sabato 25 ott
  • Cammarata ha incontrato Messineo per solidarizzare

    Il sindaco di Palermo Diego Cammarata ha incontrato ieri procuratore capo Francesco Messineo per esprimergli solidarietà dopo che di recente erano apparse sulla stampa voci (che risultano infondate) su presunte immagini sul cognato per mafia.

    Cammarata ha detto: «In questi anni ho potuto apprezzare l’impegno appassionato, ma anche la serenità d’animo con cui ha svolto il suo ruolo e ha perseguito l’irrinunciabile ma certamente difficile obiettivo di sconfiggere la mafia alla quale sono stati inferti duri colpi, anche grazie all’azione della procura di Palermo. E ho potuto apprezzare anche la sollecitudine con cui ha saputo, e voluto, intervenire affrontando e risolvendo problemi che avrebbero potuto certamente pesare sulla nostra città, primo fra tutti quello relativo alla discarica di Bellolampo, immotivatamente posta sotto sequestro».

    Palermo
  • 6 commenti a “Cammarata ha incontrato Messineo per solidarizzare”

    1. Questa notizia, postata qui subito dopo quella in cui si annuncia del suo rinvio a giudizio… fa uno strano effetto. Il sindaco da anni non fa che esprimere apprezzamento e solidarietà, tanto che la cosa da tempo ha smesso di costituire notizia.
      A causa però di questa strana coincidenza sequenziale ecco che il tutto assume toni comici.
      Cammarata viene incriminato? “Ma come?! Ok, ok, va bene, Esprimo solidarietà al magistrato!”

    2. …e in più, guarda un pò che caso, in un momento in cui si parla delle scadenti condizioni igieniche della città ricorda primo fra tutti il gran lavoro svolto dal magistrato per la riapertura di bellolampo.

      è vergognoso e irritante

    3. …un lustrascarpe ha più dignità…

    4. Ci sarà mai un palermitano onesto e con dignità che scriverà su Rosalio: “Picciotti, io Cammarata l’ho votato, non ci posso fare niente”

      Non importa se ammette l’errore o se ne va fiero, la vera sfida è trovare uno dei suoi 201.673 elettori, che lo ammetta.

    5. Il sindaco,degno rappresentante della comunità tutta,interpreta ai massimi livelli una caratteristica tipica dei suoi rappresentati:la mania di grandezza.A gran voce si reclamava la denuncia querela al vertice dell’Amia presso l’autorità giudiziaria,e quindi per la degenerazione di cui sopra è avvenuto l’ incontro con il capo della Procura.Che poi la querela non sia stata presentata è un semplice dettaglio,anche questo tipico del luogo.

    6. Non credo che Messineo passi tutte le sue serate a sbevazzare nei pubblici locali.
      Non so in cosa potrebbe solidarizzare Cammarata con Messineo.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.