giovedì 17 ago
  • Perquisiti a Palermo gli uffici di Genchi

    Gli uffici palermitani e l’abitazione del consulente Gioacchino Genchi (che è intervenuto in più processi tra cui quello denominato Why not) sono stati perquisiti dagli uomini del Ros guidati dal colonnello Pasquale Angelosanto. Si sta procedendo all’acquisizione di molti dati presenti nell’archivio del consulente.

    Genchi è indagato per abuso d’ufficio e violazione della legge sulla privacy. La perquisizione riguarderebbe una presunta intrusione non autorizzata nel sistema informatico dell’Agenzia delle Entrate e presunti abusi nell’uso di password per svolgere accertamenti su persone non indagate.

    Il Dipartimento della Pubblica sicurezza ha avviato un procedimento disciplinare contro Genchi, che è attualmente funzionario di Polizia, per il contenuto di un’intervista rilasciata.

    Genchi ha commentato: «Hanno gettato la maschera. […] Era tutto perfettamente legittimo. Sono stato sempre autorizzato ad accedere all’anagrafe tributaria, per identificare le persone coinvolte nelle inchieste. Ottenevo una password per ciascuna indagine, su richiesta delle procure che mi assegnavano gli incarichi. […] Il motivo della mia delegittimazione nasce dalle inchieste sui mandanti esterni della strage di via D’Amelio in cui morì il giudice Borsellino e gli agenti della sua scorta».

    Palermo
  • 21 commenti a “Perquisiti a Palermo gli uffici di Genchi”

    1. bah!
      tra poco lo indagheranno pure per posteggio in zona rimozione!
      Genchi resisti!

    2. PER NON DIMENTICARE…
      meditate gente meditate!
      …………..
      “Il motivo della mia delegittimazione nasce dalle inchieste sui mandanti esterni della strage di via D’Amelio in cui morì il giudice Borsellino e gli agenti della sua scorta»”.
      Genchi resisti!

    3. e mentre tutti si arrovellano su come denigrare il pubblico ufficiale Genchi,
      nessuno nota questo..

      p.s.
      vi dice nulla TD GROUP!

      vedere per credere

      http://www.bispensiero.it/index.php?option=com_content&task=view&id=801&Itemid=582

    4. Se si stanno mobilitando tutti contro di lui, probabilmente Genchi ha ragione. Ma perchè non la racconta tutta?

    5. per chi ancora non l’avesse visto qui qualcosa la dice:

      http://www.youtube.com/watch?v=LbkUw0Bopmw

    6. In genere comunque gli uffici sono l’ultimo posto al mondo dove puoi “trovare” qualcosa di utile…

    7. http://www.repubblica.it/2009/03/sezioni/cronaca/vizzini-ciancimino/vizzini-ciancimino/vizzini-ciancimino.html

      Invece di perdere il tempo a perquisire genchi, perchè non si occupano, degli affari veramente sporchi che girano in questa terra: Ciancimino Jr fa i nomi e adesso qualcuno trema…
      Come dice Stefania, lo schifo è altro. Genchi ha agito nella legalità. Pensiamo a chi si fa difensore della legalità e dell’antimafia e poi…

    8. …….. mmmmmmm ……
      brutto affare, mi sa che a schifio finisce.

    9. E’ una tecnica ormai consolidata.. chi da fastidio ai potenti viene attaccato da stampa e tv, in modo che l’opinione pubblica lo giudichi subito colpevole, e non importa se la sentenza del giudice dirà il contrario, in quel caso la notizia verrà fatta passare inosservata, oscurata dall’ennesimo caso di cronaca nera..

    10. Mi interesserebbe molto capire quando e se Genchi dirà ciò che dice di sapere su via D’Amelio. Per ora parla a mezze frasi e la cosa mi infastidisce. Immagino che abbia dei motivi…

    11. Ora che ci penso questa evocazione di complotti da parte di chi indaga mi ricorda…mi ricorda…Berlusconi! Ecco chi mi ricorda. Genchi come Berlusconi?

    12. @ Tony: 🙂 ma prevedo che pochi apprezzeranno……
      Oramai è un eroe…

    13. @ Tony

      mi sa che stai facendo la pipì fuori dal renale

    14. Davide se argomenti potresti convincermi, malgrado la tua metafora “nefrologica”. 😉

    15. mi sa che finisce come E-polis…

    16. tony
      se vuoi la verità devi CERCARLA…DESIDERARLA..CHIEDERLA A VOCE ALTA ed allora FORSE l’avrai..l’avremo.
      comunque se vuoi crederci inizia a leggerti questo senza aspettare Genchi…
      SENTENZA APPELLO STRAGE CAPACI GIUGNO 2001
      ….L’esistenza di eventuali quanto non improbabili mandanti occulti,che restano sullo sfondo di questa vicenda,costituisce il principale enigma a cui questo processo non ha dato una convincente e esaustiva risposta…Appare necessario indagare nelle opportune direzioni per individuare gli eventuali convergenti interessi di chi a quell’epoca era in rapporto di reciproco scambio con i vertici di Cosa nostra ed approfondire ,se e in qualche misura,sussista un collegamento tra le indagini di tangentopoli e la campagna stragista,e infine per meglio sviscerare i collegamenti e reciproche influenze con gli eventi politico-t che si verificarono in quegli anni…
      E QUI STIAMO PARLANDO DI CAPACI..poi è arrivata VIA D’AMELIO …
      pequod

    17. @pequod
      tra il serio e il faceto, cercano di sminuire la portata dei fatti che stiamo vivendo. La stampa è con il governo, a Palermo poi… parla Ciancimino, parla di senatori della compagine di maggioranza, parla di affari sporchi. Genchi non si può paragonare a mr.b.Lo si fa per banalizzare…todos caballeros! Non è così.Le responsabilità politiche,culturali,economiche hanno un nome preciso.
      La verità innanzi tutto e non cediamo alle becere provocazioni.
      bravissimo!
      ws

    18. Werner Ciancimino ha smentito di aver citato Vizzini.

    19. Articolo di Alessandra Ziniti su Repubblica del 14 marzo 2009.
      Però, che tempismo ed efficienza!!!

    20. GENCHI NON MOLLARE
      @toni siino
      Genchi nella sua intervista a Matrix è stato chiarissimo.
      Alla domanda di Mentana che gli chiedeva come mai non desecretasse il suo archivio personale di intercettazioni e tabulati, lui ha risposto che la sua deontologia professionale glielo impediva. Le sue intercettazioni infatti erano frutto di espresse richieste dei magistrati e quindi dovevano esclusivamente essere funzionali ad un processo ed a null’altro.
      E’ ovvio quindi che se ve ne fosse un bisogno giudiziario lui nn esiterebbe a sfruttarle nel modo che la sua professione gli consente.
      La domanda da porsi è come mai non sia stato un magistrato ad avvalersi di questo “archivio Genchi” per fare luce su via D’Amelio e su altre vergogne italiane.
      p.s.: ricordo le parole di Genchi con cui spiega il suo parere sulla reale funzione del Castello Utveggio …da paura!!!!

    21. Per chi avesse ulteriori dubbi:
      http://www.youtube.com/watch?v=-wGs_nzWe8c
      Grazie Caselli, grazie Messineo,grazie Genchi!

    Lascia un commento (policy dei commenti)