mercoledì 18 ott
  • 41 commenti a “Bruno Contrada è ai domiciliari a Palermo”

    1. E perchè non farli? Era ora che tornasse!

    2. in fondo è giusto, viste le sue condizioni, e poi i veri delinquenti non sono questi…e mi fermo qui.

    3. C’era da aspettarselo, purtroppo è l’ennesima dimostrazione della “teoria del principe”.Il nostro paese si dimostra sempre più vicino agli standard sud-americani.Forse Contrada e a conoscenza di troppi segreti, e per il sistema tenerlo in carcere era un rischio.Non si poteva far pagare un uomo che ha dato tutto se stesso nell’adempiere alle volontà di chissà quale “para-stato”…………Scoraggiante

    4. certo certo…
      i veri delinquenti non sono questi!
      sono i corrotti, quelli che fanno scappare notizie dalle procure, dai palazzi di giustizia, quelli che favoriscono la mafia in maniera semplice e in maniera aggravata…sono quelli i veri delinquenti!
      la verità è che nel reality della vita moderna gli italiani (che sono il popolo dei sentimenti) non vorrebbero fare scontare l’ergastoo fino in fondo a nessuno, meno che meno la pena inflitta ad una persona che si ammala in carcere.

    5. I magistrati hanno ragione solo quando riescono ad arrestare Provenzano e Lo Piccolo, ma quando condannano politici e funzionari del SISMI vengono accusati di applicare solo teoremi e saltano fuori gli innocentisti…
      La scarcerazione di Contrada e il decreto pro Giudice Carnevale fanno intravedere, ancora una volta, la rete di protezione per i potenti che si basa su ricatti e segreti inconfessabili.

    6. Contrada e’ un vecchio che non ha piu’ nulla da dire alla storia. Per me puo’ andare dove vuole per motivi di salute, non ci tengo all’accanimento su nessuno.
      Ma che non si parli di riabilitazione perche’ non lo e’. L’associazione mafiosa e’ reato anche se fatta nell’interesse nazionale e piu’ alta e’ la posta in gioco, piu’ alto e’ il rischio: queste sono le regole del gioco e Contrada le sapeva bene.
      Io l’associazione mafiosa non la perdonero’ mai a nessuno.

    7. pollo ha scritto:
      “la verità è che nel reality della vita moderna gli italiani (che sono il popolo dei sentimenti) non vorrebbero fare scontare l’ergastoo fino in fondo a nessuno, meno che meno la pena inflitta ad una persona che si ammala in carcere.”

      Ma guarda che il ritratto degli italiani che fai tu non è poi così brutto.. anzi, magari fosse vero.
      è più spicevole l’accanimento, mascherato da un senso di giustizia, dei “comuni cittadini” a volere vedere necessariamente marcire le persone..
      la detenzione in carcere non è l’unico provvedimento punitivo, gli arresti domiciliari li prevede la legge, così come lo sconto di pena e altre cose che a voi sembrano solo escamotages.. a voi piccoli cittadini che vi ergete a giudici.

    8. La mafia non ha fatto sconti di pena nè a Falcone nè a Borsellino nè a tutte le altre vittime…
      Chi ha favorito la mafia da politico o da superpoliziotto è complice di questi crimini. Se non finiscono queste complicità ci saranno ancora vittime innocenti.
      Perchè chi ha ostacolato la lotta alla mafia continua ad avere trattamenti di favore? Quanto sono estese queste complicità?

    9. Capisco i familiari delle vittime di stragi che non vogliono Contrada ai domiciliari, per giunta a Palermo. Secondo me, visti i motivi di salute, è inutile accanirsi con questa persona. Alcuni giudici hanno detto chiaramente che il soggetto può ritornare ad essere pericoloso socialmente. Quindi bisogna avere la massima attenzione. Una cosa certa è che la verità su quegli anni non la sapremo mai.

    10. Rimane un colluso con la mafia, prego tutti di ricordare le vittime della mafia, in sicilia penso che abbiamo bisogno solo di una cosa per capire e combattere la mafia, che essa ci porti via a tutti un parente, un fratello o una sorella qualcuno, cosi forse impareremo.

