domenica 24 giu
  • Sequestri di beni per 300 milioni di euro alle cosche del carinese

    Ieri sono stati posti sotto sequestro beni per un valore di oltre 300 milioni di euro in aziende, conti correnti, beni immobili e mobili a esponenti e fiancheggiatori di Cosa nostra a Carini e a Villagrazia di Carini.

    Tra i colpiti ci sono Salvatore Biondino, Salvatore Biondo, Antonino Pipitone, Giuseppe Gelsomino, Vincenzo Collesano, Angelo Conigliaro, Pietro Di Napoli, Salvatore Prano, Francesco Sparacio, Angelo Gallina, Giovan-Battista Pipitone e Francesco Paolo Spinelli oltre ai fratelli Pipitone, accusati di aver operato con Salvatore Lo Piccolo.

    Palermo
  • Un commento a “Sequestri di beni per 300 milioni di euro alle cosche del carinese”

    1. ma nessuno commenta questo genere di notizie ?

      Che fa forse c’è qualche vostro parente ?

      Vergogna !

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.