domenica 20 ago
  • È ripresa la raccolta dei rifiuti

    È ripresa da stanotte la raccolta delle oltre quattromila e 400 tonnellate di rifiuti accumulatesi in strada per la protesta dei dipendenti dell’Amia.

    In serata sono arrivate circa 300 paia di scarpe speciali che erano richieste per lavorare in sicurezza. Si aggiungeranno ai 30 autocompattatori dell’Amia altri 26 mezzi provenienti dalla regione.

    Occorrerà circa una settimana per ripulire le strade.

    Ieri si era svolto un vertice sull’emergenza in Prefettura alla presenza del direttore del dipartimento della Protezione civile Guido Bertolaso in cui si erano date rassicurazioni (anche economiche) ai lavoratori.

    AGGIORNAMENTO: anche stanotte si sono verificati roghi di cassonetti e di rifiuti.

    Palermo
  • 43 commenti a “È ripresa la raccolta dei rifiuti”

    1. Finalmente!

    2. Manco in Africa si vedono certe scene, continuate a votare per certi personaggi squallidi

    3. Meno male!

    4. Ripresa? E’ stata una notte d’inferno in città. Guardate i due filmati di C6TV http://www.c6.tv/archivio?id=4550 e http://www.c6.tv/archivio?task=view&id=4551

    5. Meno male che c’è papi che gli risolve i problemi ai palermitani, dunque potete anzi dovete votarlo ancora. Come un bravo papi, quando i piccoli si mettono nei guai, egli interviene e rimette le cose al loro posto. Perché crescere? Cammninare sulle proprie gambe costa fatica, meglio in braccio a papi, pappe pronte omogeneizzate e ricordate, quando c’è un problema chiamate papi. Ripresa la racolta? E dove? Io la munnizza sempre lì la vedo.

    6. Gli incendiari per la maggior parte restano impuniti, ma almeno due li hanno presi:
      un ragazzo di 19 e l’altro di 24 anni colti sul fatto con una bottiglia di liquido infiammabile.
      Secondo voi qual’è la pena giusta per questi qua?

    7. Pena: 6 mesi di spazzamunnizza ore 8 – 20 sorvegliati a vista.

    8. 300 paia di scarpe!!!! Ma stiamo scherzando?!?!?! Si é diventati così rincoglioniti (scusa per il gergo Rosalio, ma se lo dice il presidente del consiglio lo posso dire pure io, no?!?!) da credere che la spazzatura non si poteva raccogliere in mancanza delle scarpe “sicure”?!?!?!

      A parte il fatto che voglio proprio vederli questi 300 volenterosi lavorare alacremente per ripulire la città.

    9. CHE FARSA!
      La raccolta NON è ripresa, ( solo un giretto a casa degli amici).
      CHE FARSA!
      ORA ESCE CHE ERANO LE SCARPE IL PROBLEMA, se era così bastava dirlo, li avremmo compresi, scommettiamo che gliele avremmo regalato noi?
      LA VERITA’ vorrei saperla dalla DIGOS, questa gente è stata aizzata.
      GLI INCENDI CONTINUANO PERCHE’ qualche furbo ha detto che così si formeranno NUOVE COOPERATIVE per la differenziata.
      IN GALERA non gli incendiari che sono colpevoli di demenza, ma coloro che seminano le loro menti vuote.
      In molti li troverete sabato e domenica .. davanti le scuole sedi di seggi elettorali, li troverete là alla luce del sole a distribuire santini e fornire le “ultime istruzioni”.
      BUONA FESTA DELLE BANANE A TUTTI.

    10. Nuove cooperative? E questi 912 assoverchianti che cosa faranno? Vogliamo vedere il piano industriale. Brava Antonella Monastra! Lei ha la stoffa per fare il sindaco.

    11. Buona festa della repubblica (delle banane)…

    12. e così la protezione civile salvò palermo dalla munnizza. a quando i Caschi Blu contro la Mafia? ed i palermitani riusciranno mai a fare il loro dovere?

