giovedì 17 ago
  • Aperture limitate per gli amatori alla piscina comunale fino a fine anno

    Da domani alla fine dell’anno gli orari della piscina comunale di viale del Fante per il pubblico degli amatori variano per esigenze tecniche legate al numero di Lsu assistenti bagnanti utilizzabili nelle more della loro stabilizzazione.

    Giovedì saranno disponibili quattro corsie con apertura alle 8:00 e chiusura anticipata alle 12:00; venerdì potranno essere utilizzate due corsie, sempre dalle 8:00 alle 12:00 e da sabato 20 a mercoledì 31 dicembre il pubblico degli amatori non avrà accesso alle vasche.

    Palermo
  • 17 commenti a “Aperture limitate per gli amatori alla piscina comunale fino a fine anno”

    1. Ennesima privatizzazione di uno spazio pubblico!
      Dopo piazza Politeama adesso la piscina comunale è accessibile solo alle società private. Ma un cittadino come me, che paga tutte le tasse nazionali e comunali, ha diritto di andare a nuotare nell’unica piscina pubblica di Palermo? Ricordo agli assessori comunali che leggono Rosalio che oltre alle attività sportive la piscina è necessaria per chi deve praticare il nuoto per fini riabilitativi e di fisioterapia. Viene negato un servizio pubblico legato alla salute di tutti, giovani e anziani. Sono anni che la piscina chiude e apre a singhiozzo sempre per gli stessi problemi degli lsu, questa giunta è incapace di gestire la piscina comunale ma la cosa che mi fa più rabbia è che nessuno dei nuotatori pubblici protesta e l’assessore allo sport ride e dice che tutto va bene.

    2. …ma il comune in questi casi di carenza di personale non può fare dei semplici ed economici contratti a progetto (così come si fa nei call center) e sopperire alle momentanee carenze di organico facendo lavorare anche solo per 1 mese tanti ragazzi che non hanno un lavoro?

    3. […] visto che il topic più letto di questo blog è quello sugli orari della piscina comunale, mi preme avvisare sugli aggiornamenti che ho trovato su rosalio.it […]

    4. che vergogna…gli LSU, la gestione degli impianti comunali e ora leggo anche questa grandiosa notizia sulla PISCINA; ma come le persone saranno in vacanza e casomai devono nuotare dalle 8 alle 12!! Non tornateci più…

    5. Questo fine anno è una tristezza senza precedenti per come si vive male in questa città…non ne va bene una ..sembra che tutto sia fatto per rendere la vita più difficile alla gente comune…non abbiamo più un governo è una nave in balia delle onde..La piscina è delle società e nessuno protesta … Bisogna rompere i co…ni a chi sta nei palazzi … prova ne siano gli LSU che prima hanno fatto anticamera dai politici per elemosinare un posto e poi per frasi stabilizzare proteste cortei e devastazioni varie..risultato STABILIZZATI…. Lo penso sempre di più: a fare i bravi ragazzi non sempre si ottiene qualcosa…

    6. Non ci sono veramente parole per commentare questa notizia. Ancora una volta risulta evidente il disinteresse di questa amministrazione comunale nei confronti degli utenti, non soltanto per la piscina pubblica.
      Vorrei dire a Piscinapubblica che le proteste da parte di alcuni di noi, utenti pubblici non iscritti ad alcuna società privata, vi sono state, e si sono moltiplicate nel tempo, ma con scarsi risultati. Abbiamo anche attivato un indirizzo e-mail per poterci unire e scambiarci opinioni (tra l’altro l’indirizzo ha il tuo stesso nickname: piscinapubblica@gmail.com). Abbiamo anche fatto delle denunce, con tanto di firme autografe, alla Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti. Se vuoi conoscere meglio le nostre azioni e vuoi unirti, scrivici. Questo invito non vale solo per te, ma per tutti gli utenti pubblici della piscina comunale.

    7. faccio parte del gruppo di persone che hanno attivato la mail di piscina pubblica e che hanno provato a lanciare delle iniziative Ultima recentissima e fallita clamorosamente la richiesta alla dirigente dott.ssa Pennisi di poter installare una bacheca per il pubblico Richiesta prima concessa e poi rifiutata per le opposizioni che ha posto il capo impianto ( in verità una più cretina dell’altra)
      Siamo pochissimi e lavoriamo tutti e quindi tutto quello che abbiamo fatto lo abbiamo fatto ovviamente mettendoci il nostro tempo ed il nostro impegno
      Questo perchè….
      amiamo nuotare
      Vogliamo farlo sia dentro che fuori
      Vogliamo farlo in orari possibili
      Vogliamo una piscina pubblica e possibilmente ben gestita che rispetti le esigenze di chi la frequenta
      (società ma anche pubblico)
      Per tutto questo rinnovo e sottoscrivo l’invito precedente ad unirsi a noi e ad aderire all’indirizzo di posta elettronica che abbiamo scritto sopra
      Le proteste isolate ed individuali non servono a nulla
      e tantomeno le lamentele fataliste
      ciao

