giovedì 24 ago
  • A Palermo vietato mangiare bene dopo mezzanotte

    Abbiamo sollevato su www.cronachedigusto.it un tema, quello del mangiar bene a Palermo dopo mezzanotte. Qualche lettore ci ha scritto, speriamo lo facciano altri. Noi siamo convinti che non è solo una questione di pancia piena, ma un modo culturale, un atteggiamento, uno stile di vita che la dice lunga su quello che oggi è la nostra amata e odiata Palermo. Ecco perché abbiamo deciso di inviare questo nostro articolo anche a rosalio.it, un sito attento e sensibile a quanto si smuove nel mondo panormita. Ecco il nostro articolo.

    Né una trattoria, né un wine bar degni di questo nome. E i pochi locali aperti vi propinano cose immangiabili. Un ulteriore segno di decadenza del capoluogo siciliano. Il dibattito è aperto.

    A Palermo è impossibile mangiare fuori dopo mezzanotte. Non provate a cercare un ristorante, una trattoria, un wine bar dove accompagnare un piatto caldo con un buon bicchiere di vino. Perdereste solo tempo. Vi resta, se siete fortunati – qualche pizzeria, soprattutto il sabato, qualche panineria, o quei locali aperti «h 24», cioè sempre, dove vi propinano calzoni e altri anonimi «pezzi» di rosticceria.
    Nè accettiamo come attenuante il fatto che d’estate, spostandosi verso le borgate marinare, è più facile trovare qualche locale ancora «vivo» a tarda ora. È troppo poco anche perché spesso in queste simil-trattorie vi propongono cose immangiabili. Del tipo cocktail di gamberi in salsa rosa e fettuccine al salmone o fettine di carne dura come una suola di scarpe o i soliti involtini di pescespada (non c’è un locale a Palermo che non ve li proponga) senza sapore e così infarciti di pangrattato («la mollica», per i palermitani) che del pesce c’è solo il ricordo. Per non parlare di alcune zone, quelle della «movida» piene di locali dove l’unico obiettivo è fare tardi e dove il cibo non rappresenta assolutamente un degno compagno dello stare insieme tra amici.
    I gourmet dunque è meglio che rinuncino a un succulento spuntino di mezzanotte e che si attrezzino. Volete andare al cinema alle 22.30? Mangiate prima, non vi venga in mente di andare dopo in un wine bar. Decidete all’ultimo di uscire con gli amici a tarda sera? Sappiate che non potrete cenare. Tutto questo è molto triste. È un ulteriore segno di decadenza di Palermo che è pur sempre la quinta città d’Italia, che è pur sempre una città molto spagnola ma, si vede, più per i vizi che per le virtù. Curiosamente infatti l’abitudine di cenare tardi fuori casa qui non ha attecchito. Provate a fare un viaggio a Barcellona tanto per farvi un’idea, che tante analogie ha con il capoluogo siciliano. Anzi a ben guardare Palermo assomiglia più Trento e Bolzano piuttosto che ad una città del Sud dove cenare tardi è un classico. E dove si ha voglia di stare tra amici senza guardare l’orologio.
    E se qualcuno è pronto a tirare fuori lo spettro della crisi, lasci perdere. Questa volta la crisi non c’entra nulla. Semmai è colpa di una mentalità chiusa, poco incline alle novità, dove mancano chef o imprenditori innovativi, capaci di proporsi al pubblico con un po’ di coraggio e con pietanze di media qualità (un piatto di pasta ben fatto, un po’ di pesce che sappia di pesce, un servizio appena dignitoso). Sfruttando un filone di pubblico di qualità che, siamo certi, esiste e vorrebbe essere solo invogliato e stimolato. Non vogliamo rassegnarci all’idea di andare a letto solo con un calzone o un drink (bere si può sempre ma non ci piace senza cibo) sullo stomaco. Ci farebbe male. Il dibattito è aperto.

    Ospiti
  • 42 commenti a “A Palermo vietato mangiare bene dopo mezzanotte”

    1. spesso mi ritrovo con lo stomaco vuoto in tarda notte e non poter soddisfare ‘quella voglia di qualcosa di buono’ 😛
      conosco solo due posti aperti fino a tardi: snacky night (via galilei) ed il maracanà (zona fiera).
      i vari ganci aperti fino a tarda notte ormai producono pezzi di rosticceria in maniera industriale e senza sapore (per non dire dei vari cavernicoli scesi dalle montagne che stazionano nei pressi).
      non parliamo poi dei cornetti. dove li fanno buoni? al tribunale sono palesemente surgelati, si sbriciolano appena addentati.

