sabato 1 nov

Archivio del 17 giugno 2009

  • Emergenza rifiuti in provincia

    Dopo l’emergenza rifiuti a Palermo tocca ai comuni della provincia dove la raccolta è effettuata dal Coinres.

    I lavoratori non effettuano la raccolta da sette giorni e non ricevono lo stipendio da due mesi e stanno manifestando a piazza Indipendenza. A causa dell’emergenza il Comune di Bagheria ha disposto la chiusura degli uffici pubblici.

    Stanotte parecchi cassonetti sono stati dati alle fiamme.

    Palermo
  • Ulisse e l’isola (che non si trova)

    Ulisse e l'isola (che non si trova)

    Ulisse l’acheo nell’Odissea cerca di ritrovare per dieci lunghi anni la sua isola, Itaca.

    Ulisse la rivista mensile di bordo dell’Alitalia nel suo trentesimo numero (di maggio) ha perso la mia isola, la Sicilia (e non solo), nella cartina della rete internazionale.

    Aldo Canale, il direttore di Ulisse, è intervenuto: «È stato solo un banale errore di stampa. Nella pagine precedente, dove c’è la cartina dell’Italia la Sicilia è ben visibile. [...] Correggeremo, comunque, le cartine il più presto possibile».

    E io che avevo pensato che fosse voluto: d’altronde tanti viaggiatori Alitalia negli ultimi mesi per raggiungere la Sicilia hanno affrontato la loro personale Odissea

    Sicilia
  • Cannone per passeri

    Quindici volanti e un elicottero per arrestare due lavavetri.
    L’operazione è scattata a un incrocio di Palermo dove diversi automobilisti avevano denunciato l’aggressività di qualche extracomunitario.
    Io da quell’incrocio ci sono passato spesso, e ho sempre riscontrato semplici proposte di servizio e sorrisi desolati a ogni rifiuto. Ma si vede che di me hanno paura.
    Malgrado l’allarme dei sindacati di polizia, in un caso d’emergenza come questo i fondi per la benzina delle auto e persino dell’elicottero si sono trovati.
    Quando si tratta di dare boffe allo scecco non ci sono tagli che tengano.

    (in collaborazione con www.robertoalajmo.it)

    Palermo
  • “LiberArci dalle Spine” 2009: tra visite internazionali e “assenze siciliane”

    “LiberArci dalle Spine”
    (foto di Grazia Bucca)

    È iniziato il primo campo di studio e lavoro a Corleone: sono una dozzina, i ragazzi che (visibilmente provati dal caldo e dalla fatica!) hanno aperto le danze di questa lunga estate corleonese. Intanto LiberArci dalle Spine si internazionalizza sempre di più: giovedì scorso 50 giovani, in Sicilia per uno scambio culturale organizzato dalla cooperativa Argonauti e provenienti da Estonia, Romania, Turchia, Ungheria e Italia, hanno trascorso la giornata sui campi di Corleone. La delegazione, tra l’altro, ha voluto donare alla cooperativa un albero di limoni, che è stato piantato sulle terre confiscate alla mafia. Continua »

    Ospiti
  • Pittosfori

    La siepe dei pittosfori è verde di giada e grassa come una scrofa. Ma è lei che ferma il vento quando arriva maligno da Tramontana. E al riparo se ne stava quieto a spazzolare il pelo bianco del persiano Salman. Spazzolare un gatto, sentire la resistenza mai inesorabile dei nodi e scioglierli solo con movimenti leggeri. E pensare a se stessi ed a ben altri nodi. Alla ricerca di un Grande Spazzolatore.

    Pittosfori (illustrazione di Giuseppe Lo Bocchiaro)

    I racconti di tre righe
  • Vizzini e Cintola dai pm di Palermo, oggi Cuffaro e Romano

    Carlo Vizzini, Salvatore Cuffato, Salvatore Cintola e Saverio Romano

    Carlo Vizzini (Il Popolo della Libertà) e Salvatore Cintola (Udc) hanno risposto ieri alle domande dei pm di Palermo Antonio Ingroia, Nino Di Matteo e Roberto Scarpinato. Cuffaro, Cintola, Romano e Vizzini sono indagati per presunta corruzione aggravata dall’agevolazione di Cosa nostra in relazione al “tesoro” dell’ex sindaco di Palermo Vito Ciancimino.

    Vizzini ha reso la sua versione dei fatti e ha chiarito di aver ricevuto poco più di 140 mila euro dall’avvocato di Ciancimino Gianni Lapis ma di non aver avuto mai alcun rapporto con Ciancimino. Cintola ha detto di non avere fatto da tramite tra Lapis e i due politici dell’Udc indicati come destinatari di tangenti Salvatore Cuffaro e Saverio Romano (che saranno sentiti domani pomeriggio).

    Intanto è indagato nell’ambito dell’operazione Golem, che ha portato all’arresto di alcuni presunti fiancheggiatori del boss latitante Matteo Messina Denaro, l’ex maresciallo della Guardia di Finanza Achille Felli, in pensione e collaboratore della segreteria di Vizzini (è già stato allontanato).

    Palermo
  • Battagghinu

    Non era una notte buia e tempestosa. Anzi, era calma e luminosa. Ma il maresciallo Scibilia non riusciva a prendere sonno. Si rivoltava sul letto cercando di trovare una posizione che mitigasse il dolore alla spalla e le stramaledette cervicali che ormai non gli davano pace. Eppure si muoveva come un gatto: leggero e senza fare rumore. Per non svegliare la moglie Sofia. Povera donna, tutto il giorno a faticare e ora pure i gemellini, i due nipotini che la figlia scodellava puntualmente a casa loro alle sett’albe. Ma a quei due marmocchi, tosti come Dio li fece, nessuno pensava come a una fatica. Figuriamoci Sofia che ci passava la giornata a chiamarli: Marcooooo, Mirkoooo… Ma vedi tu che nomi. Con la scusa dei gemelli, aveva perso l’occasione di avere un nipotino che si chiamasse Salvo come lui. Sì, proprio. Che c’è di male? Epperò non è conto che li potevano chiamare Salvo tutti e due. Ma una volta che li hanno chiamati Marco e Mirko, che ci voleva a chiamarli Salvo e Tore? O Salvo e Totò? Ma comunque, l’importante è che i bambini sono sani e pieni di vita, poi come si chiamano chiamano. Continua »

    Storie di un vecchio sbirro
  • Lombardo: “Non azzero la Giunta”

    Raffaele Lombardo

    Il presidente della Regione Raffaele Lombardo ha affermato in un’intervista al Giornale Radio Rai rivolto al gruppo de Il Popolo della Libertà che chiede un azzeramento nella Giunta: «Se vogliono ragionare si affidino a Berlusconi con il quale dovrò incontrarmi prima o poi e si arrivi ad una intesa che non può che essere ispirata ai criteri che stanno la base della formazione della giunta e cioè non vi sarà nessuno che ha remato contro o che che sia collegato a chi ha remato contro. [...] Nei prossimi giorni completerò la Giunta. [...] Il conto alla rovescia sta per arrivare a zero. Sceglierò guardando a uomini della stessa risma di quelli che compongono la giunta già nominata». Lombardo ha nominato nove dei dodici assessori.

    Sicilia
  • Selezioni per “BoschettoFest”

    L'associazione Provocopuscolo organizza la terza edizione di BoschettoFest, evento di promozione musicale,... Continua »
    Palermo