sabato 25 nov
  • 67 commenti a “La settimana enigmistica”

    1. Geniale!! Io le avrei messe in ordine opposto con la dicitura: Cammarata 2001-2009.

    2. ovviamente intendo: Cammarata Sindaco 2001-2009.

    3. allora mentre a destra il tricolore è più verso il centro, nella foto di sinistra è in alto nel primo sacchettino di munnizza grosso dalla sinistra. prima differenza (nella speranza che non ti censurino)

    4. Dicesi post a carattere politico…

    5. pesaaaante! 🙂

    6. Vabbe si è un pò esasperati e gioca.. però seriamente me lo sapete quanto ce lo dobbiamo tenere ancora?
      Quando scade il suo mandato?

    7. Vi invito a essere rispettosi nei vostri commenti. Grazie.

    8. fino al 2012 sara’ NOSTROOOOOOOOO…. yuppyyyyyyyyyy

    9. Per scadere è già scaduto.
      Franz

    10. Credo nessuna.

    11. E’ un gioco sciocco ed inutile

    12. @uma: il fatto che hai votato colui che ha reso la nostra Palermo un immondezzaio dovrebbe portarti a vergognarti, anzicché sputare sentenze…

    13. Ma da quando uno si deve vergognare perchè ha votato una persona? Può essere anche la persona più orrenda al mondo, ma non ha fatto nulla di male. Ha solo partecipato ad una manifestazione democratica. Stiamo arrivando proprio al ridicolo.

    14. @Calò
      Non puoi dire che Cammarata non ha fatto nulla di male, sembra che stiamo parlando dell’elezione del capoclasse!
      Cammarata è il sindaco di Palermo ti riassumo per difetto quello che ha fatto:
      Clientele a destra e a manca, il buco dell’amia (e della gesip), l’aumento delle tasse, il fallimento delle ztl, la casetta abusiva di natale, il “colosseo” abusivo costruito in una notte a piazza politeama, l’assunzione di oltre 120 conducenti amat senza patente, i 100 impiegati a contare i tombini di Palermo + altri 20 che li devono controllare, il superamento continuo della soglia limite di polveri sottili nell’aria siamo multati dall’europa per questo!
      Mai un passo indietro, mai un’assunzione di responsabilità, mai un gesto di trasparenza, non ha neanche querelato Galioto.
      Se questo non è male! Allora cos’è?

    15. Quando ho letto questo invito alla vergogna ho deciso di andare a votare alle europee. Per il PdL.

    16. davidù, sempre stata negata con la settimana enigmistica, non ero neanche capace a raccordare i puntini numerati per formare una figura, che ci riuscivano tutti…sarà per questo che neanche adesso colgo una sola differenza tra le due figure?
      ma sicuramente è un problema mio…daltonica e dislessica come sono!

    17. @Tony Siino

      Non credo siano questi i criteri giusti per andare a votare

      Per quanto riguarda il resto, è ovvio che il voto è una manifestazione democratica (anche se a Palermo di democratico non c’è nulla, visto che è stata dimostrata l’inaffidabilità delle elezioni). Tuttavia mi vengono dei seri dubbi quando penso che una persona come Cammarata, che ha portato il comune alla rovina, sia stato eletto per due volte. E se è vero che ognuno ha il diritto di scegliere quello che meglio crede, ammesso che il risultato elettorale sia affidabile, allora penso che i palermitani fanno bene a piangersi quello che votano! Basta che nessuno poi si azzardi a lamentarsi…una volta ci può stare, ma due è davvero ridicolo

    18. Andrea non solo piangono per le loro scelte consapevoli, sono anche contenti di soffrire. E’ un fenomeno studiato e classificato con precisione. Non vedo l’ora che sia attuato il federalismo fisale, con il 65% di evasione voglio proprio vedere come finanzieranno i servizi e come saranno pagati gli impiegati pubblici con il 65% di evasione fiscale che abbiamo.

    19. puro genio.

    20. non sò voi ma io non ho trovato nessuna differenza …..

    21. Tony Siino, quando, nella campagna elettorale delle politiche del 2008, il primo ministro in pectore, nonché capo dello schieramento di centrodestra, sostenne che “bisogna essere dei c…oni” per votare a sinistra, non ti venne un rigurgito morale di uguale intensità, ma opposta direzione? Hai votato per la sinistra?
      Peccato che, in queste pagine, il richiamo alla vergogna per chi ha votato questa amministrazione viene da un cittadino comune; in quel caso, era il leader di uno schieramento politico. Il peso delle due situazioni è fortemente sbilanciato. Non trovi?