    13. e vvai, ora dopo Bertolaso … Bertoldino e Cacasenno
      Risoluzione problema FESTINO, gli aerei NOSTRI atterreranno a Boccadifalco con Apicella, le grandi sorelle, e soprattutto verrà elargito gaudio, anzi no, felicità, anzi nò …. LETIZIA, LETIZIA x TUTTI.
      YUPPYYYYYY

    14. La raccolta della munniza e’ ripresa…. In via Liberta’ (io di fatti sotto casa non ne ho più ma mi delizio con quella del resto della citta’).

    15. ma che succederà dopo le elezioni?
      Continuerà la raccolta ?

    16. la raccolta è ripresa…….ma dove????????
      sotto casa mia è ancora strapieno, e mi pare che il sindaco sia ancora al suo posto….

    17. La monnezza liberista
      ===================

      Una città assente forse perchè delusa da tante sconfitte subite nel corso della sua storia non ha partecipato alla battaglia dell’opposizione al Consiglio Comunale di Palermo conclusasi, forse per la prima volta da innumerevoli anni, con una vittoria: l’aumento del 35% della Tarsu non è passato! Aumento sostenuto dal Sindaco che non ha saputo o potuto prendere le distanze dal chiaccherato Consiglio di Amministrazione dell’Amia, l’azienda municipale preposta all’igiene ambientale e che in passato aveva protetto non querelandosi per il falso in bilancio che era stato denunziato e conclamato. La battaglia dell’opposizione è stata durissima e, da un certo momento in poi, assediata dai dipendenti Amia che sembravano interessati
      al varo dell’aumento e dall’assedio delle immondezze.Spero che le Confederazioni sindacali faranno un approfondimento sul comportamento dei dipendenti Amia dal momento che è sembrato che la loro azione fosse rivolta a minacciare l’opposizione per obbligarla a votare l’aumento ed a ricattare la città sommersa da tonnellate di rifiuti che, ad un dato momento, hanno preso a bruciare in centinaia di posti diversi, incendi non provocati dalla pur acuta esasperazione degli abitanti.
      Dopo la sconfitta del Sindaco e della sua maggioranza l’intervento di Bartolaso è sembrato un atto strumentale del Governo per soccorrere il centro-destra palermitano in difficoltà e per consentire il rientro dello sciopero aziendalistico con l’assegnazione di trecento paia di scarponi (!!!) ai dipendenti, una ridicola
      messa in scena per giustificare , salvare la faccia e tornare alla normalità attribuita al deus ex machina Berlusconi ed al suo
      factotum Mercurio.
      L’aumento proposto del 35% è stato preceduto da un altro settanta per cento di meno di due anni fa e che non era servito ad evitare lo spaventoso deficit di 180 milioni di euro che aumenta di quattro milioni di euro al mese.
      La cittadinanza di Palermo paga una considerevole cifra per la Tarsu. La tassa è molto pesante per gli esercizi pubblici e per le attività produttive e pesa su ogni famiglia palermitana per non meno di duecento euro l’anno.
      Anche se fosse passato l’aumento proposto dal Sindaco dubito molto che il bilancio Amia si sarebbe riassettato dal momento che esiste nella gestione privatistica dell’azienda una incoercibile tendenza ad un esponenziale aumento delle spese rispetto le entrate che sono costituite quasi esclusivamente dai proventi tributari imposti dal Comune.
      E’ nella natura stessa della obbligata trasformazione della municipalizzata in spa il meccanismo diabolico del fallimento. I soldi li mettono i cittadini ma nè Comune nè Corte dei Conti possono esercitare un controllo sugli amministratori dell’azienda che bruciano ingenti quantità di risorse per sè stessi, per i loro consulenti, per le persone che assumono con criteri del tutto arbitrari, per le esternalizzazioni, per gli affari che gestiscono, insomma per tutto. La raccolta differenziata non riesce a decollare e non dec ollerà mai dal momento che i gestori dell’amia non sembrano molto interessati e lo stesso affare dell’inceneritore pone problemi che sono assai al disopra della mentalità da “massaria” che è prevalsa nel gruppo dirigente che spende il suo tempo in inutili costosi ripetuti viaggi negli emirati alla ricerca forse dell’araba fenice.
      E’ il fallimento della privatizzazione dei servizi pubblici locali. Presto entrerà in crisi anche l’acquedotto municipale ed aumenterà smisuratamente il costo dell’acqua mentre l’Amat pensa di risolvere i suoi problemi assumendo vigilantes per reprimere i viaggiatori abusivi. Un pannicello caldo in una situazione strutturalmente deficitaria.
      Nessuno sembra rendersi conto della pericolosità dei marchingegni di privatizzazione dei servizi. I costi diventano insopportabili ed i servizi sempre più scadenti. Questo accade dovunque al modello pubblicistico di gestione si è sostituito il modello privatistico. Eppure anche le stesse opposizioni che hanno valorosamente combattuto la loro battaglia a Palermo sono convinte che si tratta soltanto della cattiva gestione di un organismo valido. Non è così. Bisogna tornare al modello pre spa, senza consigli di amministrazione, senza presidenti ed amministratori delegati e consiglieri. Senza consulenti e senza esternalizzazione ripristinando il processo accumulativo di konw hau che ha costituito l’orgoglio di tante nostre municipalizzate prima della follia ideologica della mercificazione e della privatizzazione dei servizi pubblici.

