sabato 19 ago
  • Bus gratuito per cinquemila anziani indigenti

    Il Comune di Palermo ha individuato 511 mila euro derivanti da economie di capitoli di bilancio che permetteranno di fornire a cinquemila anziani a basso reddito carnet di biglietti gratuiti (per un valore di 103,29 euro ciascuno) per viaggiare sui bus del trasporto pubblico Amat.

    I beneficiari del provvedimento sono cittadini che hanno compiuto 60 anni (55 anni per le donne) il cui reddito lordo non sia superiore a novemila euro (nel caso di un solo componente del nucleo familiare) o a 18 mila euro (nel caso di due componenti).

    Il provvedimento è stato annunciato dall’assessore alle Politiche sociali Stefano Santoro nel corso di un incontro con i sindacati.

    Palermo
  • 18 commenti a “Bus gratuito per cinquemila anziani indigenti”

    1. bene,e i disabili ?

    2. ah… faranno come la social card, l’hanno data a gente che guadagna al mese 1300 euro in nero… però è disoccupata….

    3. E’ cominciata la campagna elettorale?
      Franz

    4. no franz, è solo che li hanno beccati con le mani nella marmellata.
      corrono ai ripari ordinando briosche per il popolo!

    5. forse non ci siamo capiti. l’assessore Santoro può trovare tutti i soldi che vuole ma lui e la giunta comunale hanno violato la legge. le modifiche ai contratti di servizio tra aziende e comune le votano i consigli comunali non le giunte. quindi oltre ad aver fatto un errore (aver tolto gli abbonamenti sociali dell’amat in un momento di crisi economica)l’assessore santoro e i suoi colleghi di giunta non hanno rispettato la legge. E poi i disabili? gli studenti più bisognosi? dove sono i soldi?

    6. ..e gli abbonamenti per disoccupati passati da 18euro a oltre 35euro?

    7. Sempre a lamentarvi state .
      Ci sono delle cose che non augurerei nemmeno al mio peggior nemico , una di queste è di ricoprire una qualsivoglia carica politica a Palermo .

    8. Il problema è che, se si tolgono riduzioni per indigenti, si alzano i prezzi dei biglietti del bus due mesi fa e inserisce un limite al traffico, ebbene colui che fa questo è il re.
      Cammarata è il re, e tutti lo prendono per un pirla qualsiasi.
      il problema è che lui è il re.

    9. e i biglietti se li vendono cosi’ o li regalano ad altri……

    10. @davide faraone

      ottima osservazione, e quindi che fate? l’arma è il tar, entro 60 giorni. lo fate? o ci devono pensare i cittadini? la spallitta ha lanciato la pietra. so che l’opposizione intende ricorrere al tar… ma non vorrei che si perdesse tempo, come è accaduto in passato, quando la giunta ha aumentato la tarsu e nessun consigliere ha concretamente mosso un dito. e quando i cittadini hanno capito e saputo, i 60 gg erano passati.

      sarebbe una occasione per dimostrare a quei cittadini che finora hanno dovuto fare le veci dei politici all’opposizione, che si è imparato qualcosa da loro.

      i cittadini, ormai, hanno imparato che delegare è stato il proprio fatale errore

      http://www.bispensiero.it/index.php?option=com_content&task=view&id=763&Itemid=571

    11. Farei notare, inoltre, la grande coerenza di questa amministrazione comunale, che nel momento in cui cerca di ridurre il traffico dei veicoli privati, con le ZTL prima e le targhe alterne ora, per incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici (inevitabile corollario della scelta precedente) che cosa fa? Elimina qualunque agevolazione per gli abbonamenti agli autobus. E così, oltre a eliminare gli abbonamenti gratuiti per i disabili e a prezzo scontato per i disoccupati, l’Amministrazione ha pensato bene di quasi raddoppiare il costo dell’abbonamento per i lavoratori dipendenti. Il prezzo di tale abbonamento, per l’intero anno, è passato da 270 euro a 460 euro. E’ questo l’incentivo a usare il mezzo pubblico?

    12. dott. Merighi, l’opposizione in questo paese non esiste… figurarsi a Palermo…

    13. stiamo già preparando il ricorso al tar

    14. Oramai non rimane che una sommossa popolare! (ovviamnete, dell’intero nostro Paese!)

    15. Come giustamente ha scritto Stefania Petyx in un altro post, la reiterata e manifesta violazione di norme e regolamenti che rimane perennemente impunito (eccetto che per le ZTL) fa cadere le braccia. Qui, in ossequio al motto della casa delle libertà, ognuno fa sempre quello che xxxx gli pare e nessuno paga mai.
      Anzi, quando pure si accerta l’errore, come nel caso del Sindaco sulle ZTL, a pagare è il comune (e quindi noi) e non lui stesso. E non parlo dei soldi (anche se sarebbe stato bello) ma almeno che la sentenza avesse provocato un sano stimolo a dimettersi… cosa che invece puntualmente non fa. Né lui né gli altri come lui che evidente che hanno “commesso errori” (come per esempio avocare poteri di altri organi).

    16. Veramente dal 1/01/2009 hanno levato gli abbonameti gratuiti a tutti i pensionati invalidi civili quindi diamo correttamente le notizie!!!!!!!!!!!

    17. Lasciano agevolazioni ma ne tolgono altre più importanti: la sapete l’ultima ? Oltre a togliere il servizio rimozione auto in sosta abusiva e vietata, VOGLIONO SEPARARE IL BIGLIETTO UNICO. Per un problema di tornacconto di somme in denaro tra Amat e Trenitalia.
      Questo significherà che rispettivamente Bus e Metrò avranno biglietti diversi, ed il costo potrebbe non più essere di € 1,20 !
      VERGOGNA, VERGOGNA !!

    18. Irene hai ragione come è vero ciò che è scritto nel post.

    Lascia un commento (policy dei commenti)