lunedì 20 nov
  • “Solo a Palermo” succede che…

    Venerdì 12 dicembre alle 21 all’atelier Montevergini di via Montevergini si presenterà il mio ultimo libro “Solo a Palermo” pubblicato dalla Pietro Vittorietti Editore. Sono 14 racconti che sembrano veri e che forse lo sono. Raccontano storie paradossali, quasi impossibili. Storie che possono accadere, come si dice, solo a Palermo. Appunto. Ora, nell’invitare tutti i rosaliani alla presentazione del libro, mi piacerebbe che, chi se la sente, lasciasse qui un post raccontando cosa, secondo lui, può succedere “Solo a Palermo”. Sceglierò i post che mi sono piaciuti di più e li leggerò durante la presentazione. Quindi fuoco alle polveri…. Un abbraccio a tutti voi.

    “Solo a Palermo”

    Palermo
  • 38 commenti a ““Solo a Palermo” succede che…”

    1. Innanzitutto…ci sarò!
      E poi…in teoria avrei solo l’imbarazzo della scelta, giacchè almeno una volta al giorno dico che certe cose succedono solo a Palermo!
      Avrei voluto scriverci sù un libro ma, a quanto vedo, mi hai preceduta! 😉

    2. Solo a Palermo succede che Daniele Billitteri ti chiede
      “cosa succede solo a Palermo! “

    3. Solo a Palermo lasci u nannò a presidiare fisicamente il posteggio per l’automobile…

    4. solo a palermo succede che la signora del piano di sopra scotola il tappeto mentre sei affacciata che fumi e, alle tue lamentele, risponde ” e lei picchi fuma???u nu sapi ca fumari fa male? e poi quannu l’è scutulari se lei è sempre affacciata???”
      come dire…curnutu e mazziatu

    5. Solo, a Palermo,
      spesso mi ritrovo.
      Solo a Palermo posso
      immaginarmi solo, a Palermo,
      spesso.

    6. Solo a Palermo semu poveri e sprazzusi!

    7. Solo a Palermo succede che dopo una lite furibonda tra due automobilisti un terzo individuo, che non c’entra niente, s’intromette nella discussione e dice “amunì un ci fu niente, pigghiamunni ù cafè”

    8. Una sera di circa 15 anni fà uscivo dalla facoltà di scienze politiche a piazza Bologni.
      Avevo lasciato la mia R4 tra i vicoli della zona e quando mi avvicinai per salire su e andare via mi accorsi che dentro l’auto c’era un bambino di circa 7-8 anni che rovistava nel portaoggetti .
      Lui mi vide e con un gesto felino saltò fuori , ma non andò via , si fermò a due metri da me e mi disse ” cucì hai milli liri ? ” , gliele diedi e pensai ridendo : sono a Palermo !

    9. Beh…solo a Palermo puoi fare la spesa quasi completa per strada, ai semafori: cominciando dal sale fino alle melenzane, passando per patate e cipolle, per finire alle fragole, alle cassettine di uva e agli ananas. E puoi pure comprare i fiori d stagione per abbellire la tavola!
      E poi, direttamente dal finestrino dell’auto, puoi comprare il pane (solitamente “a legna di Monreale”) ed i biscotti! Meglio di così! 😉

    10. Solo a Palermo può succedere che uno che esce dalla facoltà di Scienze politiche (si presume un laureato, laureando, o quantomeno un “acculturato”) scriva 15 anni fà (notare il fa accentato, vedi post più sopra). E’ forse l’ennesima alchimia, questa volta grammaticale, di Giuseppe Balsamo, in arte Caglisotro? Un sincero in bocca al lupo al caro Daniele. Tony Gaudesi

    11. @ Tony Gaudesi :
      Non sono Giuseppe Balsamo e neanche lo conosco.
      Scusa per l’errore , sai alla fine non mi sono laureato .
      E’ grave ?

    12. @ Cagliostro:

      Non preoccuparti, solo a Palermo si guarda alla forma e non alla sostanza (e si scrive Caglisotro invece di Cagliostro)…

      Per riallacciarmi all’idea del Maestro, considerato anche il periodo di feste, potrei dire che “solo a Palermo l’arancina è femmina!

    13. Solo a Palermo ” chiove cu suli “

    14. Solo a Palermo il ristorante di chi denuncia la mafia non viene più frequentato dai palermitani ma quesi esclusivamente dai turisti.