    22. Figlia, esiste il senso unico. Quello fabbricato in 30 anni di storto e di diritto, panini e metacomunicazione.

    23. CREDO DI AVERE LA VITTORIA IN TASCA.
      Davidù prepara la querela.
      1) a sx è piu composta
      2) il tricolore ha le bande piu strette
      3)i peli sono piu radi, direi sparsi
      4)la dentiera è posta al contrario
      5)nel foglio c’è dello scritto e non disegnini come quello a dx
      6)a sx l’orologio nel sacco azzurro è un ora indietro
      7)a sx il pannolone è in alto, a dx … in basso
      8) a sx in alto le mutande sono rosse, a dx .. azzurre
      9)
      8)a sx la polvere bianca è gesso, a dx .. NO!
      9)a sx è evidente la scritta conad, a dx … fininvest
      10) a sx PUZZA MENO
      11) …. vabbè il resto te lo mando per e -mail

    24. @ Tony Siino
      a volte mi sconvolgi.
      Hai mai provato a farti vedere da un esorcista?

    25. Ricordo che la seconda legislatura (come sindaco) di Orlando fu più o meno simile allo sfacelo di questa di Cammarata. Anche lui era uccel di bosco e la città era in balìa di se stessa. Anche lui aveva il problema dei precari “elettorali”, che ormai tutti ereditano e nessuno ha il coraggio di mandare a casa perchè sono i raccomandati di tutti (un po’ di ciascuno, da dx a sx, senza distinzione di sorta)

      Allora bisogna chiedersi: i sindaci si stancano? o sono bacati fin dall’inizio e non ce ne accorgiamo? la seconda legislatura li sfianca? o se ne fregano perchè non possono essere più rieletti? oppure perchè nel secondo quadriennio i nodi vengono al pettine e devono fare i conti con le malefatte compiute nel primo?

      Secondo voi?
      …………..

    26. Io,che preferivo Bartezzaghi,ne ho trovata un’altra !!!
      : quella di sinistra è in piedi, quella di destra è
      seduta !

    27. @Angela, veramente Cammarata si guardava bene di stare al Comune gia’ dalla sua prima giunta.se qualcuno vuole vedere il sindaco da 7 anni a questa parte e’ necessario andare che so alla Cuba, Tribecca, Montezemolo ect

    28. Marco, non ho detto che Cammarata non ha fatto nulla di male, leggi bene quello che ho scritto, ho criticato un utente che diceva di vergognarsi a coloro che hanno votato Cammarata. E la cosa mi sembra ridicola, adesso uno si deve vergognare per aver votato una persona che corrisponde ai suoi ideali? Ma qua stiamo toccando proprio il fondo.

    29. Scusate ma trovo abbastanza surreale parte della discussione che si è sviluppata in vari post sulla monnezza, nel totale rispetto di tutte le opinioni che ho letto. Dall’eterna questione di Orlando/non Orlando addirittura all’ispirazione per andare a votare per questo o per quello alle Europee sulla base di un post.

      Non è possibile limitarsi ai fatti? Qui siamo di fronte ad una cosa pazzesca: una città che nell’Europa del 2009 non è in grado di gestire la raccolta dei rifiuti! Cioè l’ABC, anzi la A, dell’amministrazione.

      Se c’è qualcuno che si deve vergognare quello è il sindaco, chi ha votato per lui faccia poi liberamente le sue considerazioni. Cammarata dovrebbe dimettersi all’istante, come avrebbe dovuto dimettersi all’istante la Iervolino. Questo dovrebbero esigere i cittadini, di destra, di sinistra, alti, bassi, larghi o stretti.

    30. Goku il tuo lavoro è assolutamente splendido: complimneti per la perizia!
      Tony, io non mi reputo nè di destra nè di sinistra , ma qua difendiamo l’indifendibile!

    31. Gaetano Figlia non ho apprezzato però era troppo forte il disgusto per il governo Prodi allora per votare a sinistra.
      Goku so che scherzi.
      Giuliana io difendo una cosa che mi sembra difendibilissima, cioè il lecito desiderio di non essere additati da soggetti che pretendono che io mi vergogni per un voto democraticamente espresso e in piena buona fede.

