domenica 24 giu
  • 4 commenti a “Rimedi”

    1. bella questa!

    2. Qualche ilustre giornalista, però, si era “bevuto” la storia acriticamente …
      Agostino Pizzuto, giardiniere di 41 anni, a Palermo insieme al conte Lucio Tasca d’Almerita (quello del vino Regaleali), ha inventato un sistema per salvare le palme dalla malattia del “punteruolo” (l’insetto che ha fatto strage di alberi). «Una volta al mese. Mezzo litro di clorpirifos diluito in 100 litri d’acqua. Con un flacone che compro a 11 euro si irrorano 20 palme. Poi, ogni tre mesi, un trattamento con ossido di cloruro di rame, sostanza volgarmente detta “pietra celeste”. Venti euro per dieci chili, ma bastano 200 grammi a pianta…». Unica accortezza: chiudere l’area irrorata per 24 ore. Pizzuto e il conte proteggono le 130 palme di Villa Tasca (la casa del nobile) e le 180 di Villa Malfitano (Felice Cavallaro, Corriere della Sera 5/3/09).

    3. geniale Giuseppe!
      sai, c’avevo pensato anch’io!!!

    4. 🙂
      mondiale

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.