    15. Solo a Palermo si scrivono 2.846 post su: “Sei di Palermo se…”

    16. @Giuseppe2: se ti riferiscia all’natica focacceria io non la frequento più perchè
      a- è andata indietrissimo come qualità del cibo
      b- hanno prezzi d turisti (da spennare)

    17. Sulu in Paliermu ti talìanu mali si manci pasta pi Santa Lucia però a spisa sa futtunu u stissu cu l’arancini; sulu in Paliermu annu u polistirolo avutu però a pasta è spatta senza sale e senza u sucu cu ragù; sulu in Paliermu friscanu u sinnacu ncapu u carru ra Santuzza ca unnu votò nuddu però!
      Scusate per il dialetto approssimativo.

    18. ..solo a Palermo… i cristiani caminanu in menz’a straaaaata (pur in presenza di marciapiede… ove libero da auto puntualmente e selvaggiamente posteggiate)! picchì? S’ANNO A FARI TALIAAAAAARI!
      …solo a palermo… ad un semaforo diventato verde, puoi sentir dire al primo della fila che simultaneamente controlla il cuiffo, si scaccola e parla al cellulare… CHI SSSI A TOOOO CAAAAAASA?

    19. Solo a Palermo succede che se di notte trovi qualcuno dormire in macchina e vicino c’è una posta…non è un senzatetto…sta solo prendendo il turno!!!

      Solo a Palermo succede che al semaforo in Viale Regione un automobilista ha desiderio di accendersi una sigaretta, ma non ha l’accendino fa segno all’automobilista accanto, che gentilmente scende bussa nel finestrino e gli accende la sigaretta!!

    20. Il fatto, vero, si svolge allo “scaro vecchio” alla Zisa, circa 50 anni fa,precisamente all’angolo fra Via Silvio Pellico e Via Villa Caputo.
      Due “puntonieri” controllano un vecchietto che lucida le mele, una per una, sputandovi sopra e strofinandole poi con una pezza. Gli agenti vogliono elevare un verbale e sequestrare la merce. Si fa “‘a fudda” e dopo tanti tira e molla interviene qualcuno che candidamente si rivolge ad uno dei vigili: “Maresciallo, u capisci chi si sta vuscannu ‘u pani. Nisciu avanteri ‘i l’Ingrassia”.

      P.M.
      L’Ingrassia era allora l’Ospedale per gli ammalati di tubercolosi

    21. solo a Palermo sulla circonvallazione ci son semafori per i pedoni ogni chilometro! E solo a Palermo il comune al posto di creare dei ponti in ferro dal costo risibile e dalla praticità ineguagliabile commissionano ad un architetto n progetto ai costi faraonici e dalla dubbia praticità

    22. Solo a Palermo ” non sei mai solo ” , c’è sempre qualcuno a darti una mano.

    23. #Lilla: mi sento di darti torto! A Palermo l gente di te se ne frega! Ti porto un esempio: l’altra sera ero andato al bancomat per prelevare dei soldi. Ero con le stampelle ed avevo difficoltà EVVIDENTI nel camminare! Davanti alla banca c’erano 4 persone in fila. Io, che per abitudine non chiedo nulla perchè non mi aspetto nulla dal prossimo, chiedo “scusate chi è l’ultimo?”. La signora di turno si affertta a dirmi ch lei è la prima ed “il sognore” è l’ultimo!
      ‘nsamaddio uno che mi avesse detto “non si preoccupi faccia lei che è in difficoltà!”
      Mi sono appoggiato al muro ed ho atteso pazientemente il mio turno…facendo peso sull’altra gamaba!
      Altro episodio: dovevo salire in macchina e, ovviamente avendo il tutore ed il ginocchio bloccato, ci mettevo un po’ di tempo…poteva mancare quelloc he da ditro suonava spazientito?
      No.
      Direi che solo a Palermo i cristiani se ne fottono degli alri cristiani come a Palermo!

    24. succede questo e anche peggio di questo che è successo a te, ma questo succede solo a Palermo passare da un eccesso all’altro , troppo disponibili o (purtroppo) troppo menefreghisti.

    25. lo so…mio malgrado! Il discorso è che ci rimango male tutte le votle perchè io sno uno di uelli che quando alla cassa arriva la signora con un pezzo soltnto ch emi chiede di passare dico “prego”….ed ogni volta dico tra me e me che sarà l’ultima volta!
      ps: porca miseria a sta tastiera del portatile…non riesco ad abituarmici e faccio 6000 errori di battitura! Mi scusino i commentatori!!

    26. ” DAL PARRUCCHIERE SABATO SCORSO” ( fatto vero).
      ..ad un certo punto entra una signora “cinquantina” nuova cliente:
      – buonasera signora MERY a quanto la fà “tintura”?
      – a “tot” €, signora, ma io non sono MERY
      – ah lei è la “ragazza?”
      – nò sono la padrona, ma lei può darsi che si sbaglia?
      – maa ..veramente avevo liggiuto MERY davanti la porta, pinsava cà era lei.
      – …? —? —? ..? …ahhh signora, ma che c’entra, è la “scritta” di Natale quella, MERY CRISMA!