    32. @Calò
      Allora con la frase “nulla di male” ti riferisci a te stesso, tu non ti senti di aver fatto nulla di male ad aver votato Cammarata. Ma ne sei convinto anche adesso?Col sennò di poi, con tutto quello che ha fatto Cammarata sei ancora convinto di aver fatto la scelta giusta?

    33. siino: l’equilibrista!!!

    34. Varia che ricchezza di argomentazioni…sono confuso. 🙂

    35. Tony Siino, non è troppo forte il disgusto per quest’amministrazione per votare a destra, oggi?

    36. Gaetano oggi non si vota per le comunali. Il secondo mandato Cammarata è catastrofico però ti dico che l’alternativa potrebbe convincermi (o costringermi) a votare ancora a destra.

    37. Tony, l’autore del post parlava di vergogna per il voto espresso alle comunali e, nello specifico, al sindaco cammarata (minuscolo di proposito). Sei tu che hai ampliato l’orizzonte, dichiarando la tua intenzione di voto per le Europee. Scusami, ma il salto di scenario, il passaggio da amministrative ad Europee lo hai introdotto tu.

    38. Marco, io nel 2007 non ho votato per nessuno perchè già ero residente altrove. E comunque non avrei votato nè per Cammarata nè per Orlando.
      Quello che voglio far capire a qualche utente di questo blog è che uno non si deve vergognare perchè ha votato una persona che corrisponde ai propri ideali.

    39. Bene: secondo me non c’è nulla di cui vergognarsi se si è votato Cammarata in buona fede. Orlando avrebbe fatto meglio? Secondo me no (guardiamo la Campania). Cammarata ha fatto peggio di quanto mi aspettassi ma non per questo qualcuno può sentirsi autorizzato a dirmi che mi dovrei vergognare. Se è ancora in vigore uno schema per cui chi vota a destra è un troglodita che ha qualcosa di cui vergognarsi mentre chi vota a sinistra è un lungimirante intellettuale allora rimango volentieri a votare a destra. Intendevo questo.

    40. @tony Siino scusami ma è più forte di me non riesco a trattenerlo il mio pensiero : ma ke cav…. c’è ne frega a noi sapere per quale partito voti ?” io penso ke il voto alle europee non c’entri nulla con lo stato di degrado in cui ci siamo ritrovati a Palermo poi se ad Amministrare la nostra amata città è il centro destra questo è un altro argomento . Cciao

    41. Siino, secondo il leader del tuo schieramento politico, che, tra gli altri meriti, ha la responsabilità della prima e seconda candidatura di cammarata a sindaco di Palermo, chi vota a sinistra è un c…one.
      Credo che lo schema di cui tu vai favoleggiando esista soltanto nel senso di inferiorità autoindotto degli elettori di centrodestra (per quelli che hanno la sensibilità per autoindurselo). Per tutti gli altri elettori del tuo schieramento – la stragrande maggioranza, ritengo – lo schema unico è quello dettato dal leader: c….one chi vota a sinistra, furbo chi vota per lui.
      Io non credo che tu o i tuoi concittadini con cui hai condiviso le scelte politiche dobbiate vergognarvi. Chi si deve vergonare è diego equinamente cammarata. Ma non ne ha la sensibilità…
      Tu e chi ha votato come te, dovreste provare rabbia, indignazione e il buon proposito di non ripetere l’errore. E vergogna, come tutti i concittadini, di destra e sinistra, per come siamo costretti ad assistere impotenti al degrado della città. Mi vergogno. Io mi vergogno di essere un cittadino palermitano.

    42. siino, ma che c’azzecca orlando con la campania? 🙂
      come se io dicessi che la munizza a palermo è colpa di berlusconi…mai e poi mai…che poi mi salta fuori NUMEROPRIMO come un pupazzetto caricato a molla!!!

    43. ” Come fareste voi ? ”
      ” Le ultime parole famose ”
      ” L’uomo invisibile ”
      ” Le astuzie di Guerin La Volpe ”
      ” La famiglia Belbelli ”
      ” Renato, perdente nato ”
      oppure un rebus : ( 10,7 )
      – soluzione nel prossimo numero –

    44. Gaetano io non ho alcun senso di inferiorità e mi sembra offensivo ipotizzare che l’elettore di centrodestra sensibile dovrebbe autoindursi un senso di inferiorità?!?!
      Stalker ho citato la Campania perché è un esempio di cattiva amministrazione della questione rifiuti così come Palermo.

