giovedì 19 ott
  • Targhe alterne da lunedì 20?

    Da lunedì 20 ottobre potrebbe tornare a Palermo una limitazione alla circolazione dei veicoli basata sulla targa. In un’ampia area che comprende il centro cittadino il traffico verrebbe limitato dalle 8:00 alle 20:30 con esclusione del sabato e della domenica. Le auto euro 4 potrebbero circolare liberamente e le euro 0 e 1 non potrebbero circolare mai dalle 8:00 alle 9:30 e dalle 18:30 alle 20:30.

    L’ordinanza non è stata ancora firmata e le indiscrezioni non risultano confermate.

    Palermo
  • 42 commenti a “Targhe alterne da lunedì 20?”

    1. ….e chi glielo dice a sittina? 🙂

    2. Sembrano misure più razionali e coerenti con l’obiettivo di combattere l’inquinamento della bocciata ZTL.

    3. Ma… Non è che se la rifardìano?

    4. mi sembrano così complesse tra fasce orarie e tipologia di euro, che i vigili (vigili???) dovrebbero passare il tempo a fermare macchine e macchine per verificare l’autorizzazione. Previsione: se ne infischieranno, come sempre fatto, gran parte dei palermitani.

    5. Sono orari che impediscono ai lavoratori di andare al lavoro e rientrare a casa. Ma non sarebbe meglio impedire di inquinare agli sfaccendati che circolano dalle 9,30 alle 18,00. Dove vanno tutte quelle automobili e motorini in questa fascia oraria???

    6. Angela T., sono misure che allaeggeriscono il traffico, consentono ai mezzi poubblici di circolare più speditamente con a bordo i “lavoratori” che vanno ancora in auto in ufficio.

    7. Il “non potranno circolare mai”… è più riduttivo e grave del pass a pagamento…se passerà l’emendamento mi batterò per primo per un ricorso.

    8. sicuramente molto meglio del decaduto provvedimento ztl. così la gente avrà un’alternativa al pagamento FORZATO (per certe persone che lavorano in centro o sono costrette a recarvisi per altri motivi importanti); inoltre, FORSE, ciò sarà il decisivo calcio in cu.lo che spingerà qualche palermitano in più sull’autobus, visto che così si sarà costretti o a rimandare al giorno dopo i propri affari (se si ha solo una macchina) o -se questi sono urgenti- recarsi in qualsiasi modo in centro (leggi: con mezzi pubblici)

    9. ma in questi provvedimenti considerano mai di migliorare i mezzi pubblici?…..ma nessuno commenta questo!

    10. state sempre a parlare di autobus. L’altro giorno ero fermo nel traffico di fronte alla fermata di via libertà all’altezza di p.zza Alberrico Gentili. Una signora parlava con un ragazzo
      “aspetto da 45 minuti…non è giusto! Dovrebbero avere più rispetto per chi prende i mezzi”
      ed il ragazzo “signora l’altro giorno sono uscito alle 11 da scuola e l’autobus è passato alle 12,30…sono stato più alla fermata che in classe!”

      Chi lavora NON può sottostare a ritardi di ORE (non minuti…).

      @William: capisco la tua opinione ma c’è da dire che ci sono in giro auto con scritto sullo sportello “distributore di cancro”! Quindi un freno, anche se impopolare, lo si deve porre!

    11. d’accordo con lisa. perchè non ci si batte per migliorare il trasporto pubblico che permetterebbe di lasciare l’auto a casa? ne gioverebbe il nostro sistema nervoso e la qualità della vita.
      poche città hanno un centro storico bello come palermo, senza auto sarebbe un sogno.

    12. comprate le bici elettriche ……. non vi siete accorti che sono in aumento esponenziale….. e poi si è più COOL……………. saluti !

