giovedì 19 ott
  • “Let me be” dei Waines: una goduria!

    I palermitani Waines (Fabio Rizzo, Roberto Cammarata e Ferdinando Piccoli) sono in uscita ad agosto con Stu, l’album (800A RECORDS).

    Il singolo si chiama Let me be e ha un video che è una vera…goduria ispirato chiaramente al geniale Beautiful Agony e diretto da Corrado Fortuna. Buona visione!

    Palermo
  • 51 commenti a ““Let me be” dei Waines: una goduria!”

    1. Ma quello (2:02) è Martellone!

    2. M’acchiappano sti Waines… bravi bravi bravi!

    3. eh bravo corrado fortuna!

      lo dicevo io!

    4. I consigli del Caroleader,applcati urbi et orbi.

    5. bravi dal vivo…
      e nel video.
      le chitarre di questa band mi ricordano i Kyuss ascoltati nei 90’s:
      http://www.youtube.com/watch?v=Fc-7FXzbeA0

    6. “i geni copiano i mediocri imitano” (P.Picasso)
      per me la seconda e anche male (il cantante ha una pessima
      pronuncia)e secondo me e’ anche il motivo perche’ non hanno nessun contratto discografico, e poi sinceramente preferisco gli originali:The Black Keys, Jon Spencer Blues Explosion, The White Stripes etc..etc….che le imitazioni
      il video poi e’ di un banale e stereotipato(la ragazza che gode….)disarmante…. Corrado Fortuna regista (?!?)

    7. ciao daniele, ma non ti chiamavi “marco” su balarm? a meno che non sei un mediocre imitatore del marco di balarm.

    8. Ciao Mattia, io sono marco daniele giusy peppino peppucio
      e anche mattia…..chissa’…. ha importanza’ per te la mia identita’ o quello che scrivo? lo so che la critica quando e’ circostanziata e argomentata brucia… brucia eh? caro il mio mattia!…..

    9. grandiosi…micidiali….stupefacenti….pero’ fuori da Palermo non se ne accorto nessuno, ripeto: come mai un gruppo cosi’ acclamato (a palermo….) non ha uno straccio di etichetta alle spalle? ve lo siete mai chiesto tifosi del palermo?…….

    10. Ciao. Il disco dei Waines, “Stu”, esce in Germania, Austria e Svizzera il 7 agosto 2009, distribuzione ZYX Music. Lo stesso disco esce sul territorio italiano l’11 settembre 2009, distribuzione Goodfellas.
      Queste sono solo alcune delle radio tedesche che hanno già inserito i Waines in rotazione nelle loro playlist.
      Bayerische Rundfunk (radio statale della Baviera): http://www.br-online.de/bayern2/zuendfunk/zuendfunk-musik-playlist-ID1247562490553.xml
      AFK Radio: http://www.afk.de/detail.php?afk_id=4&kat_id=14&ukat_id=13&id=6450
      MOTOR FM (Berlino): http://www.motorfm.de/extra/motorfm-podcast-169/
      In aggiornamento…

    11. si ho capito, ma per quello che so la 800A records e’ un’etichetta creata dagli stessi waines, niente di male per carita’, ma al mio paese si chiama autoproduzione, cosa ben diversa da una produzione…. e come se io mi stampassi un romanzo con una casa editrice di nome “vattelapesca” che e’ poi mia……
      (ps. le distribuzioni si pagano e non dimostra niente…e
      se la promozione consiste in sparuti passaggi in radio….
      io mi farei ridare i soldi indietro…..)

