sabato 18 nov
  • Edilizia fai da te

    “Stadio” al Politeama

    Hanno costruito uno stadio al Politeama. Dovevano fare un torneo, e l’hanno costruito. In una notte. Senza le necessarie autorizzazioni, a quanto pare.

    C’era già l’ineffabile precedente della casa di Babbo Natale, quindi non può essere un caso, ma una regola ben precisa: a Palermo chi vuole fare qualsiasi cosa, può farlo. E ovunque: anche in pieno centro. Basta che lo faccia abbastanza rapidamente e con una faccia sufficientemente tosta.

    (in collaborazione con www.robertoalajmo.it)

    Palermo
  • 29 commenti a “Edilizia fai da te”

    1. le solite furbate tipiche di una città cool come Palermo…

    2. Tipico esempio di “Democrazia Panormitana”…ognuno fa ciò che gli passa per la testa…

    3. Ma a Palermo il sindaco, gli assessori sono tutti ciechi?!?!

    4. Forse lo fanno apposta a non accorgersene: gli fanno montare appositamente queste baracche così sarà più dura la fatica per loro 😀

    5. Non ci posso credere… Babbo Natale ha colpito ancora… forse ha cambiato fornitore di caramelle… estasianti… capisci a me!

    6. Buonasera , volevo solo dire al dott. Alajmo che noi le autorizzazioni le avevamo ottenuto inizialmente in parte e successivamente in toto.
      Poichè la legge è uguale per tutti e noi caro dott. Alajamo abbiamo pagato per i ns errori mi domando oggi dove sono i Signori che ai tempi hanno contestato la ns iniziativa ??Non si sono accorti che stavano costriuendo una Tributa per una partita di calcio a due davanti al mio amico oggi Carlo Cottone ?? e dove sono andati tutti quelli che hanno il buongusto dell’arte?? e il Deputato Faraone non ha inoltrato una richiesta alla sopraintendenza ? e il dott. Scognamiglio non ha chiesto se le tribune recano un danno alla pavimentazione? e inoltre visto che tutte le attività destinate a piazza Politeama/castelnuovo devono avere il parere preventivo della soprintendenza il comune ha inviato il parere preventivo?? ed in fine il cugino di Carlo Cottone ha pagato l’abonamento per vedere la partita?? insomma questa è una città strana .. Cmq sono d’accordo con lei siamo in una giungla ognuno fà quello che vuole. Spero che un giorno questa città possa cambiare.
      Con Affetto Babbo Natale

    7. Giulietto caro ,
      io nella mia vita non ho mai mangiato quelle porcherie e ne quanto meno distribuite visto che sono dannose per se e per gli altri . quindi ti invito a chiedere scusa pubblicamente.
      Credo che le tue allusioni sono fuori argomento , ed invito Rosalio a tenere in considerazione le allusioni di questo signore.

    8. infatti…ma che è ‘sta cosa?

    9. caramelle dopo caramelle, stadi smontabili dopo case di babbo natale, teste di capretto dopo teste di capretto,
      aaahh!!!!
      si va avanti.
      sbufff!!
      aarrrgghhh!!!
      harakiri!!!!

    10. Stadio???Ma pi ‘ffari chi?

    11. Praticamente si può conquistare x 1 2 4 giorni la più centrale delle piazze di palermo.
      D’altronde siamo il POPOLO DELLE LIBERTÀ ora 😉
      Ma quando si è sparsa la voce che stavano già montando il nuovo stadio al politeama a nessuna autorità comunale è venuto in mente di mandare una pattuglia di vigili a controllare sul posto l’ottenimento della licenza edilizia e fare smontare immediatamente in un paio d’ore? Questi signori hanno avuto tutto il tempo x completare il nuovo stadio in men che non si dica (che efficienza però). Questo è quello che inorridisce. Che a palermo almeno per 24 ore puoi montare uno stadio al politeama indisturbato. Posso immaginare come siano andate le cose. Qualche politico (forse assessore, forse deputato, forse consigliere e forse no) avrà detto alla società: “non ti preoccupare tu inizia a montare la struttura che x l’autorizzazione ci penso io, non c’è problema!”
      Insomma procedure palermo style. Perché lo sappiamo tutti che senza nessuna assicurazione ,almeno verbale, di qualche politico non si nuove nulla. Non ci vuole la laurea in scienze politiche palermitane x capirlo.

    12. rapidamente??? ma se ci lavoravano da giorni! è intollerabile che le forze dell’ordine passino da lì e non si preoccupino di chiedere le autorizzazioni…

    13. Innanzitutto…non è stato costruito in una notte ma almeno in due giorni (l’ho visto passando con la macchina).
      E poi…mi chiedo perchè in questa Città si debbano sempre fare le cose “a muzzo” e soprattutto essere recidivi negli errori.
      Non ci posso credere!

    14. Io comincio a domandarmi, ma a che serve avere 5 corpi di pubblica sicurezza (Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Municipale, Polizia Provinciale)se poi nessuno interviene per niente?
      Io capisco pure che ogni corpo ha i suoi problemi, sono tutti sotto organico, mancano i fondi per far girare le pattuglie come si deve,etc, ma…..non è possibile che nessuno si possa o si voglia occupare di intervenire in tutte queste situazioni di degrado civico a cui assistiamo.Insomma fa rabbia vedere per esempio una pattuglia di Polizia passare davanti a queste situazioni senza intervenire, chiedere, così come fa rabbia vedere i vigili urbani, magari anch’essi bloccati nel traffico, rimanere nelle loro auto, senza scendere e cercare di fare il proprio lavoro, indipendentemente dalla mansione loro assegnata quel giorno.

