mercoledì 16 ago
  • Che cosa non vi piace di Rosalio?

    A noi di Rosalio le critiche piacciono molto più dei complimenti. Ci aiutano a migliorare e a rendere questo blog più gradevole per chi lo legge.

    Oggi è il giorno giusto per chiedere a voi lettori che cosa non vi piace di Rosalio. 🙂

    Ovviamente le critiche costruttive ci piacciono più delle altre (ma ricordarlo non guasta) così come preferiamo le persone educate alle altre (quindi tenetene conto nei commenti).

    Le critiche più sensate porteranno a dei cambiamenti (nei tempi necessari). Grazie!

    Rosalio
  • 67 commenti a “Che cosa non vi piace di Rosalio?”

    1. A me piace questo blog, con i suoi alti e i suoi bassi (come in tutte le cose della vita).
      La mia quindi non è una critica ma un suggerimento (comunque sono in tema: propongo qualcosa che manca; quindi sottilizzando potrei dire: la mia critica è che manca questo qualcosa …).
      Considerando il valore dei collaboratori e lo spessore di molti interventi, sarebbe interessante tentare un salto in avanti in un campo attualmente precario (forse quasi inesistente), il campo culturale.
      Mantenendo il blog così come è, sarebbe interessante aggiungere una parallela sezione monografica su temi culturali, come le pagine specifiche dei giornali seri.
      Penso ad argomenti forti: il degrado dell’urbanistica; l’esistenza o meno di principi della morale; le piaghe della politica; la questione meridionale; i rischi dell’epidemia influenzale suina; il significato della poesia ai nostri giorni; il contrasto tra antropologia debole e antropologia forte …
      Penso a una collezione di monografie in rete ad alto livello.
      Sarebbe necessario una specie di comitato scientifico che possa sviluppare adeguatamente il tema (e forse questa è difficoltà insormontabile, potendo scattare il peculiare atteggiamento palermitano “macomeluisieiono”). Bisognerebbe organizzare una rete di revisori disponibili ecc. ecc.
      In sintesi, mi piacerebbe una sezione con monografie d’eccellenza che io possa consultare in caso di necessità come si consulta un esperto.
      ezra p

    2. Io non gradisco molto gli articoli sul calcio(ed il calcio lo seguo! solo che gli articoli scrivono sempre le solite riflessioni da barberìa) e sulle frivolezze mondane tipo le borse vuitton et similia. Ma mi fanno impazzire gli articoli di Maria Cubito e leggo con molto interesse gli interventi di Donato Didonna.

    3. Sarebbe utile avere la possibilità di poter vedere un’anteprima dei propri commenti ed avere la possibilità di modificarli dopo averli postati in caso di errori di battitura

      Per quanto riguarda i contenuti nulla da eccepire!

    4. sarebbe altresì utile creare un accesso con account in modo tale da poter dare al moderatore facoltà di punire i facinorosi (e mi ci metto anche io in mezzo) con ban temporanei (o permanenti in caso di reiterazione :D)

    5. A me nn piacciono certi partecipanti alle discussioni che scambiano il blog per una chat. A volte leggo battibecchi lunghi un chilometro del tizio che deve convincere caio della sua posizione o cmq se nn lo convince deve avere l’ultima parola. Ovviamente nn si può fare niente a riguardo… 🙂

    6. 1)Una gestione dei commenti più versatile non sarebbe male. Diciamo stile Punto Informatico o Lifehacker (in entrambi è possibile gestire sub-thread ovvero rispondere ai commenti mantenendo una coerenza di formattazione).

      2)E ancora, la possibilità di eseguire ricerche sui commenti (che sono alla fine il vero sale di rosalio).

      3)E’ piuttosto seccante la tabella che compare sul mouseover “condividi” in ogni post. Uno scrolla per leggere e si ritrova fra i piedi ‘ste cose che si aprono. Convertirle a onmouseclick sarebbe alquanto opportuno.

    7. Non mi piacciono i saluti. Quei saluti così : .Saluti. Tra due punti. E’ un modo di salutare dall’alto o da lontano. La negazione del saluto, del contatto.