    2. ma anche snacky night non è che mi sembra da “gourmet”…

    3. “Un ulteriore segno di decadenza del capoluogo siciliano.”
      Per me sapere che a Palermo c’è gente che PRETENDE di essere servita dopo la mezzanotte è un segno di decadenza della nostra città e della società.
      Se uno vaal cinema alle 22.30 può cenare prima, oppure può andare al cinema alle 20.30 e cenare dopo.
      In cosa siete diversi dai giovani che affollano la movida “ove l’unico obiettivo è fare tardi”?
      Se volete magiare bene potete sempre mangiare ad orari cristiani, non mi sembra una cosa tanto difficile.

    4. Brava Skaiwoka andate allo Snacky night(per gli affezionati detto anche “il passeggino”) pirofile intere di pasta buonissima a basso prezzo anche alle 4 di mattina.

    5. ma con tutti i problemi che ci sono in questa città (munnizza in testa) stiamo a pensare a dove fare lo spuntino della mezzanotte da palato fine? A volte rimango veramente senza parole! GIORNALISTIIIII DOVE SIETEEEEEEE?!?!?

    6. a me ad esempio di notte piace proprio mangiare junk food, il più unto possibile.

    7. Ma scherzate vero???

      Almeno a Palermo “wualcosa” si può ancora mangiare dopo la mezzanotte…
      Avete mai provato a rifocillarvi dopo una notte in disco (ore 3.30 AM)a Milano???
      Esiste un’UNICA opzione se sai dove trovarla… Panino con salamella.

      Niente “pezzi”
      Niente Cornetti (che loro chiamano Brioches)
      Niente di niente. Puoi morire!!!

      Non avete idea quanto manchi a me poter andare dal “solito” Ganci o Cornetto Express o Baretto o qualsivoglia posto dove mangiare qualcosa di decente.
      A questo punto vorrei conoscere un posto di un’altra città dove si possa andare (trattoria/ristorante/Pizzeria).
      A Milano puoi morire di fame!!!!

      Sono recentemente stato a Parigi… non crediate sia tanto meglio la situazione. Zona MontMartre (formalmente Zona 1 quindi dentro le “mura”) ore 01.00 circa:desetro dei Tartari.
      Locali apetri dopo 2km di camminata:
      1 Locale Marocchino che trasbordava di fumo (shisha), 1 Mac Donalds e 2 Kebabbari. Stop. E parliamo di Parigi…

      Ciao

    8. @Gabriele
      Non so di Milano, ma a Parigi risultano 817 locali funzionanti dopo le 23! O sei stato sfortunato o disinformato.
      http://www.fra.cityvox.fr/restaurants_paris/ResultatsRechercheLieux?facet_codescara_RES_mfacet=APR&tri=notmoy_nbcrit_f+desc&ongletActif=tranchesprix_RES_mfacet

    9. Sono perfettamente in accordo con quel che dice Gabriele. Nato e cresciuto a Palermo, per lavoro mi sono trasferito a Firenze: non potete immaginare quanto sia difficile trovare qui un posto dove mangiare un boccone decente la sera dopo la mezzanotte; i ristoranti in inverno già alle 22:30 danno la cucina x chiusa, cosa che a Palermo si verifica almeno a mezzanotte, e poi anche trovare un cornetto (qui la rosticceria praticamente non sanno neanche cosa sia!!!) è impresa ardua: nei laboratori la vendono di nascosto come se stessero trafficando armi o droga, invece a Palermo a qualsiasi ora della notte posso soddisfare la mia voglia di dolce o salato senza che mi debbano passare il cornetto da una fessura di una saracinesca quasi del tutto calata…
      e poi se uno ha voglia di andare a fare un cena raffinata e mangiar davvero bene: che senso ha andarci a mezzanotte???

    10. Credo che il post sia da indirizzare a coloro che non tengono aperto una trattoria o un wine bar dopo la mezzanotte…. mentre leggo risposte da parte di persone che “consumano” dopo la mezzanotte.
      Temo pero’ che la mancata vocazione da parte di Palermo a città turistica (e non venitemi a parlare della manciata di turisti che viene scaricata dai pulmann e fatta risalire in meno di 2 ore o peggio dei “crocieristi” che si fermano in zona porto) faccia si che le trattorie e altro dopo una certa ora chiudano i battenti.
      O forse l’autore del post pensa che una trattoria resti aperta con i conseguenti costi, solo perche’ qualche disperato, ognittanto, forse, se e’ un pre-festivo, vada a rosicchiare qualcosa da mangiare?