    11. Sono convinto della sua innocenza e che sia una vittima del sistema e poi a che serve fare stare in carcere una persona anziana e malata.
      Avete letto il corriere di oggi “Libertà condizionale per gli ex terroristi neri e rossi Dei 6.000 entrati in carcere, 71 detenuti a tempo pieno “.
      La chiamate giustizia ?

    12. Ma, di preciso, la sentenza della Cassazione che dice?
      “…il Dott. Contrada è stato accusato di avere, dapprima nella qualità di funzionario di p.s. della Questura di Palermo, poi in quella di dirigente presso l’Alto Commissariato per il coordinamento della lotta alla criminalità mafiosa e -infine- presso il SISDE, contribuito alle attività e agli scopi criminali dell’associazione mafiosa denominata Cosa Nostra, fornendo “ad esponenti della commissione provinciale di Palermo di Cosa Nostra notizie riservate, riguardanti indagini ed operazioni di polizia da svolgere nei confronti dei medesimi e di altri appartenenti all’associazione”. Con le aggravanti di cui all’art. 416 bis commi 4, 5 e 6 cp, essendo Cosa Nostra un’associazione armata, volta ad assumere e mantenere il controllo di attività economiche mediante risorse finanziarie di provenienza delittuosa.”
      Ah, ecco.

    13. Posso dire la mia?
      Perchè in Italia esistono persone che usano due pesi e due misure a secondo la convenienza?
      Contrada è stato condannato dalla cassazione e sta male? Bene, deve restare in carcere e ce ne stiamo fottendo se sta morendo. Ma allora deve tornare immediatamente in Italia Marina Petrella, condannata all’ergastolo per omicidio e partecipazione a banda armata e ce ne stiamo fottendo se sta male. Deve essere arrestata subito quell’altra brigatista (non mi ricordo neanche il nome) che per la sua liberazione furono fatti centinaia di cortei e scioperi della fame (proposta pure per il senato), anche lei condannata per partecipazione a banda armata. Deveono ritornare immediatamente in carcere renato Curcio, Oreste Scalzone e tutti quelli che hanno insanguinato l’Italia negli anni 70/80. Questi non facevano parte di “un’associazione armata, volta ad assumere e mantenere il controllo di attività economiche mediante risorse finanziarie di provenienza delittuosa.”?

    14. “Deve essere arrestata subito quell’altra brigatista (non mi ricordo neanche il nome)…”
      @salvo, non è che ti riferisci a Silvia Baraldini?
      http://www.donvitaliano.it/?p=265
      se pensavi a lei mi sa che c’è un po’ di differenza con la storia di Contrada, che ha scontato in carcere circa un anno e poi agli arresti domiciliari prima a Napoli ed ora a Palermo.

    15. @ Salvo
      le situazioni sono diverse: il terrorismo è stato sconfitto mentre la mafia continua ad opprimere la nostra regione.
      Se c’è una guerra in corso non si liberano i prigionieri dell’esercito avversario.
      La vogliamo vincere questa guerra?

    16. @stalker, ma Contrada non ha ammazzato nessuno e non era “punciuto”. Era favoreggiatore, riconosciuto tale e condannato definitivo. E a tutt’oggi ha fatto non un anno ma quasi tre su dieci. Per la cronaca. Amen. Niente pena di morte. Ma… quella signora, organica a cosa nostra, che è in buona salute ma è stata liberata perchè la figlia adolescente non può fare a meno di lei? E quello che ha ammazzato padre, madre per fottersi l’eredità ma che in carcere si è comportato troppo bene ed è stato messo no ai domiciliari ma in libertà? Ah sì, vero.: Contrada ci diceva cornuto e sbirro a tutti i secondini che gli portavano la sbobba che già era tanto che lo facevano mangiare, pezzo di mafiosazzo che non è altro….

      P.S. Riflessione sul “sentimento popolare”: Un sondaggio di Sky segnala che il 70 per cento degli italiani è favorevole alle classi differenziate per i mocciosi marocchini. Sto nella minoranza pure lì.