    8. Spesso i post sono ripetitivi. Ovvero la differenza tra Palermo e le altre città che, per carità, danno la possibilità ai partecipanti di sfogarsi e scrivere improperi sulla nostra città (tranne quando le critiche provengono dal barese Didonna e lì esce fuori tutto l’orgoglio panormita), però sono fini a loro stessi.
      Pertanto proporrei dei post costruttivi per la città che possano riunire tutte le coscienze civili di questa città, e perchè no, creare anche un’associazione “Amici di Rosalio” che possa servire a far crescere il senso civico di Palermo con manifestazioni, incontri con le scuole, e quant’altro possa servire per cominciare ad essere propositivi e smettere un volta per tutte di praticare lo sport preferito dei palermitani: lamentarsi “ammatola”!

    9. Isaia Panduri adesso Condividi è onclick. Grazie. 🙂

    10. Sono d’accordo con Ben aver la possibilità di modificare i commenti non sarebbe male, così come l’account per poter pubblicare, risolverebbe un pò di problemi. Fra l’altro l’account potrebbe forse garantire la possibilità dei pvt così si evitano discorsi privati molto off topic all’interno dei post.

    11. Suggerimento… le sezioni monografiche del primo commento, potrebbero essere fatte in stile reportage… in maniera da coinvolgere più persone… e unire in collaborazioni, le persone che si leggono solamente on-line. Esempio… io sono un fotografo… e mi piacerebbe fare un reportage sul reattore nucleare dell’università di Palermo (molti non sanno nemmeno che esiste 🙂 ) chi viene con me e fa l’intervista al direttore e poi scrive l’articolo… chi può poi aiutarmi con l’impaginazione di qualcosa di “embeddabile” tipo una pubblicazione sfogliabile fatta ad esempio con Isuu.com (es. http://issuu.com/vincamma/docs/s_mercanti)…
      Insomma far evolvere dall’individualismo sociale al collaborazionismo sociale… w i socialnetwork 🙂

    12. Scusate, l’impeto del commento precedente mi ha fatto omettere un paio di “?”… li metto ora 🙂 “?” “?” 🙂

    13. cosa non mi piace di rosalio?
      essere spesso e volentieri in attesa di m*derazione! 😉
      mi sento come ghezzi che parla fuori sincrono
      http://www.youtube.com/watch?v=KUBgFWND1fM&feature=related
      o come un pesce in un acquario 😛

    14. Mi piace il blog, non ho dubbi, però mi piacerebbe che tutti questi link ai portali blog e/o altri siti fossero ordinati, per tipologia di informazione, che ne so per turismo, cronaca etc etc sono tanti e mi confondo!
      grazie.

    15. si potrebbero mettere i commenti ordinati per argomento…Cioe’ ho notato che a volte al commento 23° c’è la risposta del commento 12° ma il tizio del 12° commento non vede il 23° e magari al commento 44° chiede come mai nessuno abbia risposto. Insomma un mix tra forum (dove devi mettere il titolo della conversazione) e gli attuali commenti. Probabilmente essendo “costretti” dentro determinati titoli si eviterebbe lo spam o il “parrammatula”

    16. secondo me dovreste dividere il sito per tematiche e sezioni (cornaca,poltici,sport,rubriche) perchè postate cosi le cose sono un pò confusionarie

    17. Non è per piaggeria né per fare una sviolinata gratuita ma a me Rosalio piace (e molto) così com’è.
      Vs. aff.mo Leone

    18. Grafica e design: troppi spazi bianchi, tra le righe e nei bordi degli articoli. A me piacerebbe molto l’utilizzo del grassetto all’interno dei post.
      Template: una struttura “magazine” che tenesse in evidenza l’ultimo post di ogni singola categoria. Stile wired, per intenderci.
      Argomenti: meno post “racconto” e più microblogging di critica e cronaca, nonchè servizi utili ai cittadini. Sarebbe bello un editoriale settimanale con i fatti più rilevanti.