    8. Una domanda mia. Parlate di società private che usano l piscina, ma a scopo agonistico?
      Se é così sacrosanta cosa, perdonatemi l’osservazione.
      Se non é così chi sono queste società private che hanno pribilegio rispetto agli altri?
      Chiedo.

    9. @Uma. Questa domanda dovresti girarla all’Assessore allo sport o allo stesso Assessorato, poiché le scelte su come e a chi concedere gli spazi acqua dipendono da loro. In generale, per quello che ne so io, sono società sportive come la Nadir, la Waterpolo e altre che svolgono vari compiti. Credo si occupino sia di preparare chi lo desidera allo sport agonistico, sia di organizzare scuole nuoto senza necessariamente avere lo scopo di prepararsi per le gare. Nessuno di noi desidera estromettere le società sportive dalla piscina comunale, ma gli spazi acqua loro concessi si stanno dilatando a dismisura di anno in anno, mentre quelli per il pubblico si vanno assottigliando. La piscina comunale dovrebbe garantire spazi adeguati anche a chi, comune cittadino che paga le tasse con cui la piscina viene gestita, desideri effettuare sport non agonistico; inoltre molte persone non iscritte alle società sportive sono costrette ad andare in piscina per motivi di salute e il Comune dovrebbe farsi carico anche di queste situazioni.
      Da ultimo ti ricordo che il nostro gruppo ha anche lo scopo di stimolare il Comune a gestire la piscina in maniera più efficiente e rispettosa degli utenti; quello che è successo nell’ultimo anno è davvero scandaloso, con continue chiusure dell’impianto per assenza dei bagnini, o per scioperi degli LSU, o per guasti prolungati dell’impianto di riscaldamento dell’acqua. In molti di questi casi la chiusura ha riguardato esclusivamente il pubblico non iscritto a società sportive; l’ultimo caso è proprio quello riportato qui da Rosalio, per cui la piscina è chiusa esclusivamente al pubblico da oggi fino alla fine dell’anno (ma voglio proprio vedere se giorno 2 gennaio riapriranno).

    10. Se è vero che continuano le disfunzioni in piscina, con la chiusura fino al primo gennaio (se va bene) per il solo pubblico non iscritto a società sportive, continua, con ancora più forza, la nostra lotta. Di certo non molliamo. Abbiamo fatto in estate una denuncia alla Corte dei Conti, legata ai danni erariali creati dalle varie chiusure e disfunzioni. Ebbene, la Corte l’ha presa seriamente in considerazione e ci ha chiesto di aggiornarla, con gli ultimi fatti accaduti nei mesi successivi al deposito della denuncia originaria. Abbiamo predisposto l’integrazione e la invieremo alla Corte la settimana prossima.
      Stiamo predisponendo una nuova diffida per il Sindaco, l’Assessore e altri organi competenti, con cui invitiamo a riprendere al più presto il regolare funzionamento della struttura sportiva. Nella stessa diffida chiediamo di fare in modo di riequilibrare gli spazi acqua tra società sportive e pubblico, in modo da tornare ad avere un numero adeguato di corsie a disposizione del pubblico.
      Ritengo che siano segnali importanti, ma è altrettanto importante che riusciamo a essere in tanti. Se volete unirvi a noi scriveteci all’indirizzo e-mail piscinapubblica chiocciola gmail.com.

    11. E’ veramente oltraggioso quello che succede Nella nostra città. La piscina per definizione è pubblica come tale, dietro il pagamento del biglietto d’ingresso il comune DEVE garantire l’accesso agli utenti, secondo me senza alcuna limitazione di orari. Le società private non sono e non devono diventare gli assoluti proprietari delle strutture pubbliche facciamo insieme qualcosa per estromettere questi parassiti dalla gestione di una cosa che è di tutti noi.

