giovedì 22 feb
  • Ti dicevo

    “Pronto tesoro… Mi manchi da morire lo sai? Le mie giornate si aprono col pensiero del tuo sorriso e si chiudono col ricordo del suono della tua voce. Anima mia, quanto ti voglio bene. Lo so…sì…non dire niente. Sono uno stupido lo so…scusa un attimo… Come? Sì, tre panini senza cimino.. sì, lo sai che piacciono a tua madre… Eccomi amore, scusa. Ti dicevo…..”.

    Ti dicevo (illustrazione di Giuseppe Lo Bocchiaro)

    I racconti di tre righe
  • 2 commenti a “Ti dicevo”

    1. TVB. X sempre?5 min. A PT. P?. NP. OK. C. Titti vai a comprare le sigarette? Un attimo sto scrivendo un sms!

    2. Un cellulare, quattro persone, tre panini senza cimino. Manca qualcosa. Nessun accenno alla prole, intanto. In storie come questa di solito ci stanno dei bambini e qualcuno che li sbaciucchia ( e tre panini son pochi, specie a Palermo ). Meglio così comunque. Ma allora cosa manca ? Quest’uomo di sicuro è meschino, senza alcuna originalità, comune come il pane senza cimino. Secondo me è uno spot pubblicitario della Tim, interpretato da C.De Sica ( tariffa “large family” ).

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.