    45. Ancora per Gaetano: non credo inoltre di aver commesso un errore (per me era la migliore scelta tra i candidati). L’errore lo commette Cammarata quando usa in questo modo la fiducia che gli elettori gli concedono.

    46. Palermo degli anni Orlando è nettamente superiore a quella di Cammarata…….non dimenticate che si veniva dal periodo del sacco di Palermo

    47. @Siino, io mi limito a guardare ai fatti. Negli 8 anni di Orlando la citta’ non e’ mai stata cosi allo sfascio. Non sono un’orlandina e mai stata della Rete pero’ bisogna ammettere che fino a che e’ stato sindaco, Orlando si sapeva dove trovarlo. Da otto anni, ripeto per trovare il sindaco e’ necessario fare il giro dei locali della citta’

    48. @Calò
      Sono d’accordo con il tuo ultimo post. Però mi sento di rivalutare in senso costruttivo il sentimento della vergogna, sia da destra che da sinistra.
      Qui in Italia, non si vergogna più nessuno! A cominciare dai politici sempre più arroganti, nessuno si assume le proprie responsabilità e non parlo solo di Galioto o Cammarata, ma a tutti i livelli.
      Anche Berlusconi quando è arrivato a Palermo, non ha avuto una traccia di prudenza o di ammissione riguardo la vicenda amia. Dice che Cammarata è un buon sindaco e che è tutta colpa di Orlando. Ma perchè vuole continuare a venderci un brocco? Ti pare giusto? Ha puntato su questo cavallo e tira dritto.
      Per noi elettori in buona fede non è l’atto del voto che può farci vergognare semmai sono le CONSEGUENZE. Se io voto tizio e successivamente fa un disastro io dico “mi vergogno di averlo votato”, forse a questo si riferiva “il dottore” nel precedente post.
      Uno non si deve vergognare dei proprio ideali, o del suo pensiero.

    49. “Orlando avrebbe fatto meglio? Secondo me no (guardiamo la Campania).”
      siino, scusa se insisto, non era un esempio, bensì un equazione strampalata. orlando non ha mai amministrato napoli o governato la campania. non voglio difendere orlando e non mi metto tra le suffragette di nessuno, solo della logica, visto che ancora credo nell’importanza delle parole e dei concetti che veicolano.
      se sono stata pedante me ne scuso, ma ultimamente passa tutto ed il contrario di tutto!

    50. @Marco, io ad esempio non ho nessuna vergogna ad ammettere di aver preso un abbaglio alle scorse politiche a votare la finocchiaro che non si è neanche degnata di venire in sicilia ad attendere i risultati, vicino a chi aveva creduto in lei ed ha preso una sonora batosta. ha preferito stare a roma accanto a walterino l’africano a fare la bella statuina. anche da queste cose si vede di che pasta si è fatti e quali sentimenti ci animano.

    51. @Maurizio: la Palermo degli anni 80 non è migliore di questa. In quella si moriva per strada.

    52. Tony, discussione lievemente surreale e forse un po’ off topic.
      Io non so se tu abbia un senso di inferiorità o meno. So che lo schema da te proposto non trova riscontro da nessuna parte. L’unica comunicazione ufficiale, o, comunque, espressa in una sede in cui il leader del tuo schieramento era in una veste istituzionale (assemblea di Confindustria di Vicenza, se non vado errato), in merito ad una possibile categorizzazione degli elettori italiani è stata prodotta da S.B.: chi vota a sinistra è un c…one.
      So anche che gli elettori di centrodestra lamentano il fatto che, spesso, vengano accomunati ad individui espressione della più bieca marginalità sociale, poco istruiti, di estrazione socioculturale molto bassa.
      Che la ex Forza Italia attingesse a piene mani nei bacini elettorali sopra descritti è un dato di fatto inoppugnabile. Infiniti studi sulla composizione elettorale, analisi del voto, hanno dimostrato che la penetrazione degli elettori di centrodestra fra le saccche della marginalità sociale è la più elevata o fra le più elevate.
      Che poi vi siano elettori di profilo ben più alto nel bacino elettorale del centro destra, anche questo è innegabile.
      Alcuni, colti, ben realizzati socialmente ed economicamente fra i mie amici dell’avverso schieramento politico, vivono questa situazione come imbarazzante e fastidiosa. Credo che comprendano come il messaggio politico, la formazione dell’opinione politica che il loro schieramento propone, colpisca i due target sopra descritti (i.e.: marginalità sociale vs borghesia impegnata) solleticando ora l’uno ora l’altro. Ma è il solletico all’altro che imbarazza di più questi miei amici. E’ come vengono solleticati i soggetti più deboli, e con più difficoltà a comprendere il senso ultimo ed elevatissimo dell’azione politica e di governo, a imbarazzare alcuni fra gli elettori del centrodestra.
      Comunque, sono speculazioni fini a sé stesse.
      Buon bagno di munnizza a tutti!

