lunedì 21 ago
  • Pivirama in versione minimale, tre anni dopo l’ultimo concerto in città

    26 giugno 2009; torniamo a suonare a Palermo. Sono passati tre anni dal più bel concerto della nostra carriera, era agosto e noi eravamo nel calendario di Kals’art allo Spasimo, prima degli Afterhours…..una magica serata, 35 minuti di emozione immortalati in un dvd…
    Si torna a casa dopo tanti concerti in giro, a Roma soprattutto, dove vivo, e poi tappa a Milano e Firenze, mentre l’anno scorso siamo più volte passati da Sciacca, Agrigento e Mazara, ma mai da qui! Quello di oggi sarà un concerto in formazione inedita perchè accanto a me – Raffa – e a Manfredi Tumminello, giovane grande chitarrista ritornato in cttà dopo alcuni anni a Bologna, suonerà le percussioni un altro giovane talento, “esportato” a Milano, Francesco “Paquito” Bordonaro. Sarà un concerto affidato parecchio alla spontaneità, e all’improvvisazione, senza una rigida scaletta, per suonare in chiave acustica le nuove canzoni di In My Mind, il cd che abbiamo autoprodotto con Mario Bajardi, maestro di violino e musica elettronica, e che quest’anno è uscito anche negli Usa con una piccola indie label che ci ha contattati d’oltreoceano attraversi il magico mondo di MySpace, mentre in Italia si sta muovendo con il sostegno di una label di Firenze, la Udu Records di Giankarlo Passarella. Spazio anche alle song di Cosa sembra, il nostro disco d’esordio, e a una selezione di cover..,di quelle che non senti spesso nei locali, da Nick Cave agli Afterhours….
    E avremo a disposizione le copie di In my mind, una piccola autoproduzione partita dalla Sicilia con tanta umiltà e voglia di sperimentare, in cui c’è tanta ricerca sonora attraverso un intreccio di voci e suoni di chitarre, campionamenti, violini e sintetizzatori. Un disco fatto di canzoni che non vogliono essere canticchate al primo ascolto ma stupire l’ascoltatore e lasciare il segno solo in chi dedica loro un ascolto più approfondito…. E la nostra nicchia di fan lentamente cresce, e il disco sta trovando il su spazio, anche senza agenzie o major alle spalle… solleticando l’interesse della critica. XL di Repubblica di giugno ci definisce psicopatici e mi sembra un gran complimento! Scrive che le nostre sono “Atmosfere ipno-psichedelicopsicotiche, da 4:48 del mattino”……e che ” la nostra Sicilia è poco folk e parecchio dark….” Che i nostri “brani sono a volte troppo cerebrali, altre volte riuscitissimi, come la sognante Love Affair o la rabbiosa Lost..” e noi siamo felici, perché la gestione fai da te della musica spesso porta più fatica che soddisfazioni e invece…In my mind ci si sta rivlando un lasciapassare per canali tv tipo Rai news 24, Rai International e persino radio all’estero.
    Mi piace che la maggior parte dei critici abbia colto l’essenza di quello che volevamo trasmettere;
    UNDERGROUNDZINE, che parla addirittura di un gran disco, premia la massiccia presenza di psichedelia anni 70, elettronica e post rock moderno… MUSIC MAP scrive: “Un prodigio di sperimentazione, con un rock robusto e ben strutturato, spesso psichedelico ed ancor più frequentemente underground e sperimentale……melodie scarne ed aggressive che ti si appiciccano addosso…una voce che più che avvolgerti, ti colpisce, ti violenta. LOUD VISION sottolinea la voce che è indisciplinata e suadente, sempre in contrasto/sintonia con le chitarre acide…. SONICBANDS.IT scrive di una voce tipica degli artisti underground, che non eccede nel protagonismo, così che il sound sia omogeneo e ben definito.
    Io personalmente lo definisco:
    Un viaggio nel tempo, un ponte virtuale tra la psichedelia anni ’70 e il post rock del nuovo secolo…..Atmosfere che sembrano arrivare da un nord molto lontano ma che sono inevitabilmente riscaldate dalla nostra mediterraneità…

    Tornare a suonare a Palermo è un piccolo omaggio ad una città sempre presente, anche quando siamo lontani, nella mente, nell’ispirazione, nel desiderio, nel ricordo. E non potevamo non girare a palermo il nostro videoclip. Per il brano I love u abbiamo scelto il set che poi Wim Wenders vrebbe utilizzato per alcune delle scene del suo ultimo film Palermo Shooting, che a me personalmente è piaciuto tantissimo. Sulle terrazze dell’Expa, tra palazzi distrutti da bombe e terremoti, in un immaginario scenario post bellico senza spazio nè tempo. È su http://www.youtube.com/pivirama.
    Tutto il resto è su http://www.myspace.com/pivirama.
    L’appuntamento è a Gli Amanti stasera, sarà un’anteprima acustica della presentazione ufficiale del cd che avverrà ad agosto con la band al completo, in cui rientreranno Angelo Bordonaro alla batteria, palermitano ma milanese di adozione, e Danilo Impastato al basso. Tutti insieme di nuovo nella nostra Palermo…..

    Ospiti
  • Un commento a “Pivirama in versione minimale, tre anni dopo l’ultimo concerto in città”

    1. Brava Raffa. Non ci sarò, ma se venite a Londra fammi sapere…

    Lascia un commento (policy dei commenti)