    15. Ma poi, di questo fatto che nessuno ne sapeva niente… a qualcuno risulta che era in programma una conferenza stampa a villa Niscemi?

    16. se succede questo nella piazza principale della città non oso immaginare cosa succede nelle altre zone di palermo meno trafficate!!! mi pare di capire che ormai viviamo in una città fuori controllo!!! poveri noi…
      Vorrei dare un consiglio agli amministratori: quando si costruiranno (chissà quando) nuovi posteggi, ponti, linee di tram/metrò o altro ancora..perchè non chiamano questi operai così efficienti..che nel giro di pochi giorni riescono a costruire cose inimmaginabili

    17. Capisco che il mio post censurato disturbava…

    18. Gigi qui non si pratica la censura e ti invito per l’ennesima volta a non accostarci a questo concetto. Ti invito inoltre per l’ennesima volta a ripassare la policy dei commenti. Ti invito inoltre per l’ennesima volta a non utilizzare i commenti ma l’e-mail per rimostranze e chiarimenti. Grazie per l’ennesima volta.

    19. scusate se mi intrometto “pubblicamente” e vado OT non commentando il tema in questione.
      io leggo sempre volentieri i commenti del “francese” G
      è una persona intelligente e fuori dal coro, anche le volte che posso non essere in sintonia con lui, i suoi spunti li trovo sempre interessanti per ulteriori riflessioni.
      so che avrei dovuto scrivere per e mail, però mi è partito l’invio qui!

    20. Stalker se lo sai a maggior ragione non avresti dovuto farlo. Se non siete disposti a rispettare le regole nessuno vi obbliga a scrivere. Ti prego ovviamente di non rispondermi qui e ti invito a rimanere in tema. Grazie.

    21. @Rosalio, per onestà devo riconoscere che forse nella fretta stavolta ho fatto confusione io; pardon.
      @Stalker se ti riferisci a me ti ringrazio, e ricambio, pero’ mi permetto di correggere il “francese” 😀 , io nonostante tutto sono e restero’ dentro 100% palermitano, lo sento chiaramente per istinto senza bisogno di rifletterci sopra, e non lo considero sempre un privilegio 😀 Diciamo palermitano in viaggio con la speranza di.. un giorno…

    22. Gigi continui a scrivere cose che non hanno a che fare con il tema del post però.

    23. alex
      “…cosa succede nelle altre zone poco trafficate?…”
      Direi che succede anche nelle zone molto trafficate.
      Sull’autostrada,a Capaci,nel 1992,sostava un camion ed operai in tuta blu.E lavorarono tranquilli.
      La cinematografia e’ ricca di analoghi casi.
      Quando ci sono lavori in corso,nessuno li intralcia.

    24. G mi riferivo a te, sul “francese” sorvola, da ora in poi ti chiamarò semplicemente G…c’est plus facile 😉

    25. …e più veloce!!!
      fine OT

    26. Rimuoverò ulteriori commenti fuori tema.

    27. qualcuno sa rispondere alla mia domanda?ma almeno il comune in questi giorni che lo stadio è ancora montato guadagna qualcosa?si insomma come occupazione di luogo pubblico

    28. La vicenda in oggetto mi ha posto una serie di riflessioni.
      1. A quanto pare si é arrivati dall’Amministrazione Comunale a considerare il centro (ed il centro sembra limitato alla delimitazione di Via Libertà fra Piazza Croci e Piazza Politeama), un luogo ‘vendibile’, per chi vuole ricevere ascolto (un po’ come le fasce pubblicitarie in TV, vuoi essere visto? Lo spazio in prima serata, su una certa rete costa di più).
      Quindi a questo punto capisco che la logica del Comune sia che i luoghi della nostra città possano essere appaltati temporaneamente per le iniziative più disparate, considerando la città divisa in fasce comerciali di interesse maggiore o minore.
      2. L’amministrazione comunale continua a dimenticare che la città non é la Televisione, ed anche quando, la si possa pensare come tale, perché non appaltare certe attività in luoghi più pertinenti, ed anche più dimenticati della città, promuovendo altri poli di interesse o delineando altri luoghi come destinatari di attività specifiche di interesse? Per dire banalmente, perché non montare lo stadietto vicino lo Stadio delle Palme, che é anche Vicino allo Stadio Comunale, in modo da far associare quel luogo con le attrezzature e le funzioni che già sono pertinenti a quei luoghi, nella nostra città? Sarebbe già stata un’operazione più intelligente.
      O perché non farla vicino al campetto di schillaci? A maggior ragione, così da legare certe propensioni e certe attività ai destinatari maggiormente interessati? E promuovere anche una logica di attività di quartiere?

      La piccola, grande miopia di questa amministrazione comincia ad essere davvero ignobile. Ed io ammetto di votare a dx (non centrodx, ma pare che non sia ormai più nessuna differenza).
      Serve poco per ragionare sulle cose, forse serve ragionare in modo meno circosscritto ai minimi, piccolissimi, ristretti ed infimi interessi.
      Serve davvero poco a fare di più, anche facendo molto poco.

    29. In italia c’è solo una cosa da fare, andarsene prima che la nave affondi completamente.

    Lascia un commento (policy dei commenti)