    17. per Stalker: non è la Baraldini.
      per Come mai: non mi pare proprio che il terrorismo è stato sconfitto, basta abbassare la guardia e spuntano fuori come i vermi. Ma poi di cosa stiamo parlando? di un uomo di 76 anni alla fine della sua vita? di un uomo che ha subito 3 processi di cui uno che lo ha visto assolto con formula piena? di un uomo che ha trascorso quasi 8 anni in carcere e subito non so quanti interventi chirurgici? io non lo so se è colpevole o innocente, non sta a me giudicare e neanche a voi, ma quello che dico è che la giustizia deve essere uguale per tutti, mafiosi e non mafiosi, ladri e terroristi, politici (no al lodo Alfano) e gente comune. Io sono estremamente giustizialista: non si può chiedere di essere indulgenti con i terroristi di sinistra e fare morire in galera quelli di destra o viceversa, non si può pensare di sconfiggere la mafia accanendosi sui vecchi e non facendo nulla per togliere il miraggio dei facili guadagni ai nuovi picciotti. Siamo seri e applichiamola a tutti questa giustizia che ci fa (anzi dovrebbe)fare vivere in un mondo fatto di legalità.

    18. Sono daccordissimo con il mitico Daniele Billitteri. Solo una piccola precisazione: secondo il sito http://www.brunocontrada.info, Contrada ha trascorso più di 7 anni di detenzione tra carcere ed arresti domiciliari

    19. Non voglio insistere nella polemica ma la scarcerazione di Contrada si inserisce nei punti oscuri delle stragi del 1992.
      Per non dimenticare quello che è successo vi invito a leggere l’articolo “Lampi nei buio” scritto da Salvatore Borsellino (fratello del giudice Paolo)sul sito http://www.19luglio1992.com

    20. Contrada potrebbe essere un innocente condannato ingiustamente e perciò potrebbe richiedere la revisione del processo, si spera lo faccia perché anche se la riabilitazione fosse postuma è meglio che niente. Se fossimo in guerra sarebbe considerato un traditore passibile di morte ma fortunatamente siamo in tempo di pace e perciò la revisione del suo processo potrebbe iniziare con lui ancora in vita.

    21. E’ strano, Contrada ora sta a pochi metri da un familiare della famiglia Borsellino. Certo che se parlasse lui…chissà cosa accadrebbe.

    22. a Salvo
      spero tu sia consapevole del significato della frase:
      “sono estremamente giustizialista”!
      (manco Di Pietro!).
      In quanto alla Cassazione,il giudizio e’ di tipo formale,che io sappia.La Cassazione non entra nel merito dei processi.
      Quindi assolto in I Grado.
      Condannato in Appello.
      Non avendo riscontrato vizi formali,la Cassazione approva quanto deciso in Appello.
      Quindi,nella sostanza, resta il fatto che siamo 1 ad 1(nei giudizi),anche se ovviamente prevale il giudizio della corte d’appello.
      Puo’ darsi che
      in I grado il Magistrato fosse garantista
      ed in appello siano stati giustizialisti?
      Diciamo che Contrada ha avuto sfortuna.
      In questa ipotesi,se avesse
      incontrato in modo inverso queste giurie,oggi sarebbe fuori.
      Intanto non me la bevo che le stragi del 92 siano state possibili senza una larga infiltrazione mafiosa in certi palazzi.E questo e’ tutt’oggi un mistero.

    23. Non contesto la decisione di far scontare gli arresti domiciliari a Palermo a Bruno Contrada. Contesto la notizia apparsa sul sito che non corrisponde al vero. Infatti non è stata negata la grazia per il fatto stesso che Contrada la grazia non l’ha mai chiesta. Se l’avesse fatto avrebbe ammesso la sua colpevolezza. Non ci troviamo di fronte quindi a un accanimento giudiziario, a domande di grazia respinte… come Contrada e tutti coloro che lo hanno sostenuto hanno voluto far credere. Ci troviamo di fronte a un caso giudiziario chiuso con una sentenza definitiva passata in giudicato. Prego la redazione di dare una informzazione corretta

    24. Daniele Billiteri
      “Niente pena di morte.”
      sei sicuro che rispondevi proprio a me?
      sul “sentimento popolare” siamo nella stessa minoranza.

