giovedì 22 feb
  • Il superlatitante Nicchi nomina con una raccomandata il suo difensore

    Il superlatitante Gianni Nicchi, boss mafioso ventottenne, ha inviato una raccomandata al presidente della quarta sezione della Corte d’appello Rosario Luzio per nominare il suo secondo difensore nel processo d’appello Gotha.

    La lettera è partita da un ufficio postale di Palermo.

    Palermo
  • 6 commenti a “Il superlatitante Nicchi nomina con una raccomandata il suo difensore”

    1. beh … e’ gia’ tanto che non l’abbia consegnata brevi mano….

    2. ma la raccomandata era con ricevuta di ritorno ? 😀

    3. BAh.. a Palermo era???
      non ci creeeeeeedddooooooo!

    4. Chissa’ se si possono chiedere gli IP delle persone che hanno richiesto la traccaiatura di quella raccomandata sul sito “poste dove quando”.

      Si potrebbe risalire almeno alle persone che possono essere suoi amici

      no?

    5. non capisco la rilevanza di questa notizia così come è stata posta. la notizia è che la raccomandata è partita da palermo? una raccomandata la può spedire chiunque, vai alle poste, fai la fila, paghi il servizio e te ne vai più anonimo che mai, al massimo qualcuno si può ricordare di una faccia tra cento altre. per quanto ne sappiamo in quel preciso momento Nicchi si poteva trovare in una stalla o villa tra i monti, come a palermo o dall’altra parte dell’emisfero.

    6. E’ una persona senza dignità come questo mafiosetto di nome Nicchi, uno di cui girava il poster vicino le edicole palermitane fino a qualche settimana fa, la copertina di un giornale lo ritraeva con la posa da Al Capone dei poveri! ci sarebbe da ridere se non fosse tragicamente un CANCRO per la nostra terra l’esistenza di questi balordi SENZA DIGNITA’.
      Speriamo lo facciano marcire in galera, speriamo anche che la sfortuna lo colga magari con un infarto al miocardio.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.