venerdì 23 feb
  • A proposito della valuta del rimborso Ztl

    È finalmente arrivato, dopo quasi un anno dalla sentenza esecutiva del CGA, il turno della lettera “D” per il rimborso dei 50 euro di ticket a suo tempo da me pagato per la ZTL. Per deformazione professionale, non ho potuto però non notare come l’assegno circolare emesso dalla BNL (oggi sotto le bandiere della francese BNP Paribas) recasse la data del 19.3.09 mentre la raccomandata dell’Agenzia Fulmine recava quella del 5.5.09. Impiegare – nel 2009 – tutti questi mesi per pagare gli aventi diritto dalla sorteggiata lettera “Q” alla lettera “D”, mi sembra un tantino esagerato, ma soprattutto mi lascia perplesso il lucro (esentasse?) di ben 47 giorni di valuta bancaria tra il momento in cui le somme sono state addebitate al Comune rispetto al momento dell’effettivo pagamento al cittadino creditore. Un’azienda privata tollererebbe mai un simile trattamento, svantaggioso per sé come per la propria clientela, o il gioco della valuta fa parte, inconfessabilmente, degli accordi conclusi con l’aggiudicatario del servizio? Non vi pare?

    Palermo
  • 11 commenti a “A proposito della valuta del rimborso Ztl”

    1. Ottimo punto. Se però applicassimo i criteri di una azienda privata per valutare sindaco, giunta, ecc, staremmo parlando da tempo di bancarotta, di licenziamenti in massa, di crollo dei titoli azionari e di procedure fallimentari.

      Per una vicenda diciamo mille volte meno grave e grottesca come quella delle ZTL, in una città normale il sindaco si sarebbe dimesso all’istante, chiedendo scusa e tornando a fare quello che faceva prima.

    2. Più che malafade, vedo nella vicenda molta sciatteria.

    3. condivido i due commenti precedenti, ma rimango sempre più deluso che ad ognuna di queste irregolarità nessuno interviene e nessuno paga…

    4. si ma oggi si decide l’aumento dellla TARSU !!!!!!!!!!!!!!!
      Ti ridanno 50 euro, Donato, e te ne prendono il doppio da un altro lato. Qusto sta per accadere stanotte in consiglio comunale. Quindi concentriamoci nelle cose “mooolto piu’ importanti” almeno per oggi.
      Andiamo a Piazza Pretoria alle 19.
      Questo post OGGI, rischia di sviare l’attenzione da un aumento del 35% della Tarsu. Non so se mi spiego !

    5. Credo che ci sia una spiegazione tecnica ai 47 giorni (nel tuo caso) di valuta, il fatto che (come detto anche qui su Rosalio) vengono distribuiti (leggi stampati?) 1000 assegni al giorno mentre molto probabilmente i dati relativi agli assegni sono già “preconfezionati” con la data valuta da te indicata.
      Ci sarebbe da domandarsi come mai sia stata scelta una banca che ha questi evidenti limiti tecnici.
      Ci sarebbe da domandarsi inoltre come mai piuttosto che scegliere una lettera come criterio di partenza per la distribuzione non sia stata scelta la data di pagamento e come mai (anche ha fronte del limite prima indicato) sia scelto di fare un assegno per ogni versamento effettuato quando alcuni soggetti sono titolari di più auto e quindi era possibile fare un assegno cumulativo.

    6. Di norma le banche emettono gli assegni circolari con la data del giorno stesso in cui lo fanno.
      E’ presumibile che, dopo la stampa, gli assegni giacciano in qualche deposito (spero ben custodito) prima di essere spediti.

    7. Ringraziate di averli avuti. Se invece di pagare il permesso, avreste sprecato quel tempo ad appoggiare il ricorso contro il Comune, forse oggi sareste più orgogliosi che almeno una volta avreste voi f…(bip!) loro e non viceversa.
      Ci provate gusto a piegarvi?

    8. Il mio assegno è arrivato con il cognome corretto a penna sopra il correttore. Quello di mio padre è arrivato di 9.80 invece che 15…. misteri dell’occulto?

    9. In ritardo ma almeno a voi è arrivato!!!mio suocero ha come iniziale la “s” e nn ha ricevuto nulla…e mio padre con la lettera “f” ancora non ha notizie….misteri….

    10. Posso dire che fare il pelo all’Amministrazione che ti farò tutt’altro che questo pelo sia un inutile esercizio di stile, Donato?

    11. Ma siete riusciti ad incassarlo? Gli assegni circolari, dice il sito della Banca d’Italia, si devono incassare in 30 giorni… o scadono…
      Baciamo le mani a Vossia…Sempre!

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.