diverse da quelle apparse sui giornali – ha dichiarato l’ad rosanero – Noi non abbiamo mai subìto pressioni di alcun tipo e di alcun genere da qualunque soggetto. Ribadisco che non c’è nessun tipo di legame con certe situazioni e non abbiamo mai ricevuto pressioni”.
      http://www.stadionews.it/ultimora.asp?ID=47622
      il discorso è ke una notizia del genere fa vendere parecchi giornali…credevo ke quello del giornalista fosse un mestiere serio…

    8. IO ha perfettamente ragione.
      è assurdo come i giornalisti si permettano di scrivere certi paroloni su persone oneste senza aver nemmeno visto gli atti legali( cosa ovvia perchè inlegale).
      dovrebbero essere denunciati x diffamazione.
      nn ci si può permettere di scrivere certe cose su delle persone rischiando di rovinargli la vita

    Lascia un commento (policy dei commenti)