    27. solo a Palermo succede che c’è un Goku così forte!!!

    28. Grande Goku: domani sera questa la leggo per prima. Ho fatto ridere mezzo giornale di sicilia

    29. grazie a te Billy.
      😉

    30. ma le storie devono essere necessariamente comiche? O possono raccontare di vita vissuta e di idee geniali per dei bambini con lo scopo di intascarsi qualche soldo?No perchè se è cos,potrei raccontare qualcosa di cui sono stato protagonista.

      Da bambini quando pioveva come in questi giorni,per noi era una gioia,perchè gli allagamenti portavano piccioli facili.
      Via imera,a quel tempo era una discarica a cielo aperto(oggi sempre discarica è ma non come ai miei tempi).
      Via imera era chiamata “strata nuava” si allagava continuamente,per via della munnizza e delle fogne non funzionanti.
      La strda per chi non la conosce,crea diciamo un fosso al cenro 😉 quindi allagandosi si formava un lago navigabile,noi picciriddi eravamo tutti appostati ai lati della strda,quando passavano le auto,si fermavano
      analizzavano la scelta da fare,prosegire o tornare indietro? Noi alloraa,gli gridavamo signò signo,cià fa,passassi i latu(dove l’acqua era piu alta) allora lautomobilista,preso dalla fretta,passava arrivato a metà percorso,l’auto,saffumava e si riempiva piena piena di acqua,dentro l’auto finiva la qualunque,allora il tipo/a preso dal panico apriva lo sportello e peggiorava la situazione,ed a quel punto entravamo in gioco noi,travamo da dietro il muretto un gommone da 6 posti,ci avvicinavamo all’auto per dare soccorso,quando il tipo ci vedeva,felice di essere tratto in salvo,nel senso per non bagnarsi da quell’acqua davvero schifosa,cercava di salire,e noi li chiedevamo 30 mila lire,ovviamente non accettava subito,partiva la classica contrattazione,che finiva sempre sulle 20,se lui continuava a lamentarsi,tornavamo indietro,lasciandoli li,lui ci richiamava,e ci agava,cosi lo portavamo in salvo,la macchina poi veniva trainata,da uno dei genitori dei ragazzini,con una lapa,gli si agganciava un corda,e veniva tirata a “riva”.
      Si facevano soldi facili,almeno 10 macchine al giorno.
      Partecipavo raramente,solo nei periodi dicamo di festa,quando co millelire,ci compravi 100 catenine di plastica,o 20 pacchetti di figurine panini.

    31. x Marla: domani portiamo uno strisciiiiiiooone?

    32. solo a Palermo succede che devi fare una cosa, richiedere un documento, andare dal medico o avvocato o qualunque altra professione e chiedi “a nuddo canusciemu”???

    33. x Marcella: ovviamente siiiiiiii!

    34. @ Beni
      Si mi riferisco all’Antica Focacceria dove i palemritani non vanno più.
      E’ vero che i prezzi sono più cari della bancarella, ma nelle bancarelle cosa mettono dentro i panini?
      Io non sono daccordo sulla scarsa qualità, dipende cosa ordini.
      In ogni caso non condivido questo “abbandono” dopo che un imprenditore ha fatto una scelta così difficile.
      E’ tipico dei palermitani, si parla di antimafia, difesa della legalità, ma al momento di fare ci si perde.

    35. Ma consentimi…io non vado a farmi spennare ed a mangiar male perchè il proprietario ha scelto di fare il suo dovere!
      Tanto di cappello al sig. Conticello che ha fatto n gesto coraggioso…tuttavia…
      Cmq non sono l’unico a paensarla così (prezzi assurdi qualità scadente, servizio al limite dello scortese)! Una volta, con alcuni amici, avevamo ospiti di fuori Palermo…cercando di capire dove fargli mangiare le nostre specialità abbiamo scartato la focacceria con la frase, unanimamente condivisa, “no…quello è posto da turisti!!”

    36. @nat-roma, ancora rido!!
      se te la sei inventata complimenti, se lo fecevi veramente complimanti doppi.
      ma un gommone sei posti?!?!? di lusso!!! 😀
      spero solo che oggi non fai lo scafista da costa a costa…SCHERZO!!!
      ciao

    37. Ciao, Nat, ieri dicevano in TV che via Imera era allagata; non è che ricominciate col gommone?(eheh)

    38. ahhahaha no vale al massimo ci mando mio figlio…che ha l’età giusta…….

    Lascia un commento (policy dei commenti)