    19. Stalker l’essere in attesa di moderazione dipende da te, non da Rosalio.

    20. Rosalio un è interessante blog urbano, a mio parere, per queste ragioni:
      – capacità di interazioni con i lettori in senso creativo (proposte di photojournalist, e mi ricordo ai tempi il forum “la città che vorremmo”);
      – capacità di fare autodiagnosi attraverso queste verifiche su come migliorare il blog chiedendolo ai lettori;
      – vastita’ di argomenti trattati e numerosi autori. Il non concentrarsi unicamente su pochi argomenti ne ha fatto uno dei punti di forza, d’altronde se è il blog di Palermo, Palermo è fatta da 1000 argomenti.
      Questi i principali aspetti che a mio modesto parere hanno fatto di Rosalio un blog urbano di riferimento per molti individui.
      Apprezzo questi momenti verifica, di ascolto sull’efficacia del blog, una sorta di istinto darwiniano di sopravvivenza al cambiamento delle dinamiche urbane (sociali, culturali, urbane in generale). Ma anche un interessante e stimolante istinto creativo del blog per il quale vengono, possono essere chiamati ad esprimersi potenziali collaboratori e proposers/promoters su idee innovative di blog urbano.
      L’idea di blog urbano è in continua evoluzione e cammina insieme alla preziosa capacità di interazione dei diversi bloggers autori e lettori e alla capacità di lettura e interpretazione del territorio in cui si vive (o vegeta).
      L’idea di Francesco Enia di un blog attento alla cultura e agli impulsi alla cultura è molto eccitante. E Rosalio ha vissuto l’emozione di questi giorni con l’esperimento del forum “la città che vorremmo”, una sorta di scatola magica delle idee e proposte x una Palermo diversa ed europea, piu’ che delle lamentele (che ormai abbondano ovunque inflazionate e talvolta spacciate per indignazioni).
      Ancora oggi, un po’ per nostalgia, un po per memoria storica del blog, proverei una sensazione piacevole a cliccare su rosalio.it/forum e leggere interessanti e innovative proposte operative fatte da palermitani intelligenti ;-). Ma come si direbbe alla fine di Blade Runner “tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia, è tempo di morire”. Beh speriamo non sia proprio tempo di morire “culturalmente parlando” ma quell’esperimento sociale di Rosalio è terminato davvero troppo precocemente. E non per Rosalio – che ha fornito immediatamente piattaforma web e spazio – ma per individui che – non riuscendo a scollarsi di dosso tratti tipici e atavici di questa città – dopo un primo periodo di animazione/eccitazione e fermento propositivo, si sono ritrovati, dopo qualche mese, individui disincantati (o non più motivati, oppure che si domandavano “e perchè dovrei fare rete con questi?”).
      Rosalio come blog urbano ha sperimentato possibili vie per la costruzione di reti sociali e masse critiche rispetto a dinamiche urbane complesse (culturali e sociali).
      Questa credo sia oggi la sfida piu’ eccitante per un blog, ricoprire ruoli di veicolatore di informazioni da e ai cittadini, ma anche fomentatore di reti di cittadini con idee e proposte progettuali in grado di incidere sugli equilibri sociali economici culturali e politici attuali, con il principale e nobile obiettivo di migliorare la qualità della vita urbana.
      Se un blog urbano a Palermo fosse capace di iniziare a svolgere questa funzione per vocazione istintiva di molti suoi abitanti, potremmo mutare diversi assetti della nostra vita comune, dando vita a nuovi scenari di palermitanità, scenari capaci di aumentare il sentimento di appartenenza territoriale.
      Questo post “Che cosa non vi piace di Rosalio?” lo volgio cogliere in questa chiave. Una sorta di “call for proposal” subliminale, aperta ai propositori, ai creativi, anche a quelli che dopo i primi 2-3 mesi si disincanteranno, anche non sapendolo. Provare è sempre adrenalinico e ne vale la pena in termini di sfida per il nostro cervello, quanto meno lo ossigena 🙂

    21. Ciro è lo spirito giusto. Possiamo sempre riprovarci. 🙂

    22. rosalio, l’ho messa sullo scherzo, ma il discorso della moderazione (attesa di approvazione) potrebbe essere rivisto allargandone le maglie. ci sono molti commentatori che spesso non vengono letti, o letti in ritardo, perchè rimangono in moderazione per ore, e le discussioni vanno a due velocità che spesso non si incontrano. io adesso sto andando in diretta (almeno fino all’ultimo commento inviato), ma ti assicuro che sono la stessa e scrivo con lo stesso spirito di quando sono appesa per ore in attesa di approvazione.
      tra l’altro molti commentatori che appaiono costantemente “in ritardo” sono quelli che preferisco per la libertà di pensiero, senza fare nomi.
      non è polemica, credimi, penso che ne gioverebbe il blog e la comunicazione, anche perchè spesso, secondo me, non si interviene sul linguaggio ma sulle idee e la loro libera circolazione