      L’ora di persone che va in posti che poco hanno di “gourmet”, andrebbe comunque li anche se fosse aperta una trattoria a 3 forchette, 4 cappelli e 5 stelle.

      Quando c’e’ crisi … c’e’ crisi per tutti.
      Anche per le trattorie dove si puo’ mangiare bene, bere meglio e pagare … di piu’.

    11. appena arrivata a Palermo dopo 10 mesi in irlanda vi dico che le nostre pizzette by night mi sono mancate troppo!

    12. Ma per favore, prima di scrivere certe aberrazioni, mettete almeno per una volta il naso fuori dalla Sicilia.
      A Milano passate le 19 manco il caffè si può prendere, figuriamoci mangiare!!!
      Cercate di viverla la città, e apprezzate quello che offre, invece di star li a lamentarvi e fare discorsi di caffè.
      Scusate il tono “siddiato”.

    13. @Humby

      Ma vogliamo davvero paragonare Parigi a Palermo in questo senso???
      La città più visitata in Europa (probabilemnte) contro Palermo?

      Sicuramente ci saranno locali aperti a Parigi dopo le 23
      ma ti assicuro non di facile reperibilità per un turista occasionale come lo sono stato io. Intendo dire che se non ti trovi sui Campi Elisi o a Saint Michel, non è che camminando per strada vedi distese di locali aperti pronti ad accogliere il turista 🙂

      Ho abitato anche a Firenze e Trento e la situazione descritta da Francesco calza perfettamente (anzi è addirittura peggiore che a Milano) hehe
      Inotre questi fantomatici “laboratori” sono “ammucciati” cioè devi conoscere qualcuno che SA… altrimenti resti digiuno

      Convidido anche l’ultimo commento di Francesco:”e poi se uno ha voglia di andare a fare un cena raffinata e mangiar davvero bene: che senso ha andarci a mezzanotte???”

      saluti
      Gabriele

    14. Adoro i nostri locali palermitani, ma sono uno che ne capisce poco io.
      L’autore del post invece sì che se ne intende: è un “gourmet”.
      Questo è.
      Io non sapevo neanche cosa fosse un “gourmet”.
      Un “gourmet” da quello che ho capito è uno che non ritiene un fatto eccezionale mangiare dopo mezzanotte.
      Immagino anzi che ne faccia un’abitudine.
      Io, che queste cose non le capisco, cerco di mangiare al massimo alle 21.
      Penso che serva a garantire una corretta digestione.
      Ma mica sono un “gourmet” io!
      Un “gourmet” sì che le sa queste cose.
      Sa quando si mangia e dove si mangia.
      Fantastico sul “gourmet” ideale.
      La linea? Perfetta!
      Esami del sangue? Mai un valore sballato.
      Il “gourmet” sa.
      Quando arrivavo tardi a casa mia madre, se era rimasto qualcosa, la scaldava e me la proponeva.
      Io mangiavo, perchè questo c’era.
      Mi dovevo accontentare di qualcosa cucinato per altri.
      La classica minestra riscaldata.
      Penso a questo mentre leggo queste parole ghiotte scritte per un altro sito.

    15. Devono essermi sfuggiti i locali dove si mangia bene prima di mezzanotte, tipo quelli che si trovano a Brolo, Licata Siracusa, Ragusa, Trapani, Marettimo, ecc.
      E’ quella mentalità tipicamente palermitana che vuole tenere basso il livello della competizione la causa dell’assenza in città di eccellenze gastronomiche, una fmanifestazione in più di povertà culturale.

    16. Non mancano mai occasioni per gettare fango su questa città.

    17. ma…é un bluff questo post? cerco la candid camera nascosta…guarda,io a barcellona ci vivo e anche da un po’…dimenticati e ripeto dimenticati di CENARE dopo mezzanotte..ma poi…e perché mai si dovrebbe potere CENARE dopo la mezzanotte??!!!Ma ci pensi mai alla gente che nei ristoranti ci lavora?
      L’unica cittá che mi venga in mente dove di notte puoi perfino andare a farti una messa in piega (testimonianza diretta della mia amica brasiliana qui accanto a me) é Sao Paulo…e ti assicuro che le motivazioni che ci sono dietro sono una di quelle poche cose che non aspiro a importare da noi.
      Ben diverso é se parliamo di uno snack o del cosiddetto street food,ed anche lí devo contraddirti.Intanto lo street food Palermitano é talmente consistente in termini di calorie e ”capacitá di riempimento” che molte volte si puo’ equipararlo ad un pasto, e poi l’offerta é molto variegata,mentre nella Barcellona da te citata arrivati ad una certa ora l’unica opzione che ti resta sono kebab,durum,empanadas e ”cerveza bier” dei paki e indiani (meno male che esistono almeno loro!!!)

