martedì 22 ago
  • Esposto di Nicola Mancino ai giudici di Palermo e di Caltanissetta

    Il vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura Nicola Mancino ha inviato un esposto ai procuratori della Repubblica di Palermo e Caltanissetta in cui parla delle dichiarazioni rese da Massimo Ciancimino, figlio di Vito che fu sindaco di Palermo.

    Mancino aveva già preso le distanze dalle dichiarazioni di Ciancimino e dell’ex sicario delle cosche Gaspare Spatuzza in cui si parla di non meglio precisati “pezzi di Stato” che vengono indicati in trattativa con Cosa nostra. Mancino era ministro dell’Interno al tempo dei fatti.

    Palermo
  • 2 commenti a “Esposto di Nicola Mancino ai giudici di Palermo e di Caltanissetta”

    1. Ancora mi chiedo come Mancino abbia potuto dire (l’ho sentito con le mie orecchie in tv in questi giorni..)
      prima della strage di via D’Amelio e dopo la strage di Capaci che può darsi che abbia incontrato Borsellino(vedi agenda grigia..) in quell’occasione ma non lo conosceva e quindi non ricorda se fra i tanti che ha incontrato appena eletto Ministro ci fosse pure lui….
      ….non lo conosceva? non l’aveva mai visto? ……
      …..
      agenda casio di Falcone
      agenda rossa di Borsellino
      agenda grigia di Borsellino
      agenda verde del colonnello Riccio
      …..
      per NON DIMENTICARE,
      bisogna DESIDERARE la verità.
      pequod

    2. No comment. Ed aggiungo al momento questa persona é anche presidente del CSM, ed é stato Presidente della camera. No, no, no comment.

    Lascia un commento (policy dei commenti)