    25. non vorrei essere tacciata di parte,ma mi pare doveroso
      evidenziare che c’e’ una schiera di Colpevolisti ed una
      schiera di Innocentisti.
      Non ho alcun elemento per intrupparmi in una o in un’altra schiera.
      Ci sono stati i processi dentro le aule,ma anche ampie dissertazioni e prese di posizione “fuori dalle aule”,
      nei blog e nei forum.
      .
      “Ci troviamo di fronte a un caso giudiziario chiuso con una sentenza definitiva passata in giudicato”.E’ vero,
      dentro le aule e’ cosi’.
      Questa frase pesa come un macigno.

    26. “Ci troviamo di fronte a un caso giudiziario chiuso con una sentenza definitiva passata in giudicato” e la Corte di Cassazione ha negato la revisione del processo dopo parere conforme del Pg.

    27. Bene. avete corretto il post.

    28. Marco sì, era una svista. Ma avrai notato che è rimasta traccia della correzione.

    29. Secondo me deve scontare la sua pena in carcere come fanno tutti (o quasi) i condannati!

    30. @Stalker. No non rispondevo a te su quello ma sul paragone coi brigatisti. Qui spesso si dimentica che contrata è stato condannato per concorso e non per omicidio. Ormai è di moda chiamarlo assassino. Mi pare esagerato. E cmq io contesto l’accanimento della forma di pena, non la pena. Per quella c’è la Cassazione. Per tutto il resto c’è la civiltà.

    31. Ho notato e siete stati corretti.

    32. Daniele, io non ho fatto paragoni con i brigatisti, ho preso una svista e pensavo che si parlasse della Baraldini che si è fatta 17 anni di carcere senza avere ucciso nessuno. non sono una che gode a vedere ammuffire la gente in carcere, ma se si parla di mafia il concorso non è una passeggiata. poi se è ai domiciliari a palermo mi sposta poco, rifletto solo sul fatto che la bilancia non pende per tutti allo stesso modo, nel bene e nel male.

    33. avendo io scritto qualcosa sui processi,non proprio correttamente in quanto alle date ed alle sequenze
      (anche se non sposta la sostanza delle mie osservazioni)
      do il link ad un articolo che ritengo
      sintetizzi la vicenda in modo sintetico ed esplicativo
      .
      http://www.siciliainformazioni.com/giornale/cronacaregionale/31753/contrada-vicenda-giudiziaria-inizia-1992.htm

    34. Motivi di salute?
      Ora â so casa ci pàssanu tutti cosi, ‘un vi scantati

    35. Si in effetti grazie al suo operato sono solo morti poliziotti, carabinieri, ed altra gente onesta!!
      Grazie anche a lui, ci troviamo nella situazione in cui siamo!
      No dai..poverino, se lo mertia di finire in pace i suoi giorni in Sicilia!!

    36. Ennesima dimostrazione di quanto questo paese stia colando a picco….
      CONTRADA, quello che avvertiva i mafiosi dei blizt, quello che riceveva la telefonata da castello Utveggio, in barca la mattina della morte di Borsellino….A CASA
      CORRADO CARNEVALE…”L’AMMAZZA SENTENZE” assolto in cassazione,torna in Cassazione.

      L’importante è che ci devono fare credere di avere sconfitto la MAFIA….

      I poveri FALCONE E BORSELLINO si stanno rivoltando nella tomba…
      Peppino Impastato e Pippo Fava…si staranno abbracciando sconfitti lassù…..

    37. sbagliato

    38. Io dico sempre che Falcone e Borsellino sono morti inutilmente, nel senso che il loro sacrificio poteva essere evitato, visto che i mafiosi continuano a prosperare; a proposito di giustizia, per chi ancora ci crede, c’è la possibilità di firmare al Politeama contro il Lodo Alfano.Perchè su questo penso siamo tutti d’accordo, che LA GIUSTIZIA E’ UGUALE PER TUTTI.

    39. Che dire Parisi si é sottratto ala giustizia con la morte ( ha evitato il linciaggio, seppur tentato, al funerale di Falcone). Non c’é accanimento contro Contrada, si é reso responsabile di atti terribili, cui se voleva, avrebbe potuto, in coscienza personale sottrarsi. Non l’ha fatto.
      Che pietà vuole che gli si applichi adesso?

    Lascia un commento (policy dei commenti)