martedì 22 ago
  • Tredicimila nuovi contenitori per la raccolta differenziata

    L’Amia provvederà a sistemare a breve circa tredicimila nuovi contenitori per la raccolta differenziata. Si tratta di tremila cassonetti e diecimila bidoni per il porta a porta.

    Attualmente il porta a porta con bidoni condominiali per carta/cartone e vetro/lattine (utenze domestiche) copre i quartieri Libertà, Politeama, Resuttana-San Lorenzo, Tommaso Natale, Sferracavallo e Partanna Mondello. L’estensione riguarda i quartieri Tribunali-Castellammare, Palazzo Reale-Monte di Pietà, Malaspina-Palagonia e Uditore-Passo di Rigano). Per il porta a porta (utenze commerciali) oltre la raccolta di carta e cartone verrà aggiunta la raccolta del vetro e dei metalli nei quartieri 1, 2, 8, 9, 10, 20 (circa 540 utenze tra bar e ristoranti).

    Per gli altri quartieri si procederà con la raccolta di prossimità.

    Palermo
  • 15 commenti a “Tredicimila nuovi contenitori per la raccolta differenziata”

    1. Questa, il Sindaco, se la poteva risparmiare.

    2. Se invece non lo si faceva, lo avremmo accusato di non averlo fatto…

    3. contentissimo del fatto che si installino 13000 contenitori per la differenziata. ma qualcuno mi da garanzie che a Palermo gli impianti per lo smaltimento di tali rifiuti funzionino? chiariamoci una volta e per tutte. Rosalio, non so, potrebbe fare un’intervista a qualche capoccia dell’AMIA, o visitare questi impianti!

    4. Ho qualche perplessità sulla robustezza del coperchio del cassonetto destinato alla raccolta della carta.
      E’ di plastica bianca e mi sembra un pò troppo “delicato” e, se dovesse rompersi o essere divelto, il contenitore stesso potrebbe essere scambiato con un normale cassonetto per i rifiuti, subendo quindi una diversa destinazione.
      Era proprio necessario cambiarne la forma?
      La gente che “differenziava” si era abituata alla “campana”, tra l’altro facilmente riconoscibile anche a distanza.
      Ora, invece, dato che questi nuovi cassonetti hanno anche le ruote, bisognerà “inseguirli” strada strada.
      Come sono premurosi, questi dell’AMIA: pensano veramente alla nostra salute, costringendoci a fare anche un pò di moto…;

    5. Piano piano l’uomo inventò la ruota…

    6. Solo una piccola aggiunta che vale la pena ricordare: il sindaco ORDINA ai condomini di effettuare la raccolta differenziata oltre che provvedere alla pulizia degli appositi contenitori pena multe da 200 a 1000 euro.

    7. segue precedente: delibera sindacale n.323 del 24/10/2008.

    8. Non è che per caso c’è qualche assessore del pdl da queste parti che abbia sentito girare la voce che stanno formando ALTRE cooperative (ALTRI precari che presto torneranno utili) che dovranno fare il “porta a porta” di codesti cassonetti?
      .
      Non è che par caso c’è qualcuno che ci dice QUANTO costa 1 (UNO) cassonetto?

    9. MAI CONTENTI

    10. sono d’accordo con numeroprimo. I palermitani sono delle strane bestie lamentose e non operative…

    11. La raccolta differenziata porta a porta è il sistema può funzionale ed avanzato in europa. Nel mio condominio viene fatta e funziona perfettamente. Piuttosto, perchè non fare la differenziata porta a porta anche per la plastica?

    12. Mi sembra una cosa positiva questa di nuovi cassonetti,la mia famiglia fa la raccolta differenziata da un bel po…ma qui a Sferrac.sono presenti solo contenitori di vetro e plastica!!Per la carta e altro bisognava spostarsi di molto!!finalmente!!
      L’importante è fare la raccolta differenziata…..ed aver fiducia che poi tutto non venga gettato poi tutto assieme!!
      E soprattutto controlli sui nuovi cassonetti…a Palermo tutto cio’ che è nuovo si sa deve essere distrutto bruciato o altro!!!Ma so che il controllo è fantascienza!!adios

    13. Mah la parola “copre i quartieri” direi che non calza a pennello!nella mia zona i contenitori non venivano svuotati per settimane, rendendo l’androne del palazzo ingombro e tristemente puzzolente (qui, lo so, la colpa è, sopratutto, degli inquilini che magari potevano pulire le bottiglie prime di gettarle). Fatto sta che qualcuno (mi sa del palazzo) li ha messi fuori dall’androne stufo della puzza e dell’ingombro, e non si sa più che fine abbiano fatto 🙁

    14. Che si faccia la raccolta differenziata è una iniziativa civile e necessaria anche se mi chiedo che fine faccia. In via della Conciliazione e dintorni ci sono alcuni contenitori per strada per la raccolta differenziata che vengono svuotati allorquando sono straripanti, costringendo a riversare per terra ciò che in essi non può essere contenuto. Da tanti mesi,( ce ne era uno che è andato distrutto nello svuotamento), manca un cassonetto per la raccolta della carta e siamo costretti a cercarne qualcuno per le varie vie della città,anche a notevole distanza da casa. Manca anche un cassonetto per la raccolta degli indumenti usati: quando provvederete?

    15. ma quando sara attiva? questa raccolta differenziata.

    Lascia un commento (policy dei commenti)