    23. dimenticavo, su molti punti sono d’accordo con ciro

    24. parla ciro…
      ………….
      Questa credo sia oggi la sfida piu’ eccitante per un blog, ricoprire ruoli di veicolatore di informazioni da e ai cittadini, ma anche fomentatore di reti di cittadini con idee e proposte progettuali in grado di incidere sugli equilibri sociali economici culturali e politici attuali, con il principale e nobile obiettivo di migliorare la qualità della vita urbana.
      ……..
      condivido.
      pequod

    25. Stalker basterebbe evitare di farsi rimuovere commenti, cosa che a volte non fai.

    26. rosalio, guarda che non stavo perorando la mia causa, ti assicuro che la notte dormo anche se rosalio non mi ha approvato un commento, cercavo di ampliare il discorso su cos’è fare rete e quale impatto possa avere per cambiare lo stato delle cose, sul perché delle idee passano e altre no, neanche fossimo dei bambini da tenere per mano, ma da quell’orecchio non ci senti e rispondi come una bonaria maestrina che mette la nota sul registro 😉
      peccato, a mio modesto avviso poteva essere uno spunto interessante, a prescindere dei commenti approvati o meno alla sottoscritta.
      vabbè, la chiudo qui, dialogo tra sordi
      ps.se pensi di rispondermi, ti prego, non te ne uscire con la policy, abbi pietà!

    27. visto che siamo in tema, come mai sono nuovamente in attesa di approvazione?
      sembra di giocare al gioco dell’oca, riparti dalla casella numero 3!!! 🙂

    28. Stalker non ci sono dei “commentatori in attesa di approvazione”. I commenti, se rispondono a dei criteri di tipo euristico, possono essere posti in coda di approvazione. Appena un moderatore nota che si tratta di un falso positivo sblocca il commento, se invece va rimosso lo rimuove. Te l’ho scritto credo centinaia di volte. Evidentemente non mi spiego.
      La policy dei commenti esiste perché esistono delle leggi che noi rispettiamo, non è un capriccio.

    29. Ma cos’è un “falso positivo” ? La banconota che Totò spaccia al tabaccaio ? @ Stalker: sono stato a lungo anch’io in “sala approvazione”. Poi un giorno, all’improvviso, mi hanno sbloccato. Non so bene perchè, ma un po’ mi dispiace…..Ciao. Ps ” La banda degli onesti “

    30. vi volevo informare del fatto che gli impiegati del comune di palermo hanno rosalio oscurato su internet, da ciò di deduce che rosalio non piace a cammarata e cammarata non piace a rosalio.la notizia mi è stata data da un mio amico che lavora per il comune di palermo.

    31. a mio parere è un ottimo blog o come voglia dirsi, dalla notizia sempre fresca, ma ha 2 pecche:
      1- troppo orientato a sinistra
      2- troppo censurato
      3- poco strutturato in sezioni( sport,cronaca,ecc)

      Il resto è perfetto. sempre fresco!!! anche se ogni tanto un po di aria di rinnovamento non farebbe male.
      ciao mauro

    32. A PROPOSITO DI SINISTRA NON CREDETE SIA ECCESSIVO IL BANNER PUBBLICITARIO SUL PD, QUESTO MI INDIGNA E NON POCO, DOVRESTE ESSERE SUPER PARTES E INVECE CIO CONFERMA LA MIA IDEA. TROPPO VOLTATI A SINISTRA SIA NELLA PUBBLICITA’ CHE NEGLI ALTRICOLI.

    33. Spero sia solo un problema di introito pubblicitario… 😉 COMUNISCHHHHTI!!!

    34. Manuelo non esiste alcuna comunità di “reietti” (semmai una possibile “banda di violatori della policy”). La valutazione dei commenti viene fatta sui commenti, non su chi li posta. Un falso positivo è un commento candidato alla cancellazione per errore.
      Mauro il banner che vedi occasionalmente fa parte del circuito di Google AdSense e non viene scelto da noi in particolare. Ad ogni modo non avremmo alcun problema a pubblicizzare un partito politico, di qualunque parte esso sia.
      Non siamo orientati a sinistra, né al centro, né a destra e non ci interessa la politica di parte. Ci interessa la politica come qualcosa che attiene alla polis. Sarebbe interessante che tu facessi degli esempi di cose che ti fanno pensare che questo blog sia orientato. A meno che il raccontare fatti (come la sommersione della città di rifiuti) possa essere considerato di parte. Saluti.