    18. Ma una spaghettata in casa?.. no?

    19. Ovvero: non bastano i già gravi problemi di questa città, inventiamocene degli altri!

    20. Palermo ha perso, in colpevole silenzio, il Mulinazzo di Nino Graziano. Per me è stato come chiudere il Teatro Massimo. Ma per i politici, che pur lo frequentavano, la questione non fu degna di nota. Del resto il Massimo è stato chiuso per 20 anni. Non c’entra? Io sono convinto di sì: Franz

    21. Cenare a Mezzanotte… mumble mumble… Ma l’indomani mattina non devi alzarti per andare a lavorare?

    22. Segnaliamo Chez Vousz a piazza Niscemi. Una felicissima eccezione.

    23. Io sono strapalermitano e guai a chi me la tocca, vivo da 7 anni a milano,e posso dirvi che a milano si mangia qualitativamente meglio(non pensate alla cucina preparata dalla mamma in casa,ma ai ristoranti).però passata mezzanotte la possibilità di mangiare che da palermo non la si trova da nessun’altra parte.

    24. @meg11 : lei ha perfettamente ragione ma forse non ha compreso che il desiderio dell’autore è quello di poter mangiare, ad orari improbabili, il gurmè.

    25. Sono stufo di leggere di gente che si lamenta di tutto, devo dire che in questo blog sembra si siano dati appuntamento e sono in netta maggioranza. Comincio a convincermi che è una moda per sentirsi degli strafighi che sanno tutto il meglio che il mondo offre e “schifiano”…per la serie …u piruocchiu avi a tussi… e vabbè che i problemi non mancano ma dire che a Palermo non si mangia bene dopo la mezzanotte è abberrante…dice bene qualcuno per mangiare bene devi farlo nelle ore destinate cioè pranzo e cena, con quale pretesa vogliamo gente che lavora per noi la notte per servici una cena completa…è già tanto se abbiamo cornetti rosticceria e gelati che nel resto del mondo dopo mezzanotte te li sogni…
      Ma se vi fa tanto schifo Palermo cambiate pure città!!

    26. Che lamentosiiiiiiii!! Io adoro Palermo e penso che se non fosse x il lavoro che non c’è e che tira con se altri fattori come l’economia che non “gira”, sarebbe la migliore città del mondo. Mangiate le stigghiole e la carne arrostita a piazza olivella…altro che ristoranti a mezzanotte!

    27. Questo post è stato un bel modo di fare pubbicità al tuo sito per “gourmet”.

      Dopo le 24 non si trovano ristoranti di qualità aperti solo perchè non ci sono clienti che compensino i costi di gestione.

    28. In effetti, andare a cena dopo le 24 è una cosa talmente rara, secondo me, che come dice giustamente Ale non potrebbe giustificare i costi di gestione di una struttura “seria”, bensì le rosticcerie ecc con i costi di gestione quasi nulli e un pubblico più vasto si possono permettere orari impensabili.
      Ma secondo me il vero problema è la qualità mediamente bassa della ristorazione palermitana.
      Facendo dei confronti con altre città italiane il numero di ristoranti e winebar degni di questo nome è veramente basso.
      Città più piccole come Siena, Bologna, Forlì, Padova, Trieste hanno un livello di ristiorazione molto più alto di quello di Palermo.
      Noi pecchiamo un bel pò di improvvisazione a mio modo di vedere.
      Altra cosa, purtroppo non si può generalizzare in settori come quelli della ristorazione.
      Se parlo di trattorie/osterie devo parlare solo di quelle. Se parlo di ristoranti parlo solo di ristoranti e così via per tutto il resto.
      Discutere di pezzi di rosticceria, di pizza, di ristoranti, di insalate e winebar (ma c’è ne sono a Palermo winebar?) mi sembra un pò confusionario.
      Saluti

    29. Mah, se c’è una cosa che Palermo può vantare rispetto alle altre città europee è proprio il fatto che a qualsiasi ora della notte puoi trovare qualcosa da mangiare. Io vivo a Milano e nn solo tutto è chiuso dopo mezzanotte ma se al mattino vuoi fare colazione al bar alle 10 non trovi più nulla.