    13. proposta: zona rimozione in tutto il centro (magari nella “ztl A”), parcheggi a 5 euro l’ora. Osservo che nelle maggiori città europee è così e chiunque (anche per andare a cena in centro e principalmente per lavorare) va coi mezzi. Ovviamente là i mezzi pubblici funzionano ed in alcune grandi città non girano le migliaia di vigili che necessitano qua per far rispettare le regole. Con un po’ di buona volontà anche i nostri mezzi potrebbero funzionare, gli autobus non verrebbero continuamente bloccati in imbuti di strade con macchine in doppia e tripla fila. E’ difficile imporre al palermitano di fare 200 metri a piedi per comprare il pane o per prendere i figli a scuola?

    14. prima di sparare stronzate rimborsatemi i 4 pass…
      poi se ne discute delle targhe alterne…

    15. @brivido…mai cool come le VERE bici…e risparmi pure sulla palestra!

    16. Sempre e comunque…a piedi!

    17. secondo me Brivido vende bici elettriche.
      Comunque, io l’ultima macchina l’ho venduta nel 1990. Da allora, gambe in spalla e pedalare! Così, tanto per non essere ricattabile dal comune, dal governo, dai petrolieri, dalle assicurazioni, dai posteggiatori..ecc..ecc…Risparmio soldi, guadagno salute fisica e mentale, evito stress inutile. Ditemi voi…

    18. Smettetela ecologisti! Io amo andare in bicicletta e mi sforzo usare la macchina il meno possibile. Ma vivo in uno stato democratico. Nessuno mi puo’ costringere, se non voglio, ad usare i mezzi pubblici che non funzionano. Ed anche se funzionassero, devo essere io a decidere. E’ un problema di coscienza. Piuttosto, Voi smettete di fumare!!! Il 90% degli ecologisti che conosco fuma, anche nei mezzi pubblici.
      Intanto nessuno mi ha detto dove vanno tutti gli automobilisti che circolano dalle 9,30 alle 18,00; non certo a fare shopping, visto che i negozi piangono.

    19. Quotone per Angela T.!!
      @Calpurnio: mi spieghi come fai a vivere e lavorare nel 2008 senza avere una macchina/motorino? Se devi ucire dal “range” possibile con una bici (a meno che tu non sia Armstrong) che fai? Vai di mezzi? Mi sembra quanto di più spratico possa esistere!

    20. Forse non ha una sua auto ma se la fa prestare.

    21. Commento esilarante della Confcommercio: “non capiamo il motivo dell’intervento, non vi è alcuna emergenza smog”!!! 😀

    22. Allora, il mondo del lavoro è vario ed articolato. Esistono persone che si guadagnano da vivere guidando turisti sranieri in giro per la Sicilia. Quindi, fortunatamene, non esco da casa ogni mattina per andare a lavorare. Semplicemente viaggio in continuazione. Spesso dormo in albergo (grauitamente)anche a palermo, visto che per sfuggire allo smog ho scelo da più di 15 anni di vivere a Mondello. Da casa ci passo, ogni tanto. Praticamente nella mia città sono in vacanza. Questo significa tempo a disposizione, rilassatezza, nessuna fretta….
      Ma io non faccio proselitismo, la mia impostazione della vita è funzionale solo alla mia personalità, ognuno faccia come preferisce. Anzi, a Palermo si dice:”Mutu a cu sape u jocu”. Che tutti gli altri continuino pure ad offrire il peggio di se stessi dentro le scatolette di latta

    23. Angela T.
      Io un sospetto ce l’ho: secondo me in quella fascia oraria girano tutti quelli che, dopo aver firmato o fatto atto di presenza in ufficio o comunque al lavoro, vanno finalmente a farsi GLI AFFARI LORO!

      Ahhhhhh!
      🙂

    24. straquoto calpurnio!
      c’è un sacco di gente che vive senza auto e arriva prima al lavoro di chi la possiede.
      quanto tempo passare inscatolati in mezzo al traffico?
      solo una cosa:
      “Mutu a cu sape u jocu”
      è un bel gioco da condividere nell’interesse di tutti!!!
      mi piace pensare che a questo mondo siamo ospiti e non padroni…..

