venerdì 18 ago
  • Formiche

    Portò le lenzuola bianche al fiume e le lavò a lungo. Poi le mise ad asciugare sui cespugli di lavanda perché si impregnassero di profumo. Si mise seduto e aspettò. Erano asciutte quando cominciò la processione delle formiche. Migliaia. È come se ognuna sapesse dove andare a fermarsi. Alla fine avevano composto una scritta: “Fai che questi teli non diventino un sudario. La felicità è fatta di cose piccole. Come noi”.

    I racconti di tre righe
  • 2 commenti a “Formiche”

    1. La felicità e fatta anche dai tuoi racconti in tre righe! Ciao Billi

    2. …la felicità è avere l’anima pulita che da sola profuma di giglio e gelsomino e sa accontentarsi delle piccole cose ma non rinuncia mai al suo appagamento…

    Lascia un commento (policy dei commenti)