    12. piscina chiusa il venerdi e lunedi…e’ vergognoso scriviamo le nostre lamentele al sindaco

    13. Cari amici,
      forse ad alcuni di voi è nota la situazione drammatica della piscina comunale di Palermo.
      Gli spazi acqua e gli orari disponibili per il pubblico non iscritto a società sportive si vanno assottigliando sempre più. Nell’ultimo anno abbiamo assistito impotenti persino a chiusure della struttura per mesi interi, a causa di caduta calcinacci, guasti alla caldaia, scioperi o assenze di massa degli assistenti bagnanti, nella quasi indifferenza dell’Amministrazione comunale.
      Ormai, anche nei periodi in cui la struttura risulta aperta gli spazi per il pubblico sono particolarmente compressi. Basti pensare che l’orario ufficiale della piscina, attualmente, prevede la sua apertura soltanto 4 giorni alla settimana, tra il martedì e il venerdì; dopo le 15 è possibile andare in piscina soltanto il martedì e il giovedì, con pochissime corsie a disposizione. La piscina scoperta non è più utilizzabile per il pubblico ormai da almeno 6 mesi, con l’ulteriore risultato di comprimere ancora di più gli spazi per il pubblico.
      Abbiamo fatto denunce alla Procura della Repubblica, alla Corte dei Conti, lettere ai giornali, diffide al Sindaco e all’Assessore competente. In tutti questi casi la difficoltà maggiore è stata raccogliere un numero adeguato di firme a supporto. Ora abbiamo pensato di sfruttare le potenzialità di Internet e della petizione on line che, per chi non lo sapesse, è una petizione inserita in un sito internet apposito, con possibilità di sottoscriverla in maniera meramente virtuale.
      Con questa petizione chiediamo che vengano concessi orari e spazi migliori e maggiori per il pubblico che desidera usufruire della piscina comunale.

      E allora, se siete amanti della piscina, o anche semplicemente se avete a cuore il buon funzionamento dei servizi pubblici a Palermo aiutateci. Non costa nulla; bastano pochi secondi per firmare la nostra / vostra petizione. Basta cliccare sul link che vi do sotto, leggere la petizione (non è lunga) e quindi inserire nome, cognome e indirizzo e-mail. Nulla di più. Se lo desiderate potete aggiungere un commento in forma libera, ma non è obbligatorio.

      Inoltre sarà utile inviare il link ai vostri amici e conoscenti, in modo da incrementare le possibilità di successo della petizione.

      Mi raccomando. Basta poco. FIRMIAMO!!!

      Ecco il link:
      http://www.petitiononline.com/piscina9/petition.html

      Vi ringrazio.
      Giuseppe

    14. Io ho firmato la petizione. E’ inaccettabile questa riduzione di orari per carenza di personale!
      Ma se in una scuola elementare mancano le maestre si fanno entrare i bambini solo 4 giorni alla settimana??
      No. Si chiamano i supplenti.
      Perchè i nostri amministratori avendo 9000 dipendenti comunali a disposizione non sono in grado, da due anni, di trovare sostituti?
      La piscina si chiama comunale perchè è nata per dare un servizio ai cittadini. Se lo ricordano i consiglieri e gli assessori?

    15. Rinnovando l’invito di Giuseppe a firmare la petizione al link: http://www.petitiononline.com/piscina9/petition.html

      Vi aggiorno sulla gestione della Piscina Comunale: il comune sembra essersi arreso e affida la fornitura di beni e servizi alle società di nuoto.

      Le determine sindacali si trovano ai seguenti indirizzi:
      http://scedelibere.comune.palermo.it/scedelibere//docs/albopretorio/82053/allalb_2009_01_19_60.pdf

      http://scedelibere.comune.palermo.it/scedelibere//docs/albopretorio/82053/allalb_2009_01_19_57.pdf

      Se questi accordi migliorano i servizi della piscina ben vengano, ma se vengono fatti a discapito del “pubblico” non si possono accettare.

      Va ricordato ai nostri amministratori che esistono anche i singoli cittadini che hanno diritto ad utilizzare la piscina comunale.

      Quindi facciamo sentire la nostra voce e firmiamo la PETIZIONE!

    16. Forza ragazzi, continuiamo a fare sentire la nostra voce per la piscina comunale. La petizione ha già superato le 50 firme, ma sono ancora poche. Impegniamoci di più, facciamo girare la notizia e il link, firmiamo e facciamo firmare.
      Ecco il link:
      http://www.petitiononline.com/piscina9/petition.html

    17. Come comunicato sul sito di Nadia Spallitta, domani (mercoledì 4 febbraio) dalle ore 19.00 in poi, in consiglio comunale sarà presente l’assessore Anello che relazionerà sulla gestione degli impianti sportivi cittadini a partire dalla piscina comunale. Invito tutti coloro che sono interessati a partecipare alla seduta.

    Lascia un commento (policy dei commenti)