    35. ma il tuo amico che ci faceva su rosalio durante l’orario di lavoro?!??!?

    36. Bei tempi quando dicevano che eravamo di destra! 😛

    37. Era in pausa, invece di andare a prendere il caffè al bar ha deciso di dare un occhiata su rosalio! Ognuno nella pausa decide liberamente come passare il proprio tempo.

    38. Troppo lento a caricare la pagina…fatela più snella!!!

    39. Ah,Ah,se il fatto che Rosalio parli dello sfascio della città significa essere orientati a sinistra, allora viva il comunismo!

      P.S. Quello che apprezzo di Siino è che malgrado sia sfacciatamente di destra, quando si traveste da Rosalio è assolutamente superpartes.

    40. ” La banda degli onesti ” : Totò (portiere) , Peppino ( tipografo) e Giacomo Furia ( pittore di insegne 🙂 ). Si improvvisano falsari ma non troveranno il coraggio di spacciare neanche una sola banconota falsa.

    41. Qualche lamentela costruttiva: (1)Sono dimenticato in “moderazione” da un anno e passa. Non so manco + perché. Difatti spesso evito pure di scrivere perché quando il mio commento è approvato è già sorpassato da altri venti (vi prego sbloccatemi). (2)Odio la faccia di Cammarata disegnata da lobo che continua a ridere quando mi verrebbe solo da dirgli “che mi… c ridi?” Se almeno accanto a “scarica” c fosse disegnato uno sciacquone tutto cambierebbe. 🙂 (3) Ragionerei sull’opportunità d tenere aperte ancora certe rubriche, il numero di commenti è una perfetta cartina al tornasole sull’interesse che suscitano; (4) Inserirei i “voti” ai commenti, così quando qualcuno scrive una st..upidata non si avrebbero 200 noiosi commenti di condanna al suo seguito ma un solo -200 come voto al commento stesso.

    42. F@b10 qualche commento fa spiegavo che non c’è alcuna lista di commentatori in moderazione.
      Il numero dei commenti equivale a circa il 5% del numero dei lettori quindi non penso che sia un buon criterio quello che suggerisci.

    43. A me Rosalio piace così com’è.
      L’unico suggerimento che posso dare è aumentare la dimensione dei gravatar dei commentatori, dato che le foto sono a mio avviso inintellegibili.

    44. se devo dirla tutta :
      suggerimenti di carattere tecnico non so esprimerli se no amio modo, è qundi x vergogna che li esprimerei in privato ( a modo mio).
      TUTTILRESTO?
      Bà, … un po complicato.
      Rosalio ( come ogni cosa al mondo) potrebbe essere migliorato, ma siccome il metro di giudizio, il parametro, il paragone è …. ZERO…
      Rosalio è quanto di meglio, innovativo, trasparente, progressista e liberista … si sia MAI visto in questa città negli ultimi 20 anni.
      Complimento? SI! ma triste.
      Un’iltima cosa … Rosalio di SX?
      ha ah ah ah aahahahahhahah
      allora sì, i voli di stato x le veline sono minçhiate, la legge è uguale x tutti ( il lodo è fantasia), Apicella è un cant’autore, a Palermo i rifiuti vanno via in 9 giorni, il voto è libero, io sono alto, babbo natale esiste, e da luis vitton si risparmia.
      HA HA AH AHA HA AH AHAHHAH

    45. Di Rosalio non mi piace il fatto che è troppo schierato a sinistra. Intendiamoci non vorrei fosse di destra, vorrei che trattasse le questioni asetticamente e che desse lo stesso rilievo sia alle cose che non vanno sia a quelle che vanno.
      Mi piace la grafica

    46. Goku non riferiamoci agli altri ma pensiamo a migliorare. 🙂
      Michele P. sarebbe interessante che tu facessi degli esempi di cose che ti fanno pensare che questo blog non sia asettico (nei post di Rosalio, quelli degli autori esprimono le loro opinioni e se sono di parte è legittimo) e sia orientato a sinistra.