    53. Serena non è che si parli così bene dell’ultimo mandato di Orlando.
      Marco il senso che dai tu alla vergogna mi sembra costruttivo.
      Gaetano sarei interessato a leggere gli studi che citi. Puoi darmi per favore indicazioni per reperirli? Grazie.

    54. In tutti i siti di Istituti di ricerca demoscopica e di mercato, che sono soliti effettuare indagini sulla composizione dell’elettorato, sulle intenzioni di voto nonché i famigerati exit poll, puoi trovare in archivio indagini da loro realizzate.
      Puoi cominciare le tue ricerche dal sito dell’Assirm. Li troverai i links ai siti dei principali Istituti.
      Poi c’è un sito – che viene però oscurato quindici giorni prima dell’avvio delle consultazioni elettorali- il cui url è: http://www.sondaggipoliticoelettorali.it, patrocinato, credo, dal Ministero degll’Interno, in cui vengono pubblicate tutte le indagini relative all’orientamento politico degli italiani.
      In genere, nell’ambito di queste ricerche demoscopiche, non espressamente finalizzate alla previsione dei risultati elettorali, si sviluppa una analisi del tessuto socioculturale ed economico degli elettorati degli schieramenti politici. La cosidetta profilazione degli elettori.
      Ho lavorato per anni nell’ambito delle ricerche sociali e di mercato. A Milano, non a Palermo…Non parlo tanto per dare fiato alla bocca.

    55. Bravo Marco, ma non sò quanti partecipanti a questo blog capiscano la differenza tra la politica fatta di ideali e la pseudo-politica italiana perpetrata da “mani pulite” ad oggi.

    56. Una cosetta che ho scritto io, tanti anni fa.
      Giusto per qualificare un minimo i miei interventi in ambito demoscopico.

      http://www.gfk.com/imperia/md/content/gfk_eurisko/social_trends_093.pdf

    57. @Tony, di Cammarata non mi risulta si parli bene nemmeno del primo mandato… E cmq quelle su Orlando sono al momento polemiche sterili perche’ a governare citta, regione e provincia e’ il centro destra da oltre otto anni

    58. @ gaetano
      visto che parlavi di bacino ellettorale: Orlando, a Palermo, prende la maggiore parte dei voti allo Zen. nn mi sembra poi estrazione socioculturale molto alta…
      aggiornati…

    59. E’ semplicemente ridicolo tirare in ballo Orlando, che politicamente è finito. Ai suoi tempi l’amministrazione che aveva i conti a posto. Questi sono al governo da 8 anni, che hanno fatto? Danni. Se non sei capace di far redigere un piano industriale per far produrre i precari per giunta stabilizzati, sia quelli ereditati sia quelli da te creati, in un paese civile sei mandato a casa, non ti rinnovano il mandato. Questo non è un paese civile. Mi raccontano delle isole Azzorre, sembrano finte per quanto sono pulite e ordinate, grazie a una cura continua dell’ambiente … e i turisti vanno, e sono in mezzo all’oceano Atlantico e non c’è niente oltre al mare e alla natura.

    60. Corollari di Livraghi alla legge di Cipolla.
      **
      In ognuno di noi c’è un fattore di stupidità che è sempre maggiore di ciò che pensiamo.
      **
      Quando la stupidità di una persona si combina con la stupidità di altre, l’effetto cresce in modo geometrico.
      **
      La combinazione delle intelligenze di persone diverse è più difficile della combinazione di stupidità.