    25. Grazie Stalker.
      Il gioco da tener nascosto non è soltanto il rinunciare all’automobile. Mi riferivo al fatto che esiste anche il modo d’impostare la vita in modo da non rimanere stritolati da un sistema perverso che alimenta solo frustrazioni e insoddisfazioni. O quantomeno, ci si può provare. Ma questo è un altro discorso. Forse.

    26. io penso che ad avere la euro 4 siano in tanti, anche troppi. Quindi il traffico resterà uguale.

    27. io vivo a mondello per sfuggire allo smog (e mo che i palermitani l’hanno capito lo smog è arrivato pure da ste parti…insieme ai ladri).
      Per il alvro che faccio senza macchina/motorino sarei praticamente perduto!

    28. calpurnio, l’avevo capito, neanche io mi riferico solo alle macchine. lo so che è un altro discorso, ma niente ci vieta di far circolare le idee!!! io ci spero sempre…
      @benny, io vivo abitualmente a 150 Km da palermo, ma ci capito spesso e ci ho lavorato a lungo.
      uno dei periodi più belli è stato quello in cui ero ospite a mondello e ogni mattina andavo a lavorare a palermo in bici, zona Kalsa. quella pedalata in mezzo alla favorita mi dava l’ossigeno per tutta la giornata…
      mai avrei cominciato la giornata incazzandomi nel mio piccolo lamierino, e poi ci avrei messo lo stesso tempo.
      basta volerlo e predisporsi nel giusto stato d’animo.

    29. Ma andate in bici anche quando diluvia? Io a piedi almeno ho l’ombrello, oppure mi riparo sotto ai balconi. Basta munirsi di ottimi stivali e …camminare.

    30. @Stalker: ways of life! Io alle volte in un giorno faccio 80 km…in bici non credo che potrei coprirli! Se poi mi avvilisce stare nel traffico (non lo nego) vado di scooter! Il lavoro ha i suoi ritmi “freneteci” che non sono compatibili con la “lentezza” di una bicicletta! Già mi immagino “sì…sono all’edilizia privata…prendo la bici e tra un’oretta sono lì”…ed intanto il capomastro ha fatto le cose di testa sua!
      ps: mi complimento con te per la invidiabile forma fisica!

      ps: BeNy non BeNNY ti ppprego!!

    31. oppure mi vedo la domenica
      “sì Amelia (per chi non lo sa è la mia compagna)andiamo a trovare i tuoi a castelbuono…facciamo casa stazione in bici, poi treno fino a Cefalù e poi saranno più o meno 30 chilometri r’achcianata…tipo tour de france!”

      Risposta: “chiamo me matre e ci rico ca nneveremo n’avutro iorno!”

      Noooo…non si può fare..
      😀

    32. ok,ok, Beny con una sola enne…cercherò di ricordarmelo!!! non me ne volere….
      per il resto quanta gente c’è che lavora in ufficio e non deve fare 80 km al giorno???

    33. ma io non sono fiero dei miei 80 km…dico soltannto che o a motore o con l’EPO!! 😀

    34. Beny…azzz…che capoccione….guarda che ti rimetto la doppia enne!! 😛 pure tu però con le enne non scherzi 😉
      fatte la bici……

    35. e senza additivi!

    36. siamo alle solite, chi meno ha neanche il nulla stringe.
      Facciamo demolire in massa i veicoli meno di euro 3 e facciamo andare a piedi magari quelle persone che ancora si possono permettere un paio di scarpe.
      Chi ci amministra in questa nostra amata citta’ devono ancora avere queste brillanti idee in modo da essere di esempio a quei comuni che putroppo non hanno la fortuna di essere amministrati da persone cosi brillanti che tanto fanno per aiutare chi meno ha..

    37. Si Beny fatti la bici…così finisci di romperti entrambe le ginocchia e respiri ossigeno puro in città…o forse ti verrà la peste…

    38. SULU A PESTE MI MANCA ‘NNA STU MINUTO!

    39. @giovanni: magari euro3 no…limitare certe zone ad auto Euro1 ed Euro 0 mi sembra giusto e doveroso! Inoltre certe vetture che girano con estrema arroganza in città perchè “a mmia un minne futte nente ri stu euro” andrebbero demolite di certo!

