domenica 24 giu
  • L’ultima e tiriamo

    Bastava prendere, dai numeri della tombola, tre la cui somma fosse meno di novanta. Il gioco si chiamava “sotto novanta” e tre giocatori compravano una tirata di tre numeri ciascuno. Si vinceva uno sfincionello. Quando mancava un giocatore, lo sfincionaro gridava: l’ultima e tiriamo. Non ho mai vinto o forse sì. Sino a quando non sarà davvero l’ultima.

    L'ultima e tiriamo (illustrazione di Giuseppe Lo Bocchiaro)

    I racconti di tre righe
  • Un commento a “L’ultima e tiriamo”

    1. Eccomi, una tirata è per me. Non affrettevi però, c’è tempo. Che via è questa ? Via Calderai ? C’è ancora il Bar Kemonia ? Lasciatemi andare un pò a zonzo. Da queste parti scorreva un torrente, un fiume, il fiume del maltempo, mi sembra, ma forse era solo una favola. E’ tutto così lontano, lasciatemi un po’ di tempo, devo recuperare tanto tempo. Che profumo però, ” quanto è bello sfincionello…”. Mondello.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.