    61. Tony:Che c. c´entra la Campania con Orlando?

    62. Caso mai, caro Siino, si potrebbe ragionare sull´inefficienza di due amministrazioni comunali, al di la del loro colore politico. Franz

    63. buttate i certificati elettorali negli appositi contenitori…quelli grigi (carta e cartone)

    64. @capitano di sventura: i certificati li possiamo buttare anche nei contenitori comuni, tanto la raccolta differenziata è solo una chimera…

    65. Non concordo con chi ha scritto che chi ha votato per Cammarata dovrebbe vergognarsi. Al limite chi lo ha votato dovrebbe chiedersi se il voto da lui dato a Cammarata è stato ripagato in termini di efficienza nella gestione della cosa pubblica, a cominciare dalla raccolta dei rifiuti. E dalla risposta dovrebbe ricavare le debite conseguenze logiche: come minimo, non votare più per il partito al quale appartiene cotanto sindaco, non foss’altro che per non essere pigghiato pi fissa arreri dagli stessi figuri.
      Lo stesso ragionamento vale naturalmente per i cittadini campani e napoletani nei confronti dei loro rappresentanti in Comune e Regione: questo perchè la logica (e l’indignazione) non deve avere colore politico ma limitarsi freddamente ai (mis)fatti.
      Ciò detto, a me piace sottolineare una notizia di questi giorni, secondo la quale alcuni dirigenti dell’AMIA avrebbero fraudolentemente “gonfiato” le note spese della trasferta effettuata a Dubai, ufficialmente per partecipare ad una gara per la raccolta differenziata da effettuare in quel paese.
      1) in primo luogo, farebbe già ridere (se non ci fuss’i chianciri) constatare che l’AMIA, che non è nemmeno capace di fare la raccolta differenziata a Palermo, si candida per farla all’estero;
      2) in secondo luogo, ci sarebbe ancora di più da ridere (se non si trattasse di una macroscopica violazione della normativa vigente) evidenziare che l’AMIA NON PUO’, essendo una controllata al 100% del Comune di Palermo, effettuare attività di raccolta e smaltimento di rifiuti solidi urbani AL DI FUORI del territorio comunale. Altrimenti detto: l’AMIA non potrebbe raccogliere nemmeno un sacchicello di immondizia a Cefalù e, nientepopodimeno, si candida per farlo a Dubai;
      3) in terzo luogo, in qualunque altro paese civile a vostra scelta, uno scandalo del genere dovrebbe come minimo ingenerare un profondo sentimento di vergogna nei protagonisti e indurli a dimissioni spontanee, che potrebbero diventare “spintanee” in caso di indugio a rassegnarle; tanto per fare esempi e nomi, un ministro inglese si è appena dimesso perchè il marito s’avia fatto rimborsare 67 euro pi taliarisi due film VM18. E il bello è che la spesa non era nemmeno stata “gonfiata”.
      4) in quarto luogo, è fuori discussione che dette dimissioni non verranno mai rassegnate come parimenti è fuori discussione che venga preso alcun provvedimento contro questi dirigenti dell’AMIA, in applicazione del noto principio “cane non mangia cane” e sempre in ossequio al principio generale secondo il quale in Italia (e in Sicilia soprattutto) le risorse pubbliche non sono mai considerate piccioli ri cittadini contribuenti ma solo greppia nella quale mangiare e della quale (ab)usare liberamente, vuoi per un volo di stato a portare nani e ballerine all’harem del Re Sole ovvero per costosi e inesistenti spese di trasferta in Medio Oriente.

    66. il re sole si è cambiata la leggina lo scorso agosto: sugli aerei di stato, ove necessario, possono volare anche persone estranee alle delegazioni.
      quindi nessun problema per nani e ballerine cone ha “giustamente” detto il menestrello di corte: “non ci vedo niente di male”…e allora vai con le delegazioni per importanti missioni sarde, affari di stato!
      se il capo da l’esempio i gregari si adeguano.

    67. Ci scusiamo con i lettori stranieri di questo blog per le brutte foto ( in particolar modo quella di destra)che è stata erroneamente pubblicata.Sarà sostituita a brevissimo con la foto del sindaco di Palermo.

    Lascia un commento (policy dei commenti)