      pietro ancona
      http://medioevosociale-pietro.blogspot.com/
      http://www.spazioamico.it

    18. In verità stamattina (giorno 02/06/2009), telefonando all’AMIA, mi hanno detto che non sono uscite più di 5-6 vetture, ed in effetti la situazione a Sferracavallo, San Lorenzo, viale strasburgo, ed in quasi tutte le vie del centro storico, era assolutamente immutata. Il parcheggio di via Spinuzza, all’Olivella, in pieno centro, era occupato da un cumulo gigantesco di rifiuti, opportunamente fotografati da gruppi allibiti di turisti. Quindi la raccolta riparte… ma dove… in quale città?

    19. ho capito bene la città piu’ cool d’Italia è rimasta sporca perchè mancavano le scarpe???

    20. LE SCARPE? MA ROBA DA MATTI! MA SE LI HO VISTI TANTISSIME VOLTE ROVISTARE NELLA SPAZZATURA A MANI NUDE ALLA RICERCA DI COSE DA PRENDERSI!!!

    21. “PRENDERSI” NEL SENSO DI PORTARSI A CASA

    22. persone che, senza crearsi problemi, rovistano a mani nude nella spazzatura, d’improvviso si scoprono sconvolte perchè non c’hanno le scarpette a modo.. AHAHAHHAAHAHAH MA FATECI IL PIACERE!!!

    23. Pietro, la cittadinanza di Palermo paga una considerevole cifra per la Tarsu? Chi paga? Sembra che il 70% non paga nulla.

    24. Piazza Olivella l’ho fotografata pure io, con una comitiva di spagnoli sulla sinistra al bar per una bibita, sullo sfondo i campanili e in primo piano una montagna di munnizza 10 metri per 3. E il fetore? Miiiiii … mi sono messo nei panni di un topo di fogna: gnam gnam gnam! Mitico.

    25. Tranquilli… anche in via Libertà è tutto rinviato a dopo le elezioni!
      Per quanto riguarda la Tarsu, per evitare il panico è bene chiarire che GLI AUMENTI VALGONO SOLO PER CHI LA PAGA!
      Tutti gli altri (la maggioranza) possono stare tranquilli.

    26. la tv ha detto che ricominverà la roccolta dell’immondizia perchè agli operatori ecologici è sta to assicurato che gli stessi verranno dotati di guanti e bende per la bocca. Perosnalmente, il 50 anni, non ho mai visto “u netturbinu” con guanti e bende a protezione della bocca. BASTA CON STE MINCHIATE.

    27. Non avete idea. Mia sorella che é guida turistica ed ha i collgamenti satellitari, fortse come molti di voi, ha visto che tutte le reti di informazione mondiale hanno descritto Palermo come Napoli, in primis.
      I turisti che accompagnava hanno scattato molte foto, invece per fare notare queanto fossimo degenerati ed in capaci di amministrare una cosa per loro così ovvia. Stavano fotografando una situazione da terzo mondo in piena Europa.
      Dire qualcosa? Non so davvero cosa dire. E sono un elettore di dx. A questo mai si sarebbe dovuti arrivare.

