mercoledì 22 nov
  • Il Palermo ha risparmiato ed è in alto in classifica

    Un articolo di Fabrizio Bocca su la Repubblica.it mette a confronto posizione in campionato e mercato delle squadre di serie A.

    Il Palermo ne esce come la squadra migliore:

    «Il Palermo cedendo Amauri alla Juve e almeno un’altra decina di altri giocatori dall’ultimo mercato ha ricavato quasi 23 milioni di euro. Squadra che integra bene giocatori d’esperienza (Miccoli e Liverani) con tanti giovani (Morganella, Mchelidze, Kjaer) la squadra rosanero non solo ha fatto cassetta ma sta arrivando anche a ridosso delle grandi: un lavoro eccezionale per Zamparini, Ballardini & C.».

    Con un attivo dopo il calciomercato di 22.950.000 euro il Palermo è settimo in classifica.

    Che cosa ne pensate?

    Palermo
  • 9 commenti a “Il Palermo ha risparmiato ed è in alto in classifica”

    1. Penso che questo è saper fare calcio! Con i soldi siamo tutti bravi! Il sistema Inter è l’esempio dell’anticalcio. Adottiamo il Salary Cap come nel football americano e poi vediamo chi sono i campioni. Sappiamo solo criticare gli americani senza riuscire a COPIARE le cose buone che fanno. Perchè alla fine si tratta solo di copiare, non ci vuole un genio per COPIARE! Forza Palermo!!!

      Go Cardinals! http://www.palermocardinals.it

    2. Questo e per tutti quei “tifosi” che straparlano su come si deve gestire una squadra di calcio, il Palermo calcio su questo si può considerare un esempio. Vedi la Roma se non va in Champions che fine fa. Questa è la strada da seguire, per lo scudetto finchè ci sarà questa ripartizione dei diritti tv sarà solamente un sogno e non parlate di Cagliari,Samp, verona, erano altri tempi con altri soldi. Complimenti a Ballardini grande allenatore, adesso bisogna lavorare su questa base.FORZA PALERMO SEMPRE!!!!

    3. Penso che il collega abbia sbagliato a fare i suoi calcoli, almeno stando ai bilanci ufficiali del Palermo Calcio. Sulla carta la voce “uscite” dell’azienda di Zamparini supera la voce “entrate”.

    4. Concordo sui calcoli sbagliati, ma è chiaro che non ci perde più di tanto il nostro caro Zampa…

    5. E’ vero che Zamparini non è un benefattore, ma noi Palermitani dobbiamo sempre ringraziarlo e cercare di trattenerlo facendolo innamorare di noi palermitani e di Palermo. Dopo Zamparini chi verrà ? Non dimentichiamo le gestioni precedenti, Ferrara per esempio che stipendiava anche il cane pur di evadere soldi dalle casse. Siamo da alcuni anni stabilmente sopra metà classifica; ma chi lo doveva immaginare ?
      Per poter diventare una grande squadra e stare tra le grandi bisogna fare errori ed esperienza, la coppa uefa è un passaggio obbligato, non bisogna sgobbarla.
      Grazie Zamparini e Forza Palermo sempre.

    6. Ecco cosa intendo dire quando scrivo che la Sicilia deve essere gestita da managers internazionali, di preferenza scandinavi, tedeschi e simili, stipendiati dalla comunità europea che commissaria la Sicilia, per almeno 30 anni, il tempo di rivoluzionare tutti i sistemi pubblici oggi in vigore, tutti falliti, nessuno escluso. Formattare, rivoluzionare le menti, e formare – tramite lunghi studi approfonditi, stages internazionali, e infine diplomi internazionali davanti commissioni internazionali senza alcuna possibilità di ammuini -, in questi 30 anni di gestione internazionale, i “probabili” futuri politici moderni al passo col mondo evoluto, al posto dei dilettanti attuali che hanno il coraggio di spacciarsi per amministratori della cosa pubblica, quando non sono altro che uomini in cerca di lavoro ma che potrebbero amministrare FORSE, appena, un condominio.
      Ecco, altri diecimila Zamparini in tutti i settori chiave della vita pubblica siciliana, a partire, soprattutto, dai controllori … della civiltà, per insegnarla, volenti o nolenti.
      Riconosciuti i meriti di Zamparini, noto due elementi: 1) le solite mistificazioni palermitane, nel senso che prima pagavano solo 4 fessi, non c’era niente da rubare contrariamente a quello che dice l’atavismo palermitano, dato che il Palermo incassava trenta lire l’anno (oggi 80 milioni di euro), vuol dire che Zamparini ha insegnato i metodi civili a chi non li conosceva, anche se, in misura minore pero’, c’é ancora qualche furbo omaggiato e qualche “portoghese”.
      2) i soliti ringraziamenti da sudditi. E pensare che la piazza paga! fa incassare gli 80 milioni pero’ ringrazia tutti i giorni e si inchina al passaggio del nuovo RE Maurice 1°. Normale, in Sicilia si deve ringraziare per tutto, per qualsiasi diritto trasformato in favore, dove l’ordinario diventa straordinario. Ma puo’ un popolo suddito, PASSIVO, che si limita solo e sempre a ringraziare evolvere compatto verso i parametri del mondo moderno emancipato?

    7. …cioé, Sicilia gestita come un’azienda moderna e internazionale, che crea lavoro reale, che produce reddito e ricchezza. Oggi, invece circa la metà del PIL ( poco piu’ di 80 mld ) servono a mantenere parassitismo pubblico e attività improduttive.

    8. Questi soldi avevano detto ke sarebbero stati usati per comprare altri giocatori….di qualità….
      Per rendere il palermo ancora piu’ forte….ma con l’addio di Amauri il Pale ne ha risentito eccome….

    9. Calcio…tira più un pelo di f.ca che un carro di buoi….ma tirano più 10 ignoranti che inseguono una palla che un pelo di f.ca… Il CALCIO? Sarebbe uno sport piacevole se chi lo guarda e chi lo guida non lo facesse diventare quello che è: espressione della leggerezza e ignoranza italiana…. ci sono tante altre belle cose al mondo…a cui dedicare il proprio tempo…ma chi ha il cuoio negli occhi…non se ne rende e mai se ne renderà conto…e io ne sono fiero…perchè questa come tante altre…mi danno possibilità d’oro che gli altri non vedono…buonanotte…

    Lascia un commento (policy dei commenti)