    12. Ciao Daniele, sai male. La 800A Records è un progetto fondato da me e Davide Enia. Il primo prodotto dell’etichetta è uscito il 4 dicembre 2008 con distribuzione Jestrai e si chiama “Il Pan del Diavolo”: http://www.myspace.com/pandeldiavolo.
      I Waines (dei quali io faccio parte, ma rappresento solo 1/3 della band) hanno licenziato commercialmente il disco all’etichetta e ne sono totalmente esterni.
      La 800A Records non è quindi l’etichetta dei Waines, ma un pugno di volenterose persone di questa città che portano avanti un progetto artistico fatto di fatti e non chiacchiere. Le prossime 3 pubblicazioni sono già programmate a cavallo tra il 2009 e il 2010 e sono i dischi di esordio di altrettante promettenti band della città, la cui età media è sotto i 25 anni, giusto a dimostrare che l’obiettivo dell’etichetta non è di certo commerciale (e di questi tempi sarebbe una follia), ma quello di far crescere le nuove realtà con più mezzi rispetto alle generazioni precedenti.
      Certo, quello che facciamo è artisticamente sempre discutibile. Ma per fortuna c’è gente come daniele o marco che, anche nel non apprezzare affatto, finisce per fare il nostro gioco, parlando di noi con tanta puntualità. Grazie marco o daniele, l’importante è che se ne parli e si sappia che esistiamo e ci facciamo il mazzo! Forza Palermo.

    13. ho capito, in pratica hai detto le mie stesse cose, tu fai parte dei wains e della 800rec (anche se non sei il solo)
      ma scusa…. mica la 800rec vi ha contattato e vi ha proposto un’accordo, e allora? e la Jestrai? vi hanno forse contattato i Verdena e vi hanno detto: OH! quanto siete bravi! adesso vi distribuisco…..quindi e’ come dico io, non avete nessuno straccio di contratto con nessuna etichetta, vi autoproducete e vi faccio i miei migliori auguri.

    14. Fabio ieri te l’avevo detto di comportarti bene! 😛

    15. Niente da segnalare …

    16. … anzi, la ragazza che si masturba è ridicola; la masturbazione associata al resto intendo … trovata ininteressante. Fortuna l’avevo apprezzato molto nel film my name is Tanino, dove esibiva talento raro e istintivo da attore “nato”, ma vederlo masturbare in questo video non interessa a nessuno e, come detto prima, non c’entra un tubo …

    17. Martellone! E Diane Fleri! Complimenti

    18. ot: scusa tony, io mi diverto… però non ho violato la policy vero???

    19. No no Fabio. Pensa a quello che ti ho detto ieri in chat sulle fan. 😀

    20. caro tony, sai che la mia donna è un’accanita rosaliana. domani leggerà queste righe, le tue illazioni e mi spezzerà le braccine e io non potrò suonare per chissà quanto tempo. e se io non suono, niente successo dei waines, niente “produzione” della super etichetta (quella vera), niente soldoni, niente fan! allora si che le cornacchie avranno avuto ragione sul destino di questa band.
      se tu eviti di parlare di queste cose, forse ce la possiamo fare. ma ho bisogno delle mie braccia suonatrici.

    21. Ma io non l’ho detto! 😀

    22. Premessa:conosco i waines sin dagli esordi,li ho sempre apprezzati per la bravura e l’energia che riescono a sprigionare dal vivo, hanno fatto un’ottimo album,ma non apprezzo (non me ne voglia..) il modo con cui F.Rizzo 8che apprezzo molto) risponde a “daniele”, non vedo che ci sia di male ad ammettere che in realta’ i Waines si autoproducano e che fino ad oggi non abbiano avuto nessuna proposta da nessuna etichetta major o indipendente, e’ la realta e non vedo perche’ bisogna vergonarsene e rispondere con sarcasmo, io credo che se avrete umilta’ qualcuno si accorgera’ di voi. in bocca al lupo

