lunedì 19 feb
  • Dama

    La panchina che mi ospita ha la dama di marmo intarsiata nel granito. Gioco da solo e uso i datteri come pedine: dattero intero per i neri, solo il torsolo per i bianchi. Ma le mosse non riescono, i datteri rotolano, cambiano casella e falsano il gioco, come se fossero troppo umili per la scacchiera. Una vera Dama.

    Dama (illustrazione di Giuseppe Lo Bocchiaro)

    I racconti di tre righe
  • 4 commenti a “Dama”

    1. Pensa se giocavi a scacchi.
      Vai a fare il cavallo coi datteri…

    2. Adesso aspetto la vignetta di LoBo e il commento di Manuelo. Che tris!

    3. bellissima questa iniziativa dei racconti in tre righe… complimenti :-))

    4. Con i datteri, che assurdità ! Gli scacchi sono una cosa seria. Consiglio la scacchiera da viaggio “Louis Vitton” ( nuovo store di Via Libertà 7, entrando sulla destra, ” area travel ” ). In bianco e nero solo su ordinazione. Interessante, per chi appunto voglia giocare nei giardini pubblici, anche la “doccia da viaggio”. Reparto “oggetti speciali”. Come l’acqua.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.