sabato 21 ott
  • Il Comune sarà parte civile nel processo “Addiopizzo”

    Il sindaco di Palermo Diego Cammarata ha interessato l’ufficio legale del Comune per la costituzione di parte civile nel processo “Addiopizzo” che si celebrerà dal 24 ottobre. Alla sbarra saranno 49 persone accusate di estorsione ed associazione mafiosa nella cosca di San Lorenzo.

    Il sindaco che ha dichiarato: «Sono ben lieto di aderire all’invito che mi è stato rivolto dall’associazione Addiopizzo, perché sono profondamente convinto che sconfiggere il racket delle estorsioni possa infliggere un colpo durissimo alla mafia che, negli ultimi anni, ha rivolto il proprio interesse proprio in questa direzione vessando e, in alcuni casi, mettendo in ginocchio imprenditori e commercianti della nostra città. […] Quanti hanno avuto il coraggio di denunciare i propri taglieggiatori, sapere che le istituzioni sono al loro fianco».

    Palermo
  • 4 commenti a “Il Comune sarà parte civile nel processo “Addiopizzo””

    1. immaginavo che come sempre attenti avreste dato l’annuncio di questo FORUM ma vi è sfuggito…pazienza IO VADO!
      In attesa adesso di vedere il ns.sindaco in Tribunale accanto ai commercianti e alle associazioni che si costituiranno parte civile.
      Pequod

      Lunedì 6 ottobre 2008 alle 10.00, nell’Aula “Chiazzese” della Facoltà di Giurisprudenza di Palermo (Via Maqueda, 172): un bilancio della lotta al racket delle estorsioni nella realtà palermitana e siciliana.
      Dopo i successi dell’azione investigativa che hanno portato ad un indebolimento di Cosa Nostra, a quattro anni dalla nascita del movimento Addiopizzo ed a un anno dalla fondazione dell’associazione LiberoFuturo, si può tentare un primo bilancio della lotta al racket delle estorsioni nella realtà palermitana e siciliana.

      Dalle prese di posizione di Confindustria al ruolo delle associazioni di categorie, dall’azione degli enti locali alle iniziative della politica, emergono luci e ombre che impongono una riflessione approfondita e schietta.

    2. Ma prima che nascesse Addiopizzo, le istituzioni che facevano?

    3. Soltanto adesso si sveglia il sindaco, dopo che per anni ha latitato sull’argomento. E quanto fastidio nella retorica di questi annunci.

    4. beh, quando prima delle elezioni Addiopizzo aveva invitato i candidati sindaci a firmare una sorta di impegno affinché le procedure di assegnazione di appalti ecc. penalizzassero chi paga il pizzo (o qualcosa del genere), avevano partecipato tutti i candidati tranne Cammarata. Si vede che è più facile schierarsi una volta eletti, non si sa mai.

    Lascia un commento (policy dei commenti)