lunedì 25 giu
  • Saltata l’approvazione del nuovo regolamento sulla Tarsu

    È saltata l’approvazione del nuovo regolamento sulla Tassa sui rifiuti solidi urbani al Consiglio comunale. Oggi era l’ultimo giorno utile.

    L’opposizione aveva presentato circa 1200 emendamenti.

    Un ultimo appello per l’approvazione del capogruppo del PdL Giulio Tantillo era stato respinto dall’opposizione. Il capogruppo del Pd Davide Faraone ha manifestato disponibilità «a partire da domani al confronto sulla situazione delle aziende partecipate dal Comune».

    Palermo
  • 9 commenti a “Saltata l’approvazione del nuovo regolamento sulla Tarsu”

    1. E ora tutti alla casa con un sacchettino di munnizza sotto l’ascella…dx!

    2. quindi ora l’amia va in fallimento? capirei che differenza…

    3. E ora che farà la giunta comunale? Come risolverà il problema amia? Ora si vedrà di che pasta è fatta la giunta!

    4. Fatemi capire ke cosa ci azzecca mandare quattro dirigenti a Dubai per raccogliere l’immondizia quando questi personaggi non la sanno raccoggliere bene a casa propria. bhooo e poi cosa hano mangiato a quattrocento euro a persona questi personaggi visto che con quella cifra c’è ki ci campa tutto il mese e addubai.

    5. effettivamente il clima…era giusto…

    6. Gladiatore,

      te lo dico io come è possibile. L’essere una società italiana è un buon biglietto da visita. Basta dire che siamo italiani e il gioco è fatto perchè siamo apprezzati da tutto il mondo. Ma questo può succedere perchè non tutti sanno delle condizioni in cui vertono le città d’Italia e soprattutto quelle del sud. Comunque hai ragione, una società che non sa essere efficiente nel luogo dove ha sede non può fare di meglio altrove.

    7. Continuo a pensare che se il sindaco avesse quanto meno permesso la causa contro l’amministrazione precedente dell’amia, forse avrebbe potuto chiedere l’ulteriore aumento della tarsu. Ma ha preferito proteggere gli amici, e questo genere di cose si pagano. E indovinate, alla fine, chi è che le pagherà…

    8. Credo che ci voglia un bel coraggio a chiedere l’aumento della Tarsu dopp aver scoperto un buco colossale attribuibile agli amministratori dell’azienda sodali dell’attuale maggioranza di governo nella città.
      La querela almeno avrebbe salvato la faccia alle apparenze, ma ormai, a livello nazionale si comprende che l’unica faccia utile è quella di bronzo.
      nulla cambierà se non per peggiorare.

    9. Ci mancherebbe. Dopo mesi e forse già da un anno che gli amministratori locali conoscevano la gravità della situazione, invece di cercare di ragionare sul bilancio del comune e tagliare tutte le spese inutili (osia inessenziali), che fanno? Pensano di risolvere le coe mettendo sempre le mani in tasca ai cittadini. Tanto siamo autorizzati.
      Sono autorizzati ad andarsene, se continuano così, personalmente.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.