    47. Non c’è la possibilità di correggere il post.
      Ci vorrebbe una funzione di edit!

    48. Cosa non mi piace di Rosalio? Struttura vecchia e soliti autori. In questi giorni ci sono sempre gli stessi post, carenza di idee. Cosa mi piace? Sto pensando. La fortuna di questo blog è l’autorità assunta nel corso degli anni, soprattutto quando era “l’unico”.

    49. A me non piacciono i post sul calcio… io odio il calcio! 🙂

    50. Ho letto di un paio di amici che pensano di Rosalio che sia troppo a sinistra. Mi preoccupo, non ho capito nulla allora…
      Ad ogni modo, va bene così com’è, secondo me andrebbero evitati alcuni post inutili e/o ripetitivi, oltre che poco rilevanti per la comunità palermitana.

    51. Annibale fai pure qualche esempio, grazie.

    52. Wacopo con questa formula rimane l’unico, nonostante gli svariati tentativi di imitazione che non capiscono che e’ inutile fare un’altro Rosalio (e peggio) se c’e’ gia’.

    53. @Rosalio: mi riferisco all’enfasi con la quale vengono posti argomenti che puntano il dito in modo accusatorio. La stessa canzoncina di Cammarata, se analizzata nel testo, mi sembra offensiva eppure campeggia in home da non so quanto.
      Mi piacerebbe che ci fosse un banner col prato del Foro Italico pieno zeppo di bambini che giocano e su una bella scritta 2anche questa è Palermo”, oppure mi piacerebbe che si desse il giusto spazio al rinnovaato spazio antistante la piazza valdesi, senza quelle deleterie capanne….insomma….questo volevo dire….un pò di sano ottimismo che ci aiuti ad amare di più la nostra splendida Città.Tutto qui

    54. Rosalio certo che sei schierata a sinistra non lo vedi? Mettiti con le spalle al monitor, dove si trova la colonno dei post, a destra o a sinistra? Propongo un blog a trecolonne, destra centro sinistra, tripartisan 🙂

    55. francamente non capisco le critiche sull’orientamento politico di Rosalio.. in alcuni post, e soprattutto nei commenti, ci sono state delle affermazioni da parte di alcuni degne della Scuola di Chicago o del miglior circolo liberale made in US. Semmai il problema è che in Italia oggi non esiste (o quasi) un centrodestra liberale e che la parte dei liberali la debbano fare alcune parti del PD… ma questa, è un’altra storia

    56. Ti faccio qualche esempio?
      Post personali, ma così personali che non ricevono commenti. I soliti post su gente che fa un salto in Europa e “Palermo fa schifo, non è europea”; non abbiamo bisogno di scoprire ancora l’acqua calda. Tutti quei post che in qualche modo possono inutilmente esaltare il buon governo (che non c’è) di comune o regione (vedi, ad esempio, ben 3 post con cronaca della raccolta rifiuti).
      Sono, comunque, sopportabili, sappiamo come sei fatto e non ti vogliamo diverso. Si perderebbe il gusto della critica.

    57. Annibale i post sulla raccolta rifiuti si basano su comunicazioni della Prefettura e del Ministero dell’Ambiente e non vogliono né esaltare né denigrare i governi: contengono dati e previsioni. Per noi è un buon segno di indipendenza e obiettività, forse, se ci si accusa allo stesso tempo di fare entrambe le cose. 🙂

    58. Che Rosalio fosse definito di sinistra proprio non me l’aspettavo.
      A me piace molto cosi com’è, anch’io però eviterei i soliti post denigratori sulla città, sui suoi difetti, e mi concentrerei sulla parte propositiva, anche se quasi sempre sono pietre lanciate vanamente, idee che svaniscono presto e che bruciano ogni entusiasmo. Non so se è una caratteristica fisiologica dei palermitani o un difetto dei blog e delle realtà sociali in cui molto si dice ma poco si fa, forse perchè noi per primi abbiamo pensato che potessero realmente contribuire non solo al libero flusso delle idee ma anche allo sviluppo di processi reali.