    23. ciao elisa. la prospettiva è esattamente opposta: le major (e anche le grosse indipendenti) falliscono, chiudono, licenziano, crollano, anche se per un po’ ancora non lo ammetteranno. in questa situazione storica delicatissima per l’industria della musica, crearsi dal basso delle prospettive, delle strutture (e del mercato!) senza stare ad aspettare l’iniziativa dei vecchi pachidermi dell’industria, è la cosa più illuminata e redditizia che possiamo fare. le posizioni di un “daniele” sono aggiornate a circa 10/12 anni fa, quando ancora le etichette avevano denaro per produrre e lanciare progetti emergenti. adesso che i dischi non si vendono più, loro lo fanno poco e niente, e spesso anche male, e per di più ficcando il naso sulle scelte artistiche del gruppo. parlo per esperienza perchè coi second grace (anche quella fu autoproduzione) una major manifestò grande interesse salvo dirci: ragazzi i pezzi sono belli ma dobbiamo rifare il disco da capo, mettendo la cassa i quattro, schiacciando l’occhiolino al music control, e tante altre baggianate di cattivo gusto. ovviamente li mandammo a quel paese. ora, avere portato con mezzi propri in due anni di esistenza i Waines lì dove sono è grande fonte d’orgoglio e non di frustrazione. adesso ci stiamo facendo il mazzo e stiamo investendo per posizionare e consolidare il progetto sul mercato e siamo solo all’inizio! quando parlo di cornacchie con sarcasmo lo faccio perchè, seppur è sacrosanto esprimere valutazioni artistiche, è assurdo trarre conclusioni di carattere commerciale prima ancora che questo sbarco sul mercato avvenga (agosto germania, settembre italia): è come dire che un locale o un’azienda non funzionerà prima ancora che inauguri le sue due sedi. noi non siamo nell’ombra, continuiamo a macinare, a investire per noi e per gli altri, coscienti di stare creando qualcosa di bello. poi quello che raccoglieremo si vedrà, ci saremo divertiti un bordello lo stesso, questo non ce lo toglie nessuno.

    24. “le luci della centrale elettrica” etichetta/La tempesta universal

      “Dente” etichetta: Jestrai/ ghost records

      “Fiub” etichetta: Jestrai
      “non voglio che clara” etichetta:”aiuola dischi”
      “Sux” etichetta: bagana v2

      potrei continuare…….

      e poi:”Urtovox””toast records”….denza parlare di quelle estere che producono centinaia di band:

      http://it.wikipedia.org/wiki/Categoria:Etichette_indipendenti

      Si e’ vero, i dischi non si vendono piu’ e tutto il resto che ne consegue, ma non puoi dire che le etichette non producono piu’ niente perche’ non hanno soldi,magari producono meno e in forme diverse chiaro, ma producono,voi avete scelto la strada e la realta’ dell’autoproduzione e distribuzione(pagando la jestrai), ma perche’ avete la possibilita’ economica di farlo, diversamente avreste mandato le vostre demo alle et. indie sperando qualcosa, non capisco in conclusione (e mi dispiace) perche’ hai fatto tutto quel discorso non volendo ammettere la realta’ che e’ palese

    25. elisa x daniele x marco: nessuno ha pagato la jestrai, con la quale c’è un accordo commerciale sul venuto. e poi mi sembra che tu stia confondendo di grosso il progetto pan del diavolo con quello dei waines, due cose molto diverse. la tempesta dischi “produce” direttamente molto poco se non i 3 allegri ragazzi morti (che sono i propretari dell’etichetta: autoproduzione). il master delle luci della centrale elettrica è di proprietà per 1/3 di vasco brondi, per 1/3 di giorgio canali, per 1/3 di manu fusaroli dell’nhq di ferrara e non di tempesta dischi. potrei spiegarti mille altre cose anche sui retroscena e le proprietà di produzione di dente e tanti altri del panorama indie italiano, visto che mi sembri molto all’asciutto. però dovremmo incontrarci e fare una chiacchierata meno virtuale e forse più costruttiva. se cambi nome in continuazione non abbiamo dove andare e soprattutto annoiamo i frequentatori di questo blog.

    26. seconda riga commento precedente: non “venuto” ma “venduto”. il video dei waines comincia a fare i suoi effetti sulla mia battitura.

    27. ma perche’ non vuoi ammettere che visto che nessuno vi vuole produrre co/produrre e quant’altro avendo la disponibilita’ economica vi state autoproducendo?
      mi dispiace dirlo fabio…accampi solo scuse
      (il pan del diavolo non so chi diavolo siano(!?!) e paragonarsi alle L.D.C.elettrica Dente e i 3A.R.morti che sono conosciuti dappertutto e hanno fatto decine di concerti in tutta Italia senza parlare del resto…. mi sembra peccare di presunzione)