    28. Sapientone la questione della assenza dei dpi, era ovviamente strumentale. Lo so io. Lo capisci bene tu.
      Mi occupo di edilizia, fatico a convincere le persone a metterli questi benedetti dpi, mi volto, e se li levano.I DPI non dubito fossero una scusa ed una forma di ricatto.
      concordo con te.

    29. e se fosse tutta una messa in scena??

      supponiamo che un leader politico altrimenti conosciuto come un risolvitore di caos mondezza, momentaneamente in difficoltà di coalizione, mettiamo pure il caso che abbia un buon ascendente su chi scende in piazza per la protesta, a 4 giorni dalle elezioni risolva il tutto, venendo poi a palermo a farsi vedere accanto a cassonetti e compattatori nuovi di pacca… neanche quelli della cocacola riuscirebbero a fare uno spot migliore…………………………………..

    30. No, angolo diedro, non è possibile, perchè io ho pensato la stessa cosa ?
      Non so, ascoltando Berlusca ad un tg, mi è venuto in mente : e se si fossero messi d’accordo per permettere poi al silvio di essere di nuovo il salvatore della situazione ?
      Penso che sono capaci di tutto, anche di questo

    31. Ma è il salvatore della situazione 😉

    32. viva viva santo silvio protettore dell’amia mia
      viva viva santo silvio protettore del mio cool 😉

    33. a proposito di immondizia…elettorale, un’altra perla! 🙂
      http://tv.repubblica.it/copertina/immondizia-elettorale/33392?video

    34. …che gioia stare sempre appesa come un sacchetto della monnezza aspettando che un netturbino mi butti di qua o di la! grazie rosalì, troppo onore! 😉

    35. un po’ di cassonetti sono stati svuotati,
      ma la città è ancora molto fetida e piena di rifiuti.
      Il lavoro da farsi è ancora tanto.

    36. ieri notte intorno alle 2.20 sono stato svegliato da una puzza di bruciato soffocante , ho appena fatto in tempo ad aprire tapparelle e finestre e si è immediatamente presentato ai miei occhi uno scenario sconcertante 4 contenitori in fiamme ed una fumata nera , la gente che scappava a spostare le auto per paura che prendessero anch’esse fuoco .
      Ma dove stiamo andando a finire ???

    37. Stalker ti invito a rimanere in tema. Grazie.

    38. Tutti lavoratori hanno diritto a lavorare in sicurezza e il datore di lavoro deve fornire tutto ciò che serve per la sicurezza del lavoratore.
      C’è anche un funzionario in ogni ditta che si occupa della sicurezza dei lavoratori e dell’applicazione di tutte le nornative relative.
      Quindi mi sta bene che i lavoratori dell’AMIA ricevano guanti e scarpe di sucurezza per il loro lavoro.
      Ma a questo punto l’addetto alla sicurezza dovrebbe verificare che nelle prossime settimane gli operatori ecologici escano per il servizio con scarpe e guanti di sicurezza, anche in estate… se non le idossano, bacchettate sulle gengive!!!

    39. qua a mondello siamo sempre allo stesso punto!

    40. il peggio -credo- deve ancora venire.
      Dopo le elezioni e verso la fine del mese, quando gli operai amia non percepiranno lo stipendio (altro che 70 ore di straordinario…).
      L’amia si avvia trionfante al fallimento (e con la Lega al governo niente soldi per la munnizza made in palermo). E appena sarà aquisita a 4 soldi da qualche guppo straniero, gli operai lagnusi (con o senza famiglia al seguito) saranno mandati direttamente a casa.
      Consiglio: posteggiate auto e moto a 100 metri minimo dai cassonetti e producete meno spazzatura possibile.
      Moti urbani in arrivo

    41. Anch’io, come “angolo diedro” sento puzza di appattamento…
      E sarà difficile che questa puzza scompaia, anche se tolgono tutta la munnizza prima del 6 giugno.

    42. angolo diedro, appunto che va contro il tuo ragionamento. La giunta qui é del PDL.
      Berlusconi diventa l’angelo salvatore di gente che ha garantito come efficiente?
      Ci farebbe la figura del cretino.
      L’ha fatto a Napoli dove la giunta era di sx.
      Questo é invece un po’ un boomerang.

    Lascia un commento (policy dei commenti)