    59. Niente di personale nei confronti di Alessio Giuliano, ma i suoi post sono l’emblema di quello che non mi piace di Rosalio…Vedi l’ultimo sulla lontananza di Palermo dall’Europa.
      Che noia, che avvilimento, che senso di vuoto…
      Li conosciamo tutti i problemi di Palermo, vediamo di dare un contributo diverso invece di una sterile (e presuntuosa) elencazione di problemi?

    60. A me sembra più umile che presuntuoso riconoscere i problemi.

    61. Vorrei fare i complimenti a “Rosalio” …. mi diverto sempre a stuzzicare il Siino con questa storia della policy, peccato sia troppo orientato a sinistra sembra una sezione di Rifondazione Comunista e poi questi continui attacchi a Mr. Durbans, dai smettiamola un pò.

    62. Tony, trovo presuntuoso arrivare a conclusioni lapidarie partendo dalla propria personale esperienza, assurgendo ad unita’ di misura di una intera realta’.

      Che poi questa realta’ sia pienissima di problemi e’ un fatto che conosciamo benissimo. Post come quello da me citato non aggiunge una sillaba a quanto gia’ noto.
      Non e’ una denunzia, non fa ridere, non stupisce, non informa…e’ solo sterilmente autolesionista.

      Ma e’ di tutta evidenza che Rosalio e’ libero di di fare le sue scelte, solo mi piacerebbe che, per l’affetto che nutro per questo blog, a volte, non pestasse l’acqua nel mortaio.

    63. Vedi tony ho destato un po la polemica politica per farti capire che come si evince non sono il solo a pensare che Rosalio sia troppo orientato a sinistra.
      E poi su non prendiamoci in giro il banner c’è perche’ lo volete voi e probabilemente percepite qualcosina che non fa mai male…
      Tutti gli attacchi a Cammarata senza mai dire le cose positive che ci sono e che sono state fatte!!!!
      e ora di dire basta e di essere più Equi!!!!
      per il resto è positivo riuscire a sapere anteprime, mostre e tutto cio che di culturale c’è nella nostra PALERMO.

    64. Mauro ribadisco ciò che ho scritto: quei banner fanno parte del circuito di Google AdSense e non vengono scelti da noi in particolare. Sono disposto a mostrarti il funzionamento se non mi credi.
      Per il resto non mi sembra che non vengano esposti i successi dell’amministrazione (quando ci sono).

    65. Non mi piace l’atteggiamento del sig. Rosalio, quando modera con fare dispotico, forse nessuno gli ha detto che non sta gestendo la CIA, ma un modestissimo blog…che lasci alle persone, dunque, la possibilità di esprimere le proprie opinioni, anche quando vanno contro la sua visione delle cose.
      E non mi si risponda che il blog è tuo e decidi tu cosa postare e cosa no, perchè in questo caso sarebbe meglio vietare i commenti; vi scrivete i vostri bei post e nessuno li può criticare…o peggio ancora (nella vostra assurda visione della cosa), criticare l’autore del blog. Mentre invece gli autori sono liberi di scrivere qualsiasi cosa, anche offendendo personaggi pubblici della vita cittadina. Caro Rosalio, 2 pesi e 2 misure….e ricorda…non gestisci la CIA.

    66. In merito all’autore Alessio Giuliano, mi trovo d’accordo con Maurizio. Caro Tony, non si tratta di umiltà, perchè il sig. Giuliano si erge a cavaliere senza macchia di una Palermo appestata. Lui sembra essere l’unico a rendersi conto dei problemi di questa città, lui sembra essere l’unico che viaggia e che può fare confronti. Invece di stare li a fare un elenco delle cose che non vanno, quelle le conosciamo purtroppo tutti molto bene, che si faccia o si dica qualcosa di propositivo se proprio si ritiene necessario scrivere pubblicamente. Diversamente si abbia l’accortezza di fare i simposi sull’appestata Palermo, privatamente…o nei circoli di filosofi e pensatori eccelsi, di cui sicuramente l’autore citato sarà eccellente membro.

    67. NonSo nessun commento viene rimosso perché va contro la mia visione delle cose. La maggior parte dei commenti rimossi vanno contro la legge italiana. Gli autori, che firmano con il proprio nome, si prendono le responsabilità di ciò che scrivono.

    Lascia un commento (policy dei commenti)