domenica 19 nov
  • C6.tv è arrivata a Palermo

    c6.tv

    Dopo Milano e Roma, c6.tv, la web tv partecipativa che riprende l’Italia, è arrivata anche a Palermo.

    La tv coprirà quotidianamente gli eventi e le notizie riguardanti la città con semplici immagini no comment, interviste esclusive e inchieste. Alcuni eventi verranno seguiti in diretta.

    I responsabili della sezione palermitana di c6.tv sono i giornalisti Dario Cirrincione e Vassily Sortino.

    Palermo
  • 11 commenti a “C6.tv è arrivata a Palermo”

    1. La squadra palermitana è ancora tutta in costruzione. Quindi, se avete senso della notizia, un po’ di coraggio e una videocamera…contattatemi. La mia mail è vassilysortino@hotmail.com e io sono quasi sempre on line.

      Vogliamo dare voce a chi non ne ha, a chi è stato emarginato e a chi è impossibile da raggiungere. Vogliamo raccontare la Palermo che gli altri media non vogliono o non possono raccontare.
      Vogliamo dare notizie e non informazioni di servizio.

      Senza colorazione politica e senza visioni di parte. Chi ha da dire dica…In qualsiasi modo la pensi. Le nostre videocamere sono a completa disposizione di tutti…

    2. In bocca al lupo Vassily! Sarebbe bello potere avere l’embed dei video che oggi manca…

    3. E se ti dicessi che il sonno ha vinto sul montatore? 🙂

    4. grazie Rosalio… l’embed dei video è disponibile a fianco al video nell’area DIFFONDI IL VIDEO.
      grazie ragazzi e forza Palermo!

    5. L’approccio è interessante, ma il modello di business qual è?

    6. Il modello sta nel filmato stesso…Se esclusivo viene venduto agli altri media (i vari siti Internet, ma in particolare le tv) anche nella sua parte integrale…e poi c’è la diretta e la ripresa degli eventi in tempo reale. L’obiettivo è arrivare prima di tutti sul posto…

    7. In bocca al lupo, e complimenti per il video con la denuncia di Mimmo Russo sulla piscina comunale.

    8. lavoro a milano sopra la sede di c6 tv. la cosa era partita benissimo, ogni giorno si vedevano schiere di entusiasti ragazzi che, telecamera alla mano, venivano mandati in giro per milano a filmare qualsiasi cosa per poi metterla sul web..
      Adesso la cosa mi sembra moooolto ridimensionata, gli uffici hanno le postazioni vuote (è un piano terra con le vetrine, quindi si vede)e i weekend gli uffici sono vuoti (prima lavoravano sempre come un vero e proprio tg).
      Con questo voglio semplicemente dire che non mi aspettavo una cosa in crescita, anzi, esattamemte l’opposto. Felice di essermi sbagliato, qualsiasi azienda decida di investire su palermo, ben venga.

    9. Oltre a girare il video poi nella maggior parte delle situazioni lo si dovrebbe consegnare anche alle forze dell’ordine se si vuole che il filmato “denunci”. Sennò puoi filmare tutto quello che vuoi ma non cambia l’ordine delle cose!
      Conferma ne è che dopo i video di report spesso le situazioni riprese non mutano affatto.

    10. Che bello che si parli di questo nuovo progetto che ho avviato un po’ più di un anno orsono. Qualche info in più per tutti. Sul modello di “business”, oltre che sugli auspicabili contributi da parte delle emittenti nazionali, si basa sulla produzione di contenuti per enti e aziende che vogliono comunicare su internet.
      un saluto anche al nostro vicino del piano di sopra; è vero eravamo 30 e adesso solo una decina ma se non vede tanta gente in sede è perchè sono giustamente in giro a filmare. nel fine settimana non siamo più in ufficio perchè adesso il sistema consente di andare in onda direttamente senza passare dalla regia mentre prima ci voleva un operatore.

    Lascia un commento (policy dei commenti)