    28. Il video dei Waines in rotazione da oggi su Rock TV. In aggiornamento. Forza Palermo.

    29. perche’ non rispondete piu’ a elisa?……il video su rock tv ve lo mandano “gratis”?……o ve lo fa mandare “gratis” la jestrai?……

      forza bacigalupo

    30. mi piacciono molto i waines, da palermitano che vive fuori apprezzo il loro tentativo, indiretto, di normalizzare l’immagine di palermo fuori dai soliti steriotipi di mafia arancine e pupi di cuticchio…
      che tristezza sentire gente, che evidentemente ha poco da fare smontare pezzo per pezzo i progressi di una band, che é anche simbolo di una città che ce la mette tutta per cambiare e per non rimanere ferma davanti allo squallido spettacolo di una città nuovamente caduta nell’oblio culturale…
      evidentemente il cambiamento risulta più difficile per tutti questa “burocrazia da caffè” e “malapigghiata antropologica”.
      e comunque intendendomi di regia e di montaggio (faccio questo come lavoro) fortuna é stato molto bravo nel maneggiare la macchina da presa, quanto meno nel primo passaggio, il montaggio poi é fatto molto bene.
      l’idea mi piace un po’ di meno.
      Non sono per un forza palermo, ma per un forza normalità a palermo!

    31. ou picciotti, semu chini i piccioli e non lo sapevamo! i figli di moratti ci fanno le pippe, video docet. tutto questo odio non lo raccoglievamo dai tempi in cui un “maestro” ci scagliò addosso tutta la sua potenza su internet. dici bene piero, forza normalità a palermo. ad ogni modo caro piero ti assicuro una cosa: non ci ferma niente e nessuno, poi tiriamo le somme. corna rure!

    32. si pero’ la realta’ aldila’ di tutte le osservazioni piu’ o meno giuste(….”una band, che é anche simbolo di una città che ce la mette tutta per cambiare e per non rimanere ferma davanti allo squallido spettacolo di una città nuovamente caduta nell’oblio culturale…”Piero li donni”…..senza parole….)ripeto la realta’ e’ che una band tanto decantata(tra gli amici e i tifosi del palermo….) NON E’ RIUSCITA AD AVERE UNO STRACCIO DI PRODUZIONE NEMMENO INDIPEDENTE!!

    33. perche’ i Baustelle Moltheni Marta sui tubi…..ecc
      ci sono riuscti? PERCHE’????

    34. “…ou picciotti, semu chini i piccioli e non lo sapevamo! i figli di moratti ci fanno le pippe…” per fare un’autoproduzione non ci vogliono i dinari dei figli di moratti, ma certo non e’ alla portata di tutti, io penso quante band qui’ a palermo avrebbero avuto le vostre opportunita’ con le stesse disponibilita’ economiche,e in special modo nell’epoca in cui viviamo avere dinari non dico che e’ tutto ma quasi…. e poi….. se volete essere professionali dovete accetare le critiche senza scomporvi(eh fabio?) le voci fuori dal coro non sono “odiose”, l’attivita’ artistica comporta anche questo, se no apritevi una salumeria…….

    35. e poi tutti sti discorsi su palermo…..la realta’ di palermo… la mafia…. e basta piangersi adosso! e’ solo un’alibi! un’artista non deve difendere nessuna etnia ne campanile,un’artista non e’ ne di palermo ne della val brembana, un’artista propone il suo lavoro, e per quello deve essere giudicato STOP!

    36. visto che l’argomento dei commenti di questo post non è più il video dei Waines ma i soldi dei Waines, chiedo a Rosalio se ci siano estremi per tutelarci dalle illazioni degli sconosciuti. mi sembra in queste posizioni non ci sia nulla di artistico e sinceramente farmi fare i conti in tasca su un blog da chi non ha volto e nome è una cosa che non mi piace proprio. non si tratta di scomporsi, è semplicemente vergognoso e vigliacco!

    37. AHAHAHAH!!!! buona questa!!!! illazzioni!!! ahahahah!!!!
      i conti in tasca!! ahahahahah….. ma chi ti ha chiesto il 730!!!…..ahahahahahah!!!! ma poi da parte di un rockers/rockstar… ma neanche gigi d’alessio..ahahaha!!..
      va be dai sta tranquillo, visto che non hai piu’ argomenti
      e vuoi chiamare la “forza pubblica” non srio piu’ niente o meglio…..SIETE BRAVISSIMI! MICIDIALI! GRANDI! ….il video e’roba da OSCAR!…..va bene cosi’?