    40. Dopo il Tar ha dato ragione a chi affermava essere illegittime e vessatorie le ZTL bisogna che l’amministrazione lavori al PUT (Piano urbano del Traffico). Io penso che bisogna pensare al PUT non solo in termini di città, ma tenendo conto della mobilità in termini se non di provincia, quantomeno di città metropolitana intendendo Palermo più i comuni che stanno nell’area di 30 km da Palermo.

      Io credo che sia necessario regolamentare il traffico all’interno del centro urbano, ma questo non può essere penalizzante per le attività produttive o per i residenti.

      Un progetto serio deve avere determinate caratteristiche che, a mio parere, devono essere le seguenti:

      rinforzare o creare ex novo linee di autobus che dalla periferia portino ai parcheggi di interscambi esterni al centro urbano ad esempio lungo il perimetro del rettangolo rappresentato da viale regione siciliana dal primo lato, via Crispi e Foro Umberto I Via Montepellegrino dal secondo lato , Via Lincoln Corso Tukory per quanto riguarda il terzo lato, Via e Piazza Alcide De gasperi oppure Viale lazio il quarto lato;

      nei posteggi di interscambio auto – mezzi pubblici sul modello del piazzale Lennon (ex piazzale Giotto) dove si vietino comunque fiere di qualsiasi genere per non diminuire i posteggi vi devono essere i capolinea degli autobus che provengono dalla periferia e di quelli che invece gireranno per il centro urbano;

      i residenti per le prime due auto non dovrebbero pagare alcun pass, per i successivi invece dovrebbero pagare 30 euro per ogni macchina in più;

      creare delle zone blu per chi decide comunque di andare al centro con la macchina oppure chiudere o limitare ai non residenti il centro urbano inoltre creare tanti stalli gratuiti quanti sono le famiglie di residenti con il divieto assoluto per i non residenti di parcheggiare;

      si possono introdurre le zone ztl ma non per i residenti e al fine di evitare danni alle attività produttive si potrebbe pensare a sospenderle il primo week-end del mese e il sabato pomeriggio, in modo da garantire il flusso di clienti dalla provincia oppure si potrebbe pensare al pass giornaliero;

      Si potrebbe pensare agli abbonamenti integrati metrò-bus;

      gli emolumenti presi attraverso questi canali dovrebbero essere utilizzati esclusivamente per la mobilità (acquisto autobus ecologici, riparazione strade etc…)

      queste sono solo alcune idee sicuramente migliorabili, ma credo che possano essere una discreta ipotesi di lavoroper non far diventare la battagia contro l’inquinamento, un motivo esclusivo per fare cassa.

    41. Prendo i mezzi tutti i giorni per andare a lavorare in centro e conosco abbastanza bene le pecche del servizio pubblico: a parte i ritardi in alcune fascie orarie, i mezzi sono piuttosto vecchi e spesso sporchi,ma li trovo comodissimi e li uso spesso anche per sbrigare commissioni anche quando non lavoro , sopratutto in centro perchè le altre zone della città sono peggio servite.La macchina pero’ diventa insositutibile in quellle occasioni in cui ad esempio devo andare in una zona non facilmente raggiungibile o quando devo caricarmi di sacchetti della spesa o di qualcosa di voluminoso Io possiedo un’automobile euro 2, ma uso poco ed è ben tenuta, non ho la possibilità di cambiarla.. Con questo provvedimento praticamente non potrò più prenderla, abitando all’interno della ztl 2 ed essendo tra 18 e 20 la fascia oraria in cui in genere mi capita di prender l’auto una due volte a settimana. Si..resterebbero il sabato e la domentica, ma immagino il caos. ..

    42. Ho appena avviato un forum amatoriale qui:

      http://bicielettriche.forumattivo.com/forum.htm

      Se volete ci sono consigli, CIAO!

    Lascia un commento (policy dei commenti)