    30. Il fatto è che in questa città si mangia sempre a qualsiasi orario, forse è anche la mentalità nostra, ma capite anche che dopo la mezzanotte chi lavora nei ristoranti è stanco (visti gli orari tremendi che ci sono a PALERMO, certe volte dalle 7 di mattina alla 5 di mattina dell’indomani si lavora con pause di 1 ora 2 ore)

    31. Poi è anche a secondo i posti in cui uno va

    32. spesso vado a cena al falstaff di via pignatelli aragona, solitamente resta aperto fino alle 3 di notte, si mangia benissimo, il menù è vario ma non si mangai pesce soprattutto carne e pasta carne di quella buona pensate angus fiorentina o bisonte, provate

    33. A Fabri’, cambia orari… Anche perche’ mangiare a mezzanotte favorisce colite, gastrite, esofagite e soprattutto notti insonni. E poi ti gonfia lo stomaco, la gente non capisce le tue provocazioni e ti fa fare abbili, i tuoi amici ristoratori s’incazzano e ti servono pane raffermo… ascoltami, manciati una fettina di pollo alle 19,30, magari durante un happy hour al giornale, e risolvi tutti i problemi. E soprattutto, non ne crei altri.
      Firmato, un amico

      Viva carrera! (Pero’, a parte gli scherzi, ma comu ti spercia manciari a menzannotti?)

    34. RAGAZZI…MA CHE DITE! IL RISTORANTE AL 59 A PIAZZA MASSIMO E’ APERTO FINO A TARDA NOTTE!!! OLTRE LA PIZZERIA, SI POSSONO TROVARE ALIMENTI A BASE DI CARNE O PESCE. PROVARE PER CREDERE…HEI…IL MERCOLEDI’ NON TROVATE NESSUNO

    35. Un consiglio? EVITATE SNACK NIGHT
      Ero convinto che si mangiasse bene e pagasse il giusto e meno male che ci sono ritornato una volta sola.
      L’altra sera finito il mio piatto di pasta mi guardo un attimo di lato… sulla parete… e cosa vedo??? UN’ENORME BLATTA! Disgustato..stavo per vomitare… non sapevo se adirarmi o cos’altro fare…avevo finito di mangiare, mi alzo, un sorso di coca cola, indico la parete (un tizio uccide il coso davanti ai miei occhi) VADO A PAGARE IL CONTO, E NON MI VEDRANNO MAI PIù!!! :S

    36. esagerato.Allora che dovrei dire io che dopo avere ingoiato la I forchettata,spaghetti pomodoro e melanzane,alla II metto a nudo un enorme scarafaggio.
      Mi sono sempre chiesto,ed ad oggi non sono riuscito a trovare risposta,come ci sia finito
      sotto il I strato di spaghetti.

    37. Antony spero per te e per tutti che non ritorniate in questo “SNACK BEATLES (SCARAFAGGI) NIGHT”…. al tuo commento stavo per vomitare GIURO! O_o
      ps Ma che mi dite del MARACANà??? Anche lì è così? 🙁 Che schifo ragazzi, chissà che si cela in nelle cucine … Meno male che c’è GORDON che ci apre gli orizzonti … 😉 scherzi a parte, ma è mai possibile che anche nella nostra stupenda città ci devono essere le “cucine da incubo” -_-

    38. Ma scusate… mi pare che tutti qui adesso demonizzino i pezzi di rosticceria e tutti gli street food offerti da Palermo..
      Scherziamo?
      Non frequento la Milano o la Parigi notturna, però da qui a criticare la rosticceria di Ganci ce ne vuole…

    39. Palermo è una delle poche città italiane dove puoi mangiare di notte, ma credo che il post si riferisse piu’ alla qualità dei locali tipo Wine Bar che dovrebbero essere aperti dopo la mezzanotte.

    40. Il post è alquanto attuale nella sua inutilità.

    41. Vuoi mangiare a Palermo a qualsiasi orario? Personalmente, anche alle 3 di notte trovo sempre qualcosa di speciale nella mia città, per esempio al cantastorie in via m. Marine mangi benissimo a qualunque orario. Evidentemente chi dice che a Palermo non si mangia dopo Mezzanotte o non è Palermitano o non conosce i posticini….

    42. Grazie della notizia, Giovanni. Formidabile!! Speriamo che i detrattori di Palermo siano messi finalmente nell’angolo.

    Lascia un commento (policy dei commenti)