    38. Fabio possiamo parlarne privatamente. Non vi sono al momento violazioni della policy dei commenti anche se è sempre raccomandabile un modo di porsi rispettoso nei confronti degli altri commentatori e qualcuno si sta mostrando un po’ sopra le righe.

    39. seguo abbastanza divertito il cecchinaggio al limite dello sciacallaggio morale di anonimi nick che sputano sentenze e, fatto ben più grave e scorretto, insinuano su particolari economici a loro non noti.
      Il punto è semplice.
      Possono piacere o no (a me piacciono parecchio) i WAINES hanno vinto Arezzo WAVE.
      Solo per questo, meriterebbero rispetto.
      Poi, ovvio, qualcuno se ne può sbattere. Ecco. Che continuasse a sbattersene. O, se davvero ricerca un confronto, NOME e COGNOME e ARGOMENTAZIONI.
      Il confronto è tra pari.
      L’anonimato da cui si vomita è da vigliacchetti da tastiera.
      O da rosi dall’invidia.
      Senza rancore.

    40. Pur non essendo contrario all’anonimato e concentrandomi più sulle idee espresse stavolta la penso come Davide.

    41. io no. arezzo wave è storia vecchia di 2 anni. la verità è che sto post ormai fa feto: buono per scriverci il prossimo pezzo dei waines.

    42. sono senza parole.
      non entro nel merito del video, non mi interessa, ma queste polemiche non le capisco.
      si accusa questo gruppo di non essere stato “comprato” e prodotto, magari da quel circuito mercificante alla X factor che confeziona e impacchetta un prodotto (persona) in una settimana per poi mandarlo al macero.
      ben vengano le autoproduzioni.
      e fan…lo a palermo se deve essere un tifo da stadio e campanilistico, come ho letto in certi commenti.
      che grande conquista sarebbe la libertà di pensiero e di discernimento…cittadini del mondo seppur con le proprie radici!

    43. ah..enia, su fuori NOME E COGNOME non sono d’accordo, magari sul fatto di avere un nick che sia sempre quello si, il cosidetto “anonimato” è stato una grande conquista per la libertà di espressione e di libera circolazione delle idee….anche se non siamo in cina….
      quindi, sempre e comunque stalker
      che in altri blog si è firmata con nome e cognome e ci ha messo pure la faccia! 😉
      ciao

    44. Vi invito a rimanere in tema. Grazie.

    45. scusa rosalì, qual’era il tema, i conti della serva?
      no, casomai mi adeguo e prendo la calcolatrice!

    46. a luisa:
      Rimango dell’idea che chi si lamenta con tanta cattiveria dovrebbe avere il coraggio anche di andarsi a fare un bel bagno a mare..le opinioni diverse ci stanno sempre, discutere sulla bellezza artistica di un video, su un valore di un gruppo é un fatto normale,
      quanto a quello che tu mi contesti sinceramente me la prendo un po’a male…non é che abbia detto chissà quale cosa..cosa ti dà fastidio..spiega…
      sono curioso di sapere se mangi anche tu pane e cicoria oppure se mi sai in qualche modo spiegare cosa c’è a palermo culturalmente valido in questo momento (inteso come crescita dal basso, situazione istituzionali e cose simili), no sai perchè io non vedo tutto questo rivugghio… volevo solo dire nel mio scalognato intervento che secondo me i waines sono un buon “prodotto” di esportazione e una bella realtà di palermo…insuanuare se si autoproducono o se hanno dietro l’EMI é stupido, che cosa cambierebbe?
      come dire verba volant musica manent!

    47. incredibile… appena uno fa una cosa gli altri si sciarrìano. bah… che dire?
      e bravo corrado.
      il resto chiacchiere…
      salutiamo
      v.

    48. ah, dimenticavo: grande immenso martellone!!! grande boris…

    49. io c’ho fatto una canzone con loro ,ma solo con Fabio e Roberto,”scene di vita di un quartiere” parla di Palermo..chissà che non diventa famosa ahaha

    Lascia un commento (policy dei commenti)